CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / DELLA CRISI

20 Mar 2017, 17:00 18 Commenti di

gianni-barone1.jpg(Gianni Barone) – Non bastano due frasi storiche di due santoni del calcio, in epoche diverse, per certificare il momento no del  Parma: infatti dopo la partita persa col FANO ricordarsi della massima di Arrigo Sacchi secondo cui “l’importante nel calcio non è vincere, ma giocare bene” potrebbe apparire come un inutile esercizio di snobismo calcistico-ideologico, mentre il pragmatico detto del Paron NEREO ROCCO “Vinca il migliore, speriamo di no” sempre attuale, e pronto a momenti alterni ad essere tirato in ballo, serve per giustificare la vittoria del FANO, sicuramente immeritata, nei confronti di un PARMA, che secondo molti sta mancando di lucidità e tranquillità, ma secondo FAGGIANO manca  solo di cattiveria sotto parta, furbizia, e dovrebbe ai suoi giocatori, Daniele Faggianoanche se il galateo politicamente corretto di  alcuni giornalisti lo ha impedito di scrivere, far cacciare le palle. Si avete capito bene non calciare le palle, come sarebbe d’uopo per chi di mestiere fa il calciatore, ma cacciare le palle, nel senso di ricordarsi che quando si scende in campo, non servono documenti attestanti il curriculum professionale di ogni singolo, ma occorre esibire i cosiddetti attributi. Questo in sintesi il pensiero del massimo dirigente sportivo, condiviso da molti tifosi, e che traspare, in termini un po’ più edulcorati, anche nei commenti del giorno dopo apparsi sulla Mister Roberto D'Aversa conferenza stampa dopo Parma-Fanostampa locale. Il Tecnico, invece, con graduata onestà intellettuale, parla di mancanza di fame, quando la squadra è arrivata a ridosso della capolista Venezia, che è scemata (citiamo testualmente) pur in presenza di impegno societario sul mercato volto ad arricchire la rosa con elementi importanti. Morale, due puti in tre partite, con l’ultima giocata anche bene, viste le numerose palle gol create, anche se in presenza di errori in corradone-pallini-carrafase conclusiva, davvero clamorosi, con la prospettiva di avere di qui alla fine l’imperativo di vincere tutte, o quasi le partite a disposizione, e nonostante questo non avere la certezza di scongiurare lo spettro dei play off per cercare di ottenere l’obiettivo prefissato. Lo so sono discorsi sterili, qualche vecchia voce radiofonica direbbe “Eh si, è la sfiga…”, ma la realtà non induce certo all’ottimismo, e non sappiamo se lamentarsi, come fanno tutti, delle direzioni arbitrali mediocri possa servire a migliorare la situazione. Quando FAGGIANO dice “Siccome c’è questo malcostume di lamentarsi, ora mi lamento pure io, perché c’era un rigore per noi nel primo tempo. Ora ci siamo stancati” di sicuro si riferisce ad arbitraggi decisamente discutibili per non dire peggio. Però sarebbe ora che se ne saluto melandri lucarelli prima inizio parma fanoparlasse con obiettività perché, in ogni partita di ogni categoria e ad ogni latitudine, si verificano situazioni che non vengono alla luce con chiarezza, troppi errori di arbitri che non sanno gestire al meglio le gare. Non è ammissibile che un arbitro di lega pro, serie D, Eccellenza, Promozione, commetta in una partita, anche con l’ausilio degli assistenti, una media di circa venti errori, che vanno da quegli più gravi, tipo rigori dati e non dati, o gol annullati o dati pur in presenza di fuorigioco evidenti, fino ad errori più veniali tipo ammonizioni date o non date, punizioni invertite, norma del eziolino-capuanovantaggio applicate senza un minimo di uniformità e tanti altri particolari che portano alle lamentele a cui si riferiva FAGGIANO nel suo sfogo. In settimana anche il vulcanico allenatore del Modena Eziolino CAPUANO , aveva usato la mano pesante in merito agli arbitraggi che avevano sfavorito la squadra primo fra tutti quello nella gara contro il Venezia. Ecco il punto tutti si lamentano tranne chi viene favorito dai sempre crescenti errori, tralasciando gli episodi a favore del VENEZIA, le frasi del tecnico del FANO Agatino Cuttone, lasciano molto perinetti gazzetta di modenaperplessi, quando ha il coraggio di affermare le seguenti parole “A mio parere ha fatto bene concedendo quello che doveva concedere. E’ stato veramente bravo, ha diretto con personalità, e magari se ci fosse stato un altro arbitro al suo posto ad ogni mezza caduta avrebbe potuto fischiare il rigore considerando anche la situazione del contesto generale di Parma sia come squadra che come pubblico”. In sintesi nessun timore reverenziale rilevato, ma come afferma giustamente D’Aversa, dall’inizio della sua gestione, il Parma, al contrario di altri qualcuno potrebbe aggiungere, non ha goduto di nessun favore. E su questo non ci sono dubbi, però prima che i soloni (ciocolaté) del mazzone-brescia-atalantapoliticamente corretto, sempre pronti a difendere la casta nel loro conformismo, si apprestino ad infastidirci con la solita frase “Tanto prima o poi torti e favori si compensano”, vorrei tirare in ballo Carletto MAZZONE, tanto citato in questi giorni con la sua carriera e la sua età, che amabilmente soleva rispondere con “Dicono che li errori arbitrali cor tempo se compensano. Allora dico: fate presto io sto’ quasi per andà in pensione e sto sempre in rosso”.  Mazzone guardava lontano e visto che tutti lo hanno in questi giorni magnificato, occorre ricordare la sua grande preparazione tattica che lo aveva portato a dire che la tecnica è il pane dei ricchi, ma la tattica è il pane totti su mazzonedei poveri. Lui che s’intendeva più di povertà che di ricchezza (applicata al calcio) ha convissuto con grandi campioni, ma la sua vera vocazione era quella di rendere meno gravoso il peso della maglia per determinati calciatori facendolo loro capire la vera dimensione  del calcio e mettendo in risalto i limiti individuali di qualcuno, tipo quando rivolto ad Amedeo CARBONI che si era spinto in attacco, lo apostrofò con la seguente brillante frase “Amedè quanti gol hai fatto in carriera?”. “4, mister”. “Allora perché cazzo te ne stai a annà in attacco”. E’ bello ricordare anche questo tornando al tema della crisi attuale del PARMA. Nessuno parma fano undici crociato coreografiapronuncia la parola crisi, all’interno di squadra e società, l’invito del direttore a non trasformare l’orgoglio in piattume o eccessiva serenità, rende molto  bene l’idea del momento delicato e dei campanelli d’allarme che stanno cominciando a rende l’atmosfera non propriamente leggera. Il tema del peso della maglia è nuovo quindi restiamo in attesa degli sviluppi prossimi della situazioni visto che non son stati esclusi, a priori, provvedimenti da adottare prima della prossima gara col Gubbio. Nel frattempo due parole sulle scelte tattiche il ritorno al 4-3-3 ha portato la squadra , pur tra qualche incertezza MELANDRI BARAYEe qualche interrogativo, a costruire diverse palle gol poi vanificate in maniera incredibile, ma questo ci può anche stare, quello che deve essere risolto, ancora, visto  che l’emergenza infortuni è rientrata, è il problema di rendere più efficace il gioco sulle fasce laterali, ancora deludenti Nunzella e Mazzocchi, e far funzionare le cosiddette catene, in modo da poter sfruttare al meglio le potenzialità di BARAYE e quelle, ancora del tutto inespresse di Scaglia. Per il resto buon appetito a tutti, visto che si è parlato di fame che sta venendo meno, al bando ogni tipo di dieta quindi per sconfiggere la crisi, al momento, si spera, solo di risultati. Gianni Barone

BERLUSCONIP.S.  A proposito di Mazzone, qualcuno ha attribuito a lui la conversione tattica di PIRLO, se la memoria non inganna fu un altro CARLETTO ad esserne l’autore: Ancelotti, ma non sappiamo se su suggerimento o meno del presidente Berlusconi, il quale all’epoca era molto prodigo, a suo dire, di consigli tattici da dispensare ai propri allenatori, anche in questo ricchezza e povertà che si miscelano in maniera perfetta, calcisticamente parlando, ovviamente.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

FAGGIANO: “CHIEDIAMO SCUSA A TUTTI, CI DOBBIAMO SVEGLIARE. SICCOME C’E’ IL MALCOSTUME DI LAMENTARSI, OGGI LO FACCIO ANCH’IO: IL RIGORE C’ERA, MA PRIMA NON FISCHIATO UN FALLO SU GIORGINO. CI SIAMO STANCATI…”

D’AVERSA: “IN 25 ANNI MAI PERSO UNA PARTITA COSI’. TANTO RAMMARICO PER LA QUANTITA’ DI GIOCO CREATA: SERVE FAME E CATTIVERIA. L’OBIETTIVO E’ ANCORA RAGGIUNGIBILE”

CUTTONE: “IL PARMA E’ IL PARMA, SONO STATI SFORTUNATI SE DOMANI VINCE IL VENEZIA PER I CROCIATI SI COMPLICA; L’ARBITRO HA OPERATO CON PERSONALITA’”

Cattivo Cittadino, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

18 Commenti a “CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / DELLA CRISI”

  1. Luca says:

    Vabbè, ormai si sa che gli arbitri fanno apposta a non favorirci per non sembrare di parte. Il problema siamo noi, la nostra mancanza di mordente, l’assoluta mancanza di ordine tattico e soprattutto il nervosismo che ci prende quando arriviamo sotto porta.

    • Lukfur says:

      Assolutamente d’accordo con te. Tirare in ballo gli arbitri è solo uno dei tanti alibi che non dobbiamo crearci. Il problema vero è in noi, scarsa condizione atletica, mentale e pochissima personalità. Messi sotto sul piano della personalità da squadre di bassa classifica come Forlì Mantova e addirittura Fano. Il nostro mister dovrebbe focalizzarsi su come far entrare i giocatori cariche e determinati, con gli “occhi della tigre” e pronti a correre dal primo all’ultimo minuto. Questo serve. #occhidellatigre

  2. THE ROCK. says:

    Io penso che,a,questo punto conviene essere coesi e uniti mettendo al bando le polemiche che non ci portano da nessuna parte
    Per i play off avremo Munari e una condizione atletica si spera migliore per cui cerchiamo di prepararci senza polemiche per i play off che non sono dietro l’angolo per cui prepariamoci per esplodere non ora ma tra due abbondanti mesi poi se arriveremo quarti quinti o sesti in campionato non avrà nessuna importanza, faremo un turno in più da fare, l’ importante è recuperare gli infortuni e la condizione atletica per l’inizio dei play off.
    Dobbiamo arrivarci freschi.

  3. THE ROCK. says:

    Dimenticavo, avremo anche Coly e questo lo dovremo far entrare in forma per i play off e questo Coly prima che si facesse male era tra i migliori del Parma per cui
    CREDIAMOCI.

  4. THE ROCK. says:

    Le partite che mancheranno da qui alla fine del campionato facciamole come fossero partite di preparazione per i play off e se ne perderemo qualcuna pazienza ma lasciamo lavorare la squadra facendo esperimenti.
    Giocheremo a giugno quando le squadre mal preparate scoppieranno come petardi
    L’obiettivo ora cambia
    Sono i play off da,disputarsi con una,squadra che dovrà essere fresca per quel periodo in cui se al completo e con una preparazione diversa, potremo giocarcela alla pari delle
    altre.
    IO CI CREDO.

  5. Gabriele says:

    Se fosse un problema di maglia che pesa ciò potrebbe portare a qualche paura ingiustificata o timidezza nel fare certe giocate.
    Io ho visto la squadra cercare di far qualcosa 5-10 minuti massimo e, più in generale, gente che una volta andato il primo posto se ne frega. Di conseguenza la maglia non la rispetti, con tutto il rispetto per il Fano è stata una pagina vergognosa della storia recente del Parma.
    Deluso di quello e del fatto che finita la partita non siano stati mandati in ritiro a calci in culo (si fa per dire)

  6. Giorgio says:

    Gabriele l ho scritto e riscritto ma la società usa maniere soft che non approvò .tanto loro cacciano i soldi fanno ciò che ritengono giusto ma hanno fallito la stagione

  7. Simone T. says:

    Ci vorrebbe l anti virus in questo sito..

  8. Nico says:

    Il Venezia sta portando a casa un filotto di 7 vittorie consecutive (non so se mi spiego)
    e qualcuno pensa che è perchè gli arbitri sono incapaci e in più li favoriscono spudoratamente?

    Noi abbiamo fatto 2 punti in 3 partite con questa squadra perchè arbitri incapaci non ci hanno favorito? O perchè ci hanno negato non so quante punizioni o rigori?

    L’ altra perla sarebbe “perchè non abbiamo fame”?
    Ma FAME de che? Se una squadra rinnovata e potenziata come la nostra per andare in B non ha più la voglia di andarci allora “Houston abbiamo un bel problema.”

    Però se qualcuno si vuole consolare pensando che è colpa degli arbitri o della mancanza di fame allora non si sa più cosa dire.

    Di fatto si risolve un problema quando si è capaci di vederlo e quindi di affrontarlo. Sarebbe bene che lo si facesse, senza menarla sempre con gli arbitri noi poveri sfortunelli che tutti ce l’hanno su con noi o che solo contro di noi fanno la fatidica partita della vita e con gli altri ci stanno a perdere

    paradossale

  9. Sandro M. says:

    Ci vuole un po’ più di attenzione se si pretende di rivelare che Berlusconi ha inventato l’arretramento di Pirlo….. è proprio di pochissimi giorni fa un’intervista fatta allo stesso Pirlo dove afferma che il suo arretramento fu un’intuizione di Mazzone, a discapito dei ciocolatè questo non rientra nel campo delle opinioni.

    Chi è più autorevole di Pirlo in questo argomento?

    I ciocolatè?

  10. Mauro "morosky" Moroni says:

    NICO sei un grande ed acuto osservatore: pane al pane e vino al vino..ca$$$$o
    ..
    serve grinta, corsa, gamba, lotta e mai mollare di un cm su ogni pallone…
    mettersi, a livello fisico, sullo stesso piano delle squadre ( sulla carta ) meno forti…e LOTTARE CON LE PALLE ..
    altro che fighettate, colpi di tacco e rovesciate ..
    tirare delle cannelle in porta e non dei fiori in mano al portiere o peggio…fuori di un km…

    grande NICO

    p.s….quando scrivevo che a Bergamo nessuno dei nostri ha protestato ero stato un facile profeta..
    due mezzi rigori contro e subito che si protesta al complotto ..
    mo dig chi faghen 3 gol a partida e po anca si nes dan miga rigor le li stess

  11. ugo says:

    quello che nessuno ha capito che per andare in B perinetti docet 1) ci vogliono giocatori da lega pro con al massimo 1-2 di maggior esperienza di categoria superiore………….ci vuole gente che corra pressa abbia famne di salire in b cosi hanno fatto cittadella e spal che anhe in b corrono …………..minotti ha sbagliato e faggiano ha risbagliato cosa serve farsi prendere in giro per scaglia dal latina o farsi prendere per il collo dal trpani per scozzarella ne abbiamo visti di giocatori validi in lega pro dovevamo cercre quelli !!!!! 2) manca un presidente da quando se ne andato scala !!!! la cosieta’ non esiste ora arriva uno ora arriva un altro nessuno parla per paura di fare protagonismo hanno problemi di equilibrio ….e poi come in tutte le societa’ quando ci sono molti soci si creano i partiti parte di giocatori sta con uno parte con un altro eccc e cosi non c’e cosesione !!! ci vuole un unico presidente la vera delega la deono dare a uno dei 7 che faccia il vero presidente si lamenti degli arbitri vada nello spogliatoio a battere i pugni dopo prestazioni del cavolo come contro il mantova , ribatta le provocazione di perinetti !!! quello del padova e pordenone gli hanno risposto e’ stato subiuto zitto preinetti con noi continuava perche nessuno rispondeva NON HA LE PALLE LA SQUADRA MA NEPPURE LA ………… per non ricordare che e costato carissimo i 155 di rifiuti da parte di allenatori e direttore sportivi per arrivare a due tappabuhi e il ds non ha scelto l allenatore il contrario di quello che dicevano insomma colpe ne hanno tutti dai giocatori alla societa’

  12. Giorgio says:

    Perfetto Moroni questo vuol dire parlare ma nessuno mi capisce.

  13. Nico says:

    grazie Moroni.
    Altra stupidata pazzesca: La preparazione estiva!
    Manca questo alibi del cavolo tirato fuori ogni 3 x 2.

    D’Aversa con la squadra di Apolloni, quella della famigerata preparazione carente è arrivato a recuperare fino ad arrivare a -3 in 5 partite mentre con la SUA in 9 partite è arrivato a -10, pensa un pò

    Con quella squadra abbiamo giocato l’UNICA partita degna di nota cioè quella con la Reggiana.

    Arrivata la rivoluzione accantonati i ” vecchi” abbiamo giocato le restanti partite fino ad oggi con 6 undicesimi di giocatori che vengono da altre squadre , ripeto da altre squadre. CHIARO??
    quindi che cazzo c’entra la preparazione sbagliata dal tanto odiato trio?
    Si perchè poi ai 6 nuovi aggiungo i 3 vecchi FONDAMENTALI quelli che ci hanno tenuto a galla cioè Baraye, Calajò e Nocciolini. che a preparazione visto il rendimento non sono certo carenti.

    Allora continueremo a sentire chiacchere da bar su questa cazzata della preparazione biologica?

  14. Mauro "morosky" Moroni says:

    Sull’argomento CONDIZIONE ATLETICA mi sono battuto fin da ottobre e continuavo a scrivere che i nostri correvano di meno, lottavano di meno e pressavano di meno rispetto a tutte le altre avversarie ..ultime comprese.

    Due dati: dall’avvento D’Aversa, 08 dicembre ,alla 17^ giornata, sono state fatte 5 partite prima della lunga sosta invernale, esattamente 4 vittorie oltre al pareggio interno col Teramo: alla prima di ritorno, 26 dicembre siamo arrivati a 3 punti dalla capolista Venezia poi a Lumezzane abbiamo mantenuto il distacco e, da li, 3 settimane di sosta.
    QUESTA PERFORMANCES E’ STATA OTTENUTA CON GLI STESSI CALCIATORI CHE C’ERANO IN ESTATE…PUNTO

    Poi è stato fatto il mercato sontuoso, hanno ceduto coloro che NON ANDAVANO BENE ( ed io sono uno di quelli che, seppur da profano, ha avallato sia gli acquisti che le cessioni )
    alla ripresa la squadra ha si continuato a vincere ma SCRICCHIOLANDO parecchie volte…
    ed ora, secondo me, dalle ultime 3 partite, siamo sprofondati in una sorta di crisi psico fisica di natura da determinare:
    POCA CORSA ?
    POCA GRINTA ?
    POCA TENUTA DI CAMPO, DI PALLA E POSSESSO ?
    POCA PERSONALITA’ ?
    POCA CATTIVERIA AGONISTICA E MORDENTE..??

    non è possibile che nelle ultime 3 gare, due delle quali in casa, con avversarie come Forlì, Mantova e Fano ( con tutto il rispetto x costoro ) si siano raccolti solo due punti e quindi persi 7 dal Venezia: cosa stia succedendo di preciso non lo so ma…abbiamo deluso, mi hanno deluso, siamo crollati e scoppiati ?
    molli sulle gambe ?
    non riuscire a tenere un vantaggio acquisito per almeno un quarto d’ora ?
    non riuscire a dare 3 gol al Fano ?
    ..
    continuità e forza di carattere ..?
    coesione venuta meno ?
    scollamento interno?

    io, agli allenamenti, vedo serenità, massimo impegno, concentrazione, volontà di fare e di dare e poi ?
    in campo ??
    boh..
    oggi sentiamo che dice la società ..
    ..
    ma, per quanto mi concerne, come ho sempre fatto, voglio stare lontano da polemiche contro gli arbitri, presunti rigori non dati, torti subiti, ……….per ora e fino in fondo credo ormai..
    IL VENEZIA SI E’ DIMOSTRATO + SQUADRA, + SOLIDA, + FORTE, TEMPERATA, ORGANIZZATA ed efficace…
    dal primo al 95° minuto di ogni gara..
    ho chiuso
    ..sono però fiducioso che si organizzimo per entrare nei play off con una rinnovata vigoria, preparazione fisica, freschezza atletica e altro ancora…per arrivare fino in fondo ..
    alla finale di Firenze ..
    ciao a tutti

  15. Nico says:

    si Moroni come già ho detto io.. e ovviamente concordo

    poi però mi domando con 6 innesti di categoria superiore in 14 partite (le stesse di apolloni) adesso sarà anche ora di dire che questa è la squadra di d’aversa e che se toppano sarà pure colpa sua o continueremo a menarla con Apolloni quando ormai non c’entra più un tubo?.

    Ricordo che un certo Colomba ci mise 7 giornate per dare un gioco al parma per poi portarlo alla salvezza e senza innesti di categodira superiore. E lui si che si trovò in una situazione drammatica.

    Voglio dire daremo un giorno o l’altro anche a D’Aversa quel che è di D’Aversa
    o gli forniremo l’alibi Apolloni a vita?

    Aveva ben 22 partite davanti per dare forza e fisionomia alla SUA squadra (Apolloni ne ha avute solo 14)
    Alla quattordicesima ha toppato, ma ha toppato anche le 2 precedenti. quindi se delle prime 14 aveva colpa Apolloni continueremo ad ogni errore di questo allenatore ancora a dare la colpa a chi c’era prima? per sempre? Sembra di si. Andiamo avanti così che non andiamo da nessuna parte.

    Sento e leggo in continuazione come principale COLPA : “Sconsiderata la preparazione estiva” Ma che c’entra? se D’Aversa gioca da sempre per 6 undicesimi con giocatori NON del vecchio parma + 4 proprio del vecchio parma come Baraye, Calajò, Nocciolini e Lucarelli che sono stati fondamentali e che sono i migliori

    Che c’entra la Sconsiderata preparazione estiva se la miglior prestazione l’abbiamo fatta a Reggio coi giocatori che hanno corso e lottato come dei matti ed erano tutto quelli così sconsideratamente preparati.

    Ma, mi sembra di essere su un altro pianeta.
    O si analizzano i motivi VERI senza attaccarsi al TRAM degli arbitri, della preparazione estiva diconsi estiva, ecc ecc.. o non ce la faremo nemmeno ai playoff.
    E non ci posso nemmeno pensare.

  16. Nico says:

    Da che mondo è mondo gli arbitri sono sempre tirati in ballo da tutti. Non so di cosa ci si stupisca. Chi perde come prima cosa se la prende con l’arbitro, sai la novità.

    Che anche noi ci si caschi mi lascia a bocca aperta, è vero abbiamo abiurato il calcio biologico e forse anche la trasparenza se Faggiano come altri prima di lui che anche gli somigliano fisicamente, dice tranquillamente i panni sporchi si lavano in casa.
    Va bene, basta dirlo. Ci siamo Ri-CONFORMATIi in pieno.
    E’ tutto come al solito, come sempre, il solito ritornello, frasi fatte, tante, troppe, sempre le stesse , in ogni squadra e in ogni categoria, comuni nemici (arbitri) e via discorrendo.

    Beh dire : io non parlo degli errori dell’arbitro però non ci ha dato un rigore questo sarebbe non parlare dell’arbitro?

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif