FLOCCARI: “VOGLIO ESSERE DECISIVO. SI, COI GOL, MA ANCHE CON ASSIST E LAVORO SPORCO” – Fotogallery amatoriale

01 Set 2011, 14:09 1 Commento di

“I presupposti perché possa essere una grande avventura ed anche una tappa importante per la mia carriera ci sono tutti. Sono convinto di questo. Sono in una fase importante della mia carriera: sono alla soglia dei 30 anni, quindi penso che in questo momento, sia dal punto di vista dell’esperienza fino a questo punto acquisita e il discorso fisico che, ringraziando Dio fino a questo momento è buono, penso che possa essere veramente il momento migliore da sfruttare. Penso che Parma, da questo punto di vista, possa essere la piazza giusta per mettere a frutto questo momento. Il Parma penso sia un ottimo gruppo, composto da individualità importanti, ma soprattutto da un gioco di squadra e da un atteggiamento di squadra compatta in campo. Quindi penso ci siano tutti gli ingredienti per poter poi riuscire a fare un ottimo lavoro, però, come dice il direttore, bisogna partire con umiltà e riuscire a fare piccoli passi, ma farne tanti; riuscire a toglierci delle soddisfazioni e far divertire i nostri tifosi”.

News

Autore

Gabriele Majo, 55 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

1 commento a “FLOCCARI: “VOGLIO ESSERE DECISIVO. SI, COI GOL, MA ANCHE CON ASSIST E LAVORO SPORCO” – Fotogallery amatoriale”

  1. Anonymous says:

    buongiorno a tutti
    è mia personale convinzione che il parma durante il mercato di gennaio potrebbe fare a meno di cercare rinforzi in avanti, concentrandosi su centrocampo e difesa un innesto per reparto,dovrebbero bastare per puntellare questi 2 settori carenti per qualità, in difesa: si è sentito fare(anzi si è letto) il nome di matteo ferrari e nonostante l età porterebbe esperienza, fisicità, e un pò di "piede buono"che non guasta mai quando si tratta d iniziare l azione..in più se vuole rilanciarsi almeno un pò ,parma rappresenterebbe l ultima possibilità per lui di poter rientrare anche se per poco in futuro nel giro del calcio "che conta"…insomma per motivazioni caratteristiche e magari costi ….è l identikit giusto dell attuale giocatore "da parma"….a centrocampo invece Palombo andrebbe benissimo ma………dubito che verrà, ha troppo mercato e di conseguenza potrà valutare offerte migliori rispetto a quella che potrebbe essere la nostra a livello economico e anche professionale….quindi…mi limito a dire che in mezzo al campo bisogna guardarsi intorno per ora ….
    Dopo essermi dilungato….e avventurato IN QUESTA DISaMINA TECNICA( CHE NON MI APPARTIENE ma il calcio si sà è materia opinabile e non scienza esatta…perciò mi espongo come tanti eh eh!!)torno su floccari( e ricasco ancora nel tecnico accidenti!!)…..fin ora lo abbiamo visto poco a causa di un infortunio ma da quel poco ….è d obbligo accordare fiducia a questo giocatore e puntarci forte,consci del fatto che non è un bomber implacabile ma….CHE LAVORO Fà PER LA SQUADRA??!!…lui svolge veramente il lavoro sporco e grazie ai suoi piedi buoni sforna assist interessanti che in più occasioni hanno mandato in gol i compagni…consideriamo che nonostante il poco minutaggio messo insieme ci sono 3 gol realizzati in suo favore…..insomma fà quello che faceva lo scorso anno Amauri tanto rimpianto(anche da me lo ammetto) giustamente ma …se facciamo il rapporto partite giocate e gol realizzati Floccari sta facendo bene come il brasiliano ….ne deduciamo che il gioco offensivo dell attuale tecnico è quello d' impostare tutto intorno ad un centravanti boa forte fisicamente…in grado di dare profondità alla squadra con il fine unico di esaltre al massimo le capacità tecniche e realizzative di Giovinco che ha la necessita di partire da una certa posizione del campo senza aver troppa pressione addosso sfruttando spazi e sponde offerti dal centravanti di turno…..in questo caso floccari fin ora ha dimostrato di poter far bene quello che l allenatore gli chiede…ci vuole fiducia
    scusate se mi sono dilungato
    Filippo 1968