CATTIVO CITTADINO, di Gianni Barone / Quelli che… gli episodi non ci hanno favorito… Oh yeah… Quelli che i moduli non contano niente oh yeah… Oh yes!

02 Ott 2017, 00:00 9 Commenti di

gianni barone(Gianni Barone) – Quelli che abbiamo sbagliato la gestione della partita oh yeah, quelli che gli episodi, ancora una volta, non ci hanno favorito oh yeah, quelli che non è questione di modulo (o di sistema di gioco per dirla più correttamente) e neanche di uomini, ma di atteggiamento oh yeah, quelli che abbiamo sbagliato l’approccio oh yeah. QUELLI CHE… Eh sì ( oh yeah o oh yes), quelli che non si sanno spiegare come mai una squadra come il Parma, piena di gente di categoria, esperta, scafata, non riesca a gestire un doppio vantaggio e per poco, dopo essere restata in doppia inferiorità numerica, non perde contro una squadra, la Salernitana, che nel primo tempo, complice le scelte errate di modulo (o meglio sistema), 3-5-2 in luogo di un più proficuo 4-3-3, e di uomini con un improbabile Zito, preferito ad un più WP_20170929_23_10_13_Propimpante Sprocati, non era mai esistita. Alla faccia di quelli che… dicono, che i moduli non contano, e gli uomini neanche, se Bollini non avesse operato nell’intervallo i cambi di sistema e di uomini, dentro una punta per centrocampista, col cavolo che saremmo qui a fare tutti un mini processo al Parma, alla sua maturità e a quella dei suoi giocatori, e alla sua evidente incapacità di gestione del risultato. Sul banco degli imputati un po’ tutti i giocatori, i quali dopo un primo tempo quasi stratosferico, come ritmo, mole di gioco, e anche come voglia di segnare, si sono afflosciati miseramente, come un copertone di una bicicletta che trova sulla sua strada un serie, Parma Salernitana undici crociatoinfida, di chiodi, bulloni o puntine e quant’altro. Un Parma vecchio che in quanto tale, può da un tempo all’altro accusare cali di ritmo, tensione, e di freschezza atletica, ma che di converso dovrebbe esibire, per dirla alla D’Aversa, una gestione della partita migliore in virtù della consolidata esperienza dei giocatori. Invece il profetico grido di Bollini, al termine del primo tempo, sul 2-0 per il Parma, intercettato dall’avvenente bordocampista di Sky Marina Presello:  “Questa la riprendiamo” riferendosi alla partita, ha restituito un atteggiamento (questa volta ci sta) degli avversari del PARMA, martina presellotale da far assumere alla gara un volto totalmente diverso, rispetto alla prima frazione di gioco. In effetti nelle parole finali del tecnico della Salernitana, da me conosciuto (ed apprezzato) più come commentatore tecnico di RAI Sport (era stato anche al Tardini) che non come allenatore, c’è tutto quello a cui i tifosi, loro malgrado, hanno dovuto assistere, tra un tempo e l’altro. Perché quando Bollini dice “In questo campionato non c’è mai stata una gara nella squadra una squadra abbia dominato dal primo all’ultimo minuto” risulta difficile dargli torto, visto anche le tante rimonte nelle altre partite della giornata, come risulta difficile constatare che la squadra crociata, raramente risulta, nei suoi atteggiamenti, nelle sue gestioni, nei suoi approcci, banale e ripetitiva. In ogni gara fa scoprire di sé un volto sempre nuovo e inaspettato, e non è dato sapere (o forse sì) quanto tutto ciò risulti gradito o meno a sportivi, tifosi (veri o presunti) e osservatori tecnici e non solo. Un PARMA che premia sul campo il lavoro e la preparazione del tecnico sulle tanto vituperate, per gli altri, esultanza gol lucarellipalle inattive, che esalta i suoi difensori centrali in zona gol, ma che deve fare i conti con difetti evidenti, in fase di marcatura nei pressi e all’interno dell’area di rigore, e con cali di attenzione e concentrazione troppo evidenti per essere veri e patrimonio di un  gruppo, lo ripetiamo fino allo sfinimento, che dovrebbe fare dell’esperienza, difensiva, una delle sue armi migliori, come dimostrato finora solo in un’occasione, col  Venezia. Un PARMA implacabile nel primo tempo quanto svagato e poco compatto nel finale sul tentativo, riuscito, di rimonta di una squadra, la Salernitana, buona nel temperamento, sandreani italiama tutt’altro che irresistibile sotto tutti gli altri aspetti. Ora dopo questo ennesimo passo non vincente, in casa, non resta che insistere sul fatto che il reparto offensivo risulta essere estremamente slegato tra coloro che lo compongono,  in quanto l’assoluta mancanza di movimenti coordinati, rischia di rendere vana ogni situazione di superiorità territoriale e di possesso palla, fermo restando Calaiò al centro, sempre troppo solo, i continui cambiamenti di uomini nei ruoli offensivi esterni non hanno prodotto, finora, niente di esaltante in termini di pericolosità e conclusioni verso la porta avversaria.  Siamo in presenza di una situazione ancora in evoluzione, si direbbe, però i quelli chemiglioramenti sembrano ancora, sotto questo aspetto, non intravedersi attraverso quest’ultima apparizione da luci e ombre (molte) dei giocatori crociati.  Quelli che… avevamo, iniziato, in ossequio al tormentone, famoso e amaro di Enzo Jannacci, che molti hanno ripreso, quelli che… dicevamo, che non sanno più cosa dire dopo questo tipo di prestazione… Quelli che… fino a quando durerà questa situazione d’incertezza e questo continuo alternarsi di cose buone ad altre meno buone e meno convincenti? Quelli che… dei sei gol segnati dal Parma quattro di cesare parma salernitanali hanno fatti i difensori, quelli che… tutti gli attaccanti che sono arrivati e che c’erano non solo hanno segnato uno solo gol, su rigore, ma non tirano mai in porta…. Quelli che Insigne quando calcia in porta mira sempre il corpo del portiere oh yeah. Quelli che… quando sapremo il vero potenziale di questa squadra… Quelli che tengono al PARMA e che non possono crederci ancora adesso che è questo il suo vero volto… Quelli che ti spiegano le tue idee senza fartele capire oh yeah (testualmente da Jannacci)… Quelli che hanno sempre un sistema (di gioco) per non perdere… Quelli che ci vorrebbe Ceravolo subito oh yeah, Quelli che… lo abbiamo preso già rotto oh yeah… Quelli che danno 4.5 a Munari solo perché non si chiama Busquets… (e come se fosse sempre colpa sua)… oh yeah. Quelli che Sprocati ha zito sprocatisiglato un gran di sinistro pur avendo calciato col destro… oh yeah. Quelli che quando perde il PARMA dicono che in fondo è una partita di calcio, e poi vanno a casa, e non picchiano i figli, come nel testo originale, perché non li trovano, ma scrivono sui social, sui siti che bisogna cambiare al più presto l’allenatore oh yeah. Quelli che è tutto un casino….. quelli che tra linee, con intensità, con smarcamenti fuori linea e con palloni lanciati alle spalle dei difensori (Sandreani, Majo a Brescia) sarebbe molto meglio oh yeah… Quelli che sono bravi fino a un certo punto (quando fanno gol) e poi non lo sandreani bresciasono più quando si beccano il rosso diretto… Quelli che DEZI non è più quello dell’anno scorso… Quelli che lavoriamo tutti per la causa… Quelli che tirano la prima pietra ZEMAN: “meglio fare tanti gol e prenderne tanti piuttosto che non prenderne, e in due partite, e fare 0-0- e 1-0″… ma anche la seconda… NOVELLINO: “meglio non prenderne di gol”, la terza…  GROSSO (Bari): “bisogna essere bravi anche quando non si è bravi (sic) e la quarta TEDINO: “meglio giocare con un centrocampo asimmetrico (chissà cosa vorrà dire). Quelli che non si divertono mai, quelli che non c’erano in trasferta quindi… non sono… veri…. (cosa?). Oh yeah. Proprio quelli lì che jacoponi pr salernitananon si stancano mai e che alla fine non ci hanno ancora capito niente e intanto Bollini, alla fine del primo tempo, aveva già capito tutto della sua squadra, del PARMA, di Zito, di SPROCATI, di Rodriguez, di Bocalon che sbaglia davanti alla porta, di Di Cesare e Jacoponi fuori per eccesso di difesa, e che alla fine è riuscito a riprendersi una partita, che il PARMA aveva quasi vinto, cambiando uomini e modulo (sdong), alla faccia di chi dice che non contano niente… Ogni tanto varrebbe la pena cambiarli non vi sembra?  Oh yeah!!!!!! Gianni Barone (le foto di Parma-Salernitana sono tratte dal profilo ufficiale Facebook del Parma Calcio 1913)

Cattivo Cittadino, In Evidenza, News, Videogallery Amatoriale

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

9 Commenti a “CATTIVO CITTADINO, di Gianni Barone / Quelli che… gli episodi non ci hanno favorito… Oh yeah… Quelli che i moduli non contano niente oh yeah… Oh yes!”

  1. albano says:

    il giro di boa delle prime 7 partite è stato fatto. non vi è ancora un gioco che si possa definire tale e non si è nemmeno raggiunto i 12 punti che erano l’ alternativa di obbiettivo in questa prima sessione.
    pertanto il bilancio è negativo ma non tragico.
    prendendo atto che D’ Aversa non pare intenzionato a dare le dimissioni si evidenzia anche il fatto che la classifica come avevo pronosticato alla quinta si è notevolmente accorciata e questo fa si che nessuno salvo almeno altre 3 sconfitte consecutive solleverà il Mister.
    detto questo ci toccherà puntare sui passi falsi altrui in attesa che qualche laterale faccia una doppietta e che l’ intera squadra si sblocchi e che esca da questo strano tunnel (allenatore compreso) che hanno imboccato, oppure in alternativa al mercato di gennaio sperando di non distanziarsi troppo dalla testa.

  2. jdm says:

    ci aggiungerei quelli che pensano che abbiamo i top player .quelli che pensano che il parma sia dei parmigiani quelli che pensare non e’ nelle loro corde…

  3. Vekkia Nobiltà says:

    Quelli ke bisogna buttarla dentro si no NON vinci le partite

    Poi si può giocare con il 433-442 o 0521….ma ci vuole

    Gente o meglio calciatori professionisti ke si allenano

    Tutti i giorni con fisico e piedi accettabili etor ke canelì

  4. giorgio massari says:

    Ma perchè pensiamo già al mercato di Gennaio?
    Allora vuol dire che è sbagliato tutto, non vi pare? Se è così il buon Faggiano deve andarsene, e il ribaltone dello scorso anno è ancora di moda, qui a Parma, non vi sembra?
    Barilla e C. sono ancora i proprietari, niente balle, facciano il loro dovere, li mandino tutti a casa.
    Dite che li dobbiamo pagare fino al 2020?
    Bugie, devono dimettersi per incapacità, sono dipendenti no? e allora usiamo l’ex articolo 18, o serve solo per gli operai?
    Mettiamo un traghettatore, può essere Carmignani? http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif non dite che è vecchio, perchè D’Aversa lo è più di lui.
    Ha buon senso, in attesa di valutare e capire bene cosa si voglia fare del Parma Calcio.
    BUONA GIORNATA A TUTTI.

  5. elio corno says:

    Giusto wuello che scrivi barone,c e lmaggravante. Che finonadesso abbiamo incontrato squadre von guori tanti titolari ,a palermo troveremo il palermo b,per via fi giocatori datinalle naxionali,vorrei vedere sexc era nadarevic e vpmpagnia cantante

  6. Luca says:

    Penso che tutti abbiano capito che Calaiò boa nel 4-3-3 è come un pesce fuor d’acqua. Serve il 3-5-2.

  7. jdm says:

    boa d’un mond leder

  8. Pencroff says:

    Boia d’un mond leader, e io ne sono fuori