AMMINISTRATORI CROCIATI SCONFITTI DAI VIOLA / LA CRONACA

07 Feb 2011, 10:59 Commenti disabilitati su AMMINISTRATORI CROCIATI SCONFITTI DAI VIOLA / LA CRONACA di

I fatti salienti della partita di ieri a Fognano, arbitrata da Michelotti, nel racconto di uno dei protagonisti
_MG_0062(gmajo) Dopo il nostro breve resoconto a caldo di ieri con la prima fotogallery amatoriale, e la videointervista esclusiva all’arbitro Michelotti, proseguono i servizi di stadiotardini.com sulla sfida calcistica tra i Municipi di Parma e Firenze, terminata 2-4, con il racconto di uno dei protagonisti del match, che si cela dietro lo pseudonimo “mago”. (mago) – Sconfitta che lascia l’amaro in bocca quella maturata ieri al campo di Fognano dove gli uomini di mister Bertini da Firenze hanno battuto sul campo i colleghi amministratori comunali di mister Pizzigoni da Parma. Primo tempo molto combattuto con le squadre che si sono affrontate a viso aperto con buone giocate da ambo le parti senza però mai trovare gli spazi per segnare. Complice il terreno pesante il calcio spettacolo (champagne, malvasia o lambrusco) ha lasciato spazio al pressing con capovolgimenti di fronte e molte battaglie a metà campo (chianti). Sotto la direzione di un più in forma che mai Alberto Michelotti, coadiuvato dagli assistenti Isola e Martini, i consiglieri comunali gialloblù sono entrati in campo con Rozzi tra i pali, difesa a quattro con esterni a destra l’assessore Lasagna e a sinistra Mario Benecchi, coppia centrale formata da Caselli e Tramuta. Centrocampo sempre a quattro con al centro Coli e Allodi, sugli esterni Antonio Assirelli e Matteo Agoletti. Trequartista il “giovane” Roberto Agnetti e prima punta il bomber Max Ravanetti. (Continua all’interno)
_MG_0082Sono poi entrati in campo l’assessore Fabio Fecci, arrivato in extremis perché reduce dalla bomba della stazione, Francesco Arcuri che si è posizionato in difesa, il segretario comunale Pinzuti che ha rilevato Agnetti come seconda punta e ancora il presidente della commissione urbanistica Franco Bertorelli. Nonostante il tifo dell’assessore Cristina Sassi i “crociati” (o meglio, i gialloblù, visto che dal club sono state messe a disposizione le casacche a strisce verticali con i colori della _MG_0010Municipalità) non hanno trovato il gol e quasi al termine della prima frazione di gioco, su una ripartenza viola, il fuorigioco della difesa parmigiana non è scattato causa una disattenzione difensiva e sul traversone l’attaccante fiorentino non ha dato scampo a Rozzi. Fortunatamente a fine primo tempo per rincuorare le nostre glorie è arrivato anche il consigliere Pagliari che ha dato alcuni suggerimenti per colpire la difesa avversaria.
Purtroppo però il secondo tempo è iniziato con _MG_0276il raddoppio viola, con uno straordinario gol che a posteriori assomiglia a quello di Amauri al Tardini. A quel punto gli schemi di mister Pizzigoni hanno lasciato spazio a grinta e polmoni, ma sul contropiede i gigliati hanno nuovamente segnato e si sono portati sul 3 a 0. Subito dopo il gol c’è stata la reazione dei gialloblù con uno scatenato Ravanetti atterrato in area di rigore avversaria e il tempestivo fischio di Alberto Michelotti a decretare il calcio di rigore, subito magnificamente trasformato _MG_0009dallo stesso Ravanetti. Sul 3-1 però si infortuna il portiere Rozzi che è costretto a lasciare il terreno di gioco lasciando nel panico i crociati che non avevano la riserva di ruolo. A quel punto mosso da spirito di squadra si è cambiato la casacca l’assessore Lasagna che abbandonando il numero 13 della divisa gialloblù ha invece indossato la maglia 33 arancione del portiere. Da segnalare a proposito alcuni ottimi interventi dell’assessore al welfare, in particolare alcune uscite _MG_0020kamikaze sui piedi degli avversari da grande numero 1. È stata però la capacità dell’ex capitano della nazionale sindaci Fabio Fecci a guidare la squadra al gol del 4 a 2. Infatti proprio su una giocata dello stesso Fecci ribattuta dal portiere viola, si è avventato Massimo Coli che ha ribadito in rete accorciando così le distanze. A quel punto si è gettato il cuore oltre l’ostacolo alla ricerca del pareggio, che ha detta dello stesso direttore di gara Michelotti i nostri consiglieri avrebbero meritato. Numerose azioni importanti orchestrate da Caselli e dal centrocampo hanno visto sugli scudi i nostri uomini fino al termine, quando proprio allo scadere una punizione dal limite dell’area per la formazione di mister Bertini ha esaltato le doti degli attaccanti fiorentini. Ne è nato infatti una punizione imparabile per l’incolpevole Lasagna che ha visto infilarsi nel sette il gol del 4 a 2. Così è terminata la gara con i complimenti di Mario Taliani nella veste anche di sponsor dell’iniziativa e tra gli applausi del pubblico. Alla fine le squadre si sono date appuntamento per un terzo tempo a base di prosciutto e Parmigiano. Poi tutti allo stadio. (mago)
Contributi collegati:
Reportage a caldo e prima fotogallery amatoriale della Sfida tra Municipi
Video intervista ad Alberto Michelotti, arbitro del match
La cronaca della gara di andata da Settore Crociato
La partita tra Amministratori e Nuovi Cittadini ad Ottobre Africano
L’anticipazione di stadiotardini.com sui preparativi del retour match
La conferenza di presentazione del match di ritorno in Municipio

Senza categoria

Autore

Gabriele Majo, 55 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.
Commenti chiusi.