DOMENICALE / ESTATI CROCIATE di Luca Savarese: terza puntata, 2002

06 Ago 2017, 09:00 3 Commenti di

Luca Savarese domenicale 3(Luca Savarese) – Estate 2002, a Tripoli il Parma prima perde la Supercoppa italiana contro la Juve poi perderà anche Di Vaio che andrà proprio da Madama – La sabbia quell’estate aveva il calore ed il colore dello stadio di Tripoli. In Libia il Parma il 25 agosto ha in programma la finale di un trofeo. Si gioca in Africa per motivi di portafoglio. Il calcio si sta facendo globale. Non è uno dei tanti trofei estivi, dove esercitarsi al galoppo per le corse del campionato. E’ un trofeo nazionale, quello che inaugura la stagione, la Supercoppa italiana. L’Italia, come nazione, deve riprendersi dal Mondiale nippokoreano, dove gli azzurri sono stati scippati dall’arbitro Moreno e prima ancora da una sorprendente mancanza prandelli-giovati-pin.jpgdi idee. Idee e coraggio le mostra invece la società crociata che rifonda la squadra. La stagione precedente aveva visto la truppa rivitalizzata dal tenente Carmignani non solo vincere la Coppa Italia, contro la Juve (contro chi se no?), ma ottenere una salvezza che ancora, per le vie del Ducato, si serba. Ora si cambia strada, in panchina ecco Claudio Cesare Prandelli, all’altare del mercato si mette Cannavaro, dopo che, l’anno prima si era celebrato il sacrificio di Buffon. Via anche Sensini, Benarrivo, Djetou, Almeyda, Bachini, Bolano, Milosevic, Appiah. In Libia il Parma tiene testa alla seconda Juve di Lippi, di Nedved, Salas, Del Piero. Alessandro la porta in vantaggio, ma un lampo targato Marco Di Vaio al 64′ tiene in vita il Parma. Dieci minuti dopo arriverà, però, il secondo timbro delpieresco che darà la coppa alla Juve. Oltre al danno, pochi giorni più, tardi, ecco servita la beffa: Marco Di Vaio, è un nuovo giocatore della signora. Se lo è aggiudicato, all’ultimo giro di mercato, un blitz di Luciano Moggi: 26 milioni e il prestito di Brighi. Ecco il colpo di scena che nessuno s’aspettava. Lucianone, prima di mettere gli orologi ai polsi degli arbitri, era abile a mettere ai polsini della camicia di madama bottoni e gemelli di gran classe. Il Parma marco-di-vaio.jpgsembrava una succursale degli zebrati, alleva i rampolli che quando sono pronti vanno a Torino in via Massimo D’Azeglio. Non male, però, la contromossa: a Parma arriva Adrian Mutu, che prenderà la maglia numero 18 e che, in coppia con Adriano, arrivato anch’egli quell’agosto, formerà una coppia gol assortita e capace di regalare ai tifosi gialloblu 33 reti: 18 il rumeno, 15 il brasiliano. Apporto che consegnerà al Parma un’onorevole quinta piazza. Ma quell’estate 2002, per il Parma e i suoi amici, oltre ad avere il sapore desertico della Libia, aveva la consistenza della maglia numero 20 di Marco Di Vaio che come nemmeno su un set di un film d’azione, divenne, all’ultima curva di mercato, la 18 di Mutu. Luca Savarese

News, Videogallery Amatoriale

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

3 Commenti a “DOMENICALE / ESTATI CROCIATE di Luca Savarese: terza puntata, 2002”

  1. Luca says:

    Il Parma 2002/03, pur non vincendo niente, fu il miglior Parma dai tempi di quello di Scala.

  2. Bruno says:

    Adriano -Mutu una delle coppie di attacco più forti mai viste a Parma. Sacchi sapeva il fatto suo…

  3. THE ROCK says:

    L’ideale sarebbe perdere a Bari giocando bene.Troppo stressante la B per avere la PRESUZIONE di consumare energie inutili, dietro una chimera, una coppa che privilegia solo le prime quattro del campionato di A per cui usciamo a testa conservando energie per il campionato tanto prima o poi in coppa si viene SEMPRE sbattuti fuori e più vai avanti e più vieni sbattuto fuori con goleade.

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif