D’AVERSA: “PRIMA QUANDO SBLOCCAVAMO IL RISULTATO GIOCAVAMO IN MANIERA PIU’ SERENA E LINEARE. ORA SEMBRA IL CONTRARIO. ABBIAMO TIFOSI CHE SANNO RAGIONARE DA GRANDE TIFOSERIA”

18 Mar 2017, 14:30 2 Commenti di

Mister Roberto D'Aversa conferenza prima di Parma-Fano(Ilaria Mazzoni) – Argomento iniziale della conferenza di oggi pomeriggio non poteva che essere quello riguardante la riduzione della squalifica a Mister D’Aversa che, commenta, testimonia quello che aveva detto anche la scorsa settimana ossia che il suo comportamento non era tale da meritare una squalifica. Sarà, insomma, sulla panchina del suo Parma domani, mentre sul campo tornerà Calaiò. Un giocatore che, per l’allenatore, è una presenza fondamentale e che, con questo stop forzato, ha avuto il tempo e l’occasione per riposare e riprendersi dal leggero infortunio. Ma che faccia questo Parma? Per l’allenatore crociato è una formazione che propone un sistema di gioco poco dispendioso e che si propone molto spesso sulle seconde palle in modo da sfruttare nel migliore dei modi l’eventuale apertura di campo dell’avversaria. Molto importante, però, rimane sempre l’atteggiamento e l’interpretazione per il tecnico che, finalmente, domani, potrà fare affidamento sul ritorno dall’infermeria di alcune pedine. Oltre all’arciere recuperato anche Scavone al cento per cento cosi come Nocciolini, che non avrebbe voluto schierare domenica scorsa per non rischiare una ricaduta, nella lista dei convocati torna anche Coly. Quest’ultimo, però, non è ancora pronto per tornare in campo, il Mister spiega, quindi, la sua chiamata affermando che ai giocatori, oltre che al lavoro, serve anche respirare l’aria e lo spirito che si vive nel ritiro. Per quanto riguarda il modulo spiega come, in queste settimane, le scelte siano state condizionate dall’assenza delle mezzale prima e quella della punta centrale poi, a Mantova. La sua formazione, comunque, ha le caratteristiche per interpretare ogni schema anche se non nega che, tutti questi cambiamenti di certo hanno influito sulla fluidità del gioco. Non esiste, invece, una “sindrome Tardini”; D’Aversa è convinto che tutte le squadre che si trovano ad affrontare il Parma cerchino di fare la partita della vita, nonostante, adesso, i crociati non siano i primi della classifica. Tutte le squadre avversarie hanno un atteggiamento differente: lo stadio è bello, pieno di tifosi ed il Parma ha una storia ed una grande tradizione. Consapevoli di questo bisogna essere pazienti nella costruzione del gioco in modo da far si che questo spirito delle avversarie vada, mano a mano, annullato. E, a proposito di atteggiamento, quello che al tecnico non è piaciuto di queste due ultime gare è stato che la squadra, pur essendo andata entrambe le volte in vantaggio, non è riuscita a portare a casa la vittoria. Una compagine che ha un obiettivo deve necessariamente farlo, in qualsiasi modo. Deve prevalere la voglia gialloblù di ottenere i tre punti sul desiderio dell’avversaria di riuscire a recuperare il risultato. Se, poi, prima sembrava che la squadra, dopo aver sbloccato il risultato, giocasse con la mente più leggera e, di conseguenza, in maniera più lineare e serena ora sembra, invece, il contrario. Niente da rimproverare, comunque, ai ragazzi anche se il rammarico di aver pareggiato è, ovviamente, normale. Ora si tratta di ritrovare la strada giusta per mettere in mostra quei valori che il Parma certamente ha. In questo il Mister si affida anche all’aiuto del pubblico che è sempre vicino ai gialloblù; una tifoseria che sa valutare e ragionare da grande tifoseria. Ilaria Mazzoni

D’AVERSA: “PRIMA QUANDO SBLOCCAVAMO IL RISULTATO GIOCAVAMO IN MANIERA PIU’ SERENA E LINEARE. ORA SEMBRA IL CONTRARIO. ABBIAMO TIFOSI CHE SANNO RAGIONARE DA GRANDE TIFOSERIA”

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA ODIERNA DI MISTER ROBERTO D’AVERSA ALLA VIGILIA DI FANO-PARMA

In Evidenza, News, Videogallery Amatoriale

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

2 Commenti a “D’AVERSA: “PRIMA QUANDO SBLOCCAVAMO IL RISULTATO GIOCAVAMO IN MANIERA PIU’ SERENA E LINEARE. ORA SEMBRA IL CONTRARIO. ABBIAMO TIFOSI CHE SANNO RAGIONARE DA GRANDE TIFOSERIA””

  1. Giorgio says:

    Non mi pare di trovare un allenatore soddisfatto..almeno quello.

  2. Luca says:

    Finalmente torna Scavone. Un incontrista come lui ci serve come il pane. Scozzarella non regge da solo.

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif