PARMA-GENOA 3-1 / DALLA SALA STAMPA / MALESANI E L’ACCOGLIENZA TURBOLENTA: “NON SO DOVE POSSA AVER SBAGLIATO: E’ UN MISTERO CALCISTICO…”

02 Ott 2011, 19:29 Commenti disabilitati su PARMA-GENOA 3-1 / DALLA SALA STAMPA / MALESANI E L’ACCOGLIENZA TURBOLENTA: “NON SO DOVE POSSA AVER SBAGLIATO: E’ UN MISTERO CALCISTICO…” di

“E’ brutto vedere una squadra, che perde da un’altra squadra, che non ha neanche fatto tanta fatica a vincere – dice il tecnico del Genoa – E’ quello che mi dà fastidio oggi. Come parate dei portieri siamo pari: ma è nel carattere che non siamo pari. Il Parma ha vinto meritatamente per il fatto che ci ha messo qualcosa in più: in campo che era più furioso rispetto a noi…”
malesani(gmajo) – Mentre Alberto Malesani (foto di repertorio) stava iniziando la sua conferenza stampa dopo Parma-Genoa 3-1 nella sala stampa del Tardini, io, all’esterno dell’Ennio, stavo raccogliendo un veloce commento dal radiocronista di Radio Rai Tonino Raffa, tornato per la prima volta nel nostro stadio da collaboratore Rai, dopo aver effettuato proprio qui il suo ultimo servizio da dipendente dell’antenna di Stato con i flash di Parma-Juventus per Tutto il calcio minuto per minuto. E proprio a Tonino Raffa dobbiamo la testimonianza del fair play di Alberto Malesani che ha abbracciato l’AD crociato Leonardi, ammettendo senza problemi che il Parma, oggi, ha meritato di vincere. Il tecnico, poi, non avrebbe avuto problemi, pochi minuti dopo, a ripetere lo stesso concetto anche davanti ai cronisti. Lo scorso anno proprio Leonardi era stato il primo ad invitare Parma a “sdoganare” il tecnico delle 3 Coppe in 100 giorni: il suo appello, tuttavia, è rimasto inascoltato, dal momento che il “Malo” è stato oggetto di fischi e male parole dal pubblico di casa. Sul finire del question time, Matteo Scipioni della Gazzetta di Parma gli ha chiesto: “Non c’è modo di riallacciare un rapporto con la tifoseria di Parma, perché tutte le volte viene offeso?” E lui ha risposto così: “Io non ho niente con loro… Sono cose che non capisco, però, lasciamoli fare, cosa vuoi che ti dica… Io non ho fatto mai niente. Non so dove possa aver sbagliato a Parma. Non capisco dove possa aver sbagliato. E’ un mistero. Un mistero calcistico. Comunque va beh… Non importa…”
All’interno altre considerazioni sul Parma dalla conferenza stampa odierna di Alberto Malesani

COSA HO SBAGLIATO A PARMA? E’ UN MISTERO CALCISTICO – “Riallacciare un rapporto con la tifoseria di Parma? Ma io non ho niente con loro… Sono cose che non capisco, però, lasciamoli fare, cosa vuoi che ti dica… Io non ho fatto mai niente. Non so dove possa aver sbagliato a Parma. Non capisco dove possa aver sbagliato. E’ un mistero. Un mistero calcistico. Comunque va beh… Non importa…”
ANALISI 1 – PARMA PIU’ FURIOSO DI NOI – “Io voglio sempre essere chiaro e limpido con le analisi: oggi meritava di vincere il Parma ed è finita lì. Mentre dopo la gara con il Chievo ho fatto discorsi diversi, oggi dico che il Parma ha vinto meritatamente, se non per il fatto che ci ha messo qualcosa in più. Si vedeva in campo che era più furioso rispetto a noi. Si vedeva. Io spero che non sia il solito mal di trasferta, spero che non sia un abbassamento di tensione perché ci sentiamo più forti degli altri. Noi sicuramente abbiamo una squadra di qualità: abbiamo qualità dentro, ma lo dico sempre ai ragazzi, la qualità si fa quando si va alla pari dal punto di vista caratteriale, se sei appena sotto nella serie A italiana becchi da tutti. Noi siamo andati appena appena sotto e abbiamo beccato. Ora, adesso: per far valere la nostra qualità che può essere leggermente superiore a certe squadre, bisogna andar forte caratterialmente, perché questa è una cosa importante. Questa è la mia analisi: anche oggi in quei 5’ o 10’ in cui abbiamo spinto bene si vedeva che si poteva fare qualcosa di più. Si poteva rimediare anche dopo il 2-0, ma in realtà abbiamo reagito poco e male”.
ANALISI 2 – DISPIACE CHE IL PARMA NON ABBIA FATTO FATICA A BATTERCI – “Non c’è stata una grande reazione da parte nostra, ed è quello che non mi è piaciuto. In effetti non ho visto reazione io. Sì, si giocava, però… Si poteva anche fare qualche gol al Parma, però, a livello caratteriale, con quell’intensità lì, era difficile. E’ brutto vedere una squadra, che perde da un’altra squadra, che non ha neanche fatto tanta fatica a vincere. E’ quello che mi dà fastidio. Il Parma non ha fatto tanta fatica oggi perché non è che abbia fatto tanto. Sì, ha fatto un paio di parate Frey, ma anche Mirante ha fatto due grandi parate. Con le parate siamo pari: è nel carattere che non siamo pari. La partita andava avanti stancamente: né il Parma, né il Genoa giocavano bene. Nei primi minuti è stata una partita noiosa: ha vinto chi ha avuto più carattere. E’ vero che abbiamo giocato male noi, ma anche il Parma non è che… Ma, come ho sempre detto anche all’inizio, si può anche giocare male, però bisogna buttar dentro carattere, soprattutto le squadre come noi che abbiamo cambiato tanto. Oggi spirito di reazione poco: non mi è piaciuta proprio”.
GIOVINCO? FORTUNATO CHI CE L’HA – “Giovinco, adesso, è un giocatore affermato che ha trovato continuità qui a Parma: è un ragazzo che deve aver fiducia, e l’ha dimostrato oggi. Ha delle qualità enormi, fa parte della rosa della Nazionale, quindi è un giocatore importantissimo. Fortunato chi ce l’ha…”
(Alberto Malesani – Stadio Tardini, Conferenza stampa dopo Parma-Genoa 3-1 del 02.10.2011 – Registrazione audio e trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.com)

Senza categoria

Autore

Gabriele Majo, 55 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.
Commenti chiusi.