QUANTI SONO GLI ABBONAMENTI OMAGGIO ELIMINATI DAL PARMA F.C.? PIU’ DI 7.000 QUELLI A PAGAMENTO. NAVETTA TEP, OGGI, SABATO, CI SI PUO’ ABBONARE FINO ALLE 12.30 IN VIA TARO 14

06 Set 2014, 10:00 9 Commenti di

(gmajo) – Anche di sabato ci si può abbonare alla Navetta Tep: fino alle 12.30, in Via Taro 14, i lettori di StadioTardini.it possono usufruire della esclusiva prevendita della speciale card che consente, al prezzo di soli 20 euro, di garantirsi il trasporto in autobus dai parcheggi scambiatori del Palasport e di Via Traversetolo verso lo Stadio Tardini e ritorno per tutte le gare di campionato, senza avere lo “sbatti” di dover acquistare il singolo biglietto andata/ritorno al costo di 2 euro in ogni gara. Pensarci per tempo conviene e risolve l’annoso problema del posteggio. Gli sportelli Tep di Via Taro 14, poi, torneranno in funzione lunedì dalle 8.10 alle 12.50 e dalle 14.15 alle 16.15, stessi orari fino a venerdì 12. Sabato 13 settembre (08.15-12.30) sarà l’ultimo giorno della prevendita riservata ai lettori di StadioTardini.it, le speciali tessere, poi, saranno in vendita direttamente ai posteggi scambiatori. L’abbonamento Tep dovrebbe viaggiare sempre assieme all’abbonamento al Parma!

Già, l’abbonamento al Parma… Nei giorni scorsi il sito “Settore Crociato”, curato dal responsabile per i rapporti con la tifoseria del Parma F.C. Giuseppe Squarcia, dunque fonte non limacciosa, ma ben informata dei fatti, ha riferito che è stata superata la soglia dei 7.000 paganti, dunque ben superiore ai poco più di 6.000 di un anno fa. Ricordiamo che a rimpinguare il numero, per arrivare oltre i 9.000, un anno fa vennero aggiunti anche gli abbonamenti abbinati alle sponsorizzazioni (1.936, che non imagedovrebbero far registrare flessioni, ma perlomeno un sostanziale equilibrio), le tessere di servizio (1.050, che quest’anno saranno parzialmente a pagamento, 30 euro, prezzo simbolico, per i volontari del CCPC che prestano la propria opera al Tardini) e gli omaggi. Già, gli omaggi. Ad inizio campagna l’amministratore delegato Pietro Leonardi aveva proclamato che quest’anno sarebbero stati eliminati tutti i portoghesi dal Tardini, proposito che è stato ribadito anche dall’altoparlante di Settore Crociato, imageche l’altro giorno ha annotato che tra le tessere di servizio non andranno conteggiate:le numerose tessere omaggio in Tribuna Centrale e in Tribuna Vip (non quelle sponsor legate a rapporti commerciali), ereditate dalle precedenti gestioni, che si è deciso di abolire perché è giusto che chi tiene davvero alla Maglia Crociata risponda presente per fede, perché ci crede”. A parte che già con l’avvio della presidenza Ghirardi c’era stato un precedente tentativo di togliere tessere di favore (in particolare il moralizzatore, in quella occasione, era stato l’allora vice presidente Angelo Medeghini), però già si era raschiato il barile, giacché la stessa Amministrazione Straordinaria aveva precedentemente provveduto a depennare gran parte degli omaggi della gestione Parmalat (e anche il quel caso si era trattato di piccoli numeri). Insomma: quanti portoghesi in meno ci saranno al Tardini? Sarebbe interessante che la società, in questo impeto di glasnost, fornisse al pubblico le cifre anche degli omaggi cancellati. A parte che – prima ancora che calasse la mannaia leonardiana diversi beneficiari avevano di propria sponte rinunziato al benefit non formulando la domanda. Prima ancora era stata lodevole l’amministrazione comunale nel proclamare che avrebbe rinunciato alle proprie tessere di favore, nonostante queste siano parte integrante della conveniente convenzione stipulata a suo tempo dai Tanzi con la municipalità, poi ereditata da Ghirardi.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

FUORI DAL TARDINI I PORTOGHESI, DENTRO NUOVI CROCIATI, il video della presentazione della campagna abbonamenti Parma F.C. 2014-15 e tutte le info utili

IL PARMA F.C. UFFICIALIZZA: “GIUSEPPE SQUARCIA RESPONSABILE DEI RAPPORTI CON I TIFOSI”

In Evidenza, News

Autore

Gabriele Majo, 56 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

9 Commenti a “QUANTI SONO GLI ABBONAMENTI OMAGGIO ELIMINATI DAL PARMA F.C.? PIU’ DI 7.000 QUELLI A PAGAMENTO. NAVETTA TEP, OGGI, SABATO, CI SI PUO’ ABBONARE FINO ALLE 12.30 IN VIA TARO 14”

  1. Alessandro says:

    Vorrei fare un po’ di chiarezza sugli abbonamenti sponsor.
    Alcuni colleghi ed io,tutti liberi professionisti con partita IVA che lavorano per la stessa società(di cui non rivelo il nome,perché per utilizzare il nome serve il permesso della società stessa),già da qualche anno utilizziamo a pagamento le aree hospitality.
    Nell’accordo che facciamo con Gsport(società concessionaria della pubblicità all’interno dello stadio)sono compresi alcuni abbonamenti in tribuna centrale petitot.
    Questi abbonamenti vengono regolarmente pagati.
    Io non so che accordo ci sia tra Gsport e Parma Calcio,ma personalmente sono molto contento di pagare perché,tifando Parma,so che una parte dei miei soldi vanno alla società.
    Forse il Parma Calcio potrebbe organizzare “in proprio” questa attività,incassando quindi tutta la somma. Questo però necessita di una struttura organizzativa e commerciale che,ad oggi,non c’è.
    Servirebbe un’analisi dei costi/benefici di questo tipo di operazione.
    Scrivo questo perché a volte mi capita di leggere,nei commenti di alcuni utenti,che gli sponsor vanno allo stadio gratis.
    I miei clienti vanno allo stadio gratis,perché,a monte,qualcuno ha già pagato(cioè il sottoscritto).
    Questo per fugare ogni dubbio.
    Buona giornata e forza parma

    • Gabriele Majo says:

      Grazie della testimonianza, Alessandro, tuttavia mi sembrava che fosse già chiaro anche prima – sia per quello che avevo scritto io, sia per quanto proposto da Settore Crociato – che non possono certo esser definiti portoghesi coloro che utilizzano gli abbonamenti venduti (appunto: venduti) dal club nei pacchetti promozionali per gli sponsor. Tuttavia lo stesso mi ero domandato a chi si riferisse Leonardi quando aveva proclamato che i portoghesi sarebbero stati tutti fuori dal Tardini: i poveri Cristi del CCPC (sempre più commoventi) hanno deliberatamente scelto (questa la vulgata di Settore Crociato) di pagare una cifra simbolica di 30 euro (come segnale di vicinanza alla società dopo l’ingiustizia a loro modo subita) anche se all’Ennio ci vanno a prestar opera di servizio, per cui non erano “portoghesi” prima e men che meno lo sono adesso che pagano per ‘lavorare’. Dunque chi sono? I politici si erano auto-eliminati, qualche vip aveva da tempo già rinunciato di suo (e qualcuno non ha neppure rivolto la domanda). Insomma: chi sta fuori? Quante persone sono state tagliate 20? 50? Fossero anche 100 (ma non li sono), era stato fatto un proclama, reiterato in questi giorni da Settore Crociato, per queste poche unità?
      Cordialmente
      Gmajo

  2. Alessandro says:

    In effetti i “portoghesi” avevano già subito una bella sforbiciata negli anni passati.
    Se anche fossero 100,considerando che l’abbonamento in centrale petitot costa 1800€(vado a memoria),sono 180.000€ che entrerebbero se queste persone lo pagassero.
    In tempo di crisi non si butta via niente…
    Il suo articolo sugli abbonamenti sponsor era chiarissimo. Ho solo voluto ribadire un concetto.
    A volte capita che qualcuno si faccia idee sbagliate sulle cosiddette “aree hospitality”, perché si pensa che possano entrare solo i “raccomandati”. Nel nostro caso la raccomandazione consiste nei bonifici che facciamo e nel comportamento assolutamente rispettoso di tutte le persone che invitiamo allo stadio.
    P.s. Io sono quello della scommessa di una birra(poi diventata vino per le sue preferenze)sulla posizione del Parma a fine campionato.
    Adesso che è finito il mercato,io dico parte sinistra della classifica(quindi tra il settimo ed il decimo posto).
    Lei cosa mi dice?

    • Gabriele Majo says:

      Ah già… Direi ultimo posto della classifica di sinistra o primo o secondo di quella di destra. Per cui se arriva settimo o ottavo o nono sponsorizzo io la bevuta. Se undicesimo o dodicesimo invece toccherà a lei..,
      Cmq quest’anno la poltronissima è in vendita a 3.500 euro, mentre negli anni scorsi era fuori listino. Apposta che a giugno mi ero chiesto se fossero rimaste le convenzioni con gli sponsor. Io non credo ci fossero molti portoghesi ma dal momento che in pompa magna si era proclamato che sarebbero stati debellati, messaggio che l’altro giorno è stato ribadito da settore crociato, mi piacerebbe sapere il reale frutto fi questa campagna.
      Cordialmente
      Gmajo

  3. Alessandro says:

    Scommessa accettata. E se arriviamo decimi,beviamo lo stesso e si fa alla romana!!!

    • Alessandro D. says:

      Gabriele e Alessandro, in quanto omonimo rivendico anche io la partecipazione alla bevuta, o meglio, metto in palio una bottiglia di Rosè Ceci. Chiunque sia vincitore, faccio da sponsor alla scommessa, a patto che ne resti un bicchiere anche per me!

  4. Marcello Bonati says:

    Salve, volevo chiederle un informazione riguardo alla partita di domenica prossima Parma – Milan. Avevo intenzione di comprare il biglietto per il settore ospiti (curva Sud) a 25€ ma per ciò mi servirebbe la tessera del tifoso.

    Volevo chiedere le dove posso ricevere la TdT a Parma (direttamente al Tardini? In che orari?) e che documentazione devo portare (carta d’identità ecc.). Riuscirò a riceverla prima di domenica per andare nel settore ospiti? Ho 17 anni, serve un genitore? Devo pagare qualcosa? Non possiedo un abbonamento al Parma.

    La ringrazio in anticipo per la risposta, spero mi possa aiutare. Grazie!

  5. Alessandro says:

    Caro omonimo quando c’è da bere più siamo meglio è!!

  6. paolo says:

    Gabriele, nel primo commento di risposta ad Alessandro ti chiedi chi sono i portoghesi. Quando, ad esempio, dici che i politici hanno rinunciato dici un’inesattezza dato che solo il M5S compatto ha rinunciato, poi hanno rinunciato anche altri di altri partiti su pressione del nostro sindaco Pizzarotti… Quando dopo l’insediamento dei pentastellati il sindaco chiese al consiglio comunale di rinunciare agli abbonamenti ci furono alcuni che non lo consegnarono. Le cronache di allora fecero anche i nomi. Sarebbe bello indagare se quest’anno tutti hanno rinunciato in consiglio comunale, e anche in Provincia.
    Poi ci sono figure illustrissime di Parma di cui mi guardo bene di fare il nome che bussano alla porta della società per avere l’abbonamento in tribuna salvo poi andarci solo contro Juve, Milan e Inter. Questi signori (e mi viene in mente uno molto lampadato) che sono tra l’altro molto abbienti potrebbero pagarsi l’abbonamento, e addirittura hanno il coraggio poi di criticare la società. Se prendi l’abbonamento gratis (e non parlo dei giornalisti) non hai diritto di criticare.

    Poi ci sono personaggi che per aver lavorato 8 mesi nel Parma dei Tanz credono di avere il diritto universale e divino di andare in tribuna con l’abbonamento a gratis: siccome mi risulta che sono personaggi anche questi abbienti potrebbero comprarselo. Invece no, fanno i permalosoni, e per ripicca criticano pesantemente sul proprio profilo fb e di altri Tommaso Ghirardi e il Parma. Stessa cosa fa quando va in tv che spara fango verso la soceità perchè non gli da l’abbonamento.

    Ma ben venga questo cambio di rotta della società che non da più gli abbonamenti gratis: magari sono 50, 100 … pochi, ma fanno molto rumore. Che stiano a casa!

    Io non voglio dire che sia sbagliato criticare, anch’io critico il Parma e ci sono cose che non mi stanno piacendo ultimamente, ma io posso farlo perchè da semplice tifoso sono anni che pago il mio abbonamento in tribuna senza mai aver ricevuto un’abbonamento gratis, una maglia, un pass. niente di niente. Prima c’erano troppi parassiti…. meglio allontanarli. Vadano a seguire il baseball…

    Per cui bravo Parma ad aver preso questa decisione, ora al TArdini saremo solo tifosi che hanno dato un contributo piccolo o grande per il Parma. Avanti così.