“UBI MAJO” – TU COME LI VEDI? IL MAJOMETRO DEI CROCIATI PRIMA DI SAMPDORIA-PARMA

22 Dic 2013, 02:00 12 Commenti di

(Luca Savarese) – Eccoci giunti alla sfida con i nostri fratelli doriani, che chiude il 2013 crociato. Sfida che anticipiamo con la consueta  chiacchierata con il nostro direttore Gabriele Majo.

Gabriele, Natale è quasi arrivato: la pallina crociata dell’albero e il pastore che non t’aspettavi del presepe ducale?

“Il pastore, nel senso di guida, dovrebbe essere Donadoni, sicché me lo aspettavo. Per lo meno che ci fosse (sulla panchina). Magari mi aspettavo (e mi aspetterei almeno per il futuro) un po’ di prontezza in più nella lettura delle partite e meno cocciutaggine in qualche scelta. Sul campo il pastore è stato FantAntonio Cassano. Non mi aspettavo che arrivasse, reputandolo un campione, sul campo, fuori dall’attuale portata del Parma, anche se alla fine è arrivato esattamente dopo che avevo espresso il mio gradimento all’operazione. Semel in 100 anni licet insanire… Poi non gli avrei messo accanto altri stra-colpi, accontentandomi di consolidare la spina dorsale della passata stagione con un unico innesto di eccelsa qualità. Pallina? Penso al flipper, e alla velocità: Biabiany. Una pallina bionda…”

Sinisa Mihajlovic, in queste prime sue partite da allenatore dei blucerchiati, ha ridato un po’ di ossigeno e di verve alla squadra. Non ti sembra che questa prima scossa somigli molto a quella che imprimeva ai palloni quando li scagliava in rete, con le sue micidiali punizioni?

“Bravo Luca, esempio davvero calzante. Ieri, in conferenza stampa, Donadoni, ha rimarcato che la Sampdoria di adesso ha dimostrato carattere e temperamento e se il Parma non sarà alla sua altezza vorrà dire che gli altri arriveranno prima sulla palla, vinceranno più contrasti e recupereranno più seconde palle, che è quello che loro stanno facendo bene in questo momento”. Merito, anche secondo Donadoni, di Mihajlovic il quale oltre a quelle che sono delle idee tecniche, anche dal punto di vista della determinazione e della motivazione sta facendo delle cose positive”.

Finite le celebrazioni ufficiali, fuori dall’involucro cerimonioso, ora testa bassa e pedalare?

“Sissignore, anche perché le celebrazioni non sono il nostro forte. dunque meglio lasciar perdere le antiche glorie andate e cercare di costruire un futuro roseo. Che poi quanto roseo sarà non saprei dire, visti certi chiari di luna che si percepiscono all’orizzonte. Donadoni sostiene che i tre punti vanno fatti per professionalità e non perché dopo iniziano le vacanze. Io direi, invece, che sarebbero di vitale importanza, per mettere del fieno in cascina che non si sa mai cosa possa succedere terminate le vacanze…”

Chi toglieresti a questa Doria?

“Gabbiadini già è stato tolto dal giudice sportivo per squalifica. Eder e De Silvestri, invece, hanno recuperato. D’accordo che a noi mancano Paletta, Gargano e Cassano (solo per citare i principali assenti, direi la spina dorsale gialloblù…), però mi piacerebbe sempre affrontare, al completo, avversari al completo. Anche perché non mi piace vincere facile…”

Ubi Majo vi dà appuntamento al prossimo anno. Augurandovi felici e, possibilmente spensierate, feste. Luca Savarese

In Evidenza, News, Ubi Majo

Autore

Gabriele Majo, 55 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

12 Commenti a ““UBI MAJO” – TU COME LI VEDI? IL MAJOMETRO DEI CROCIATI PRIMA DI SAMPDORIA-PARMA”

  1. ASSIOMA says:

    majo lo sanno anche a taiwan che oggi e’ ICS

  2. Luca Russo says:

    Oggi mi piacerebbe vincerla….oggi mi piacerebbe sbancare il Ferraris: non per mancare di rispetto agli amici della metà buona di Genova….e nemmeno perché si gioca nello stadio più bello d’Italia. Ma per ‘dedicare’ i tre punti ad Antonio Cassano. Chi ha orecchie per intendere, intenda. Staremo a vedere. Intanto, forza Parma…e forza Sampdoria.

  3. ASSIOMA says:

    De Martino da il pareggio a 1,80 :-) e lui se ne intende ..piu’ di mauro

  4. ASSIOMA says:

    primo tempo grottesco come la squadra e l’allenatore

  5. ASSIOMA says:

    ed arbitro cagasotto inadeguato

  6. Claudio. says:

    Complimenti ai “gemellati” oggi ci hanno riempito di fischi… che il gemellaggio sia solo tra i boys e la gradinata sud, se volevo tifare la sampdoria l’avrei fatto, ma visto che tifo Parma non mi importa niente di loro quindi tutto sto buonismo non capisco da dove esce fuori.

  7. Claudio says:

    Del tipo…”forza parma e forza samp”

  8. Marcello says:

    Il gemellaggio è tra gli ultrà, o più esattamente tra una parte di loro. Ognuno ha le sue simpatie. Io se proprio dovessi scegliere una squadra di Genova sceglierei il Genoa.
    Chi vuole vedere l’amicizia….. dei sampdoriani, provi ad andare a vedere la partita a Genova NON nel settore ospiti. Auguri…. te lo danno loro il “gemellaggio”.