CARMINA PARMA, di Luca Savarese / UN POKER, MOLTI SIGNIFICATI (video amatoriale: Lucarelli in trono)

19 Nov 2017, 00:00 2 Commenti di

Luca Savarese(Luca Savarese) – La gara inizia con Alessandro Lucarelli portato in trono, finisce con quattro gol rifilati all’Ascoli e che mandano il Parma, a braccetto col Bari vincente a Novara, in cima alla classifica, aspettando la gara del Palermo contro il Cittadella di lunedì sera. Questo Parma inizia a fare sul serio, dà un chiaro messaggio alle alte sfere del campionato e zitto zitto si prende la vetta. E sotto gli occhi attenti di Jiang Lizhang, alla sua prima al Tardini. Cadono le foglie, viene buio presto e i riflettori li accendono i crociati stessi. “Ora ci siamo e ce la giochiamo fino alla fine”, dice Ale Lucarelli ai microfoni di Sky, la casa della serie B, lui che è diventato il condominio del Parma. Talmente una sola cosa con la linfa gialloblù crociata al punto di prendere il megafono della Curva Nord e parlare, ringraziare, prima del match dentro la cerimonia della sua lucarelli megafonopremiazione come recordman di presenze in maglia Parma (311, traguardo tagliato a Frosinone, e con oggi sono già 313) come fanno solo i capipopolo, quelli che non mettono nessuno schermo tra quello che vivono e la gente che li ama. In campo, contro un Ascoli che si presentava sul manto dell’Ennio ultimo con 13 punti, la partita dura francamente poco. Il tempo del vantaggio di Iacoponi, bravo a sfruttare un’ennesima palla coi fiocchi proveniente dalla destra, e dell’infortunio (auguri di pronta guarigione) del puntero Favilli. La squadra di D’Aversa qui capisce che può fare molto male. Quella del duo Maresca-Fiorin, intuisce un pomeriggio bigio dove anche le vacche sono bigie. Rosseti, che entra per trono lucarellisostituire Favilli e l’uruguagio Lores Varela, combinano poco e niente. Parma-Ascoli, negli anni novanta era anche la voce di Pierpaolo Catozzi e quella di Tonino Carino. Il Parma, la voce, decide di alzarla nel secondo tempo, quando i marchigiani restano definitivamente muti. Insigne sulla mancina semina scompiglio. Chi lo deve marcare deve farsi minimo il segno della croce. Defilato, superato il lato corto dell’area di rigore, sulla sinistra, lì molti suoi colleghi pensano a pennellarla in mezzo, dove qualche lungagnone può andare ad incornare. Invece lui capisce che dà lì, da quel lembo di campo, si può anche tirare. Traiettoria da beach soccer, che non la sabbia ma la complicità di Lanni, mandano oltre la linea di porta. Golazo lo avrebbe definito Altafini. E se ci fosse stato bisogno di lui, invece che del fratello, nella recente ignominiosa nazionale? Piccolo suggerimento per l’Italia prossima ma non Ventura: perché non stabilire l’obbligo di convocare, per ogni gara degli azzurri, sia essa amichevole o ufficiale, almeno 3 giocatori della serie B? La gara contro l’Ascoli somiglia ad uno di quei picnic dove assaggiare un sacco di prelibatezze. Dal cesto di papà D’Aversa esce Yves Baraye, che trova il momento e l’occasione per andare ad infilare anche lui Lanni ed iscriversi alla festa di giornata. PrimIMG-20171118-WA0025o gol per il senegalese in questo torneo, lui così decisivo e prezioso in D ed in Lega Pro. L’Ascoli oltre alle sue già compromesse certezze perde anche la sua anima in mezzo al campo, Addae, espulso per un’entrata su Scavone. Munari, invece, non perde il treno del magic moment e ci sale anche lui, giusto in tempo per trasformare la felice baraonda in un poker da offrire agli archivi. “La nuova era del Parma cinese inizia nel migliore dei modi” sentenzia la voce attenta e piena di ritmo di Massimo Barchiesi sulle onde di Radio 1 Rai. Il Parma è tornato, oggi secondo campo, anche sulle frequenze di Tutto il calcio. Il Parma, in queste ore primo in classifica, è tornato sulle alte frequenze della serie cadetta. Luca Savarese

VIDEO DA PARMA PRESS 24

Carmina Parma, In Evidenza, News, Videogallery Amatoriale

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

2 Commenti a “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / UN POKER, MOLTI SIGNIFICATI (video amatoriale: Lucarelli in trono)”

  1. Luca says:

    Suvvia, Insigne è bravo, ma da qui a convocarlo in Nazionale ce ne passa. Aspettiamo almeno un’intera stagione per giudicarlo al meglio.

  2. Maria Teresa (Teresita) says:

    WE ARE PARMA!! Continua così come CAPITAN LUCARELLI!!

    grazie LUCA per il tuo articolo e un saluto al direttore!

    Maria Teresa