UN UOMO IN DUE MAGLIE DI COPPA ITALIA (CON INTERVISTA) / MASSIMO BRAMBILLA TRA PARMA E CAGLIARI

14 Gen 2015, 12:00 Commenti disabilitati su UN UOMO IN DUE MAGLIE DI COPPA ITALIA (CON INTERVISTA) / MASSIMO BRAMBILLA TRA PARMA E CAGLIARI di

(di Luca Savarese) – Ieri era un portatore d’acqua con piedi discreti di Parma e Cagliari, due fermate del suo viaggio da calciatore in molte tappe; in Emilia arrivò giusto in tempo per vivere l’ultimo anno di Nevio ed il primo di Ancelotti, con 35 presenze, si fece e basi, che poi, spese, dopo essere stato a Bologna, Torino e Siena, anche a Cagliari, dove, tra il 2003 ed il 2005 collezionò 56 presenze. Lui è Massimo Brambilla, nato a Vimercate il 4 marzo del 1973. Un bottino valido, che oggi spende in termini di insegnamento e schemi come allenatore dei ragazzini del Novara Calcio.

Massimo Brambilla, lei ha giocato a Parma quando gli emiliani erano ai vertici, l’ultimo anno di Scala ed il primo di Ancelotti: cosa si porta dentro di quell’esperienza?

“Della mia esperienza a Parma ho ricordi sicuramente positivi, arrivai giovane in una squadra che era ai vertici del calcio italiano formata da grandi campioni, nonostante la grande concorrenza riuscii a ritagliarmi, soprattutto il primo anno, un grande spazio, mi guadagnai la convocazione nell’under 21 con cui vinsi l’europeo di categoria, sicuramente furono anni che mi aiutarono a crescere sia dal punto di vista umano che professionale”.

Poi, dopo essere stato a Bologna, Torino e Siena, approda in Sardegna, dove vive due stagioni, 2003-2004 e 2004-2005 con 56 presenze: il Cagliari, il Sant’Elia, che cosa le hanno lasciato?

“Anche a Cagliari mi sono trovato benissimo, furono due anni sicuramente positivi dal punto di vista professionale, in quanto nel primo anno vincemmo il campionato di serie B e nel secondo ci salvammo senza particolari problemi in serie A; ho inoltre sicuramente ricordi positivi anche per quanto riguardo la Sardegna in generale e dei tifosi sardi sempre molti caldi ed affettuosi, ma mai invadenti”.

Oggi Donadoni e Zola, suo compagno nella sua avventura a Parma prima che venisse ceduto al Chelsea, stanno tentando di rianimare due squadre parecchio malandate. La gara secca di Coppa Italia di oggi al Tardini, potrebbe risultare, per chi la porterà a casa, un’importante medicina?

“Il passaggio del turno porterà sicuramente fiducia ed entusiasmo, è vero che la priorità è risalire in campionato, ma credo che questa partita potrà fornire ulteriori indicazioni ai due allenatori in vista anche della partita di domenica. Colgo l’occasione per fare un grande in bocca al lupo a Gianfranco, per la sua nuova avventura a Cagliari”.

Oggi la carriera di Massimo Brambilla prosegue come allenatore nelle giovanili del Novara, che cosa, con i suoi ragazzi la infastidisce di più e che cosa più la stupisce?

“Si sono quattro anni che alleno nel settore giovanile del Novara, società molto organizzata ,dotata di strutture di primo piano e che crede molto nei giovani. Il bello dell’allenare nei settori giovanili è che trovi grande disponibilità da parte dei ragazzi, ogni proposta dell’allenatore è sempre accolta con entusiasmo, si lavora sulla crescita individuale e non essendo il risultato una priorità, si può lavorare sempre con molta serenità quindi direi che le cose che possono "infastidire" sono legate solamente a fattori esterni”.

image

LE PRECEDENTI PUNTATE DI UN UOMO IN DUE MAGLIE, di Luca Savarese

1. MASSIMO AGOSTINI TRA CESENA E PARMA (30.08.2014)

2. FEDERICO GIUNTI TRA PARMA E MILAN (13.09.2014)

3. MATTEO BRIGHI TRA CHIEVO VERONA E PARMA (20.09.2014)

4. FABIO SIMPLICIO TRA PARMA E ROMA (24.09.2014)

5. SALVATORE MATRECANO TRA UDINESE E PARMA (27.09.2014)

6. VALERIANO FIORIN TRA PARMA E GENOA (04.10.2014)

7. ROBERTO BORDIN TRA ATALANTA E PARMA (18.10.2014)

8. MARCO GIANDEBIAGGI (CON INTERVISTA) TRA PARMA E SASSUOLO (25.10.2014)

9. RAFFAELE LONGO TRA TORINO E PARMA (29.10.2014)

10. ADRIANO LEITE RIBEIRO TRA PARMA E INTER (01.11.2014)

11. MARCO MARCHIONNI TRA JUVENTUS E PARMA (08.11.2014)

12. DAVIDE MATTEINI (CON INTERVISTA) TRA PARMA ED EMPOLI (22.11.2014)

13. GIANLUCA TRIUZZI (CON INTERVISTA) TRA PALERMO E PARMA (28.11.2014)

14. FABIO VIGNAROLI (CON INTERVISTA)  TRA PARMA E LAZIO (06.12.2014)

15. GIANPIETRO PIOVANI TRA PARMA E CAGLIARI (13.12.2014)

16. ENZO GAMBARO TRA NAPOLI E PARMA (18.12.2014)

17. ALESSANDRO ORLANDO TRA PARMA E FIORENTINA (06.01.2015)

18. FABRIZIO CAMMARATA (CON INTERVISTA) TRA VERONA E PARMA (10.01.2015)

CLICCA QUI PER LEGGERE LE PUNTATE DI  UN UOMO IN DUE  MAGLIE DELLA STAGIONE 2013-14

News, Un uomo in due maglie

Autore

Gabriele Majo, 54 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.
Commenti chiusi.