ECCO IL NUOVO LOGO DEL PARMA F.C., il video amatoriale della cerimonia dello scoprimento con l’A.D. Pietro Leonardi

21 Giu 2014, 13:00 7 Commenti di

imageE’ stato tolto il velo al nuovo logo del Parma F.C., stamani, 21 giugno 2014, nella sala stampa dello Stadio Ennio Tardini, poco prima della presentazione della campagna abbonamenti 2014-2015 della società crociata. A scoprire il nuovo stemma l’A.D. del Club Pietro Leonardi, con la responsabile dell’ufficio stampa e imagecomunicazione Maria Luisa Rancati.

Il Parma Football Club – spiega una nota – per il suo nuovo secolo di vita ha deciso di affidarsi alla propria tradizione, identificandosi in un logo che è stato disegnato in collaborazione con lo sponsor tecnico Erreà, prendendo spunto dalla sensibilità dei tifosi e dalle riflessioni degli storici appassionati.

Passato il centenario, il logo Parma Fc che caratterizzerà dalla prossima stagione sportiva la moderna era degli Anni Duemila, ripropone la grafica dello scudo già presente in documenti degli Anni Venti: metà bianco Crociato (tratto della maglia originaria) e metà giallo e blu a strisce verticali (i colori di città e territorio) ripristinandone il numero in voga, soprattutto dagli Anni Sessanta in poi (sette, tre gialle e quattro blu).

La linea mossa della banda superiore è una trasposizione più attenuata dello scudetto societario degli Anni Cinquanta.

La scritta PARMA F.C. è in blu che risalta su fondo giallo. La profondità gialla e le decorazioni blu a essa sovrapposte sono un riferimento alla simbologia territoriale di Parma, come lo stemma della municipalità.

Il contorno è tracciato da due sottili bordi giallo e blu per ottimizzare l’applicazione su maglie, divise da gioco e altro materiale.

Ecco il video della cerimonia dello scoprimento, con l’A.D. Pietro Leonardi

Fotogallery Amatoriale, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Gabriele Majo, 54 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

7 Commenti a “ECCO IL NUOVO LOGO DEL PARMA F.C., il video amatoriale della cerimonia dello scoprimento con l’A.D. Pietro Leonardi”

  1. gio says:

    Majo avrebbe dato 800 mila euro a Molinaro? Ripeto..meglio aspettare i dati veri,ufficiali…non su dicerie sparate a caso dai siti.

    • ASSIOMA says:

      gli 800 mila che danno a palladino pero’ son mica tanto delle dicerie eh gio ? ci sono i cocchi e i contrococchi quindi :-).

  2. ASSIOMA says:

    niente di nuovo sul fronte occidentale,notizia da terza pagina o forse da ultima,a meno che in campo ci vadano undici loghi,i famosi loghi comuni insomma :-)

  3. Marcello says:

    A me il nuovo logo piace. Direi meglio di quello che avevamo in uso prima del centenador.
    Ho riso al gioco di parole di Assioma. Però… Kissenefrega, giokerà la Primavera!

  4. raffaello says:

    credo che Palladino prenda 450.000 euro che sono comunque troppi per quello che vale… ma sicuramente voi siete più informati di me….

  5. pramzan.com says:

    Visto che Leonardi si riserva il diritto di cambiare un logo storico, che a mio parere non deve piacere o meno, io d’ora in poi lo chiamerò liberamente Reggionardi, con buona pace di tutti quelli che hanno la sindrome abbandonica o per meglio dire disturbo di personalità dipendente.

  6. ASSIOMA says:

    comunque non credo che a torino si becchi 800 mila cucuzze a meno che Cairo non lo mandi anche a vendere eniclopedie porta a porta