NEL TG DI TELEDUCATO MICHELE ANGELLA HA SPIEGATO CHI E’ MARTIN SAMUEL, IL COLUMNIST DEL DAILY MAIL CHE IERI AVEVA STRONCATO IL MERCATO DA RECORD DEL PARMA

12 Set 2013, 19:00 11 Commenti di

Web-registrazione a cura di Alex Bocelli

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL DAILY MAIL STRONCA IL RECORD DEL PARMA: “DAL MERCATO DEI TRASFERIMENTI DEI GIOCATORI AL MERCATO DEL BESTIAME. E LA UEFA, CHE DOVREBBE REGOLAMENTARE, NON FA NIENTE”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI RISPONDE A MAJO SUL MERCATO DA RECORD

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E IL MERCATO MINORE DA RECORD DEL PARMA: “E’ LA LEGGE DEI GRANDI NUMERI APPLICATA AL CALCIO: NON VEDO RISCHI SULLA GESTIONE ECONOMICA”

GHIRARDI PROMETTE LA TETTOIA DEI DISABILI, SVELA CHE BARILLA FORNISCE LA PASTA AL PARMA E SPIEGA LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE DA RECORD

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE CROCIATO DA RECORD

IL RECORD DEL PARMA: E’ LA SQUADRA CHE STA MOVIMENTANDO PIU’ CALCIATORI AL MERCATO. MA ALLA FINE QUANTI NE AVRA’ A LIBRO PAGA?

IL “SUPERMARKET PARMA” BENEDETTO DA REPUBBLICA: “CHI PIU’ COMPRA MENO SPENDE: UN SISTEMA SCIENTIFICO PER ANDARE AVANTI SENZA SOLDI, PUNTANDO TUTTO SUGLI SVINCOLATI”

ECCO UNA GIORNATA TIPO DELL’ATTIVISSIMO PARMA AL MERCATO MINORE

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI PARTE SECONDA. LA JUVE STABIA CI SCRIVE: “CONFERMIAMO DI AVERLO CEDUTO AL PARMA”, MA IL DS DEL LATINA INSISTE: “PRESO DALLE VESPE”

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI: LA JUVE STABIA SCRIVE DI AVERLO CEDUTO A TITOLO DEFINITIVO AL PARMA, MA E’ IL LATINA AD UFFICIALIZZARNE L’ACQUISTO DALLE VESPE…

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E LE STRANE PLUSVALENZE NEL CALCIO: “PRASSI DIFFUSA, MA SENZA DOLO SPECIFICO NON C’E’ FALSO IN BILANCIO”

IL PARMA SCEGLIERA’ DS E ALLENATORE DEL GUBBIO, CHE DIVENTERA’ LA “CANTERA” GIALLOBLU’

SATELLITE GUBBIO: NEL TG DI TELEDUCATO ANGELLA FA I NOMI DEI POSSIBILI DS E ALLENATORE SCELTI DAL PARMA (guarda il video)

SATELLITE GUBBIO / GLI UMBRI HANNO FRETTA, MA IL PARMA NICCHIA…

SATELLITE GUBBIO / LA GAZZETTA DELLO SPORT ANNUNCIA: RAGGIUNTA L’INTESA PER UN RAPPORTO BIENNALE COL PARMA. MA IL GIORNALE DELL’UMBRIA FRENA: “I TEMPI SI ALLUNGANO”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI, RISPONDE A MAJO SUL GUBBIO

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT I PROGETTI GUBBIO E NOVA GORICA: “SE TUTTO ANDRA’ IN PORTO GLI SLOVENI SI ALLENERANNO A COLLECCHIO DAL 15 GIUGNO AGLI ORDINI DI APOLLONI” – video

PARMA E GUBBIO: L’AMORE APPENA NATO E’ GIA’ FINITO? AGLI UMBRI NON E’ PIACIUTO CHE IL GIA’ PROMESSO LUCARELLI ANDASSE AL PERUGIA, E NON SONO CONTENTI DEL ‘RIMEDIO’ DI CHIARA…

IL PIANETA PARMA E I SUOI SATELLITI / CRISTIAN BUCCHI, NUOVO ALLENATORE DEL GUBBIO, HA FIRMATO IERI SERA A COLLECCHIO

CELEBRATO IL FIDANZAMENTO GUBBIO/PARMA. LEONARDI: “VORREMMO ARRIVARE A SPOSARCI E A MANTENERE l’UNIONE”. SU CHIBSAH: “IL SASSUOLO INSISTE, MA NOI NON MOLLIAMO…”

In Evidenza, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

11 Commenti a “NEL TG DI TELEDUCATO MICHELE ANGELLA HA SPIEGATO CHI E’ MARTIN SAMUEL, IL COLUMNIST DEL DAILY MAIL CHE IERI AVEVA STRONCATO IL MERCATO DA RECORD DEL PARMA”

  1. Filippo says:

    Esser critico va bene, ma bisogna anche argomentare il perché una certa linea di mercato non va bene.

  2. Ermete Bottazzi says:

    secondo me se ne guarderanno bene dal fate qualsivoglia azione legale contro quel giornalista, che probabilmente è molto forte… le querele qui si fanno a chi di potere non ne ha…

    • Luca Russo says:

      Così come è vero che è nella natura dell’uomo schierarsi sempre dalla parte del più forte o ‘offendere’ chi non ha armi per difendersi. Ammesso che il Parma, che Ghirardi e che Leonardi debbano prendere lezioni da qualcuno, non sarà di certo un giornalista di una testata inglese, della cui indipendenza (della testata) è lecito dubitare considerati i suoi trascorsi, a potergliene impartire.

      • Gabriele Majo says:

        Il giornalista in questione, basta documentarsi un po’, è una persona assai qualificata. Tipo Beccantini in Italia, per capirci, non un babalano qualsiasi. Non capisco perché si debba sempre dietrologicamente pensare che quando uno scrive qualcosa lo faccia per secondi fini o perché manovrato o che se la prenda solo coi più piccoli. Io penso che sia lecito, a fronte di una situazione nuova, interrogarsi ed anche esprimere dei giudizi. Il giornalista in questione ha notato come una squadra come il Parma abbia, secondo i suoi calcoli, ben 226 calciatori a libro paga, e ha espresso le sue valutazioni in merito. Opinabili come qualsiasi opinione. Ma non stiamo qui a dire che debba pensare a Gascoigne o altre cose. Cerchiamo di essere maturi!

        Personalmente l’architettura costruita dal Parma mi lascia non pochi dubbi, ma ho sospeso ogni giudizio in attesa di avere più elementi in merito. Né, superficialmente, mi accontento delle risposte che educatamente mi ha dato “il Leo” a Teleducato.

        Saluti

        Gmajo

        • Luca Russo says:

          Mi sono documentato sulle origini e gli usi del giornale per cui lavora e, dato che oggi giorno è un giornale a qualificare i giornalisti che vi operano, tanto mi basta. Del resto non mi pare che il tizio in questione si sia sforzato di intervistare Leonardi o Ghirardi per chiedergli conto in prima persona del bestiame che hanno movimenato quest’estate per poi farsene, successivamente, un’opinione rendendola poi pubblica. E, per chiudere (poi stop con i miei interventi…perché ho capito che aria tira), mi pare ‘dietrologico’ anche l’atteggiamento di chi cerca del marcio pure dove non ce n’è. Il Parma lo si è criticato, lo si critica e lo si potrà criticare per altre mille e fondate ragioni. Ma non mi pare sia giusto farlo per i trecento e passa calciatori movimentati questa estate, specie dopo le spiegazioni che ci ha fornito Leonardi. Peraltro gradirei conoscere il parere del giornalista in questione relativamente alla mercificazione del gallese Bale.

          Passo e chiudo.

          • Gabriele Majo says:

            L’aria che tira qui – e tu che sei persino un autore di stadiotardini.it dovresti saperlo bene – è quella che ognuno può esprimere liberamente le proprie opinioni, rispettando quelle degli altri. E io, proprio in nome della libertà di espressione, ho sovente pubblicato diversi tuoi articoli (e non solo commenti) di cui non condividevo i contenuti.

            Detto questo: se non hai gradito l’articolo del Daily sei liberissimo di scriverlo, però rispetta gli altri che non la pensano come te.

            E poi: qui di dietrologico non c’è proprio nulla. E le critiche che sono state fatte, su questo argomento, come su altri, non sono certo il frutto “di chi cerca del marcio pure dove non c’è”.

            Stadiotardini.it – e tu che ne sei una firma dovresti saperlo bene – non cerca affatto il marcio, ma contribuisce alla creazione di un sano dibattito, senza reticenze. Anche su argomenti che possono disturbare sia i manovratori, che la community: del resto non andiamo alla ricerca del facile consenso.

            Un’ultima considerazione: mi pare piuttosto ingenuo, da parte tua, sostenere che non ci sia nulla di marcio nelle 300 operazioni di mercato eseguite, solo ascoltando quel che dice Leonardi. Così come, per esprimere un’opinione, non è affatto necessario dover sentire prima Leonardi. Il giornalista inglese ha voluto esprimere un giudizio: se ne assume le sue responsabilità, noi stiamo qui a dibatterne e ognuno è libero di dire la sua.

            E della mercificazione del gallese Bale, scusami ma non vedo cosa possa impiparcene a noi. Non è che si affronta un problema spostando la discussione su un altro argomento.

            E comunque il giornalista inglese le sue opinioni le ha espresse e continuerà ad esprimerle su mille altri argomenti. Ma se anche lui, come me, come Repubblica, e qualcun altro ha ritenuto inusuale un certo tipo di comportamento e ne ha parlato ha fatto bene.

            Saluti

            Gmajo

    • Gabriele Majo says:

      Salve Ermete,

      rispondendo, prima ad un altro lettore ho riferito come personalmente ritenga certe “querele” delle pure perdite di tempo per la giustizia che deve giudicare, e aggiungo anche come spesso siano “temerarie” al solo fine di estorcere dei soldi, specie quando sono rivolte all’indirizzo di giornalisti.

      Dopo di ché è chiaro che il diritto di critica e cronaca non deve andare a ledere i diritti altrui, ci mancherebbe altro. Però mi sa tanto che con le querele – solo minacciate o portate avanti – si marci un po’ troppo…

      Io penso che da persone civili bisogna saper dialogare: apposta ho tessuto le lodi per il comportamento altamente professionale tenuto da Leonardi nei confronti del sottoscritto da Leonardi a Calcio & Calcio lunedì sera.

      Anziché minacciare querele (anche se sono solo voci giornalistiche che lo hanno paventato, non mi pare di aver visto dispacci ufficiali in questo senso) io, fossi stato al Parma, avrei suggerito ai miei capi di organizzare un confronto pubblico con questo giornalista, o avrei cercato di fugare le sue perplessità ribattendo entrando nel merito delle motivazioni.

      Con l’arsenale comunicazionale a disposizione (a proposito: sul canale 613 DTT da un paio di questi giorni compare la scritta “Parma Channel”, anche se ancora in assenza di segnale) perché anziché propinarci le solite interviste da Mulino Bianco dove va sempre tutto bene, madama la marchesa, non si è cercato di raggiungere il giornalista inglese per intervistarlo cercando di controbattere le sue tesi? Quando si è convinti della bontà di un argomento, di una tesi, di un progetto non si dovrebbe avere paure delle critiche, ma anzi voglia di spiegare la propria posizione ed illustrarla.

      Cordialmente

      Gmajo

  3. ASSIOMA says:

    non capisco che immagine sia stata lesa da terzi,direi piuttosto che questo e’ autolesionismo, se siamo i precursori in europa e forse nel mondo dovremmo invece vantarcene.

    l’unica sarebbe di prenderlo dal daily mail e girarlo in prestito al gubbio come addetto stampa e relazioni esterne

  4. federico says:

    Voglio essere anche io un bovino che prende 50.000-100.000 euro l’anno !!! [cit.]

    La più bella risposta all’albionico è arrivata dal sito parmafanzine, se qualcuno vuol leggere…

    • Gabriele Majo says:

      Mi perdoneranno Federico e Gabrielo, l’autore del succitato articolo, ma non mi trovo d’accordo nel definire quella su Parma Fanzine la migliore risposta all’ “albionico”.
      Cordialmente
      gmajo

  5. ildiavoloincorpo says:

    Lo ripeto dovremmo organizzare una spedizione a Londra, incatenarci sotto la sede del Daily Mail fino ad ottenere le scuse ufficiali del direttore e la punizione con trenta frustate sulla pubblica via dell’incauto giornalista! Al tempo stesso propongo una raccolta di firme per esprimere sostegno alla nostra società!
    Come osa questo signore mettere in dubbio l’operato di Ghirardi e di Leonardi? Si vergogni!
    Come osa criticare il Parma Calcio e di conseguenza gettare fango sull’intera città, simbolo mondiale di rettitudine, di moralità e di rispetto delle regole, oltre che di elevata coscienza civile?
    Mica siamo una città che ha gli occhi coperti di prosciutto o che accetta qualsiasi cosa e poi in ogni caso solo noi parmigiani possiamo criticare la nostra piccola capitale.