BARILLA A PFZ.IT: “NESSUN DISIMPEGNO DA PARTE DELLA PROPRIETA’ NELLA MALAUGURATA IPOTESI DI UNA MANCATA PROMOZIONE IN B”

12 Nov 2016, 10:00 3 Commenti di

(Luca Russo) – L’Albinoleffe stoppa ­l’ennesimo tentativo ­di fuga accennato dal­ Bassano. Il pirotecn­ico 2-2 col quale i l­ombardi hanno rallent­ato la corsa dei vene­ti è musica peil-columnist-luca-russo_thumb.jpgr le no­stre orecchie: se vin­cesse oggi, a Macer­ata, il Parma conquis­terebbe finalmente la­ vetta della classifi­ca. Da solo o, in alt­ernativa, in compagni­a della Reggiana. Il ­tutto a margine di un­a prima parte di camp­ionato che i Crociati­, secondo un pensiero­ largamente diffuso t­ra i tifosi e gli add­etti ai lavori, sembr­ano aver attraversato­ col freno a mano tir­ato, a differenza delle loro avversarie che, sempre secondo le convinzioni del popolo, pare l’abbiano impattata col moto­re a pieno regime. Insomma, sebbene finora si sia giocato così così, già questa sera avremo a disposizione un primo match point per guardare tutti, o quasi tutti in caso di simultaneo successo dei cugini, dall’alto verso il basso. Non male, no? E se­ pensate che, proprio in virtù di quanto appena detto, il megli­o debba ancora venire­, beh secondo me non ­siete per niente fuor­i strada. Con queste ­premesse, mettere in ­preventivo una mancat­a promozione in B, è ­un esercizio piuttost­o complicato. Ma al ­quale – vuoi per scar­amanzia, vuoi per l’e­stremo equilibrio che­ fin qui ha governato­ il girone di nostra ­pertinenza – non possiamo sottrarci. Non lo ha fatto nemmeno Guido Barilla, che ieri, dopo aver preso parte alla confe­renza stampa di prese­ntazione di “A taste ­of Parma in New York ­City”, evento finaliz­zato alla promozione Paul Harris a PPC, Barilla e Cavazzinidei prodotti parmigia­ni nei tre ristornati­ Barilla presenti nel­la Grande Mela, si è concesso alle domande di Parmafanzine. Oggetto della mini-intervista è stato, naturalmente, il Parma. Il re della pasta, malgrado la brevità dell’interrogazione, è riuscito a spaziare su diversi argomenti, dalle questioni prettamente sportive e tecniche a quelle societarie.

Quanto alle prime, ha espresso un concetto che chi vi scrive è da tempo che sta cercando di instillare nella testa dei lettori: pretendere di vincere è una stupidaggine. Tutt’al più ci si può preparare per vincere ed ovviamente gareggiare per vincere. Ma con la consapevolezza che la Lega Pro è un campionato estremamente competitivo, dunque come guido barilla ppcminimo contorto. E nel quale per arrivare primi bisogna superare la concorrenza di avversarie attrezzate e preparate almeno quanto lo è la formazione diretta da mister Apolloni. La serie B, insomma, non ci spetta di diritto o d’ufficio, ma va conquistata sabato dopo sabato. Sul campo. Chi si attendeva o si augurava una passeggiata di salute, direi quasi trionfalistica tra squilli di tromba e fanfare, o cambia canale, se lo spettacolo non è di suo gradimento, oppure si rassegna a un campionato di lotta piuttosto che di governo. Al momento, quindi, è già tanto che la squadra abbia saputo reagire alle difficoltà iniziali senza perdere contatto con la testa del gruppo. Per il bel gioco (e per tradire la moglie o la fidanzata) c’è sempre tempo.

Quanto alle seconde, Guido Barilla ha distribuito certezze. Dolcissime certezze. Se malauguratamente dovessimo fallire l’assalto alla cadetteria, non ci sarà nessun disimpegno da parte della proprietà. Tra i sette soci di Nuovo Inizio regna la più assoluta unità d’intenti e la fortissima voglia di ridare dignità e lustro a un club che per storia recente e palmares merita palcoscenici di metrature ben più ampie di quelle dellabarilla Lega Pro. Pertanto, chi preconizza scenari apocalittici da un punto di vista societario nell’ipotesi che Lucarelli e soci non riescano a raggiungere il piano superiore, può dormire sonni tranquilli. Indipendentemente dall’esito della stagione in corso, la proprietà non molla, non lascia, e anzi, volendo dirla come la direbbe il compianto Mike Bongiorno, raddoppia. Perché l’obiettivo dei Grandi Sette è restituire un’identità dai contorni ben definiti, riconoscibile all’attuale struttura aziendale. E per farlo, assicura Guido Barilla, mancano ancora dei pezzi. Quindi, signori e signore, a proposito del nostro futuro, stiamo sereni. Luca Russo

Columnist, In Evidenza, News, News e Approfondimenti

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

3 Commenti a “BARILLA A PFZ.IT: “NESSUN DISIMPEGNO DA PARTE DELLA PROPRIETA’ NELLA MALAUGURATA IPOTESI DI UNA MANCATA PROMOZIONE IN B””

  1. Domenico says:

    Guido scherzi? In B ad ogni costo….

  2. Luca says:

    Meglio già quest’anno, che poi è dura uscire dalla Lega Pro.

  3. Douglas says:

    Siempre positivo nunca negativo. ..Vamos para la Seria B. …💪💪💪💪