MANGIA COME SCRIVI / I VIDEO DELLA SERATA “LA STORIA DEL BLUES”, AL GARIBALDI DI CANTU’, CON OSPITI ROBERTO CASELLI, SEBA PEZZANI, DAVIDE ROSSI ED ARTISTI VERONICA SBERGIA E MAX DE BERNARDI

22 Gen 2016, 15:00 9 Commenti di

 

I VIDEO DELLA SERATA “LA STORIA DEL BLUES”, AL GARIBALDI DI CANTU’, CON OSPITI ROBERTO CASELLI, SEBA PEZZANI, DAVIDE ROSSI ED ARTISTI VERONICA SBERGIA E MAX DE BERNARDI

SLIDE MANGIA COME SCRIVI

La storica voce di Radio Popolare, reduce dalla pubblicazione di Leonard Cohen – Hallelujah (Arcana), con il suo nuovo “monumentale” volume La storia del blues (Hoepli). I due direttori artistici del Festival Blues di Piacenza “Dal Mississippi al Po”: il primo, leader dei Rab4 (folk’n’roll made in Italy) e autore di Americrazy (GL Editore); il secondo, presidente dell’Italian Blues Union. Con l’aggiunta degli artisti Veronica Sbergia e Max De Bernardi

1.

2.

3.

4.

5.

6. CANZONE FUORI PROGRAMMA

7. FUORI ONDA: LO SCHERZO DELLA CAMPANELLA

MANGIA COME SCRIVI / STASERA BIACCHESSI E VARESI RACCONTANO MEZZO SECOLO DI STORIA ITALIANA ALL’ANTICA TENUTA SANTA TERESA (ULTIMI POSTI DISPONIBILI)

Mezzo secolo di storia italiana, raccontata da due intellettuali e scrittori che filtrano la realtà anche attraverso il loro sguardo attento e critico di giornalisti affermati. Sono Daniele Biacchessi e Valerio Varesi i protagonisti del primo appuntamento dell’anno della stagione emiliana di Mangia come scrivi. Saranno a tavola, insieme al pubblico, per la serata “Come eravamo, come saremo”, in programma questa sera, venerdì 22 gennaio 2016, alle 21 all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma. Inizialmente annunciato, Michele Brambilla, direttore della Gazzetta di Parma, non riuscirà a partecipare per un improrogabile impegno di lavoro.

I LIBRI
“La serata – annuncia il direttore artistico Gianluigi Negri – si svolgerà ugualmente, seguendo la scaletta concordata con i protagonisti: Varesi parlerà del libro di Brambilla, io farò le ‘veci’ di quest’ultimo presentando Biacchessi, Biacchessi presenterà Varesi”. I commensali, tra una pausa e l’altra della cena e con le presentazioni “incrociate” caratteristiche di Mangia come scrivi, potranno così “rivivere” gli anni Sessanta raccontati da Brambilla in “Vinceremo di sicuro” (Piemme), gli anni Settanta narrati da Biacchessi, caporedattore di Radio 24, in “Fausto e Iaio – La speranza muore a 18 anni” (Baldini & Castoldi, edizione aggiornata), l’ultimo trentennio della storia del nostro Paese ripercorso dalla firma de La Repubblica e papà del Commissario Soneri, Varesi, in “Lo stato di ebbrezza” (Frassinelli). Tre libri nuovi, un tema di grande fascino e richiamo, mai affrontato prima dalla rassegna gastronomica e letteraria, che quest’anno celebra il suo decennale.

IL MENU
Lo chef della Tenuta, Paolo Dall’Asta, questa volta proporrà un menu legato al periodo invernale, con i sapori e i profumi del Trentino: dalla carne salada a un’originale e avvolgente rivisitazione dei tagliolini ai funghi, dal lonzino affumicato alla classica sfogliatella di mele con profumo di cannella e salsa al moscato. Come sempre, a selezionare i vini (uno diverso per ogni piatto) provvederà Claudio Ricci de “Il Bere Alto”. Per informazioni sul ricco menu e prenotazioni: 0521 462578.

IL SUCCESSIVO MANGIA COME SCRIVI A PARMA

Il prossimo appuntamento emiliano della rassegna si terrà venerdì 26 febbraio. I protagonisti dell’imperdibile serata “Mister Chef” saranno Daniele Persegani, Leonardo Lucarelli e Marco Dossi

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

I DIECI ANNI DI MANGIA COME SCRIVI, 2 STAGIONI CHE VALGONO UN FESTIVAL: 10 APPUNTAMENTI DA GENNAIO A MAGGIO A PARMA E CANTU’ CON 32 IMPERDIBILI OSPITI – Tutti i programmi

In Evidenza, Mangia come Scrivi, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Gabriele Majo, 53 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), capo ufficio stampa del Parma Calcio 1913 fino alla stagione 2016/2017, nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

9 Commenti a “MANGIA COME SCRIVI / I VIDEO DELLA SERATA “LA STORIA DEL BLUES”, AL GARIBALDI DI CANTU’, CON OSPITI ROBERTO CASELLI, SEBA PEZZANI, DAVIDE ROSSI ED ARTISTI VERONICA SBERGIA E MAX DE BERNARDI”

  1. Luca says:

    Buona cena e buon appetito!

  2. Vekkia Maniera says:

    Nella foto il primo a sinistra sembra il grande Garella

    Mitico Portiere alla Boranga

  3. GALLO DI CASTIONE says:

    Raramente ho visto un grufolare che straborda nel grugnito. Grazie direttore

  4. parma cAlcio 1913 says:

    Direttore è vero che ci sono importanti novità sull azionario popolare ?

    • Gabriele Majo says:

      L’AD Squeri ha così sentenziato durante la serata nella sua Medesano. Cosa possano aver in serbo in PPC in realtà con precisione non so, fatto salvo gli sviluppi della precedente trasformazione da Srl in Spa, che comporterà l’ufficializzazione tra i soci di circa 350 persone in attesa di ingresso e poi un successivo aumento di capitale che consentirà di allargare ulteriormente la base sociale.

      • lorenzo says:

        direttore…quello che so ..che quando abbiamo fatto la trasformazione in spa…ho avuto la sensazione che …ne vedremo delle belle!!!…siamo solo all’inizio…di solito a poker si gioca sempre a carte coperte :-)

  5. VELENOSO says:

    È vero Majo o è una butade che uno dei difensori che dovrebbe marcare il CALABRONE s’è dato malato pur stando bene?