MANGIA COME SCRIVI / I VIDEO E LA FOTOGALLERY AMATORIALE DELLA SERATA “LA STORIA DEL ROCK” AL GARIBALDI DI CANTU’ – STASERA AI 12 MONACI DI FONTEVIVO SFIDA ALL’ULTIMO ANOLINO

05 Dic 2014, 18:30 2 Commenti di

DSC00127(gmajo) – Anolini a tempo di rock: dopo aver gustato iersera quelli degli chef Marco & Alda del Garibaldi di Cantù (forti di una inarrivabile ricetta di famiglia) iersera, durante la serata sulla Storia del Rock con protagonisti Ezio Guaitamacchi, Carmelo Genovese e la cantante, ospite a sorpresa e dalla splendida voce Brunella Boschetti Venturi (tutti e tre, come potete vedere ed ascoltare nei video sotto, si sono esibiti live), stasera, venerdì 5 dicembre 2014, alle 21, ai 12 Monaci di Fontevivo si replica con altri protagonisti, altrettanto bravi, a partire dallo chef Andrea Nizzi (che riproporrà la tradizionale sfida all’ultimo anolino con avversari quelli di stracotto della ricetta parmigiana, depositata da un notaio, con quelli della Bassa dove il ripieno è imageuna amalgama di tre diverse stagionature di Parmigiano Reggiano), per proseguire con Enzo Gentile, Alberto Tonti, Luca Ragagnin, Enrico Remmert. protagonisti artistici della cena “Calici Pop-Rock 2015″ (in collaborazione con Associazione Arim di Fidenza). Clicca qui per leggere il programma intero della serata e per conoscere il menù. Ultimi posti disponibili: prenotazioni al numero 0521-610010

DSC00253E veniamo al reportage scritto-foto-video dal Garibaldi di Cantù, dove iersera il grande “romanzo del rock” è stato narrato da uno dei decani dei giornalisti musicali italiani, Ezio Guaitamacchi: un’avventura lunga sessant’anni, quella del genere che maggiormente ha influenzato la società del Novecento, che il critico milanese ha ripercorso insieme ai commensali (la sala ha fatto registrare il sold out) nell’appuntamento prenatalizio di Mangia come scrivi (www.mangiacomescrivi.it) in Brianza (la stagione riprenderà, del resto come ai 12 Monaci di Fontevivo verso fine gennaio), ma anche assieme ai compagni di viaggio Carmelo Genovese (studioso di musica popolare americana ed autore di biografie su Chuck Berry ed Elvis Presley, voce e DSC00020chitarra dei Boogie Ramblers ) e Brunella Boschetti Venturi (che in carriera ha diviso il palco, tra gli altri, con Paola Turci, Serena Autieri, Massimo Bubola, Alberto Fortis, Andrea Mirò, Bernardo Lanzetti), tutti e tre esibitisi dal vivo con apprezzate performance canore, tutte rigorosamente rock. Dal primo disco di Elvis Presley – “That’s All Right (Mama)” – ai giorni nostri, Guaitamacchi, la Boschetti e Genovese, presentati dal direttore artistico DSC00117Gianluigi Negri, hanno fatto salire tutti a bordo della “macchina del tempo” del rock, raccontando come la forma d’arte più popolare del Ventesimo secolo abbia cambiato il mondo: dalle radici folk e blues all’avvento di Elvis, dalla Swinging London di Beatles e Rolling Stones alla San Francisco psichedelica, dalla rivoluzione punk al “fragore del metallo”, fino al nichilismo grunge e ai suoni del nuovo millennio, con toccanti e commoventi storie ed esperienze personali. Il monumentale volume di DSC00185Guaitamacchi, La storia del Rock, appena uscito per Hoepli, con prefazione di Renzo Arbore, è andato letteralmente a ruba, al termine della serata: inoltre l’autore e conduttore radio/tv, direttore di “Jam” e voce di Lifegate Radio, (invidiato, benevolmente e sempre nel lecito, checché se ne dica dal presentatore Negri per il variegato curriculm vitae) ha pure presentato il suo recente rock thriller “Psycho Killer – Omicidi in fa maggiore” (Ultra).

DSC00012Questo, dunque, per quanto concerne l’aspetto artistico, ma non va sottaciuta la colonna sonora in arrivo dalla cucina con un menu ispirato alle tradizioni natalizie di Parma, città di provenienza degli chef del Garibaldi Alda & Marco. Dopo un antipasto con specialità del Salumificio Rossi (con l’insuperabile culaccia), non sono mancati i prelibatissimi anolini di Parma, dei quali ho intessuto le lodi a quel buongustaio di Evaristo Cipriani, che avrebbe poi riportato un mio significativo virgolettato al riguardo nel suo pezzo di recensione alla puntata di ieri sera di Calcio & Calcio Più, da me disertata, apposta per onorare l’impegno di StadioTardini.it media-partner del Mangia come Scrivi: “anolini inarrivabili anche dalle nostre parti grazie ad una antica ricetta di famiglia, dove lo stracotto è carne e non sugo, per tacere del brodo ristretto di DSC00030cappone. Sublime…”, e quindi la mariola della Bassa Parmense con purè di patate e verze in agrodolce, la spongata del Garibaldi, il tutto innaffiato dai vini delle storiche Cantine Bergamaschi (www.fortanadeltaro.it) di Samboseto (Busseto), a pochi chilometri dalla casa natale di Giuseppe Verdi. La comitiva parmigiana-borghigiana salita a Cantù prevedeva anche la gradita presenza dello scrittore surreale Tacete (che personalmente continuo a preferire a Taci), intervistato dal Gallo di Castione a fine serata, a lavori conclusi (vedi video sotto).

I VIDEO AMATORIALI DELLA SERATA

1.

2.

3.

4.

5.

LA FOTOGALLERY AMATORIALE DELLA SERATA

VIDEO INTERVISTA DEL GALLO DI CASTIONE ALLO SCRITTORE ANTONIO TACETE

Fotogallery Amatoriale, Mangia come Scrivi, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Gabriele Majo, 53 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), oggi capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione.

2 Commenti a “MANGIA COME SCRIVI / I VIDEO E LA FOTOGALLERY AMATORIALE DELLA SERATA “LA STORIA DEL ROCK” AL GARIBALDI DI CANTU’ – STASERA AI 12 MONACI DI FONTEVIVO SFIDA ALL’ULTIMO ANOLINO”

  1. enzo says:

    Ho ascoltato con molto interesse la video intervista del Gallo di Castione allo scrittore Antonio Tacete. Detto questo penso che se un giorno Boni dovesse abbandonare la tribuna di Calcio & Calcio avrebbe in Antonio un degno sostituto che non lo farebbe certo rimpiangere. Molto dipenderà da quanto denaro la proprietà di Teleducato sarà disposta a spendere per l’ingaggio del Tacete….

  2. GALLO DI CASTIONE says:

    Nel video intervista col Tacete potrebbe sfuggire ai più la perturbazione incipiente. Occhio. Anzi, orecchio