GHIRARDI PRENDEREBBE SUBITO DEL PIERO…

17 Nov 2011, 19:22 3 Commenti di

Lo ha detto oggi a Milano a margine del Consiglio di Lega. Ma gli anti-juventini, che da queste parti non sono pochi, non gradirebbero…

Ghirardi Lega(gmajo) – Del Piero al Parma? Perché no? Magari gli anti-juventini, che dalle nostre parti non sono pochi, inorridiranno al pensiero, un po’ come quel tifoso di provata fede crociata, incrociato oggi a Collecchio, allarmato dopo aver sentito le parole del Presidente Tommaso Ghirardi a Studio Sport (Italia 1), in un servizio di Giuseppe Ferrario registrato in Lega a Milano. Mi ha chiesto, questa persona, se poteva esserci qualcosa di vero a proposito della permuta Giovinco-Pinturicchio ipotizzata nel servizio. Dopo avergli ricordato che non sono proprio uno specialista della materia (aborro il calciomercato), ho ascoltato le sue perplessità circa l’eventuale arrivo di un (altro) juventino, per di più un po’ su d’età. “Non sarebbe meglio se facessero giocare un po’ di più Crespo?”, ha chiosato infine, prima di aggiungere un caustico: “Del Piero-Inzaghi è una coppia gol da Romanini…”. Se davvero Del Piero dovesse arrivare al Parma curiosamente approderebbe a fine carriera e non all’inizio, come sembrava potesse accadere alla fine della lontana stagione 1992-1993, quando poi il Padova lo girò alla Juventus di cui sarebbe in seguito diventato una bandiera.

News

Autore

Gabriele Majo, 55 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 Commenti a “GHIRARDI PRENDEREBBE SUBITO DEL PIERO…”

  1. Anonymous says:

    Alex Del Piero è un grandissimo giocatore e un grandissimo uomo, un esempio e una persona da rispettare oltre che uno dei più grandi calciatori italiani di questi anni e probabilmente di sempre. Da tifoso gialloblù lo vorrei per una stagione, magari non da titolare fisso ma comunque sarebbe un onore. Stiamo però parlando di fantacalcio, è stata una battuta quella del presidente dettata da una domanda di un giornalista. Piuttosto oggi leggevo di Luca Toni e di Fabio Simplicio. Li gradirei entrambi devo dire, anche Toni. Inutile sognare Amauri che non tornerà, io credo che Toni potrebbe fare comodo al posto del non-bomber Pellè… Sarebbe un'ottima alternativa al buon Floccari. Cosa ne dice Majo?

    Tino

  2. Anonymous says:

    Inzaghi-Del Piero?! Ma non è che il Parma vuole arrivare al centenario del 2013 con una squadra di centenari?! D'accordo che il Presidene ami riempiere la squadra di figurine (vedi il vecchio Lucarelli) ma alla faccia del Progetto Parma!! Comunque Del Piero non lo voglio vedere a Parma nemmeno in fotografia!! Vada a svernare da qualche altra parte! Davide.

  3. Gabriele Majo says:

    Cari Tino e Davide, non avrei personalmente grosse remore morali ostative all'arrivo di Alex Del Piero in maglia crociata, riconoscendo che è sempre stato un avversario leale (e poi mi ricordo simpaticamente un episodio quando accidentalmente gli infilai un microfonino su su per una narice…), ma mi chiedo quanto possa davvero essere un'opportunità per il Parma. Intanto ci sarebbe una certa incompatibilità ambientale per via del suo passato (e pure presente) bianconero, tinta poco amata da queste parti, e in più non credo che continuare a collezionare figurine possa essere davvero così costruttivo, al di là della soddisfazione di dire ho preso Del Piero (sì, ma a 40 anni…). Parimenti, però, l'esperienza di calciatori top level può essere utile a far maturare i più giovani che si trovano nello stesso spogliatoio. Ma come ci sono state remore in estate a confermare C. Lucarelli, essendoci come "vecchietto" già Crespo, penso che sia impensabile avere nello stesso spogliatoio più giocatori di prestigio ma dall'età elevata. Penso che ne sia sufficiente uno. Per lo meno nello stesso reparto. Che poi l'ipotesi dello scambio Giovinco-Del Piero vada derubricata quale mera indiscrezione giornalistica ci andrei piuttosto cauto, perché potrebbe essere più verosimile di quanto si pensi e la genuina apertura del presidente Ghirardi, condita dalla classica excusatio non petita (dunque accusatio manifesta) "però non ne ho parlato con Agnelli", potrebbe essere significativa. In effetti perdere Giovinco, sulla via della maturità, per uno che la maturità l'ha già passata non è proprio da "gran progetto", tuttavia la solita ragion di stato economica, sommata alla juventinità di Ghirardi (e la già citata sua passione per le figurine) potrebbe dar vita allo scambio. E magari anche prima della fine della stagione. Ovvio che la coppia Inzaghi-Del Piero tirata fuori dal tifoso incrociato a Collecchio era una evidente provocazione, proprio per i motivi prima enunciati. Mettere sotto lo stesso tetto Crespo, Del Piero, Inzaghi non mi pare esattamente l'ideale. A proposito di Toni: ebbene, se dovesse essere ceduto Pellè se ne potrebbe anche parlare, ma rimango dell'idea che una squadra come il Parma non si possa permettere un organico pieno zeppo di prime firme. In ogni caso personalmente preferirei Amauri. Simplicio ? Sì, buon giocatore e bravo ragazzo, ma a centrocampo si debbono servire solo minestre riscaldate? Cordialmente Gmajo