Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / Piatto destro, boato dello stadio, anche Corapi segna con la maglia del Parma in tre categorie diverse… uno di noi!

03 Dic 2017, 16:00 21 Commenti di

esultanza corapi(Luca Tegoni) – Dove sono Ferroni e Baggio? Mi fa un signore seduto nella fila sotto alla mia e gli rispondo che siamo a Parma, poi mi dice che contro il Napoli lo stadio era pieno e gli rispondo che lo era qualche anno fa, adesso è tutto nuovo. Il suo italiano strampalato mi faceva capire che non fosse indigeno ma che appartenesse a qualche etnia distante. Di fatti poco dopo dice che a Parma c’è troppo freddo e a Malta invece ci sono quasi venti gradi. Ah ma allora sei di Malta, si si risponde e mi racconta che anni fa il Parma di Girardi (senza h) andò là in tournee e in una partita Paci, quello alto alto, segnò due reti. A Malta ci sono ottomila tifosi del Parma, ma la maggior parte dei Maltesi tifa per la rubentus, segnala con smorfia di intesa. Con il suo smartphone filma buona parte della partita e, quando Corapi segna, si lascia andare ad un entusiasmo poco contenibile, con balli, salti e grida di gioia. Capita che la memoria dei tifosi lontani cancelli gli anni e la memoria si concentri sui momenti più belli, mantenendoli attuali. Così capita che il sarcasmo patetico del presidente della Pro Vercelli celebri crociate potenze e impotenze passate, tanto per giustificare la pochezza della propria squadra. La Pro fin dal primo minuto di gioco viene quasi ignorata dal Parma che la lascia fare per via di una immobilità raramente vista. Più di una volta i giocatori della Pro Vercelli sono palla al piede ma fermi, immobili sul posto. Il Parma non riesce o non vuol dettare il ritmo della partita e si accontenta a sporadiche azioni condotte tanto da Insigne quanto da Di Gaudio che oggi, almeno nel primo tempo, riesce a saltare l’uomo con facilità anche se poi al tiro manca l’efficacia realizzativa. Negli ultimi minuti del primo tempo anche la Pro Vercelli riesce ad essere pericolosa in area e addirittura segna. Peccato che il centravanti sia stato colto in fuorigioco. Difficile da stabilire se non lo fosse. Pochi minuti prima il Parma ha reclamato un rigore per fallo di mano, netto. Episodio facilmente riscontrabile sia dal vivo che dal replay. Si passa al secondo tempo dove si spera che si alzi un po’ il ritmo della partita, mi preoccupo soprattutto per  i giocatori per via del freddo. Rilancio parrocchiano di Lucarelli dal limite dell’area di rigore, la palla piomba giù a campanile verso il centrocampo e il difensore non la stoppa benissimo. In un lampo Baraye è sul pallone e con il piede più rapido che ci sia se lo sposta avanti lanciandosi verso la porta avversaria. La rincorsa dell’altro centrale che cerca il recupero è poderosa ma non sufficiente per contrastare Baraye che gli resta davanti e il tentativo di contrasto spalla contro spalla diventa gomito su schiena. Yves a terra, ultimo uomo, rosso diretto. Insigne va alla battuta e con la complicità di un difensore mette in rete. Interessante il movimento di Munari che in barriera, quando Insigne sta per calciare si sposta dietro i difensori schierati creando un varco, proprio quello in cui passa il pallone deviato. Pochi minuti dopo ancora un recupero del Parma sulla propria trequarti difensiva. È Scavone che anticipa l’attaccante e allunga il pallone dove Baraye è prontissimo a prenderlo in consegna e a lanciare Di Gaudio. Scavone non smette di correre e segue l’azione, poi Di Gaudio vede il movimento di Baraye che scatta verso l’area, la palla passa da quelle parti deviata da un difensore, Baraye, per un contrasto finisce a terra, e, improvvisamente si materializza Scavone che recupera la palla, aggira il portiere e celebra il gol dell’ex. Due a zero. Finisce così una partita mai realmente incominciata. Nonostante manchi circa mezzora alla fine e il freddo si faccia un po’ più intenso il gioco non accelera, la Pro Vercelli, vinta, non reagisce e il Parma, vincitore, non maramaldeggia. Un paio di brividi in area crociata in realtà ci sono stati a causa di leggerezze in palleggio ma che non si possono certo classificare come occasioni per gli avversari. Per scaldare gli animi c’è voluto il tanto invocato ingresso in campo di Corapi salutato dai tifosi con amorevole ed entusiastico calore. Insigne accelera sulla destra e va al cross basso in mezzo all’area, Baraye non riesce ad intervenire e la palla prosegue verso il centro dell’area dove Frediani, entrato al posto di Di Gaudio tocca all’indietro per Corapi che è libero. Piatto destro, palla alla sinistra del portiere. Boato dello stadio. Il Capitano raccoglie dalla corsa gioiosa Corapi e lo conduce per mano, letteralmente, sotto la Nord a ricevere l’ovazione ritmata e nominativa, Ciccio-Ciccio-Ciccio! Anche Corapi segna con la maglia del Parma in tre categorie diverse. Uno di noi. A meno che non si veda la partita con gli occhiali di Grassadonia, allenatore della Pro Vercelli, Parma surclassa Pro Vercelli tre a zero. Luca Tegoni

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

21 Commenti a “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / Piatto destro, boato dello stadio, anche Corapi segna con la maglia del Parma in tre categorie diverse… uno di noi!”

  1. VELENOSO says:

    Son contento perché D’Aversa ascolta i tifosi.
    Gli avevo consigliato quando era un panchinaro perenne di far giocare Mazzocchi.
    Mi ha ascoltato…..
    Gli avevo consigliato di far giocare Corapi.
    Mi ha ascoltato…..
    Penso non si sia pentito di questi miei consigli.

  2. pietro.p says:

    haaaa come gongolo, grande corapi secon me lui è già contento cosi , grande soddisfazione di avere segnato in serie B. FORZA CROCIATI.

  3. Luca says:

    Mi stavo chiedendo proprio ieri se Corapi avesse segnato con noi in 3 categorie diverse http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif. Grandissimo Ciccio!
    P.s.: oggi grandissimo regalo dall’Entella. Siamo in testa!

  4. Benni says:

    Domenica rientra Calaiò e se arriva coda non ci ferma più nessuno

  5. morosky says:

    Massimo CODA sarebbe il mio sogno proibito …

  6. albano says:

    anche Faggiano forse ascolta i tifosi.
    da questa estate caldeggio acquisto di Coda ideale per puntare alla A e per il tipo di gioco del ns. allenatore.
    domenica positiva anche per quanto riguarda gli altri risultati.
    e pure gioia per Corapi.
    tutto bene. per la prossima gara anche un pari sarebbe un bel risultato ma spero si vada con l’ atteggiamento di fare 3 punti.
    se sarà pari è probabile che si abbia una testa della classifica con 5 squadre. roba davvero strana sotto Natale.

  7. jdm says:

    insomma,vai a rivedere la classifica alla sosta l’anno di guidolin

  8. Nobiltà Crociata says:

    No no con Guidolin eravamo già in A….siiii in bicicletàhahahah

    Anzi in Coppa visto ke il Trevigiano è un vincente sia da calciatore

    Ke da allenatore con la Pankina D’oro fa tì ke palmares mo mama

    • Siberianhusky says:

      Guidolin da calciatore fece una buona carriera, arrivò nella Nazionale Under 21 ed in Serie A. Da allenatore ha fatto vedere qui a Parma, magari te lo sei dimenticato, come si affronta e si vince la Serie B. A memoria di partite in B ne perse un paio, ricordo quella brutta sconfitta di Ancona da dove poi partì la corsa verso la promozione ….
      Con lui nei quadri tecnici ( magari come Direttore Tecnico ), stai sicuro che sei partite prima della fine del girone d’andata non le avresti perse. Se poi ti sta antipatico a prescindere….

      • Nobiltà Crociata says:

        No no NON dimentico la promozione x carità

        Partiti male con Cagni fu kiamato il Veneto ke

        In sala stampa sparò subito una cannella dicendo

        Accetto la serie B solo perkè alleno il Parma !!!!

        Etor ke dimenticare…. NON dimentico un bel nulla

        Poi NON capisco perkè mi deve essere antipatico

        Nel mio spartito precedente NON c’è scritto penso

        NON attribuirmi parole e scritti NON mie !!!!

  9. Spinoza says:

    Ricordatevi che insieme a Coda ci vorrebbe anche un Guidolin. E poi purtroppo abbiamo Baraye che e’ stato determinante per dare il la’ alla vittoria. Quasi quasi ce ne dispiciamo un pochino vero? Da sottolineare invece la grande sportivita’ con cui i piemontesi hanno accettato la sconfitta. Io li prenderei come esmpio

  10. jdm says:

    capire pomo per pero,ho detto di riguardare la classifica prima della sosta nell’anno di guidolin ,visto che a natale 5 squadre in testa sembrano strane

  11. albano says:

    complimenti non ricordavo la testa a Natale con 5. ottima memoria!
    speriamo che sia di buon auspicio allora e che la storia si ripeta.

  12. Robin hood says:

    però con Guidolin aghèra nètra squèdra…..

  13. Gabriele says:

    Quella squadra di base aveva fatto la serie a ed erano rimasti quasi tutti, l’impresa era stata retrocedere l’anno prima
    Tutto cio fermo restando l’ottimo lavoro di Guidolin che è giusto che venga ricordato

  14. jdm says:

    per esempio vorrei capire se e’ meglio zenoni o mazzocchi e via discorrendo,tanto si fa per cazzeggiare

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif