IL COLUMNIST / I GUAI DELLA TERNANA COMINCIANO AL DI LA’ DEL TE’ CALDO

07 Dic 2017, 08:00 7 Commenti di

il-columnist-luca-russo1-300x166(Luca Russo) – Scanzonata ed efficace nei primi tempi, introversa e vulnerabile nei secondi. E’ una Ternana bipolare quella che ospiterà il Parma nel giorno dell’Immacolata. Un po’ dottor Jekyll, un po’ mister Hyde. Difficile decodificare e spiegare le involuzioni dei ragazzi di Pochesci. Se le partite finissero all’intervallo, i rossoverdi sarebbero a ridosso della zona playoff, ovvero al nono posto con 23 punti, 14 gol realizzati e altrettanti subiti. I guai cominciano al di là del tè caldo: è allora che la formazione umbra getta alle ortiche quanto di buono ha combinato prima del duplice fischio di metà gara. Diverse vittorie apparentemente al sicuro si sono smaterializzate in prossimità dello striscione dell’ultimo chilometro. Ma va anche detto che le Fere raramente mollano. Quanto accaduto sabato scorso a Pescara ci ha confermato questo pregio e quel difetto, e cioè sia la brutta abitudine di farsi rimontare, sia la capacità di restare a galla perfino nel mare in tempesta. L’undici rossoverde non sa ammazzare la partita quando la partita gliene offre il destro, però tiene botta nel momento in cui l’avversario lo mette alle corde. Complicato mandarlo al tappeto, a meno che non lo si suoni con una certa insistenza. Segno che il gruppo c’è. Negli ultimi due mesi la Ternana ha perso soltanto in quel di Frosinone, peraltro immeritatamente. E finora in campionato solamente in occasione delle sfide con Bari e Carpi non è riuscita a trovare la via del gol. Il che vuol dire che gli uomini di Pochesci fanno calcio di qualità, sebbene la classifica li veda terz’ultimi con un punto da recuperare su Cesena e Foggia quart’ultimi e con appena tre lunghezze di vantaggio sull’Ascoli fanalino di coda. Una classifica brutta, ma non a tinte fosche come si potrebbe credere guardandola senza spirito critico e di osservazione, perché finché ci small_171112-182411_bast121117spo_0640-696x456sono equilibrio e distanze tra una formazione e l’altra ridotte ai minimi termini, c’è speranza. Per tutte. Per quelle che puntano alla salvezza. E per quelle che ambiscono alla promozione. Senza distinzione alcuna di ambizione. E’ sufficiente un filotto di quattro o cinque vittorie per scalare la graduatoria e traslocare nel breve volgere di un mese dall’incubo retrocessione al sogno promozione. E viceversa, se quel filotto fosse di quattro o cinque sconfitte. I rossoverdi sono addestrati a giocarsela a viso aperto, una vera a propria manna dal cielo per il Parma che si esalta quando ha di fronte avversari particolarmente sbottonati o incauti (vedi Foggia e Pro Vercelli). Pochesci dovrà fare a meno di Signorini, squalificato per una giornata a seguito del doppio giallo rimediato a Pescara, e probabilmente pure di Defendi, nonostante la risonanza magnetica cui si è sottoposto nei giorni scorsi per valutare l’entità dell’infortunio muscolare patito nell’ultimo turno di campionato abbia escluso lesioni a carico del quadricipite femorale della coscia sinistra. Ma recupererà Albadoro, almeno per la panchina, e Capitani, reduce dall’influenza. Luca Russo

Columnist, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

7 Commenti a “IL COLUMNIST / I GUAI DELLA TERNANA COMINCIANO AL DI LA’ DEL TE’ CALDO”

  1. Lukfur says:

    Partire con calma, non come a Carpi. Primi 20 minuti belli abbottonati e guardinghi, poi la Ternana attaccherà, si apriranno e via con il contropiede.

  2. Nobiltà Crociata says:

    Le partite si risolvono in zona cesarini NON i primi 20 minuti

  3. VELENOSO says:

    Le partite non si risolvomo
    Né in zona Cesarini
    Né nei primi dieci minuti
    Né nel primo tempo
    Né nel secondo tempo
    Né attaccando in massa
    Né difendendosi in massa
    Le partite si risolvono con la testa.
    È la testa che ti rende concentrato e voglioso di vincere
    È la testa che a volte il Parma lascia negli spogliatoi
    È la testa che nelle trasferte ultimamente lascia Parma
    È la testa che ti fa vincere i campionati
    Volete il mio pronostico?
    Ternana 2 Parma 0
    Qualcosa mi dice che il Parma è partito senza testa.
    Spero di sbagliarmi ovviamente e sarei felice degli insulti che riceverò se vinceremo ma…..

  4. paolo conti says:

    Signor Velenoso,
    non le spiace se mi tocco le palle…!!!!

  5. Pencroff says:

    Miga baderog, chilù le un cornaciò che al porta ancora pù sfiga quand al fa fenta d’esor ottimiste

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif