OPERAZIONE DRAGO, NOTA DEL PARMA: “COINVOLTI, LORO MALGRADO, NOSTRI TRE TESSERATI DELLE GIOVANILI”

04 Dic 2017, 13:00 1 Commento di

(Comunicato Stampa Ufficiale del Parma Calcio 1913) – La Società Parma Calcio 1913 prende atto, con dispiacere, che nell’ambito dell’indagine che ha portato all’arresto del procuratore sportivo Giovanni Damiano Drago e di altre persone, sono loro malgrado coinvolti anche i propri tesserati del Settore Giovanile:
Camara Drissa Gui (Under 17)
Cissè Moussa Amba (Primavera)
Cissè Chaka Amba (Under 15)
La Società, che è completamente estranea all’inchiesta – avendo tesserato i calciatori da altri club, mostrando documentazione ritenuta valida dagli organi competenti – auspica che per il futuro dei tre ragazzi – che si sono sempre distinti per un comportamento esemplare, per educazione, senso del dovere e rispetto, sul campo, in allenamento e fuori – possano essere trovate, nel loro interesse, le migliori soluzioni, mettendosi in ogni modo a disposizione delle autorità preposte, anche per il proseguimento dell’attività sportiva da loro intrapresa in modo positivo.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

C’ERA UNA VOLTA ERIBERTO… ETA’ TAROCCATE E ALTRI GIOCHINI: COME L’AFRICA ARRICCHISCE PROCURATORI SENZA SCRUPOLI

TRATTA CLANDESTINA DI GIOVANI PROMESSE DEL CALCIO, ARRESTATO IL PROCURATORE GIOVANNI DAMIANO DRAGO

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

1 commento a “OPERAZIONE DRAGO, NOTA DEL PARMA: “COINVOLTI, LORO MALGRADO, NOSTRI TRE TESSERATI DELLE GIOVANILI””

  1. Luca says:

    Chissà quanti avvoltoi ora. Bene la nota.