Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / PER RICOMINCIARE VISITA AL MUSEO

15 Ott 2017, 21:00 62 Commenti di

museo coppe(Luca Tegoni) – Un po’ storditi dal risultato e sicuramente delusi, scendemmo le scale ed entrammo al Museo a rivivere il Bello e la Storia, la Gloria e la Sofferenza, i Campioni e i Brocchi. Tutto fa parte di noi, anche gli abbonamenti a tagliandi staccabili o a scheda obliterabile, le sciarpe antiche, i titoli della Gazza, i tre gradoni della Nord e gli immarcescibili tubi Innocenti dei distinti. Poi ci fermammo davanti ai trofei per rispecchiarci e, confortati nella nostra fede, prossimi all’uscita, superammo la sfida dell’attuale, nonostante il Boemo stesse li a ricordarci che un Brugman qualunque ci avesse battuto.

zeman museoParte meglio il Parma, controlla la gara e il Pescara non arriva quasi mai alla trequarti. Il problema è che il Parma più che controllare non riesce e, l’unica volta che si avvicina alla porta il Parma stramazza a terra, ovvero Baraye, mirabilmente lanciato da Calaiò in uno spazio vuotissimo, un classico della difesa zemaniana, non è più veloce del difensore che, metro dopo metro lo recupera e alla fine gli tocca la palla quel tanto che basta che il nostro non la trova più, scalcia nell’aria colpendo il nulla, poi cade. Lo stadio lo difende e pretende il rigore. Lui sa, non protesta e si copre il volto per la disperazione, la rassegnazione forse, o un insinuante senso di colpa che, temo, lo torturerà per il resto della partita rendendola, per lui e in buona parte per i compagni, avara e meschina.

Poi i fischi diventano assordanti quando, con un gesto irriverente della mano, fa segno a D’Aversa di uscire dal campo. A seguire Faggiano, con fare scandalizzato si erge imponente innanzi all’uomo nero e riceve in breve lo stesso, squalificante gesto, fuori. Oggi conduce Tarozzi.

Poi il Pescara, con una semplicità disarmante, senza quasi mai essere veramente pericoloso, prende coraggio e campo e, con pochi passaggi, arriva spesso a concludere l’azione d’attacco con un tiro, un mezzo tiro, una palla in mezzo, qualcosa che faccia capire che sta attaccando. Il Parma, imperterrito, controlla.

D’Aversa ha dato un gioco d’attacco al Parma e coinvolge anche il portiere che probabilmente con i piedi tocca più palloni in novanta minuti di Calaiò. Il gioco però non porta, se non sporadicamente, alla conclusione, ovvero è un gioco inconcludente. Di questo non può non rendersene conto. La classifica, nella sua complessità, non solo per la posizione del Parma, sta concedendo un tempo inatteso. Ma non si deve abusare del caso. Il caso è spietato. “Nulla è vero, tutto è permesso”.

D’istinto volgo lo sguardo al tabellone, riportato in vita a scandire il tempo che passa. È il settantunesimo minuto di gioco allorquando Dezi, da buona posizione, appena fuori area, tenta la trasformazione, è comunque sia, un tiro scagliato con le migliori intenzioni verso la porta avversaria. Il primo della partita. Qualcosa però è cambiato dopo l’ingresso di Di Gaudio e soprattutto di Insigne, insospettabile prestazione viste le precedenti, che cerca spazi e salta l’uomo con determinata volontà di vincere. Al settantaseiesimo Di Gaudio si libera bene e, da posizione centrale nei pressi della linea d’area, tira con potenza e precisione ma il portiere para. È cambiata la partita, per un quarto d’ora il Parma preme e va al tiro. Anche Scaglia sale e partecipa all’attacco, Insigne e Di Gaudio si scambiano spesso di posizione e creano superiorità saltando spesso l’uomo.

Lanciato, credo da Scozzarella, anche Calaiò ha l’occasione per arrivare da solo davanti al portiere. Viene recuperato e contrato da un difensore, Calaiò cade e l’arbitro non fischia. Fischia il Tardini.

Poi si spegne la luce. Improvvisamente il Pescara scambia la palla con grande rapidità al limite dell’area e libera Mancuso sulla destra, solo davanti a Frattali. Ancor più solo è Brugman in mezzo che raccoglie il passaggio generoso del compagno e appoggia in rete.

Settantacinque minuti di controllo e quindici di attacco. È rientrato Ceravolo e speriamo possa cambiare in meglio i destini dell’attacco crociato. In fin dei conti, come un dirigente a fine gara attorniato da un educato gruppetto di tifosi, ammette “Calaiò due anni fa faceva la riserva a La Spezia”. La frase è cinica e non giustifica la mancanza di voglia di vincere e il poco coraggio che questa squadra dimostra.

Pescara vince uno a zero a Parma.

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

62 Commenti a “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / PER RICOMINCIARE VISITA AL MUSEO”

  1. Luca says:

    Speriamo nel recupero di Ceravolo. Basta che poi D’Aversa lo metta in attacco insieme a Calaiò e non da solo.

  2. VELENOSO says:

    Se D’Aversa mangia il panettone a Parma. IO MI FACCIO FRATE.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  3. VELENOSO says:

    RIMANE D’AVERSA?
    E se noi facessimo lo sciopero del tifo?
    Ah, avessimo come presidente Zamparini di D’Aversa a Parma non ci sarebbe neanche più l’ombra da tempo, da luglio.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

  4. STEFANO says:

    Abbiamo già avuto Ghirardi. Basta così grazie. Io non sono preoccupato per i risultati sportivi attuali e per un assestamento prolungato in serie B, sono terrorizzato dal fatto che Faggiano coi suoi oneri pluriennali della campagna acquisti , ( concordati coi cinesi ? chiediamolo al signor Carra) , ha gettato le basi per un futuro nero del Parma. Se non si sale quest’anno, il budget 2018/2019 sarà interamente impegnato per non dire enormemente superato dal riscatto dei giocatori e dal pagamento dei loro emolumenti, faraonici per la serie B.
    La domanda che mi faccio è : ma se la nuova proprietà , che non può far arrivare ipotetici capitali freschi dalla Cina per le note vicende, stanzia all’anno una cifra vicina ai 4/5 milioni e ipotizza una sorta di autogestione virtuosa , riuscirà a fare fronte a un’altra stagione, singola, da 10 / 12 milioni ( questo è grosso modo l’impegno già preso dalla dirigenza attuale per l’anno prossimo, usando lo spannometro, senza contare un ipotetico rafforzamento).
    Per questo motivo, il Parma deve vincere quest’anno. E per vincere occorre cambiare tutte e tre le componenti attuali, responsabili dei danni : Carra, Faggiano e D’Aversa. Basta che ciò non si traduca con incarichi a Crespo che va bene giusto per fare l’uomo immagine

    • VELENOSO says:

      Gli addetti ai lavori a inizio campionato dicevano che con gli acquisti fatti, eravamo una delle pretendenti alla serie A diretta per cui stando con quelli che di calcio ne sanno più di noi, i giocatori erano validi quindi in mano avevamo per la categoria non una Mercedes che sta vincendo a mani basse il mondiale ma una FERRARI
      Poi se il pilota non è all’altezza è ovvio che la macchina pur competitiva non va.
      Quando TUTTI VOI vi metterete bene in testa che la colpa di questo disastro è D’Aversa che non sa guidare la Ferrari e nel nostro caso non sa guidare il Parma e va URGENTEMENTE sostituito con uno all’altezza allora vi dirò che se la pensate come me un poco di calcio ne state masticando anche voi.

  5. Davide says:

    Carra in data 26/09/2017 ha convocato una conferenza stampa (senza che nessuno lo avesse chiesto) per comunicare, oltre a varie banalità inutili quanto segue (riprendo le sue testuali parole):
    “Il closing del passaggio di proprietà? “Fra la terza e la quarta settimana di ottobre”.
    SONO NECESSARIE RISPOSTE E FATTI. A CHE PUNTO SIAMO??????????
    E’ inaccettabile che pseudo imprenditoroni come i nostri ex soci di maggioranza gestiscano questa cosa con una superficialità simile a quella di uno Zamparini o di un Preziosi qualunque.

  6. luca says:

    Ragazzi ma CARRA non conta niente, lo state ancora ad ascoltare….
    preferisco ascoltare BONI sicuramente lascia almeno qualche argomentazione interessante….
    CARRA A CASA SUBITO!!!!

  7. jdm says:

    non voglio fare l’avvocato del “povero diavolo” ma e’ appena cominciata la terza,ci sta ancora dentro

  8. jdm says:

    “D’Aversa ha dato un gioco d’attacco al Parma e coinvolge anche il portiere che probabilmente con i piedi tocca più palloni in novanta minuti di Calaiò” http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

    mi ero permesso di chiamarlo il nostro mediano basso,ma poi ciccio7 dice che spalo merda ahahahahah

    • RISPETTO says:

      Pensa caro JDM che sacrifichiamo BARILLA per i lanci dal fondo di frattali per la testa di scavone…… penso sia il miglior schema offensivo visto fino ad ora….
      Volevo chiederti una costa ma secondo te DEZI a che sport sta giocando, io non ho ancora capito se serva o mena a questa squadra….

      • jdm says:

        lo volevano tutti …quelli che non l’han mai visto giocare pero’ ,bo a mi al ne mei piasu’ e si che lo avro’ visto giocare na ventina di volte ,in serie b ci sta come legati della pro vercelli ,poi se vogliamo dirla tutta dopo tutti sti popo’ di campionati il napoli non lo ha convocato neanche per il ritiro ,misteri della fede

  9. Robin Hood says:

    A parte caro Stefano che i cinesi hanno iniziato a sborsare
    moneta liquida già dalla precedente campagna acquisti
    “gennaio 2017”.
    Altrimenti non avresti nessuno..
    Sai i 7 big..di cui 2 MILIONARI avrebbero rischiato troppo…
    Ci facciamo prendere per i fondelli per l’ennesima volta dai
    – 7 milionari (I SALVATORI DELLA PATRIA)
    – Carra (IL FANTOZZI ALLA RISCOSSA)
    – Faggiano (IL ROMANO 2 LA RISCOSSA)
    – D’Aversa (IL 4 ‘ DELLA PIADINERIA)

    MA SVEGLIATI…..

    • STEFANO says:

      Prima di parlare dovresti conoscere qualche fatto.
      Purtroppo parli a vanvera sia per il gennaio 2017, a carico della vecchia proprietà, in quanto la trattativa coi cinesi inizia a marzo, sia per il fatto che all’interno dei soci, alcuni avevano manifestato ( non a te certamente perchè sei troppo sveglio per ascoltare) il desiderio di disimpegnarsi dall’affare Parma. Qualche milionario, come lo chiami tu, non se la sentiva di proseguire da solo e ha colto la palla al balzo fornita da Crespo.
      I cinesi hanno versato a maggio 2017, luglio 2017 e chiuderanno l’operazione a ottobre ( il 21), fermo restando che i 4 milioni residui sono già stati garantiti. Questi soldi sono serviti per pagare le quote dei vecchi proprietari, saldare i costi di gestione precedente e finnziare questa stagione. Questi sono i fatti e questo punto beviti due litri di caffè.

      • jdm says:

        ah si son fatti anche liquidare ,figa e lo scrivi anche con tanta gioia ,mo mama

        • jdm says:

          stappati un crodino http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

        • STEFANO says:

          certo che sono stati liquidati. I primo soldi entrati sono serviti ad acquistare le quote, quelli successivi a chiudere i buchi e finanziare questa stagione. Del resto, quote costate complessivamente circa 450.000 euro più i costi di gestione, sono state pagate 15 milioni. Vorrai mai che un po’ di soldi se li siano messi in tasca. Aggiungo io che è stato un atto molto responsabile, lasciare in società la differenza per finanziare la nuova stagione, perchè non erano obbligati a farlo

  10. VELENOSO says:

    1)Qualcuno mi sa dire, per quale motivo gioca L’INGUARDABILE SCAGLIA invece di Speedy Gonzale Mazzocchi?
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif
    2) Qualcuno mi sa dire come mai Dezi gioca sempre e nei secondi tempi non tocca praticamente mai palla e non viene mai sostituito?
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif
    3) Qualcuno mi sa dire perché D’Aversa non riesce a trovare in squadra un posto a Corapi che è il nostro miglior centrocampista?
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif
    4) C’è qualcuno di voi che apprezza il lavoro fatto da D’Aversa?
    Se si, sarei veramentevcurioso di conoscerlo in tempi brevi.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif
    Si potrebbe fissare un appuntamento ma me lo si dovrebbe dire con almeno due giorni di anticipo dandomi così la possibilità di allertare qualche psichiatra per la cura della psiche del mio interlocutore che molto probabilmente l’ha malata.
    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif

  11. VELENOSO says:

    Non abbiamo gioco
    Non abbiamo attacco
    Non abbiamo centrocampo
    Non abbiamo società
    Non abbiamo presidente
    Non abbiamo denaro
    In compenso
    Abbiamo D’Aversa.

  12. Robin Hood says:

    Caro Stefano al 30 giugno è stato chiuso l’anno con
    una PERDITA di 5 milioni.
    Quei 5 milioni sono i debiti fatti negli anni di D e di lega Pro.
    Acquistando bolliti e dilettanti, ed è tutto dire….
    Chi vuoi che abbia autorizzato Faggiano a gennaio
    ad acquistare dei “CAMPIONI” coi debiti pregressi in conto?
    La proprietà milionaria…???? ha ha….I CINESI…..
    e a questo punto….ti consiglio l’utilizzo della SCANTERINA!!!
    NE HAI VERAMENTE BISOGNO…

  13. Vekkia Nobiltà says:

    Oggi pomeriggio allenamento a porte aperte e bocche kiuse

    Ardua la sentenza ma abbiate pazienza ragass

  14. STEFANO says:

    Faggiano è stato autorizzato dalla vecchia proprietà così come per la campagna acquisti di quest’estate e visto che tu sei così bene informato, te lo dico in tempi sospetti :
    Qualcuno della società ha già avuto numerosi ” richiami” e probabilmente si tradurranno in qualcosa di diverso, sia per lui che per altri.
    Il tempo dirà se ho ragione io o tu

  15. jdm says:

    come riesci a non dire nulla tu in poche righe nessuno.

    per richiami cosa intendi l’antitetanica ?

    probabilmente tradurranno in qualcosa di diverso e’ un aforisma della madonna, best regards http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  16. Robin Hood says:

    Certo che lasciare una società nuova con ben 5 milioni di debiti
    mi fa pensare ad una cosa:
    – che la dirigenza è stata alquanto irresponsabile….
    – e che i 7 PIOCIONI “considerati i salvatori della patria”,
    invece di ripianare i debiti abbiano sbolognato il tutto
    al primo passante da Ponte Caprazzucca.
    Speriamo che sti CINESI i sian mia un MANTENI 2….

  17. Marco says:

    Stefano ti vedo molto preparato,quindi il giorno del closing dovrebbe essere il 21? Tu come li vedi i cinesi

    • STEFANO says:

      Li conosco solo per interposte persone che stanno lavorando per loro.
      Da quanto so , sono misurati e intenzionati a portare avanti il Parma. Ma mai hanno dichiarato di voler acquistare giocatori a gennaio o di voler arrivare in champion’s league.
      Hanno lasciato la gestione alla vecchia proprietà fino al closing e forse lo faranno anche dopo, ma non è ben chiaro
      Hanno budget ben precisi e delimitati che sono stati sforati già ora per l’anno prossimo e ciò preoccupa e fa inc….
      Il closing dovrebbe esserci il 21 salvo ritardi o impedimenti burocratici ma NON relativi a somme di denaro che sono già state interamente versate e / o garantite.
      Esiste per questa stagione un obbligo / accordo di gestione condivisa con l’attuale proprietà che di fatto , potendolo fare, si è comportata grosso modo come scritto da Luca C, benchè in modo un po’ forte.
      Dopo di che non hanno un fatturato clamoroso, devono gestire 4 squadre e il loro core business è veicolare e vendere pubblicità attraverso alcune squadre europee.
      Dal loro business di penderanno le fortune del Parma negli anni a venire.
      Ci sono problemi col governo cinese per i noti motivi.
      Questi sono fatti di cui ho conoscenza.
      Quindi, metto le mie personali considerazioni :
      1) anche i cinesi del Pavia sembravano seri e invece hanno caricato la società di debiti e l’hanno lasciata fallire
      2) Il Milan sta cercando di finanziare nuovamente il proprio debito e non si capisce bene quali garanzie possa dare vista la situazione che il Corriere della Sera di ieri evidenzia in capo al CEO dei cinesi
      3) Suning versa grosso modo nella stessa situazione di cui sopra
      Possibile che solo a noi vada tutto bene? Speriamo ma al momento sono scettico anche se riconosco che 15 milioni li hanno versati, che sono stati gli unici a prometterli e a farlo.
      Sono stati una manna dal cielo per la proprietà di Parma.
      Credo anche , però, che finchè i vecchi soci staranno in società, nessun grande rischio si correrà, perchè se le cose andassero male, avrebbero ripercussioni d’immagine negative anche loro.
      Diciamo che questa situazione un po’ confusa e ingarbugliata non necessariamente nuocerà. Se darà vantaggi , si capirà più avanti
      Staremo a vedere

  18. STEFANO says:

    Alla fine Robin hood la pensa come me.
    E dire nulla, dicendo tutto quello che si può dire, è un’arte

  19. Luca C says:

    Vediamo se ho capito: 7 milionari, salvano il Parma in D, per quella stagione ( serie D come Domodossola!) si fanno finanziare dall’azionariato diffuso e dal crowodfunding, fanno 10.000 abbonati, hanno entrate sponsor da alta serie B o bassa serie A (parole testuali di Marco Ferrari), qualche migliaio di euro da sky e gli affittano lo stadio a 800 euro al mese. Nonostante questo riescono chiudere il bilancio con 1.750.000,00 euro di perdite (dati ufficiali al 30.06.16). Ricapitalizzano con il sovrapprezzo delle azioni (ossia senza sborsare un euro dal punto di vista personale) e dopo due o tre mesi dall’inizio del campionato di Lega Pro decidono di iniziare la trattativa di vendita ad un gruppo cinese presentato da Crespo (novembre 2016). La trattativa si conclude (forse) con la vendita, e loro si fanno liquidare con mezzo milione a testa che mettono in saccoccia. In estate fanno una campagna acquisti con contratti pluriennali a giocatori (anche over 30), stipulando quasi sempre “prestiti con obbligo di riscatto”, che per spiegarlo anche a quelli col Q.I. di Velenoso è come andare dal droghiere e “fare segnare” poi a fine anno passa mio cugino a pagare… (cinese o non). Rimangono in società con una quota del 4,28% cadauno, ma avranno potere decisionale su Collecchiello ed eventuale rifacimento del Tardini (che abbisogneranno della maggioranza qualificata in CdA). P.S. Il bilancio della stagione scorsa che doveva essere pubblicato il 30.06.17 non è ancora disponibile. P.P.S. il problema più importante sarà D’Aversa e il gioco sulle fasce?

  20. STEFANO says:

    Finalmente ci siamo… 10 + a Luca C

  21. Davide says:

    Esatto Luca C. Aggiungi anche che per evitare rischi il buon Ferrari a promozione ottenuta si è dileguato dalla carica sociale lasciando la poltrona al fantasma di Crespo e al legale di un paio dei pioccioni (Malmesi). Da luglio ad oggi hanno smollato tutto a un poveretto come Carra, che finchè in serie D c’era da presenziare a feste e pranzi a Lentigione e fare i cubetti del cugino triste andava bene, chiaro oggi nella situazione in cui è non sa cosa fare e mi sembra un pugile un pò suonato al centro del ring. Fortunatamente il tempo è galantuomo e le cannelle, così come i braccini dei 7, hanno le gambe corte.

  22. Davide says:

    Cmq siamo nella terza e la prossima è la quarta di ottobre…vediamo cosa hanno combinato i 7 magnifici dei.

  23. jdm says:

    standing ovation ,no poi stefano mi devi spiegare come mai avendo versato il conquibus da un bel po vado sul sito del parma e presidente nonché prorpietario an ghe niso’ ,su quello del granada invece si ,mo co ela na barsleta ? chi sit cantoni ?

    • STEFANO says:

      non ho visto i bonifici.
      Dico che persone italiane, serie e stimate che lavorano per questa società cinese mi hanno riferito questo.
      Il 21 è previsto il closing poi….
      Non so cosa serva di preciso mi si dice che non sia un fatto di denaro.

      • jdm says:

        thank you ,io penso che sia da folli pensare che han gia’ versato i soldi (ben piu’ di quelli pattuiti) e da un altra parte sentire dire che ufficialmente sono ancora al 30% ,mica da un passante della ghiaia ma da uno dentro la societa’ ,che poi il closing fosse per l’altro 30% quindi altri 3 milioni te lo direbbe anche un bottegaio ,anche perché se poi ne metto 11 in tutto o sono matto o entro al 100% ,tutto qui ciao

  24. VELENOSO says:

    Gira e rigira sotto sotto mi state dando inconsciamente ragione.
    In società non funziona niente.
    Proprio niente.
    Abbiamo tutti i requisiti per essere l’ARMATA BRANCALEONE del calcio italiano
    BRANCA BRANCA BRANCA
    LEON LEON LEON
    BRANACALEOOOONE

  25. VELENOSO says:

    Calajo non ha le polveri bagnate, non le ha nemmeno liquide,
    LE HA GASSOSE.
    Al suo cospetto Egidio Calloni era un goleador di razza.
    Forse con la porta alta 5 metri e larga 15, forse riuscirebbe a segnare qualche golletto
    Forse…..

  26. VELENOSO says:

    Tra Scaglia Munari Dezi e Balilla’ tutti centrocampisti, è IMPRESA TITANICA scegliere il peggiore, è veramente umiliante anche per il tifoso vederli giocare come si gioca all’ oratoriohttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gifhttp://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif

  27. Robin Hood says:

    il Q.I. di noi tifosi parmigiani è pari a ZERO.
    L’importante andare al Tardini, incazzarsi perché D’Aversa
    che ha preferito Baraye a PM7, Tifare per la MAGLIAAAAAAA
    e beccare una basa fotonica spendendo 50 euri in birre.
    Se i migliori giocatori della B hanno deciso di accasarsi in altre squadre ci sarà stato un motivo serio o no?
    Caputo ad esempio….è stato PAGATO IN…CONTANTI…
    mica dei PAGHERO’ alla PARMIGIANA….

  28. Luca Tegoni says:

    Buongiorno Luca C
    giusto per capire, sono un po’ ignorante, che cosa significa
    “Ricapitalizzano con il sovrapprezzo delle azioni ”

    A me risulta da conferenze stampa tenute nel corso degli ultimi mesi da Ferrari e Carra che non c’è stata nessuna cessione di azioni bensì un aumento di capitale esercitato dai “cinesi” per entrare in società e detenere il 30%

    Buongiorno Stefano,
    come fa a essere così sicuro che abbiano versato 15 Milioni se ancora l’assetto societario è quello dell’anno scorso? (più Crespo)

    è solo curiosità poi ho già scritto in altro pezzo estivo del mio scetticismo sull’ingresso di Lizhang
    Cordiali saluti

    • STEFANO says:

      Signor Tegoni è vero che è stata ricapitalizzata la società dai cinesi ma è è vero che per farlo esistevano accordi sottostanti precisi ( non è che uno piombi a casa di altri dicendo adesso ti prendo il 60% e ricapitalizzo il tuo club)
      Quello che intendeva dire Luca C è che ai tempi della sottoscrizione del capitale sociale, i soci misero una somma per sottocrizione del primo capitale scoiale, ne depositarono una ulteriore quale futuro aumento di capitale e che la stessa fu verosimilmente usata in occasione dell’iscrizione alla serie C o successivamente, senza quindi ulteriori esborsi di denaro, che credo però, in misura non eccessiva, ci sia comunque stata ( magari non da parte di tutti i soci, perchè in casa altrui non si possono fare conti).
      Quanto agli avvenuti versamenti, direi che fino a luglio compreso , esiste l’ok della società , comunicato in varie circostanze. L’ultima tranche mi risulta ampiamente garantita, sempre perchè riferitomi da soggetti molto vicini alla proprietà cinese.
      Io credo che il closing dipenda più dalla necessità di avere una società comunitaria per porre freno ai limiti posti dal governo cinese ma potrei benissimo sbagliarmi

      • Luca Tegoni says:

        va beh … com’era messa nel post di Luca C sembrava che il valore nominale delle quote fosse superiore al capitale sociale i.v. e questo mi sembrava un po’ strano. Di fatto Nuovo Inizio ha messo tutti i soldi senza “risparmiare” ( a parte che immobilizzare del capitale per spenderlo dopo alcuni mesi non mi pare sia proprio di un imprenditore). Quindi, senza dubitare della sua buona fede, dobbiamo credere agli amici degli amici. Speriamo che in ogni caso finisca alla svelta.
        cordialmente

      • jdm says:

        Stefano ti sembra normale che un soggetto entri al 30% con quote in conto capitale (in una societa’ di capitali ) per 3 milioni e che per l’altro 30% (non ancora ufficiale) ce ne sbatta dentro 7-8 ? mo dai su ,e sora al cont chi detiene il’altro 30% (la futura vecchia proprieta’ cit crespo) decide e pianifica anche per chi detiene il 60% ? ,ma siamo a livelli kafkiani qua

  29. LucaB says:

    -14 al termine della quarta settimana di Ottobre e poi arriva la nuova proprietà (dice Carra)
    Probabilità che arrivi davvero entro il termine 10% (in calo…)

    Punti fatti nelle prossime due gare per fare andare via D’Aversa? quelli che vogliamo tanto resta lo stesso…

    Possibilità di andare ai Play Out 80% (in aumento)

    Questi sono numeri altro che quelli dei moduli di gioco..

  30. Davide says:

    Luca il problema è che i nostri ex (?) proprietari non hanno mai fatto alcuna chiarezza sul punto. Quindi tutte le ipotesi sono buone. Ad oggi sappiamo solo cit. Carra che fra la terza e la quarta di ottobre si dovrebbe concludere tutto (poi cosa sia questo tutto ancora non lo sappiamo). Vorrei però ricordare che il fuggitivo Ferrari all’indomani della promozione disse che tutto si sarebbe concluso a luglio. E poi si è dimesso. E’ ovvio che ai mammasantissima dell’imprenditoria parmigiana fa comodo che a fare certe figure sia Carra e non uno di loro. E anche io sono molto più preoccupato per queste cose che per i risultati pessimi di campo. Anche perchè questi ultimi sono figli di questo vuoto di società, società che non è e non può essere il Pizza Jr. a Collecchio che guarda gli allenamenti in camicia da boscaiolo canadese.

  31. Gabriele says:

    Con l’abbonamento se non sbaglio si ha diritto a 2 ingressi, basta presentarsi con l’abbonamento o per entrare c’è una procedura piu complessa?

  32. Robin Hood says:

    Ribadisco sempre il concetto che a Parma
    chi comanda è l’UPI.
    L’informazione è a libro paga, dai bloggher di ultimo grido,
    dalle trasmissioni televisive, alla carta stampata.
    Potrebbero comunicare a breve dell’invasione dei BARBARI
    che tutti proprio tutti si cagherebbero addosso…
    Le interviste di Carra e Ferrari?
    Fatte per chi ha il Q.I. pari a zero….
    QUANDO FINIRA’ QUESTA PAGLIACCIATA??? MAI?????

  33. pietro.p says:

    Buona sera a tutti, io dico la mia speroma in san ceravolo che ci salvi lui. il resto non entro nel discorso, non ne capisco un c….o vado allo stadio a tifare PARMA e anche a bere qualche birra, dato che là vendono ci può stare, e alla fine spero sempre che vinca al PARMA e se asvensa mia pasiensa. mi inc….o un po’ ma dopa un po’ làm pasa. speriamo nella svolta già da sabato san CERAVOLO pensaci tu. un saluto a tutti. FOLZA E SEMPLE PALMA.

  34. albano says:

    dopo mille discorsi che sviano l’ operato e le capacità del mister proporrei allo stesso visto che ha dato degli scarsi a più di qualche attaccante che ha voluto o non voluto in rosa…. contro l entella schieri i giovani (e non solo x l’ attacco). sarebbe un punto di partenza o di fine! quantomeno di carattere e/o forse rottura con l’ Ambiente in tutte le sue forme o quello che c’ è. poi parleranno i risultati. altrimenti ha ragione chi dice questa agonia sarà fino a dicembre.

  35. Vekkia Nobiltà says:

    Ma ki se ne frega dell’UPIm tanto il 21 c’è il closing

    Di quale mese e anno però NON si sa ancora

    Ma qualke professore ke conosce l’amico è ottimista

    Allora ottomizziamo….abbiate fiducia allo spip c’è !!!!

  36. Davide says:

    Comunque se tra la terza ovvero questa è la quarta ovvero la prossima ci sarà quello che ha promesso prima Ferrari e poi Carra basterebbe darci la data fissata col notaio o la convocazione di una assemblea o di un cda. Ma esiste qualcosa di simile?

  37. Pencroff says:

    Figa, abbiamo qui on line commercialisti ed avvocati di eccelso livello: i san tut!
    Ed io, che ho fatto la V, pensavo che convocazioni di assemblee e Cda non fossero pubbliche ma limitate a soci ed amministratori a seconda della riunione. as vedá propria ch’io fat la V, la vostra preparazione mi intimidisce

  38. Domenico says:

    Pencroff soffri di stitichezza?
    ti consiglio di ascoltare per ben 10 volte l’intervista di Carra.
    Stimola molto…

  39. Paolo says:

    Infatti il cda per l’approvazione del budget da presentare alla lega c’è stato a inizio a ottobre, presenti i cinesi. Non è stato invitato lei che ha la V? Magari erano presenti in quella sede commercialisti e avvocati. poi io tutto sto ottimismo non l’ho proprio trovato. Anzi. Il 21 è vicino. Vedremo se alle parole seguiranno fatti concreti.

  40. pietro.p says:

    chiedere ai cucini TESTE QUADRE per come si fa un cda. ahhhhhh i stan pes che nuetor che dispiaser. FARZA PARMA DAI CHE CE LA FAI.