“MICIO” MELANDRI AL CORRIERE ADRIATICO: “NON VEDO L’ORA DI TORNARE AL TARDINI: CON QUEL TIFO DA SERIE A ALL’INIZIO C’E’ IL RISCHIO CHE CI TREMINO LE GAMBE”

17 Mar 2017, 18:00 10 Commenti di

Matteo Guazzo Mantova Parma(Carlo Apuano) – Dopo Matteo Guazzo la scorsa settimana a Mantova, per fortuna impotente, ecco che il calendario di Lega Pro, per la prossima domenica, propone al Parma il ritorno di un altro fresco ex, Daniele Melandri. Il “Micio” fu il primo a salutare la compagnia all’inizio del mercato di Gennaio, anche se a Fano non ha ancora avuto occasione di mettersi particolarmente in mostra, però la squalifica di Domenico Germinale potrebbe far sì che ritorni titolare proprio contro i Crociati. E il Tardini, come ha spiegato a Massimiliano Barbadoro del Corriere Adriatico in una intervista pubblicata stamani, con il suo tifo da serie corriere adriatico melandriA, potrebbe anche giocare un brutto scherzo alla sua squadra, che da due turni è tornata a riassaporare il piacevole gusto della vittoria, dopo tante delusioni: “A Parma ho avuto la fortuna di vivere da protagonista la cavalcata del ritorno tra i professionisti e ho buoni ricordi anche della prima parte di questa stagione, sebbene abbia giocato poco. Mi sono trovato benissimo in città e coi tifosi, per cui non vedo l’ora di tornare al Tardini. Allo stadio c’è un’atmosfera da serie A, sicché nei primi minuti soprattutto c’è il rischio che ti tremino le gambe. Per questo sarà fondamentale entrare in campo con la testa giusta, pronti a battagliare e a vender cara la pelle. Se ci mettiamo determinazione, spirito di sacrificio e ci aiutiamo tutti, possiamo daniele-melandrigiocarcela anche se loro partono ovviamente col favore dei pronostici”. Anche il prossimo turno per Melandri sarà un tuffo nel passato: “Forlì è una realtà alla quale sono ancora più legato considerando che ci ho passato quattro anni intensi. Ho tanti amici là che ritroverò molto volentieri”. Dal passato al presente, che non ha riservato molte soddisfazioni al Micio – titolare solo con Albinoleffe e Padova, e poi solo spezzoni dalla panchina – che sul Corriere Adriatico propone questo mea culpa: “Sono un tipo piuttosto autocritico per cui non ho problemi a dire che io daniele melandristesso sono deluso delle mie prestazioni. Adesso però mi sento meglio fisicamente, oltre che essermi integrato appieno nel gruppo e capito quello che il mister vuole. Sono qui a disposizione, pronto a dare il mio contributo nel momento in cui verrò chiamato in causa. Sarebbe bello rispondere anche con un gol, sia per sbloccarmi che per fare un regalo ai tifosi. La tifoseria fanese mi ha piacevolmente sorpreso, nonostante la classifica ci ha infatti sempre sostenuto e seguito sia in casa che in trasferta. Per noi è importante saperli al nostro fianco, rappresentano melandrisantarcangelo-750x360un’arma in più da sfruttare in questa corsa verso la salvezza”. A questo punto poteva sorgere spontabea a domanda che pochi giorni fa avevano fatto tutti i cronisti ducali a Guazzo (provocandone, uno sbotto, all’ultimo che gliela aveva posta): se segnerai esulterai?, ma Barbadoro, per fortuna, ce l’ha risparmiata… Ma a proposito di luoghi comuni, il Micio non si è risparmiato un classicissimo: “Ci sono nove finali da affrontare di qui alla fine e dobbiamo concentrarci su una partita alla volta…”. Carlo Apuano

In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

10 Commenti a ““MICIO” MELANDRI AL CORRIERE ADRIATICO: “NON VEDO L’ORA DI TORNARE AL TARDINI: CON QUEL TIFO DA SERIE A ALL’INIZIO C’E’ IL RISCHIO CHE CI TREMINO LE GAMBE””

  1. Luca says:

    Micio, domenica calmo, eh 😁

  2. Domenico says:

    Ma mama Micio Melandri. Ma chi è?
    Ma che triste articolo….
    Manco se fosse Messi….
    Direttore Majo ritorni a scrivere.
    I suoi erano articoli tutto d’un pezzo…
    Questi fanno ridere ai polli…

    Ma bastaaaaa. ..

    • lorenz says:

      Che commento senza senso e fuori luogo, oltre che irrispettoso verso un bravo giocatore e sopprattutto una corretto ed educato . Lei ha seguito anche il campionato di serie D?

  3. von model says:

    Tutya la vita guazzo che a msntova i goal li fa non capisco come mai a parma giocava sempre melandri e guazxo in panchina ma forse erano motivi che col calvio c entrano poco

  4. mauro morosky moroni says:

    Il Direttore non scrive + perché non può “parlare” dicendo quello che pensa : è tanto difficile da capire ?
    ..
    Tutti noi qui, coi nick anonimi diciamo ciò che ca$$$$o vogliamo fregandocene di giocatori, mister, dirigenti o soci !!
    Quando ci si mette la faccia e si hanno professioni, compiti e responsabilità è leggermente diversa la cosa !!
    Voi dove lavorate ..scrivete volantini firmati contro l’azienda ?
    Remate contro ?
    Boicottate denigrando ?
    Suvvia signori ..un po’ di buon senso ..cavolo !!

  5. Domenico says:

    Caro Mauro il fatto che non si possa scrivere quello che si pensa,
    mi fa ritornare indietro con la memoria…..al periodo della guerra.
    Quano esisteva un unico pensiero.
    Poi che lo scriva tu….ha ha….
    Io ho avuto la fortuna di aver lavorato in una multinazionale,
    non ho mai boicottattato chi mi stipendiava,
    non ero proprio un numero del lotto, anzi….
    ho sempre lottato per i diritti…e sono stato congedato
    con onoreficenza.
    Ma quello che scrivi è agghiacciante…
    Io stimo il Direttore perché ha fatto tanto per il Parma,
    ma ora francamente mi sta deludendo….

    Buona giornata e sempre Forza Parma

  6. Domenico says:

    Le consiglio Sig. Mauro di cancellare il suo post,
    non fa bella figura..
    .se vuole mi blocchi pure per carità…
    ma ripeto la libertà di pensare e di scrivere è nello stato
    di diritto….la soluto cordialmente.

  7. Vekkia Nobiltà says:

    Anke il Rispetto e riconoscere i meriti e sbagli fa parte della

    Nostra Democrazia….Libertà è Partecipazione e NON solo

  8. mauro morosky moroni says:

    Sig. Domenico buongiorno: io sono un appassionato, lettore, commentatore ( oltre che articolista) così come lei, come tanti altri;
    io non ho la facoltà di cancellare anche perché, in tal caso, non avrei scritto ! le pare ?
    Se scrivo scrivo e se dico ..dico: non ho mai offeso né denigrato nessuno..nel senso che i miei articoli ed i miei pensieri sono liberi, al di fuori delle parti, lo faccio perché mi piace e non ricevo compensi né gratificazioni, di nessun genere.
    Pertanto confermo quanto scritto..bisogna usare lungimiranza e cercare di capire storie e situazioni, oggi come ieri..
    La saluto cordialmente ..con un forza Parmacalcio1913….
    mauro moroni

  9. mauro morosky moroni says:

    Dimenticavo: non ho nemmeno la facoltà di bloccare le parole di nessuno…naturalmente ..e non mi interessa nemmeno ..
    io scrivo…leggo…ricevo commenti..negativi, positivi, critiche ..ma non mi sognerei mai di bloccare le parole altrui ..di qualsiasi genere e da qualsiasi pulpito provengano
    giammai
    buona giornata