ECCO IL VERO PELLE’…

13 Ago 2011, 09:21 Commenti disabilitati su ECCO IL VERO PELLE’… di

Dopo aver spacciato ieri Biabiany per Graziano, oggi la Gazza rimedia con il vero poster del bomber stronca-Levante
pellè biabianypellè pellè(gmajo) – Una certa ilarità, ieri sera, l’ha suscitata, in sala stampa all’Ennio,, la domanda che un collega ha posto a Graziano Pellè: “Oggi si è visto il vero Pellè…”. Naturalmente si riferiva a quello che, autore del gol decisivo contro il sanguigno Levante, le ha prese e le ha date senza risparmio, da buon ariete. Peccato, che di buon mattino, non si fosse visto il vero Graziano nei poster dei crociati da ritagliare dalle pagine della Gazzetta di Parma, dal momento che a fianco del suo nome e cognome vi era la gigantografia del suo compagno Jonathan Biabiany (peraltro ieri indisponibile nella gara mica tanto a buon mercato contro gli iberici). Continua all’interno
pellè gazzaStamani la Gazza ha rimesso le cose a posto, attribuendo il giusto faccione al nome e cognome abbinati. Nella pagine sportive, in una breve, due righe di spiegazione (non di scuse, perché, pur dovute, mancano): “A causa di un inconveniente tecnico occorso in fase di composizione, nell’edizione di ieri il poster di Pellè è stato pubblicato con la foto di Biabiany. Oggi lo ripubblichiamo in forma corretta”un anno in gialloblu[2]Chissà quale misterioso inconveniente tecnico può aver causato l’errata denominazione di ieri. Mah… Forse era meglio prendersela, come faceva un grandissimo giornalista di una volta, con il Diavoletto che ogni tanto si aggira nelle redazioni o nelle tipografie a far qualche scherzetto…  Certo pare che il Diavoletto in via Mantova si trovi piuttosto bene, se si ripensa alla faccenda della squadra in dieci con espulso Giovinco, nei calendari, sponsorizzati da Erreà, e ad altre imprecisioni, perfino in prima pagina che l’avevano preceduta. Ma tutto è bene quel che finisce bene: ieri Pellè, stimolato dal nuovo Gronchi Rosa che lo voleva Biabiany, ci ha messo tutto il suo orgoglio per ritrovare la sua identità e far vedere chi è il vero Pellè. E, pur sognando in tanti il ritorno di Amauri, questo è confortante per i tifosi… Gabriele Majo

Senza categoria

Autore

Gabriele Majo, 55 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.
Commenti chiusi.