SERSE COSMI E IL PARMA

09 Nov 2010, 16:05 Commenti disabilitati su SERSE COSMI E IL PARMA di

Il tecnico, che ieri sera ha ricevuto il 18° premio Dante Boni, ha visto spesso i crociati dal vivo e così ha potuto analizzarne il particolare momento ai microfoni di Tv Parma

Senza nomeIl 18° premio Dante Boni, intitolato al grande scopritore parmigiano di giovani promesse, quest’anno è stato assegnato a Serse Cosmi. La consegna è avvenuta ieri sera, lunedì 8 novembre, durante l’annuale Festa degli Allenatori A.I.A.C. svoltasi al circolo Inzani di Via Anedda. L’allenatore, che potrebbe rientrare nella rosa degli ipotetici candidati alla successione di Pasquale Marino, essendo al momento libero sul mercato, ha seguito il Parma come commentatore televisivo (stadiotardini.com lo ha immortalato in postazione al Tardini nella gara contro la Roma) e, parlando al microfono di Luca Romenghi di Tv Parma, è parso piuttosto ferrato, o per lo meno informato, sui mali che attanagliano i crociati: “E’ semplice banalizzare dando la colpa al solo attacco: la squadra deve ritrovare fiducia, ma, sotto l’aspetto tecnico, ha tanto di più rispetto a squadre che in questo momento la precedono…”
A seguire la trascrizione delle dichiarazioni rilasciate da Serse Cosmi di Luca Romenghi di Tv Parma

SAM_6385“Questo è un campionato molto particolare perché è nato, nelle prime partite, con una classifica anomala, che ha illuso, secondo me, tanti. Ovviamente il riferimento non è al Parma, che, invece, era partito bene, salvo poi andare incontro a qualche risultato – e non a qualche prestazione – negativo. Così si è creato inevitabilmente quella situazione che avviene un po’ in tutti i posti, con le difficoltà per giocatori, allenatore, società e pubblico. Però il campionato del Parma è un altro, inevitabilmente sarà così: il campionato di alcune squadre, invece, in lotta per la cosmi in postazioneretrocessione, si pensava fosse diverso, dopo l’inizio, ma in 3-4 giornate si è tutto ricondotto nei giusti binari. E questo ha portato, inevitabilmente, ad una classifica da interpretare.”


Manca qualcosa a livello di spirito, o sono solo problemi offensivi, perché questa squadra non fa gol?serse cosmi

“Mah: la “sensazione più banale è quella che appare dei dati statistici. E’ una squadra che nelle prime partite di questo campionato ha avuto difficoltà nel realizzare. In fase difensiva, invece, avendo subito solo 5 gol sui rigore e 5 su azione, si è comportata bene. Però questi sono dati banali: o meglio, se si interpretano così significa inevitabilmente dar colpa a un reparto. Io non credo che sia esattamente così, come non credo che lo pensi la società e l’allenatore. Quando ci sono un certo tipo di risultati inevitabilmente si vanno a cercare tante altre cause. Banalizzare così, in questo momento, credo sia troppo semplice: credo che questa squadra debba ritrovare dei risultati e fiducia, ma ha tanto di più, sotto l’aspetto tecnico, rispetto a squadre che in questo momento la precedono.”

News

Autore

Gabriele Majo, 53 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.
Commenti chiusi.