CATTIVO CITTADINO, di Gianni Barone / “Undici gambe abbiamo noi e undici gambe hanno loro”, la matematica opinione di Oronzo Pugliese (non Canà, lo so, Ciocolatè…)

16 Mag 2017, 18:30 18 Commenti di

gianni-barone1.jpg(Gianni Barone) – Tra la prime otto che disputeranno i Quarti (terza fase) dell’immenso spareggio della Lega Pro, vi sarà una squadra che, al termine del torneo regolare, si è piazzata addirittura al nono posto. Infatti Lucchese, Albinoleffe e Casertana, piazzatesi, nei tre gironi, appunto tutte al nono posto, nel primo turno, sono state le sorprese che hanno eliminato formazioni come il PADOVA e L’AREZZO (quarte nei loro gironi) e il Siracusa sesto nel girone C. E se la Casertana deve fare i conti, al secondo turno, con un altro incontro improbo contro il Livorno (terzo nel girone C), Lucchese e Albinoleffe, si affronteranno, sempre al secondo turno, fra loro, e la vincente figurerà nel lotto delle migliori otto della categoria. La lotteria è iniziata con sorprese e conferme, e ora entrano in campo le grandi, tra cui il gare play offPARMA, e i numeri fortunati di questa lotteria sono proprio il 9, per i motivi sopraindicati, e il 5 , (su quale ruota basta informarsi, anche senza andare a Pozzuoli, con la Smorfia) visto che tutte le squadre piazzatesi al quinto posto (Giana Erminio, Reggiana e Virtus Francavilla), si sono seppur a fatica, tutte con il pareggio utile, imposte su agguerrite contendenti. Da questo primo sguardo panoramico emerge che questa formula, allargata e talvolta cinica, non fa sconti a nessuno (sdong), e di questo occorre esserne tutti consapevoli: di qui in avanti le prestazioni dovranno essere per tutte, nessuna esclusa, decisamente all’altezza (sdong) e forse qualcosa in più in termini di adattamento, motivazioni e partecipazione attiva alle gare e agli esiti delle stesse (sdong). Non sono ammessi sbandamenti o distrazioni, non esisteranno favori o pronostici, quando si affronteranno le partite , occorre partite tutti da zero. “Undici gambe Oronzo-Puglieseabbiamo noi e undici gambe hanno loro” ricordava ai suoi giocatori, prima di incontri proibitivi contro squadroni, il mago di Turi, al secolo Oronzo Pugliese (non Canà), peccato che non si ricordasse che aveva a che fare con bipedi, quindi le gambe in questione erano il doppio, ma il concetto espresso risultava e risulta chiaro anche perché espresso da chi sosteneva inoltre che la psicologia è roba da ricchi, ma la grinta appartiene ai poveri. Quindi, anche se la globalizzazione nel calcio impera ed avanza (la Cina è vicina, e il Closing pure, quindi anche The Closer, raffinato titolo del nostro servizio di qualche giorno fa, ahinoi non capito non solo dai Ciocolatè, ma anche da altri di solito non Ciocolatè), lo scontro fra campanili, da Nord, a Sud, al Centro, (a destra? a sinistra? Dritto ?!?) sarà all’insegna dell’incertezza. Nulla è scontato, nulla è cambiato, in campo. Bearzot, il Grande Vecio , CT Campione del Mondo 82, diceva: “A causa dell’ingresso di Sandro_Pertini_e_Enzo_Bearzotgrandi sponsor sulla scena del calcio, sembra che il denaro abbia spostato i pali della porta”. Questa frase un po’ datata ci dovrebbe spingere, ugualmente, ad accettare le novità, le nuove acquisizioni, i nuovi investimenti, siano essi italiani che stranieri, senza spostare di niente in quelle sono le regole scritte e non scritte all’interno del campo. Anche se mutano gli scenari economici all’interno del calcio, in campo non cambia niente, le porte non si spostano, i giocatori sono sempre undici con ventidue gambe – con buona pace di Oronzo – esiste sempre un arbitro che quando perdi sbaglia, quando vinci è bravo, in campo tutto rimane intatto. Allora perché affannarsi per capire cosa cambierà in termini di entusiasmo per una squadra, e in termini di passioni per uno sport, che per quanto venga assurto a scienza non esatta, rimane sempre un gioco. E allora giochiamo con gli evacuo angellaspareggi e con il fascino di partite Nord contro Sud in Cosenza-Alessandria e Juve Stabia-Reggiana, oppure scontri in ambito interregionale al Nord o al Centro tipo Pordenone-Giana Erminio e Lucchese-Albinoleffe, o al Centro Sud come V.Francavilla-Matera, Samb-Lecce e Casertana-Livorno. Infine spazio anche per un derby, non sentitissimo, tanto da spingere Sandro Piovani a scrivere persino nel fogliettone di prima pagina della Gazzetta di Parma che Piacenza-non è un derbyParma non sarebbe un derby, perché il derby è solo quello con la Reggiana, anche se ai miei tempi – lui è leggermente più giovane – Piacenza-Parma era pur sempre chiamato il  Derby del Ducato, in quanto “disputato tra le squadre delle due città un tempo facenti parte dell’omonimo stato preunitario”. Anche per Piaśëinsa quello col Paërma è un derby meno sentito rispetto a quello con la Cremonese (per la cronaca entrambi vinti dai biancorossi nella stagione regolare), però pur tale rimane, tanto è vero che l’Ad Luca Carra ha svelato al rotondo anchor man durante  Bar Sport  di ieri sera che diversi tifosi biancorossi avevano chiesto di poter fare la tessera del tifoso per venire al Tardini prima ancora che i loro eroi si qualificassero, sia pure a fatica, ai danni del Como, confermandosi, squadra in forma e determinata. Il Parma, dunque, (sdong) dovrà fare attenzione, nel doppio scontro, ai cali di tensione nervosa e agonistica che hanno, nell’ultimo tratto, definito, il suo cammino, alquanto incerto. Dovrà ripartire da alcune certezze e Luca Carra a Bar Sportdalla speranza di recuperare forza, grinta e cattiveria dal centrocampo in su, dove dispone di giocatori capaci anche di prodezze. Dovrà (sdong) essere un Parma dotato di corsa, di abilità tattica, una dote, quest’ultima, posseduta nella prima parte della gestione D’Aversa, e poi via via abbandonata, quando sono subentrati presunzione e appagamento sicuramente da bandire in questa appendice di torneo. Di questo Piacenza bisogna temere l’umiltà di una formazione che sa giocare semplice, che non si scopre molto, che fa densità che intercetta bene con frequenza le giocate avversarie e in avanti ha rapidità Mauro_Sandreani e Gianni_Cerqueticon Nobile e forza e prestanza atletica in Romero, attenzione poi al centrocampo operaio, esperto in cui spicca Taugourdeau che ha un ottimo  piede sui calci di punizione. Per il resto serve tranquillità, e capacità di adattamento continuo ai vari mutamenti della partita, cosa che a volte ha fatto difetto agli uomini di D’Aversa, in particolar modo nel finale (sdong). Esistono momenti in cui bisogna essere in grado di variare la giocata, in cui non basta la sola tecnica, in cui la molteplicità di interpretazione deve prendere il sopravvento per creare i presupposti per mettere sul terreno tutta la propria abilità individuale nella ricerca dei tempi di gioco giusti che portano allIMG-20170514-WA0011e scelte più opportune in termini occasioni da rete. l ragionare da squadra, che è un po’ mancato, deve diventare l’esercizio su cui basare la forza dei propri singoli. Speriamo anche nelle tenuta fisica importantissima in questa fase cruciale della stagione, l’eliminazione di Arezzo e soprattutto PADOVA ne sono la più vivida testimonianza. Infine pensare che del girone del PARMA siano rimaste in lizza Pordenone, Reggiana, Sambenedettese e Albinoleffe, induce sicuramente all’ottimismo, infatti i Crociati contro queste formazioni, in stagione regolare, non hanno mai perso: anzi se si eccettua il pareggio in trasferta di S.Benedetto per 2-2, in tutti i restanti incontri ha totalizzato 7 vittorie su 7. Occorre comunque fare i conti con le sorprese e le conferme degli altri gironi, dopo i sorteggi per i quarti, però, in gare secche, ogni tanto qualche valore tecnico potrebbe pur emergere, di sicuro le vere bestie nere del oronzo canàParma, sono fuori dal lotto di questa lotteria chiamata Play Off. Non insistito sui termini stranieri, questa volta e neanche sul titolo, perché parlare di closing o di altre soluzioni di carattere societario, al momento in mancanza di ufficialità, mi pare ancora prematuro, inoltre per non scatenare ira, da una parte, e l’entusiasmo, dall’altra, manteniamo le distanze e l’equilibrio, anche a costo di essere giudicati mediocri, pardon ciocolatè. Per il titolo volevo optare su termini dialettali, che servivano da incitamento ai giocatori da parte del già citato Oronzo Puglise tipo  “Date, pigghiate… fescite, fescite, vedite, vedite…Uagliò, la palle”, però, poi qualcuno potrebbe dire che oltre l’inglese non conosco bene neanche il pugliese, e la qual cosa potrebbe apparire ancor più grave… Gianni Barone

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

18 Commenti a “CATTIVO CITTADINO, di Gianni Barone / “Undici gambe abbiamo noi e undici gambe hanno loro”, la matematica opinione di Oronzo Pugliese (non Canà, lo so, Ciocolatè…)”

  1. Luca says:

    Dobbiamo cercare di “chiuderla” già domenica. Non voglio sprecare energie nervose e fisiche già nel giro di 3 giorni, quando ci potrebbe attendere quasi un mese ad alta tensione.

  2. von model says:

    Il piacenza la mettera sul piano della corsa.e della bagarre.tipico della squadra connmeno tecnica.l ambiente sara caldo.perche vedono parma come i cugini con la puzza sotto il baso.rei di aver usurpato il marchio sek salame piacentino.io vivo a piacenza.nato a parma.magari non e derby.ma puo essere una partita nervosa e anche cattiva.

    • Ivan says:

      Non penso sarà una partita cattiva…nn siamo abituati a picchiare dal 1 al 90 min…ci teniamo a giocarla al meglio anche se per noi il vero derby è quello del Po’….E poi in Lega Pro le squadre che nn corrono…pur avendo giocatori di categoria superiore, a lungo andare ci lasciano le penne….

  3. von model says:

    A livello difensivo sono statici.3 centrali molto alti pregreffi silva e matteo abbate ma posdono essere letali nri calci piazzati nel gioco aereo hanno decido diverse partite con un loro goal.e una squadra organizzata .tutti si aiutano.segnano un po tutti non ha un bomber specifico.il portiere miori molto alto non da sicurezza al reparto.franzini il mago fi vernadca.ha plasmato una squadra che sa doffrire.e calarsi nel momento della partita

  4. jdm says:

    Barone inconsciamente non e’ che avesse tutti i torti l’oronzo

    ti diro’ di piu’ undici gambe e 11 coglioni ,tutto tornahttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif

  5. LucaB says:

    in dialetto si dice Ciocolatè… no Cicolatè

  6. Pencroff says:

    Facciamo giocare dei bipedi!

  7. Mauro "morosky" Moroni says:

    Non penso sarà una partita cattiva…nn siamo abituati a picchiare dal 1 al 90 min…ci teniamo a giocarla al meglio anche se per noi il vero derby è quello del Po’….

    E poi in Lega Pro le squadre che nn corrono…pur avendo giocatori
    di categoria superiore, a lungo andare ci lasciano le penne….

    HO ESTRAPOLATO QUESTA PARTE , SCRITTA DA IVAN, E CHE RITENGO MOLTO INTERESSANTE:

    oltre che veritiera!!!
    è quello che ho contestato spesso alla nostra squadra…
    nel senso che, parecchie delle partite che ha perso contro squadre di bassa classifica è proprio per questa SUPER IMPORTANTE MOTIVAZIONE:
    se non corri tutti ti possono metter sotto anche se, tecnicamente e solo sulla carta, sei + forte..!

    L’ho detto, ridetto, scritto, riscritto …
    ed infatti …con
    FORLI
    mantova
    ANCONA
    bassano
    SUD TIROL …..non hanno corso nè lottato come dei forsennati anzi, ina tirè anca indrè la gamba …

    è una storia vecchia, di anni luce..

    nel calcio, se non corri, non la prendi mai…

    al contrario, se corri, lotti, metti grinta, agonismo ed impegno intensi ..ottieni risultati anche a discapito della cifra tecnica inferiore..

    bravo iVAN ..SONO PIENAMENTE D’ACCORDO

    moro

  8. Mauro "morosky" Moroni says:

    In tutt i ches chi la funsziona cmè na volta:
    i sold ien cmè i mel ed pansa, chi ghia sia tena !

    Un quarchidon ghè al ches cal se sia stufè ed tirer fora i so’ elora l’a ciamè i gield ..

    mo gnanca custi i nen miga schiochet ..sig metten quel l’è parchè i volen river a qualcos etar o no ??
    i garan ioc a mandolra mo inen miga infilsè prel bacchetti ..

    la pila la ciama pila…
    la miseria la ciama miseria..
    e nuetar co femia ?
    ciamemia aiut ?

    starema a vedar dai, mo spetiv miga del gran bondansi che di american a neg ne miga pu’ bomben ( coi so sold )
    parchè coi sol ed chietar ien bon tutt ed fer spesa ..
    drova di to e po at ved cmè la se scurta …la roba
    ..
    tuta la gran bondansa cla pareva cla fuss riveda ..am sa che san vinsema miga i play ..as toca ander sotta al pont …
    mo a parecc lag piesza..
    dopa i fan al derby coi cubett..
    il vensen e is diverten ..

    inveci mi am diverti di pu s andema su …
    del testi miga rotondi am nin frega propria un cas

  9. Mauro "morosky" Moroni says:

    Jag tror att de alla gör sbragaverze men stacken har det i några …

  10. Mauro "morosky" Moroni says:

    kineserna, en gång i parma calcio..al Tardini öppna en restaurang än 10,90 middagstid och 17.90 på kvällen …
    exklusive dricka, söndag, under spelets gång, kommer att vända våren rullar, sushi, och kött i sötsur

  11. Davide says:

    Molto semplicemente chi ha preso la squadra dalla D l’ha fatto perchè “tirato per le orecchie” e anche un pò per lavare la colpa del 2007. Crespo (in cerca di un posto di lavoro) lo sapeva bene e ha portato qui i cinesi. E ovviamente chi ha la spurina alla mani per vendere (in tutto, in parte, in mezza parte) ha immediatamente accettao l’offerta. Ora nessuno è fesso, sentirmi dire dai G7 dire che servono capitali per fare una lega pro e una serie B fa ridere. Non siamo il Milan con 9 milioni di euro mensili netti di ingaggi (che hanno costretto Berlusconi a mollare ai cinesi). Se qualcuno è già spaventato dal budget Lega Pro/B, quando poi mette sotto contratto Federer signifca una sola cosa. Che del Parma Calcio non gliene frega una mazza. Se non in serie D off course. Ma li di fare i fenomeni son buoni tutti.

  12. Nico says:

    Varför nu talar svenska?.. ah ah ah……. :D
    Det finns också medlemmar från Sverige?

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

  13. mauro morosky moroni says:

    Ma, così, per fare un pò di confusione ..
    chiaramente non conosco la lingua ma basta un ..
    traduttore Google …ed è fatta, la prossima sarà in cirillico

    ciao Nico

    • Nico says:

      così di punto in bianco…. mi hai sorpreso … una bella trovata
      davvero.. sorridiamo va…

      ciao Moroni

  14. Vekkia Nobiltà says:

    Meno male ke x loro il vero derby è quello del Po……ni

    Sembra niente ma x il Parma è meglio….anzi una fortunahahahah

  15. Pencroff says:

    Eine Antworte Moronen, frulein? Nicht zu machen? Solo crauti?

  16. Pencroff says:

    Freulein, entsultigen mir