CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / E’ la solita storia Mister… Ma è così difficile vincere? Chiedi alla polvere del campo cosa serve…

05 Feb 2018, 11:00 34 Commenti di

gianni-barone1.jpg(Gianni Barone) – A chi bisogna chiedere il perché di quello che succede ad una squadra che, pur essendo piena di trentenni, è dichiarata immatura dal proprio allenatore, dopo la sconfitta ad opera di una formazione, il Brescia, sulla carta, a detti di molti, ritenuta inferiore sul piano tecnico?  Perché il PARMA cade, improvvisamente, quando dovrebbe viceversa dimostrare sul campo, questa volta asciutto, tutto il proprio valore? A chi bisogna chiederlo? Quando sotto accusa – questa volta oltre alla mancanza di cattiveria e determinazione, che non mancano mai in casi o analisi di questo genere – nei discorsi del giorno stesso o dei giorni a seguire, vi è anche la mancanza oltre che dell’orgoglio anche della maturità giusta. Ma cosa s’intende per maturità giusta? E perché mai una squadra come il PARMA non deve avere la mentalità giusta per fare – a detta del tecnico – un campionato importante?  Occorre lavorare su questo – ha aggiunto sempre D’Aversa – perché anche in questo caso la situazione tattica non preoccupa chi di dovere. Sarà vero? ROBERTO D'AVERSA BRESCIA PARMAE infatti anche in presenza di un cambio di sistema di gioco in corso, che aveva permesso il momentaneo pareggio di CERAVOLO, chi di dovere ha preferito proseguire sulla sua, ormai consueta, linea di pensiero che lo porta a dire E’ chiaro che i sistemi di gioco possono essere diversi, ma quello che devo pensare è soprattutto di mettere i giocatori a loro agio. Ma oggi il problema non è stato certo l’aspetto tattico, E allora perché cambiare assetto, con la sostituzione di un centrocampista con un attaccante, se l’aspetto tattico non serve, non conta e non crea problemi? Eppure a qualcosa è servito visto che chi è entrato, Ceravolo, così si espresso sul cambio modulo (sic) nel secondo tempo  “Personalmente è andata bene, avere un attaccante vicino  di sostegno che impegna anche un altro difensore e crea superiorità numerica in area è sempre positivo però il modulo e CERAVOLO BRESCIA PARMAgli uomini da schierare li valuta il mister“. Appunto, le valutazioni del mister, nell’economia della gara, hanno peso importante o no? Eh? O no?  Chiedo. Quindi, visto che l’aspetto tattico è secondario, come mai quando vi è inferiorità numerica in qualche parte del campo, difficilmente, si riesce ad avere la meglio sull’avversario? Era capitato a CREMONA, allorché lo  schieramento a rombo  dei grigiorossi aveva portano ad una superiorità in mezzo al campo, decisiva nel finale, si è ripetuto a Brescia con l’inedito 4-4-2 di Boscaglia che portava superiorità numerica delle rondinelle sulle fasce laterali, dove Gagliolo e GAZZOLA, venivano spesso presi in mezzo. Il quale Boscaglia, su 10 partite, prima e dopo, l’interregno infausto del solito perdente di successo Pasquale Marino, che ha collezionato solo 3 vittorie due delle quali proprio contro il PARMA, e che boscagliaandando in antitesi col suo collega D’Aversa, così si è espresso: “Credo non ci abbiamo messo solo furore agonistico, credo che l’abbiamo interpreta bene, abbiamo messo dentro alla partita anche lavoro tecnico e tattico”.  Tradotto con il 4-4-2 s’imbriglia il 4-3-3 scolastico e poi sempre con le parole di Boscaglia: “Abbiamo lavorato con un modulo che sfrutta al meglio la qualità dei nostri giocatori. Dobbiamo fare così ogni volta ma non è detto che il sistema di gioco sia sempre lo stesso”.  Tradotto si cambia in funzione dell’avversario assetto, senza pudore e senza vergogna, per mettere a proprio agio i giocatori e sfruttare le debolezze avversarie. Ma tutto ciò non è tattica? Non è tattica scoprire che Da Cruz, come seconda punta è l’ideale al fianco di Ceravolo o Calaiò, anche in azioni di ripartenza come in occasione del gol? Non è tattica rinunciare al regista (Vacca) e schierare due mediani muscolari (Munari e Scavone) per fare argine chiudendo gli spazi centrali e conquistare palla? manuel-scavone-brescia-parma-primaveraNon è tattica mettere sul lato sinistro Scavone al posto dello stopper aggiunto GAGLIOLO perché da quel lato si attacca meno e per lo meno con minore intensità rispetto agli avversari? Però è tattica anche chiedersi e capire, che va beh la grinta, la cattiveria, la determinazione, l’intensità, il furore agonistico, e Grossi, ha aggiunto anche l’amalgama, per dare connotati più nobili al discorso (Massimino docet), che però ci vuole anche l’umiltà di sapersi adattare alle esigenze tattiche della gara anche prima della stessa, e non solo in corsa, operando abiure di mentalità e di orgoglio. Quando sento dire che non bisogna essere italianisti, che bisogna sempre privilegiare il gioco e cercare d’imporlo, sempre e comunque, penso che occorra fare  bagni di umiltà in mezzo Sandro_Pertini_e_Enzo_Bearzotalla polvere del campo, alla quale, polvere, occorre chiedere come mai si perdono partite quando si è superiori? Quando si vince il merito è sempre dei ragazzi, a detta di tutti gli allenatori, quando si perde invece si sconfina nella metafisica del carattere, per giustificare anche carenze di altro genere. Se chiediamo alla polvere del campo, ci dà risposte più convincenti, invece, sempre a ripetere le stesse storie, che in settimana si è lavorato bene, che la partita è stata preparata bene, che alla fine la colpa è degli episodi che sono andati tutti dalla stessa parte. E’ la solita storia mister, è difficile vincere anche quando si ha la migliore difesa del campionato,  ma proprio manca, in avanti, qualcosa, che il piatto 4-3-3 non darà mai. Il  movimiento  di Torregrossa del Brescia, all’attacco della linea difensiva per farla aprire è stato decisivo, la stessa cosa dovrebbe fare il Parma, visto che elementi come Insigne, pagano, non poco, l’immobilismo tattico della prima linea, che li costringe a fare un lavoro inutile. Per mettere a proprio agio i giocatori, anzitutto, occorre mettere a proprio agio, le idee, le convinzioni e i preconcetti, poi si più Morosky da cruzragionare di tutto e lo si può fare nel migliore dei modi senza tirare in ballo la maturità e l’amalgama, che in una squadra come il Parma non dovrebbero essere  certo problemi. Poi vedendo la sgroppata di Da Cruz, e la prestazione tutta grinta e ordine, del giovane, classe 2000 Bertoli, viene da chiedersi se i giovani nel PARMA, di cui tutti parlano, dove sono finiti? Non ci sono, perché nessun o solo pochi illusi credono in loro. E il gran lavoro delle accademie e dei settori giovanili delle nostre squadre quando si vedrà? Nel frattempo visto che nessuno se ne è accorto, esiste una squadra della nostra provincia (Langhiranese), che milita in Promozione, che da diverse partite a questa parte, manda in campo, regolarmente, 6-7 a volte anche 8 under, tutti provenienti dal proprio vivaio, a fronte dei 3 imposti per regolamento; staziona nelle zone centrali della classifica, ha come obiettivo la salvezza, e anche se ultimamente ha perso qualche partita di troppo, meriterebbe, per il coraggio dimostrato e la sensibilità, maggiore attenzione da parte di tutti, media locali in testa. Ma lo sappiamo che la sensibilità in questo nostro microcosmo non esiste, chissà se qualcuno riuscirà, finalmente, ad invertire questa tendenza. Chissà? Chiedi alla polvere, direbbe Arturo Bandini, protagonista, giovane talento incompreso, dell’omonimo romanzo di John Fante, che di tattica, anche lui, non ne capiva un’acca. Gianni Barone

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

D’AVERSA: “QUANDO SI CONCEDONO DUE GOL COME QUELLI DI OGGI POI E’ DIFFICILE PORTARE A CASA LA PARTITA. NON SIAMO ANCORA MATURI: DOBBIAMO MIGLIORARE” (VIDEO)

CERAVOLO: “CONTENTO PER IL GOL, GROSSO RAMMARICO PER LA SCONFITTA. L’OBIETTIVO COLLETTIVO E’ QUELLO CHE CONTA DI PIU’” (VIDEO)

Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / Fare domande ad un allenatore dopo una sconfitta è una forma di sadismo. Dare invariabilmente la stessa risposta è masochismo…

CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / “Movimiento, Movimiento”: il Parma di D’Aversa sembra una riedizione postmoderna della Juve socialdemocratica di Heriberto Herrera

Cattivo Cittadino, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

34 Commenti a “CATTIVO CITTADINO di Gianni Barone / E’ la solita storia Mister… Ma è così difficile vincere? Chiedi alla polvere del campo cosa serve…”

  1. Davide says:

    beh Dezi sicuro è più bravo con Istagram che in campo, Ciciretti è venuto qui a svernare e curarsi quindi va bene così..era a Roma mentre la squadra perdeva a Ghirardi Town…e Dezi a Benevento a cercare nuovi profili convalescenti per Faggiano. Consiglio a Faggiano di valutare un prestito mensile di Matuidi, fino a guarigione avvenuta, in modo da ridarlo a Marotta in otttime condizioni per la partita di ritorno col Tottenham.

  2. Davide says:

    La storia poi di Calaiò e Siligardi influenzati è ridicola. Anche mia nonna fa il vaccino.

  3. Stefano says:

    Io non metterei sullo stesso piano calaio e Ceravolo perché fanno dei movimenti molto diversi.. detto questo è evidente che la squadra ha dei limiti tecnici e fisici che il mister,ad Oggi, non è riuscito a compensare con un adeguata preparazione tattica. Va comunque detto che il discorso sulla grinta lo faceva anche il don guidolin prima di ogni partita e va aggiunto che la maturità di un gruppo non è legata all’età dei componenti ma a come ragionano sia singolarmente che in gruppo

  4. Lukfur says:

    Dopo ormai 55 partite sulla panchina del Parma il gioco di DAversa non migliora. e non migliorerà, in quanto più di questo non è capace di fare.
    Non si accorge che:
    1- dopo 20 minuti perde il controllo del centrocampo ed agli attaccanti non arrivano più palle
    2- gli esterni sono sempre soli, ci siamo tutti accorti che DiGaudio o Insigne provano improbabili dribbling in mezzo a 3 avversari perchè cono da soli, non perchè sono brocchi
    3- non riesce ad adattare moduli e sistemi di gioco a seconda dell’avversari, a seconda delle caratteristiche dei giocatori a disposizione, continuando imperterrito nella sua monoidea
    4- non sa leggere tatticamente la partita, non riesce a cambiare in corsa per far fronte ai cambi dell’avversario
    5- con una rosa molto matura di over 30 dice che non sono maturi?
    6- quando si perde la solfa è sempre la stessa: mancano impegno, cattiveria, atteggiamento… ma chi dovrebbe infondere tutto cio?
    7- ci vuole poco a capire che I giocatori una volta ricevuta la palla non sanno cosa farne… e così vanno in depression e frustrazione
    8- manovra lenta che da agli avversari tempo di ritornare e ri-schierare la difesa. perchè ogni volta che la difesa riconquista palla bisogna fare 3 o 4 passaggi in orizzontale dando tempo agli altri di riorganizzarsi e tornare in difesa?
    9- abbiamo una rosa di 27 giocatori, possibile che non ne riesce a trovare e mettere in campo 11 motivate e disposti a correre?
    10- vi sono 9 attaccanti in rosa, 3 per ogni ruolo dell’attacco? possibile che non riesca a schierarne 3 che facciano gol????

    Dopo 55 partire DAversa è questo e non cambierà, il suo gioco non evolverà mai perchè al di la delle sue poche e scares capacità. Altrimenti I cambiamenti ed I miglioramenti dovremmo averli già visti
    Non si può prendere una Fiat Panda e pretendere che corra un gran premio di formula 1….
    Chiamate Guidolin… per favore… basta con questa agonia

    • Tio says:

      La vedo esattemente come te, ormai di tempo ne è passato anche troppo e i problemi sono sempre gli stessi, quindi inutile aspettarsi miglioramenti.

  5. Luca says:

    Non vorrei che con la storia del “siamo una neopromossa, non abbiamo l’obbligo di lottare di nuovo per le posizioni di alta classifica” ci siamo adagiati sugli allori.

  6. Rikman says:

    Quando un tecnico scarica pubblicamente le responsabilità di una sconfitta sui giocatori, fa pensare a tutto, fuorché ad uno spogliatoio sereno.
    La società dovrebbe meditare molto su questo aspetto.

  7. Lukfur says:

    Ho letto che una piccolo squadra di serie A potrebbe guadagnare con le nuove regole sui diritti anche 50 milioni in due anni…. Possibile che non si è ritenuto di investire su un mister adeguato e preparato per la promozione? Aprite gli occhi su quanti soldi ci fa perdere DAversa
    Incapace poi di valorizzare I giovani…
    Chi spende di più spende di meno…. investire su Guidolin

  8. RISPETTO says:

    Sig. BARONE visto che Lei potrebbe andare come ospite a BAR SPORT questa sera essendo giornalista, potrebbe chiedere al fenomeno che sarà ospite DANIELE FAGGIANO, come mai non ha preso un giocatore dico uno utile alla causa, come mai abbiamo preso giocatori sopravvalutati spendendo un sacco di soldi che poi arrivati al parma o sono rotti o sembrano degli zombi, come mai non è riuscito a prendere un centrocampista degno di nota, visto che in mezzo siamo la squadra più scarsa dell’intera serie B, come mai il suo allenatore ogni volta che perdiamo dice le stesse cose, come mai abbiamo ancora questo fenomeno di allenatore al suo posto e non si è pensato di dare la squadra al primo allenatore delle giovanili disponibile che tanto non cambierebbe niente…. ecco tutti questi quesiti purtroppo non saranno mai risolti in quanto nella TV dell’UPI nessuno dei commensali CHIESA PIOVANI o TRUPO potrebbe mai parlare male del Parma, essendo servi della gleba…. mi saluti carra barone…..

  9. mauro says:

    Ma il sig. D’Aversa non si guarda mai allo specchio al mattino e non rifletta sul fatto che la squadra ha qualche cosa che non funziona e che potrebbe essere lui quel qualche cosa?.Possibile che non si renda conto che possa essere il suo credo calcistico a non far funzionare bene il motore di una squadra che, a detta degli addetti ai lavori, dovrebbe ammazzare il campionato? Ma non esiste una che una persona in società che gli possa far aprire gli occhi? Sono tutti così ciechi? Con tutti i soldi spesi in medicine e riabilitazioni non si rendono conto del danno che stanno facendo i sigg.D’Aversa e Faggiano? quando con gli stessi soldi potevano prendere bravi giocatori sani? Scusate il mio sfogo, ma è perchè voglio troppo bene a questa società. SEMPRE FORZA PARMA.

  10. Luca il lucano says:

    Credetemi non ho poù parole da spendere. Ma pa cosa bella che su 100 tifosi 99 la pensano come noi. Purtroppo la societá è assente. Oltretutto sabato si vince contro un Perugia che non avrà i suoi difensori e continuerà ancora la stessa storia. Io ho messo una pietra sopra e fatelo anche voi. PANTA REI…

  11. Davide says:

    Quel discorso li di Faggiano e Paperino Carra del siamo una neopromossa è stato ed è devastante

  12. albano says:

    analisi totalmente esaustiva di Lukfur.
    se il Mister non viene sollevato subito, si mandi già oggi tutti in ritiro magari non in una Spa e si pretenda inoltre il rispetto di non far rilasciare interviste. in particolar modo a D’ Aversa.
    a livello professionale si conferma che ormai il Mister è in un tunnel (e purtroppo Novara è stato un caso dettato anche della pochezza degli avversari e degli episodi) senza uscita.
    a livello umano lo facevo più Signore. io capisco che è difficile rinunciare a soldi ma così facendo oltre alla dignità che sta perdendo, questo nei prossimi anni allenerà, forse, al massimo in C.
    quindi veda lui! se si dimette il prossimo anno una neo promossa lo farà esercitare in B. altrimenti starà fermo 1 o 2 anni per partire dalla C.

  13. VELENOSO says:

    La pensa così anche
    LA CURVA NORD?
    E’ contenta dell’impegno
    di questi svernatori seriali?

    Scommettete che domenica
    LA CURVA NORD
    applaudirà come sempre
    come una RIMBAMBITA?

  14. VELENOSO says:

    Di questa situazione imbarazzante io do

    Il 20% della colpa a
    D’AVERSA
    L’unica colpa che gli do è
    IL NON SAPER MOTIVARE I GIOCATORI

    Il 20% della colpa a
    FAGGIANO
    L’unica colpa che gli do è
    AVER FATTO DEL PARMA L’ APPRODO
    DI GIOCATORI ROTTI SQUALIFICATI BIDONI VARI
    OSPEDALI AMBULANTI SVERNATORI ETC ETC…

    Il 20% della colpa ai
    GIOCATORI
    L’ unica colpa che gli do è
    ESSERE VENUTI AL PARMA A SVERNARE, SENZA STIMOLI E NONOSTANTE SIANO GRANDI E VACCINATI NON SANNO DARSI MOTIVAZIONI DA SOLI visto che l’allenatore non glieli sa dare.

    Il 20% della colpa alla
    SOCIETÀ.
    L’unica colpa che gli do è
    UNA COMPLETA BABELE. NON SI CAPISCE NIENTE, NON SI SA CHI COMANDA, CHI PRENDE DECISIONI. NON SI SA NIENTE DI NIENTE.

    Il 20% della colpa alla
    CURVA NORD
    L’unica colpa che gli do è
    AVER CREATO A QUESTI GIOCATORI IN PARMA L’ISOLA FELICE DOVE UNO PUÒ SVERNARE TRANQUILLAMENTE SENZA ESSERE FISCHIATO ANCHE QUANDO UNO NON FA IL PROPRIO DOVERE
    UN TARDINI DOVE I FISCHI non esistono mai, UNA COSA
    DA…..ZERO E LODE.

  15. Lukfur says:

    Domenica prossima sfida fra disperati….. Sua Breda che DAversa sono alla canna del gas….

  16. Davide says:

    Una domanda. Ma un eventuale esonero di D’Aversa a chi spetta secondo i patti parasociali tra piòcioni industriali, piòccioncini PPC e cinesi?

  17. Fabio c. says:

    Abbiamo perso, ho sbagliato tattica.
    Non riesco a venirne fuori e non ho scuse, ho una rosa importante ma non so come schierarli, né come allenarli per impartire un’idea di gioco. Sia in campo che a collecchio mi sento impotente.
    Credevo fosse più facile allenare, invece sto facendo sembrare il calcio uno sport difficilissimo, ed in cuor mio so che non è così.
    Chiedo scusa a tutti, specie ai tifosi che numerosi sono venuti ancora una volta in trasferta, a dispetto del tempo e delle prestazioni. Grazie per l’opportunità della vita, ma la mia dimensione non è questa, mi dimetto.
    Bobby

  18. LucaB says:

    Il tabellino di D’Aversa si commenta da solo..

    “28 le vittorie ottenute sin qui dal tecnico crociato da quando è a Parma: 11 sono invece i pareggi, e 13 le sconfitte, l’ultima delle quali sabato scorso in quel di Brescia.”

    • lukfur says:

      Terrei ben separato quello successo lo scorso anno in serie C.
      Pur avendo una rosa da serie B (vedi innesti di Frattali, Di Cesare, Iacoponi, Scaglia etc…) siamo riusciti a prendere 10 punti di distacco dal Venezia, che pur aveva una rosa nettamente inferiore.
      L’anno scorso le giocate individuali, in una serie inferiore, sono riuscite a risolvere molti problemi e ad arrivare fortunosamente in serie B.
      Quest’anno non è più così, il tasso tecnico degli avversari è superior, sia per I giocatori che negli allenatori avversari, che il più delle volte riescono a prenderci le misure dopo 20 minuti e non ci fanno più giocare (pur avendo rose tecnicamente inferiori).
      Quest’anno abbiamo già collezionato 8 sconfitte, troppo se si hanno ambizioni ….
      Con DAversa si continua così, si vince solo su episodi, dato che il gioco non lo abbiamo. Quando la dea bendata gioca a nostro favore si vince, quando no, perdiamo…. tutto qui…
      Pertanto se non si cambia mister subito, finchè si è in tempo a raddrizzare questo campionato, si proseguirà solo con una media di 1.3 o massimo 1.5 punti a partita, altenando vittorie fortunose a sconfitte, senza regolarità, ma solo in seguito al fattore fortuna…

  19. Davide says:

    Domanda:ma se dopo una telefonata inter urbana di paperino carra con i cinesi venisse esonerato il mister, chi sarebbe il sostituto scelto da faggiano?C’è qualche allenatore con un crociato rotto, una tendinopatia cronica, un tendine di achille da operare sulla piazza?Così da fare gruppo durante i differenziati.

    • lukfur says:

      o arriva uno in gamba, ed al momento vedo solo Guidolin, oppure se bisogna prendere un brocco qualsiasi, riproviamo con Apolloni fino a fine campionato. Tanto già lo paghiamo… sono curioso di vedere cosa combina con una rosa di qualità nettamente superior (senza Canini, Garufo, Nunzella…) rispetto a quella con cui è dovuto partire lo scorso anno.
      PS…. è una provocazione

  20. Gabriele says:

    Io continuo a leggere di qua e di la che abbiamo chissà quale squadra..facciamo un giochino, diamo per scontato che cambiano l’allenatore oppure per un attimo pensiamo a tutto tranne che a quello.. che squadra pensate di avere? non basta guardare la “qualità” (molto presunta), bisogna tener conto anche della “professionalità”: pensando anche all’anno scorso l’impressione mia – molto spiacevole – è che i giocatori qui tendano a vivacchiare, che non siano tanto laboriosi.
    Forse, tralasciando per un attimo anche le responsabilità in tal senso dei dirigenti che frequentano collecchio quotidianamente, bisognerebbe riflettere tutti sul fatto che gira e rigira passano gli anni e i protagonisti ma ci ritroviamo sempre a commentare dirigenti che fanno mercato senza criterio (apparentemente), allenatori piu o meno (in)capaci (apparentemente) e giocatori che non rendono secondo aspettative .. non è che sia l’ambiente parma a far si in qualche modo che ce li troviamo tutti qui?

    Arrivati a questo punto cambiamo l’allenatore ma ai giocatori consiglio di farsi tatuare anche un bel paio di palle che è l’unico modo che hanno per dimostrare di averle perchè anche con una palla sola uno schifo come quello di sabato non si vedrebbe, altro che moduli o giocano, gli avversari corrono i nostri si pettinano

    • Siberianhusky says:

      La squadra è stata allestita secondo le indicazioni dell’allenatore, l’unico acquisto in controtendenza è stato quello di Ciciretti ( a meno che, erroneamente, sia stato preso come esterno ).
      Tanti esterni, visto il 4-3-3 d’ordinanza.
      Con un allenatore meno dogmatico ne sarebbero bastati come minimo due in meno e si potevano ingaggiare un centrocampista ed un attaccante centrale in più.
      In Serie B gli allenatori cercano prima di tutto di impedire agli avversari di sviluppare gioco, cosa che diventa non complicata quando affrontano il Parma perché D’Aversa praticamente quasi mai propone novità tattiche.
      Altrove la sua panchina starebbe schricchiolando da prima della sosta

  21. VELENOSO says:

    MA
    LO
    VOLETE
    CAPIRE
    CHE
    SONO
    I GIOCATORI
    CHE
    VANNO IN
    CAMPO ED
    ANCHE
    SE
    GIOCANO
    DA SCHIFO
    VENGONO
    SEMPRE
    APPLAUDITI?

  22. Davide says:

    Miracolo ha parlato Paperino Carra!Il ruggito del topolino (o Paperino).Per dirci che siamo una neopromossa e che va bene così. Mentre Ciciretti a Roma e Dezi chissà dove si selfavano felici.

    • VELENOSO says:

      Dicono che va bene così?
      È LA MENTALITÀ DEI PERDENTI
      o se preferite di chi vuol nascondere
      un elefante in una mano.

  23. VELENOSO says:

    Chissà quanti su questo forum sono della CURVA NORD che criticano l’allenatore, la societa, il D.S. e i giocatori.
    Molti sempre della CURVA NORD si sentono traditi da questi svernatori e lo dicono chiaramente sul forum ma poi allo stadio che fanno?
    SI TRASFORMANO.
    I giocatori perdono e non s’impegnano e loro invece di fischiarli cosa fanno?
    Cantano
    “Non vi lasceremo mai”
    Più rimbambiti di così…..

  24. RISPETTO says:

    Ho sentito faggiano a tv Parma, una vergogna!!!

  25. Davide says:

    E’ infortunato anche lui?Se non lo sei non puoi essere tesserato

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif