MANGIA COME SCRIVI / AL GARIBALDI DI CANTU’ SI E’ RINNOVATO IL DERBY ROSSO-NERO-AZZURRO SANFILIPPO-MARELLI – I video della intera serata e la fotogallery amatoriale

28 Set 2013, 01:00 Commenti disabilitati su MANGIA COME SCRIVI / AL GARIBALDI DI CANTU’ SI E’ RINNOVATO IL DERBY ROSSO-NERO-AZZURRO SANFILIPPO-MARELLI – I video della intera serata e la fotogallery amatoriale di

DSC02210CANTU’ (COMO) – DAL NOSTRO INVIATO – (gmajo) – Negli anni 60-70 il calcio era davvero uno sport popolare: altro che quello incellophanato di oggi. Frammenti di quell’epoca che oggi non c’è più (da uomo di radio rimpiango i tempi quando una moltitudine di gente andava in giro con il transistor all’orecchio per ascoltare Tutto il Calcio minuto per minuto o le prime pioneristiche radiocronache locali) si sono potuti ascoltare giovedì sera 26 settembre nella prima serata in Brianza dell’edizione 2013-14 di Mangia Come Scrivi al Ristorante Il Garibaldi di DSC02235Cantù, gestito dagli chef parmigiani Alda e Marco, già titolari delle trattoria Il Cigno Nero di Montechiarugolo (dove nacque nel 2006 il fortunato format curato, gestito e presentato dal loro diletto figliuolo Gianluigi Negri). Protagonisti della serata erano infatti i gemelli diversi, nel tifo, Claudio “Sanfi” Sanfilippo (milanista) e Tiziano Marelli (interista) con il loro evergreen (anche stavolta andato a ruba tra i commensali, così come era accaduto a Parma allorché era presente anche Gianfelice Facchetti, DSC02151figlio della indimenticata bandiera nerazzurra Giacinto) “Fedeli a San Siro – Storie di calcio, di derby e non solo” (edito da Mondadori). Uno spaccato di tifo sano e genuino, certo ricco anche di sfottò, sia nel volume, sia nel divertente incontro con gli autori, con tanti aneddoti (impagabile quello raccontato da Sanfilippo, accreditato come fotografo a un derby dall’amico Marelli – che pure essendo interista lavorava al Milan come addetto stampa – quando, dopo un gol, a bordo campo corse ad abbracciare Aldo Serena, sotto gli occhi esterrefatti dei fotografi DSC02187veri, che poi lo avrebbero minacciato imponendogli di non farsi più vedere), ascoltati coi piedi sotto la tavola, a gustare i piatti proposti (il primo era tinto di nerazzurro, ma si trattava di taglioni al tartufo; il secondo era tinto di rossonero, ed era una battuta di Fassona con crema di patate. L’antipasto era bipartisan (Coppa di polenta mantecata con formaggio Casera della Valtellina e servita con Finferli dell’Alto Adige su un piatto tricolore con valeriana, Casera e Mortandela della Val di Non), mentre il dolce era dedicato ai ciclisti (Semifreddo Mokaccino con cioccolato bianco, cioccolato fondente e Caffè, oltre al Bombardino), in quanto era prevista la presenza anche di Francesco Ricci, autore di “Velopensieri – Un ciclista fuori dal gruppo” (edizioni Ediciclo) che ha dovuto dare forfait a causa di un lutto famigliare. La chitarra di Sanfi (il cantautore, che ha scritto brani per DSC02195Mina e De André, con all’attivo cinque album e vincitore della Targa Tenco nel 1996, ha eseguito sei brani: La notte di San Lorenzo; Marietto; Senzabrera; Agosto; Milan, Coppi, Guzzi e Alfa Romeo; Stile libero) ha arricchito la serata che ha segnato il ritorno a Cantù di  Mangia come scrivi  dopo i fortunati appuntamenti dei mesi scorsi, dedicati ai segreti della cucina parmigiana, alla musica comica italiana, ai misteri del Lago di Como. Il prossimo Mangia come scrivi in Brianza è previsto giovedì 10 ottobre, con la serata “Amori, crimini e delitti” che avrà per protagonisti Alessandra Appiano, Andrea Villani e Nicoletta Sipos.

I VIDEO AMATORIALI DELLA INTERA SERATA AL GARIBALDI DI CANTU’

1.

2.

3.

4.

5.

LA FOTOGALLERY AMATORIALE DELLA SERATA AL GARIBALDI DI CANTU’

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

ESCLUSIVA STADIOTARDINI.COM – I VIDEO AMATORIALI DELLA SERATA “L’ITALIA NEL PALLONE” DI “MANGIA COME SCRIVI”

ECHI FOTOGRAFICI DI “MANGIA COME SCRIVI” (1) – GLI SCATTI DI FABRIZIO BERTOLINI A “L’ITALIA NEL PALLONE”

ECHI FOTOGRAFICI DI “MANGIA COME SCRIVI” (2) – LA FOTOGALLERY AMATORIALE DI “L’ITALIA NEL PALLONE”

Fotogallery Amatoriale, In Evidenza, Mangia come Scrivi, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Gabriele Majo, 53 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), oggi capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione.
Commenti chiusi.