PARMA- A.J. FANO 0-1 (finale di gara) – LA CRONACA LIVE DI ALESSANDRO DONDI

19 Mar 2017, 18:40 23 Commenti di

LA CRONACA LIVE DI PARMA-A.J. FANO A CURA DI ALESSANDRO DONDI

SECONDO TEMPO

Primo cambio nel Parma: fuori Nunzella e dentro Calaiò

3′ Scaglia serve molto bene Baraye: il senegalese prova un tiro a giro che è però fuori misura

6′ Cuttone opera il primo cambio: fuori Filippini e dentro Borrelli

12′ Lanini stende Baraye e si prende il giallo

15′ Ci prova Nocciolini con un mancino a girare: palla a lato

27′ Occasione per Calaiò: Menegatti respinge in angola girata dell’arciere. Sugli sviluppi del corner Nocciolini, di testa, manda alto

28′ Nel Parma esce Scavone ed entra Edera

29′ Calaiò termina a terra in area ma per l’arbitro si può proseguire

30′ Calaiò si mangia il pareggio!

33′ Giallo a Menegatti per perdita di tempo

34′ Secondo cambio nel Fano: fuori Melandri e dentro Masini

40′ Nel Parma esce Giorgino ed entra Corapi

41′ Terzo cambio nel Fano: fuori Fioretti e dentro Cazzola

45′ Calaiò prova la battuta al volo: pallone fuori

Quattro minuti di recupero

47′ Menegatti salva su Scaglia!

 

PRIMO TEMPO

Partiti!

12′ Scaglia tenta il cross dalla destra: pallone fuori misura che si perde sul fondo

14′ Punizione dalla sinistra per il Fano: la battuta di Filippini termina direttamente tra le braccia di Bassi

21′ Primo corner per il Parma: i crociati metto paura al Fano. Gli ospiti ripartono in contropiede ma Nunzella chiude molto bene e riparte a propria volta innescando Baraye che conclude verso la porta: palla di poco a lato. In occasione del corner proteste dei crociati per un atterramento in area di Giorgino.

24′ Baraye mette a sedere un paio di difensori del Fano e lascia partire un destro che termina a lato

29′ RIGORE PER IL FANO! Fioretti spiazza Bassi e porta in vantaggio il Fano!

34′ Lucarelli prova la battuta al volo: pallone alto

46′ Grande occasione per Nocciolini: la sua battuta a rete è deviata in corner

Due minuti di recupero

46′ Sugli sviluppi del corner Nocciolini si mangia il pareggio sparando alto un pallone a pochi passi dalla porta

In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

23 Commenti a “PARMA- A.J. FANO 0-1 (finale di gara) – LA CRONACA LIVE DI ALESSANDRO DONDI”

  1. Luca says:

    Forza ragazzi! Torniamo alla vittoria!

  2. Luca says:

    Chiudo qua. Ci sentiamo. Stagione completamente andata.

  3. manfredo says:

    Questo Fioretti dev’essere l’unico giocatore al mondo che tira i rigori peggio di Zaza.

    Tra l’altro era da ribattere, all’ultimo ha chiaramente arrestato la “rincorsa”, anche con quel passo da ottuagenario era difficile da notare.

  4. Giorgio says:

    Mi spiace da tifoso che tristezza

  5. THE ROCK. says:

    Nocciolini ha sbagliato un gol che avrebbe fatto anche un paralitico su una sedia a rotelle
    ARRIDATECI APOLLONI ! ! ! !

  6. Pietro says:

    Non cambia niente, sempre i playoff dobbiamo fare.

  7. Luca says:

    Il prossimo anno tabula rasa. Vi voglio vedere sputare sangue. Indegno finale di stagione.

  8. THE ROCK. says:

    Come mai tutti gli allenatori che vengono a,Parma ci danno lezioni di tattica di gioco mentre noi non abbiamo gioco non abbiamo idee.?
    CHI ME LO SA DIRE?
    Certo che,Niocciolini e Calajo hanno b sbagliato due gol che uno zombie che sarebbe poi un morto vivente avrebbe FACILMENTE fatto.
    Con questi uomini si esce,al primo turno ai play off.
    SQUADRA DA RIFARE PER IL PROSSIMO ANNO.

  9. Lapo says:

    Complimenti al mister…
    Finalmente si vede il suo reale valore http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  10. Crociato1970 says:

    Da quando D’Aversa ha i giocatori che voleva lui, non abbiamo più gioco e dinamismo. Quando c’erano i vecchi giocatori con lui era tutto un altro Parma. Comunque 2 punti contro tre pericolanti….. meno male che era il Venezia che doveva perdere colpi. Se continueranno a giocare così rischiamo anche dii non arrivare ai playoff

  11. THE ROCK. says:

    Nelle ultime due partite in casa con le ultime della classe abbiamo fatto un punto.
    Una media da retrocessione diretta in D
    Ma non avete ancora capito che questa squadra cammina mentre gli avversari corrono?
    Ma non avete ancora capito che per vincere i campionati ci vogliono giocatori di categoria e non di serie B che vengono a Parma pensando di vincere camminando e non correndo appunto perché vengono dalla B?
    Perché invece di D’Aversa non si è preso un allenatore pratico di questo campionato che magari lo ha anche già vinto?
    Io son certo che con un altro tipo di giocatori che invece di camminare corrono, allenatori come quello di oggi o come,quello di Mantova o di Forlì avrebbero vinto CON NOI il campionato.
    Non c’è gioco, non ci sono idee.
    Anche un profano lo vede
    Ogno domenica al Tardini è una sofferenza
    Dalla partita col Modena abbiamo sempre sofferto CON TUTTE.
    Si balla in difesa, a centrocampo ci si mette le mani nei capelli e all’attacco si sbagliano gol che nemmeno sbagliano le squadre dei pulcini.
    Come diceva il buon BARTALI.
    “L’è tutto sbagliato,
    L’è tutto da rifare”
    Certo noi abbiamo una squadra di grandi nomi ma io sono dell’idea che è meglio un asino vivo che un dottore morto.
    Chi vuol capire….capisca.
    Chi invece pensa che tutto sommato è meglio un dottore morto non si lamenti per favore.

  12. SavoMilosevic says:

    parto da Lucarelli..
    quando vediamo il nostro capitano sbagliare passaggi facili, disinpegni, la squadra non gira, e ho detto tutto.
    sotto di un gol, gioco fumoso, tanto impegno ma.. poca sostanza.
    disordine, poche idee.. tanti errori.
    poi tutti al centro e pochi sbocchi sulle fasce.
    in molti in giornata no, e i minuti passavano.
    certo gli avversari in vantaggio si sono arroccati bene dietro, però non li abbiamo assediati come si deve, questo il quesito principale, perchè non abbiamo creato più occasioni e più concrete? perchè quelle poche occasioni non l’abbiamo buttata dentro?
    cosa manca oggi a questo Parma?
    è un problema mentale?

    prima sconfitta di D’Aversa ma era nell’aria già da qualche domenica..

    qualcosa di positivo?
    bene Baraye, Scavone e Scaglia (che mi conquista sempre di più).

    archiviamola reuperiamo le energie mentali e le motivazioni, poi però ripartiamo.

  13. Luca says:

    Adesso voglio vedere chi ha il coraggio di dire che il problema era apolloni minotti e scala… vergogna!!!!!

  14. THE ROCK. says:

    Ormai arrivare secondi o terzi non cambia nulla, tanto si viene eliminati subito qualunque squadra si incontri.
    SOFFRIAMO MALEDETTAMENTE I NOSTRI TIFOSI.
    I play off bisognerebbe giocarli non al Tardini ma in provincia ovviamente è una provocazione ma in casa siamo abulici fermi come paracarri.
    Mazzocchi e Nunzella sono due larve due giocatori inutili.
    Questa è una squadra che ai primi caldi si è sciolta come neve al sole o meglio come neve sotto una fiamma ossidrica da saldatori.
    Non ha valori gioco personalità. escluso Munari. rimpiango la rosa dell’anno scorso e gli acquisti di gennaio e pensare che il portiere del Fano, costava poco ma……dimenticavo non interessava al Parma. non proveniva dalla B.
    Oggi ha parato tutto e…di più.
    L’ avessimo avuto noi. ci parava anche il rigore.

  15. nando says:

    loro sono una squadra simpatica per cui meglio che abbiano vinto loro al parma non cambiava nulla anzi ora pensranno solo ai play off tanto arrivvamo terzi comunque con questa squadra a padova ne prendevamo 3 anzi il padova e favorito per me

  16. Lukfur says:

    Il problema è che giocando così i play off è meglio non giocarlo. Si risparmia qualche soldo. D’Aversa e Faggiano hanno giocato 4 partite con i vecchi giocatori ed il gioco non era male, correvano e sembravano avere qualche idea ed un poco di personalità. Poi a fine gennaio il cambio di giocatori, e dopo il primo tempo a Venezia …. IL BUIO. Una involuzione che si vede partita dopo partita. Condizione atletica, personalita, schemi etc…. Non c’è nulla. Adesso D’Aversa e Faggiano hanno 8 partite per dimostrare di valere qualcosa e dare gioco idee e personalità ad una squadra, preparatori atletici in primis. Altrimenti la proprietà a giugno dovrà effettuare un altro ripulisti e ricominciare da capo, investendo meglio i propri soldi? perché così non si va proprio da nessuna parte. Pertanto consiglio a Barilla e Co di cominciare a telefonare ad un certo GUIDOLIN…… A buon intenditor. …

  17. Giorgio says:

    The r o c interventi ineccepibili i tuoi..ma la cosa che mi fa incazza e il far finta di niente e di dare false speranze.

  18. Lukfur says:

    Penso inoltre che la società debba essere e mostrarsi più forte e presente. Via pertanto Carra e Ferrari, mosci come budini…. Queste cariche devino essere ricoperte dai soci proprietari

    • lorenz says:

      ahahaha ma di cosa parli? Ferrari non è un proprietario? Guarda che se tutto è rinato lo dobbiamo a lui! Prima di sparare merda in cielo guarda che non ti ricada in testa

  19. LG says:

    Oggi come oggi non riusciremmo a vincere con nessuno, siamo svuotati mentalmente non c’è la fame della vittoria. Non c’entra nulla il modulo, la tattica, i singoli giocatori che vanno in campo. Forse la causa è il Venezia che non ha perso colpi ed ha conseguentemente impedito la rimonta che ci si era illusi di poter fare, così facendo abbiamo abbassato le mani come un pugile che attende il colpo del KO per finire il match ed andare a casa. Unica nota lieta è che ci sono ancora due mesi ai play off per cui abbiamo il tempo ma soprattutto il dovere di recuperare uno stato di forma mentale decente e ritornare ad essere vincenti. Bisogna lavorarci su parecchio.

  20. Luca il lucano says:

    NUNZELLA è da real Madrid

  21. Pencroff says:

    Ma scusate, abbiamo perso contro l’Al Fano?!