IL COLUMNIST / UNDICI LEADER IN DICIASSETTE GIORNATE: MAI UNA B COSI’ EQUILIBRATA

08 Dic 2017, 01:00 3 Commenti di

il-columnist-luca-russo1-300x166(Luca Russo) – Una serie B senza padrone. O meglio, con due padroni astratti, invisibili: equilibrio e imprevedibilità. Che in campo non ci vanno, ma che in classifica si fanno vedere eccome. Oggi in cadetteria la barra del timone la governano in tre: Parma, Palermo e Bari. Con le azioni dei gialloblù in evidente rialzo, dal momento che durante lo scorso weekend hanno riacciuffato i siciliani, fermati in casa sul pari dal Venezia, e i pugliesi, travolti in Liguria da un’incontenibile Virtus Entella. Però in testa, fin qui, non ci sono mai state le stesse squadre per due settimane di fila. Prova provata, questa, che il fratellino minore della A è un pony difficile da addomesticare. Se i primi 180 minuti del torneo fanno poco testo, ciò che è accaduto in seguito ci restituisce l’immagine di un torneo impazzito. Simile più alle montagne russe che non a un tranquillo ma divertente e piacevole giro sui tronchi. Alla terza giornata comanda il Carpi. Fino all’ottava il trono è occupato dal Frosinone, al cui fianco si avvicendano Perugia, Empoli e Palermo. Tra la decima e la quattordicesima, è il Venezia a guardare tutti dall’alto in basso, talvolta in compagnia (degli uomini di Vivarini), qualche altra in beata solitudine. Poi lo scettro finisce, in rigoroso ordine cronologico, nelle mani di Palermo, ancora Frosinone, di nuovo i ragazzi di Tedino e, infine, delle tre adesso in vetta. Un alternanza da far venire il mal di testa. Cambi al vertice al ritmo della più incalzante delle salse. E’ la grande bellezza di una B che di certezze è incapace di offrirne, ma che di stranezze ne regala una dopo l’altra. Ad oggi, per dirne una, tutte le squadre hanno vinto almeno una partita, contrariamente a quanto succede al piano di sopra, dove il Benevento è ancora a secco di successi. E, per dirvene un’altra, mai dalla stagione 1994/1995 era accaduto che la distanza tra la prima e l’ottava fosse così risicata: appena tre punti. Nella B 2006/2007, meglio ricordata come quella alla quale presero parte Juventus, Napoli e Genoa, si arrivò addirittura a 15 punti, gli stessi che nel campionato in corso separano il Parma primo dall’Ascoli fanalino di coda. Una parificazione di valori tecnici e tattici così spiccata da produrre ben undici leader in diciassette giornate. Con il Frosinone in vetta per ben 8 volte; il Palermo per 5; Bari, Carpi, Empoli, Parma e Perugia per 4; e Avellino, Cittadella, Pescara e Venezia che in testa ci sono state per una sola settimana. In attesa di ritornarvi. O forse no. Per maggiori info rivolgersi ad equilibrio e imprevedibilità. Luca Russo

Columnist, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

3 Commenti a “IL COLUMNIST / UNDICI LEADER IN DICIASSETTE GIORNATE: MAI UNA B COSI’ EQUILIBRATA”

  1. Luca says:

    E allora vediamo di dare un bello strappo al campionato ;)

  2. Reizer84 says:

    Intanto la Cremonese ha pareggiato con il Novara, secondo me bisognerebbe iniziare a pensare a mettere qualche punticino tra noi e le altre. Per altre intendo quelle squadre che non sono Bari Palermo Frosinone.

  3. pencroff says:

    vincere questa partita sarebbe un bel Terni al lotto

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif