ELOGIO DEL BORUSSIA, SCONFITTO MA BELLO

27 Mag 2013, 01:00 Commenti disabilitati su ELOGIO DEL BORUSSIA, SCONFITTO MA BELLO di

DSC00004(Luca Savarese) – Alla fine sul tetto d’Europa ci è andato il Bayern Monaco. Il sinistro lento di Arien Robben, non oscura però la roba buona del Borussia Dortmund, secondo e sconfitto ma ancora splendente di luce propria. I Kloop-boys dimostrano fino al novantesimo tutta la loro verve, che avevamo apprezzato in tutta questa edizione di coppa campioni. All’inizio ieri il Wembley stadium sembrava casa loro, nessun timore, compatti in ogni reparto, ordinati, mettevano in difficoltà non poco la ragnatela del Munchen, che pareva presto squagliarsi. Forse il grande imagedemerito dei nostri gialloneri, nei quali rivedevamo le gesta europee del Parma che fu e che abbiamo apprezzato e seguito con il cuore in gola, è stato quello di non colpire nel primo tempo il Bayern, di non dargli quel classico cazzotto che avrebbe magari stordito Dante e company, spaventati dal Borussia DSC00002spumeggiante della prima fase di partita. Lewandowsky ha fatto prove tecniche di sorpresa ma senza incidere come in altre circostanze. Il Bayern è nato con la rete dell’uno a zero di Mandukic, ma i nostri quasi eroi gialloneri non si sono affatto smarriti andandosi a prendere il rigore del pari. Poi, quando hanno mollato l’esperienza e la voglia pazza dei rossi di andare a prendersi quello che lo scorso anno avevano DSC09996perso ai rigori in casa loro, è stata superiore, ma questo coraggioso e ben messo in campo va elogiato ora e per i prossimi mesi. E se Mario Gotze, il Messi teutonico, fosse stato in campo, la coppa avrebbe preso la strada della Baviera oppure della Renania? Agli euro dei pallonari l’ardua sentenza, intanto elogio al Dortmund, argento in Europa ma bello e dorato per come ha vissuto quest’annata. Luca Savarese

In Evidenza, News

Autore

Gabriele Majo, 54 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.
Commenti chiusi.