FERRARI: “CHIEDIAMO SCUSA ANCORA UNA VOLTA AI TIFOSI CUI DOMANDO DI ESSERE GENEROSI CON I GIOCATORI: NON POSSIAMO GIOCARE IL DERBY IN UN CLIMA DI SCOLLAMENTO”

25 Apr 2017, 01:00 24 Commenti di

marco ferrari conferenza stampa 24 04 2017 post parma sud tirol 0-1(www.parmacalcio1913.com) – Dopo dopo la terza sconfitta consecutiva del Parma Calcio, patita stasera allo stadio Ennio Tardini contro il Sudtirol, ha parlato il vice presidente Marco Ferrari: “Non amo molto le conferenze stampa, ma quando la proprietà ci deve mettere la faccia, lo si deve fare, seppur stia succedendo troppo spesso. Chiedere scusa è stucchevole a volte, ma se ti chiami Parma e perdi così tante partite consecutive non sbagli mai a chiedere scusa al tuo pubblico, che, nonostante un brutto primo tempo, ci ha sostenuto al primo passaggio buono effettuato nel secondo tempo. Dopo la migliore prestazione dell’anno contro il Padova, siamo crollati e ci si accorge che il calcio è complicato. Dal punto di vista delle analisi tecniche, tattiche e motivazionali, ne parlerà il mister. Come proprietà quanto possiamo fare è limitare le variabili e fare chiarezza. Abbiamo fatto scelte tecniche prendendo D’Aversa e Faggiano, le seguiremo sino alla fine. Abbiamo un mister e un ds. Sono questi. Se qualcuno non è d’accordo, lo manifesti, così evitiamo che ci sia gente non convinta nel lavoro quotidiano e nella partite. E’ quanto abbiamo detto nello spogliatoio dopo la sconfitta di stasera. Mi sento anche di chiedere ai tifosi di starci vicino. Tra due settimane avremo un derby importante, che dobbiamo vincere. Può essere provinciale, pensare solo a una partita come il derby, ma all’obiettivo play-off ci penseremo dopo. Non voglio pensare a un clima di scollamento tra tifosi e squadra proprio nel derby. Seppur non si stia meritando l’affetto dei propri tifosi, a loro chiedo di essere generosi. Lo striscione dei tifosi sulla vicenda Parma-Ancona ? Finora non si è dimostrato nulla. Questo e la reazione del capitano mi fanno credere al cento per cento alle parole espresse dalla squadra in conferenza stampa. Non sono complottista. Dico che forse è facile dire che se uno ha sbagliato, deve essere punito e se invece non ha sbagliato dirgli che si ha fiducia di lui. A volte bisogna fidarsi a prescindere. Come abbiamo fatto noi. Lo spogliatoio è compatto in questo senso. Non dobbiamo cercare alibi, perchè il calcio ne fornisce già troppi. La squadra li deve azzerare. Lo stato mentale ha sicuramente risentito il post Parma-Ancona, ma non deve essere un alibi perchè la squadra non può giocare in questo modo. La squadra non manca mai di impegno, ma è il campo che deve dimostrarlo, seppur spesso non sia facile giocare in certe condizioni mentali. Chi fa questo di mestiere, però, deve saper gestire questo tipo di pressioni. Vogliamo solo ribadire la fiducia nello staff e nel ds, che vediamo lavorare tutti i giorni e che rappresentano le scelte che abbiamo fatto. Il calcio si gioca con le gambe e con la testa, la vicenda Ancona può aver inciso perché la squadra è sembrata in bambola, ma i professionisti devono superare questi momenti. Non voglio alibi. Non voglio uscire dai play-off facendo questo tipo di figure barbine. Sono un tifoso e da tifoso stasera mi vergognerei, ma non posso fare a meno di chiedere lo stesso un sostegno alla squadra per il suo bene”. 

DAL CANALE UFFICIALE YOU TUBE DEL PARMA CALCIO 1913 IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA DEL VICE PRESIDENTE MARCO FERRARI DOPO PARMA-SUDTIROL 0-1

Riprese a cura di Alessandro Filoramo (Wire Studio)

In Evidenza, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Stadio Tardini

24 Commenti a “FERRARI: “CHIEDIAMO SCUSA ANCORA UNA VOLTA AI TIFOSI CUI DOMANDO DI ESSERE GENEROSI CON I GIOCATORI: NON POSSIAMO GIOCARE IL DERBY IN UN CLIMA DI SCOLLAMENTO””

  1. THE ROCK says:

    E se facessimo benedire la squadra?

  2. THE ROCK says:

    Prima di pensare alla Reggiana, pensiamo di vincere e CONVINCERE a Teramo.
    Siamo ancora secondi e con due vittorie resteremmo sempre secondi anche se il Pordenone le vincesse anche lui entrambe grazie agli scontri diretti per cui siamo ANCORA PADRONI DEL NOSTRO DESTINO ma come dicevo ci vogliono due vittorie
    Certo giocassimo come oggi contro la Reggiana, prendrremmo una goleada

  3. GALLO DI CASTIONE says:

    Marco vero tifoso. Se falliremo gli obiettivi quest’anno ripartiremo di slancio.
    Quel che preoccupa i tifosi è il “male oscuro” che non si spiega.
    E come tutte le cose oscure riporta in mente le ataviche paure.
    Basterebbe essere certi che dietro alle difficoltà sul campo non si celino strani mostri che purtroppo abbiamo già sofferto per accettare più serenamente i risultati del campo.

  4. THE ROCK says:

    Questa squadra fenomenale a ,Padova non può trasformarsi in questa squadra di amatori o ad essere ottimisti in una misera squadretta di serie D
    Io se fossi Ferrari farei prima della partita con il Teramo un ritiro non di un giorno ma subito da martedì non punitivo ma solo per compattarci PER GUARDARCI NEGLI OCCHI e lo farei questo ritiro in un albergo a due stelle.
    il lusso lasciamolo al Venezia che ha stravinto il campionato con una facilità irrisoria.
    Se non sbaglio a Venezia dopo il primo tempo eravamo virtualmente primi e poi….ora siamo a 11 punti.
    Se vinceremo le ultime due non sarà successo niente.
    Saremmo sempre secondi ma se non vinciamo le ultime due specialmente la partita con la Reggiana mi sa tanto che succederà qualcosa, non so cosa ma qualcosa succederà.

  5. Luca says:

    2 delle ultime 3 vittorie sono avvenute con 2 squadre in crisi (Gubbio e Padova). Per il resto è dalla gara di Venezia che stiamo giocando male. Spero e credo che sia solo una questione psicologica dovuta alla partita in Laguna. Ma ora è difficilissimo recuperare mentalmente.

  6. jdm says:

    ecco,fenomenali a padova andiamo dietro ancora un po che poi uno ci crede,ahahahah se dura altri 30 secondi pareggiano

    • Nico says:

      su questo hai proprio ragione.. hanno fatto diventare quella partita mitica.. ma ci è andata di lusso.. il tiro finale quello dell’ eventuale pareggio è uscito di un soffio

      Era una squadra in crisi quanto noi (stessi punti nelle ultime 9 partite) ma gli è bastato giocare gli ultimi minuti per metterci alle corde.. ma tant’è..

  7. conte max says:

    ormai siamo alla frutta dico io caro ferrari di analizzare oltre alle colpe dei giocatori e staff anche quelle della societa’ e chidersi se la composizione societaria sia giusta per fare calcio e se i soci hanno idea di come si fa calcio e se ne hanno intenzione di imparare ……Detto qusto che e’ solo il mio pensioero senza offendere nessuno dico anche caro ferrari ma se si va in conferenza stampa a dire L ALLENATORE E IL DS SONO QUESTI ( non mi sembra poi un atto di fede mi sembra piu ragazzi sono questi e ce li dobbiamo tenere …. ) SE QUALCUNO NON CREDE NEL PROGETTO LO DICA ECCCC chiaramente riferito ai giocatori le testuali parole ascoltatele insomma cose del genere piuttosto forti direi e roboanti se dette da un vicepresidente ( e i panni di solito si lavano in casa … ) poi se un giornalista gli CHIEDE MA SCUSI A SENTORE di qualcosa NO NO no e allora che cavolo dici in pubblico una roba cosi forte se non hai sentore si scollamenti degllo spogliatoio ? una cosa del genere va fatta nello spogliatorio detto ai procuratori visto che ormai non si fa nulla senza quelli ecc insomma siamo tra i professionisti non siamo piu tra i dilettanti senza offesa per nessuno un mio parere opinbile per carita’

  8. HURRICANE says:

    Qualche giocatore dei nostri ha già mangiato la foglia: non sarà piu’ confermato nella prossima stagione.

    Ecco una delle chiavi di lettura di tanti fallimenti e di tanta debolezza dimostrata in campo.

  9. ughetto says:

    DOPO le parole di FERRARI che mi sembrano come minimo non opportune mi chiedo ,ma olre ai giocatori e allo satff tecnico il prossimo anno si puo’ cambiare anche il vicepresidente facente funzioni di presidente ? una domanda la mia non un affermazione , tenicamnete e’ possibile ? potrebbe essere un buon punto di ripartenzza

  10. Nico says:

    Il Vice presidente NON doveva chiedere scusa. Al contrario. Doveva essere incazzato, sì, come noi tifosi, e anche di più visto che ci mette anche i soldi e tanti.
    Le scuse le dovevano fare a lui.. piuttosto.

    Doveva dire: qui qualcuno deve trovare la soluzione: allenatore e giocatori insieme. Non so di chi sia la colpa ma io voglio altro gioco, altre partite. Niente più figure barbine (come ha infatti detto)

    Non può chiedere ai giocatori che se hanno dei problemi con la guida tecnica, di dirlo e addirittura di tirarsi fuori perchè se lo facessero davvero, senza i giocatori, non potremmo giocare. OVVIO. Ha detto secondo me una cosa pericolosa che se per caso si avvera saremmo nei casini veri.

    Lui doveva prendersela e incazzarsi con tutti (guida tecnica e giocatori) e chiedere SOLO che si chiariscano fra di loro ed ALLA SVELTA.

    Si devono chiarire TUTTE le PARTI, nessuno escluso, e ricompattarsi non DISUNIRSI ancor di più, come potrebbe succedere.

    Questi giocatori non hanno disimparato il gioco del calcio. Qui a Parma qualcosa è successo. E’ evidente.
    Tutti, tutti, ci invidiano la rosa .. ma allora sono tutti matti o c’è qualcosa d’altro?

    Ma ci rendiamo conto che questa squadra è andata calando a poco a poco fino a diventare un’ombra di sè stessa, inconsistente, senza gioco? Ma vi pare normale? Sarà o no il sintomo di qualcosa?

    Tutte le squadre che abbiamo incontrato, anche le più modeste, tutte hanno dimostrato di avere un minimo di “canovaccio” di gioco

    Noi abbiamo mascherato i nostri problemi con delle vittorie, dimenticando che spesso sono arrivate SOLO coi colpi di classe di qualcuno.

    La modestia è una virtù di pochi, riconoscere i propri limiti aiuta a trovare le soluzioni, ma noi ci siamo nascosti in continuazione dietro alibi di tutti i tipi.

    E la situazione è sfuggita di mano. A tutti. Allenatore e giocatori. Ma la guida però ce l’ha una persona e sollevarla sempre dalle sue responsabilità ancora una volta non serve a risolvere i problemi.

    Dare la colpa ad una SOLA parte acuisce le divergenze e noi abbiamo bisogno di unità di intenti… se ancora è possibile attuarla.. perchè se è vero che qualcuno si trova in disaccordo con il tecnico, come paventa Ferrari, la vedo dura.

    • Nico says:

      … qualcuno faceva il paragone col Canottaggio.. abbiamo i vogatori e il capovoga..

      Il compito del capovoga è quello di dare il giusto ritmo alla barca e di scegliere una giusta strategia di gara.

      quindi LORO INSIEME devono coordinarsi..se no o si cambia il capovoga o si cambiano i vogatori. Una delle 2 è la più semplice

      noi tifosi siamo SOLO spettatori, non entriamo sulla “barca”

    • THE ROCK says:

      Ricordo Inzaghi che dopo aver visto la nostra faraonica campagna acquisti di gennaio disse testuali parole”
      “Siamo in testa ma il Parma si è molto rinforzato, ad ogni modo ci sono anche i play off”
      Come a dire che il Parma lo vedeva vincitore.
      Capito?
      Sulla carta ci eravamo rinforzati con i nuovi di gennaio, in realtà ci siamo indeboliti perché i così detti magnifici sei hanno TUTTI FALLITO.
      Se io fossi uno di loro e avessi captato che alla fine campionato non rientrerei più nel progetto Parma, mi farei in quattro e dimostrerei alla proprietà che sarei da confermare non mi ammutinerei come invece hanno fatto ieri non giocando.

  11. giorgio massari says:

    Dott. Barilla ci sei?
    Se vuoi, puoi. Sarebbe bene chiamare Ranieri, fino alla fine, lui è libero.
    Portali in ritiro nello Stabilimento alla catena di montaggio, altro che Hotel 5 Stelle.

    • THE ROCK says:

      Alla catena di montaggio….. alle sei della mattina però.
      È tutta gente da fabbrica non da campi di calcio

  12. SavoMilosevic says:

    l’uscita di Marco Ferrari è pura passione per il Parma unita alla delusione per questo momento inguardabile per la nostra squadra, non solo sotto l’aspetto calcistico ma anche extracalcistico. puro istinto da tifoso, a caldo, e nulla di preparato altrimenti non si sarebbe lasciato scappare il suo discorso detto ai calciatori negli spogliatoi per poi ammorbidirsi sulle successive domande ficcanti sull’argomento per poi abbottonarsi, (a mio avviso giustamente).
    oltre alle scuse ci ha chiesto di stare vicino alla squadra nonostante tutto, 10.000 persone sono un patrimonio ed un valore aggiunto, trovo quindi giusto il suo richiamo alla compattezza, ciò non sarà facile.
    anche se prima di tutto si dovrà compattare la squadra, noi siamo e restiamo semplici spettatori.
    noi tifosi abbiamo comunque capito che c’è qualcosa che non va… chissà cosa… ma non lo sapremo mai.
    ma questo qualcosa non da Padova, da prima.
    la vittoria di Padova non è stata convincente, ok, buon primo tempo ma poi il black out ed abbiamo rischiato nel finale.
    i problemi quindi c’erano anche prima.

    mal di Tardini? il blasone della squadra? la maglia del parma pesa? le ho sentite tutte quest’anno!!!
    tutto questo sarebbe un impedimento a dare il massimo?
    ALIBI, ALIBI, ALIBI.
    ma io direi
    BALLE, BALLE, BALLE.
    ho sempre sentito dire nelle presentazioni degli acquisti che prima dei calciatori si scelgono gli uomini, ripeto GLI UOMINI.
    quindi? abbiamo Uomini o cagasotto?
    non l’ho ancora capito..
    e chi li ha scelti? io NO di sicuro.

    secondo me i problemi nascono qui.

    ricordiamoci tutti che D’Aversa e Faggiano non sono state prime scelte, la Società aveva puntato su Palmieri, a mio avviso una figura ad hoc per il “mondo parma”, poi i tentennamenti le due partite senza mister assegnate a Morrone, poi l’annuncio di D’Aversa e Faggiano; D’aversa ha da subito dato la scossa giusta alla squadra ed i risultati sono arrivati (io l’ho apprezzato per la grinta e per i cambi modulo per aver rivalorizzato Baraye), Faggiano invece nel mercato ha rivoluzionato spendendo non poco, inserendo giocatori di serie A e serie B che a parte le prime 2-3 o anche 4-5 apparizioni si sono poi involuti. penso a Scozzarella, Scaglia, Di Cesare, oggi dov’è tutto questo valore aggiunto?
    poi le entrate a mio avviso inutili di Edera e Sinigaglia, il tenersi ancora in casa Miglietta… un peso ed un costo; la mal gestione di alcuni pilastri della vecchia rosa come Zommers, Mazzocchi (altra involuzione specie se impiegato come terzino), Corapi vice Scozzarella per almeno 10 gare, panchina semifissa per Ricci, Melandri (poi ceduto) Guazzo (questa la concordo ma a parità di stipendio me lo tenevo al posto di Sinigaglia), insomma un mercato di gennaio molto ma MOLTO dispendioso, una rivoluzione questa che a mio avviso ha spaccato gli equilibri nello spogliatoio, a mio avviso andavano inseriti 2-3 pedine di categoria (gente che corre e lotta) e sostituiti i giocatori in uscita in quanto insoddisfatti del loro impiego (Guazzo, Miglietta, Canini)..
    ma dico: esce Coric e prendi 2 portieri titolari? e a Zommers che gli dici? mah..
    secondo me questa rivoluzione è stata la madre e l’inizio di tutto, perchè nel derby avevamo la vecchia rosa ridotta all’osso dagli infortuni ed abbiamo fatto una partitona memorabile… dopo poco col mercato esaurita l’euforia dei nuovi innesti dopo Venezia qualcosa si è rotto.
    chissà cosa..

    poi c’è stato il problema di condizione atletica MAI risolto, oggi abbiamo un gruppo demotivato e scarico, dopo 3 sconfitte e le voci post Ancona vedere il capitano in affanno, gente di serie B che non stoppa un pallone, il disinnamoramento della tifoseria è un bruttissimo segnale per il proseguo.

    se vengono a mancare certe prerogative e certi valori sarà molto dura venirne fuori.
    e anche se sarà serie B, sarà una serie B amara, non dimentichiamolo MAI; si dovrà ripartire da zero con un nuovo progetto (altra rivoluzione e dispendio economico), progetto almeno biennale perche questo gruppo NON è ASSOLUTAMENTE una buona base per provare a vincere subito la B.

    spero che la Proprietà, Carra e Ferrari, imparino da alcuni errori fatti e non deleghino troppo, un pò si ma non troppo. capisco la fiducia ma non troppo.
    è bene avere un pò la situazione sotto controllo.
    per il bene di tutto il “mondo parma”,
    orgoglioso della maglia e sella Società.
    il parma siamo NOI.

    FORZA \+/ PARMA!

    Savo

    • Marco says:

      Due appunti alla tua analisi comunque condivisibile:
      1. A Padova per 85 minuti in campo ci siamo stati solo noi quindi secondo me abbiamo convinto eccome, anzi forse li abbiamo pensato di poter ambire anche al primo posto.
      2. Tranquillo, in B non ci andiamo.

      • SavoMilosevic says:

        ciao Marco,

        a Padova abbiamo fatto un gran primo tempo, ovviamente l’essere andati in vantaggio nei primi minuti ha messo la partita nel verso giusto.. dopo mezzora eravamo già 2-0… affrontavamo un Padova non al top e questo va detto..
        il mio pensiero è che nel secondo tempo una squadra con la “S” maiuscola deve chiudere definitivamente la partita, invece noi ci siamo un po appannati nella manovra e siamo stati poco cattivi sotto porta per chiuderla (leziosi vedi Calaiò e Nocciolini 1 e 2), rischiando poi nel finale con errori individuali e di squadra.
        questa fragilità di personalità e concentrazione (vista anche altre volte) non ci fa star tranquilli, infatti le partite successive..

        per la serie B, eh si…
        con questo Parma sarà molto dura.
        http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  13. antonio says:

    si leggo che qualcuno chima in causa barilla io non chiamo in causa nessuno ma fermate ferrari fa danni come la grandine ……….che abbia voglia di protagonismo ? dice che non ama le conferenze sampa e allora non farle sicuramente se voleva tranquillizare l ambiente non c’e riuscito vorrei sentirli i calciatori adesso dopo le sue frasi ……….poi dico a luglio molti di questi li dovra piazzare vendere dare cia a gratis sta svendendo la sua merce si rende conto ? fermatelo !!! altra cosa invece di fare conferenze stampa se hai delle reali motivazioni per dire certe cose lascia stare di dirle in conferenza stampa passa ai fatti !!! li porti in ritiro oppure multi chi non si impegna o rema contro lo metti fuori rosa eccc o anche solo gli parli direttamente cercando di risolvere il problema passa ai fatti invece di parlare FERRARI senza offesa e un suggerimento

    • Marco says:

      La società’ doveva dire qualcosa, altrimenti sicuramente sarebbe stata accusata di essere assente.

      • conte max says:

        in risposta all utente MARCO voglio solo dire che guarda che ferrari vicepresidente non deve fare le coferenze solo perche’ il popolino non l accusi di essere assente ma se hanno qualcosa di serio da dire e nel caso ci fosse e’ sempre meglio che facciano i fatti ovvero prendeano provvidimenti se hanno sentore che qualcuno rema contro possono come ha fatto la sampdoria con cassano metterlo fuori rosa o multarlo possono portarli in ritiro eccc ma fare conferenze solo perche il popolo non pensi che sono assenti e’ ridioolo ( chiaramente e una tua idea ma non e la realta’ sarei preoccupao se la fosse )

    • SavoMilosevic says:

      fa danni come la grandine..
      mah..

      io ritengo che Marco Ferrari sia invece il valore aggiunto della Società, Società che come ho già scritto ha commesso errori di inesperienza ma sono certo serviranno per non esser ripetuti in futuro.
      Ferrari ci ha messo la faccia, ha detto ciò che andava detto, dobbiamo ricompattarci società squadra tifosi città, anche se non sarà facile…
      gli è scappato (forse) l’aneddoto dello spogliatoio, ma forse… non gli è scappato.

      capisco il momento no,
      ma ricordiamoci da dove siamo partiti..
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  14. Pencroff says:

    Dove c’è Barilla c’è casa….
    Nel Parma non c’è la Barilla, lo vogliamo capire o no?

  15. mauro morosky moroni says:

    RAGAZZI ….dare colpe a Marco Ferrari oggi mi sembra una roba dell’altro mondo ..
    ha messo idee, progetto, impegno, denaro suo ..
    faccia ..sempre.. faccia ..ancora ..
    e ciò nonostante viene ancora criticato ?
    ..ok ..forse qualche errore di inesperienza, qualcuno di comunicazione ma..
    signori ..la società quali colpe ha oggi ?
    risultati ?
    casini ?
    cosa bolle in pentola ?
    ..
    cominciamo a parlare della squadra e del manico ?
    oppure abbiamo colpe noi tifosi ?