COLOSSI CROCIATI di Luca Savarese / 3^ Puntata: A TU PER TU CON… MARCO BALLOTTA: “Il MIO PARMA ERA UNA SQUADRA SIMPATICA, MA GIOCAVA MOLTO BENE A CALCIO: PER QUESTO ABBIAMO VINTO TANTO”

09 Feb 2018, 10:00 23 Commenti di

Luca Savarese(Luca Savarese) – Inosservato non passerà mai nella storia del Parma l’impegno di Marco Ballotta. Così, per preparare l’appetito a Parma-Perugia, ecco un’edizione straordinaria dei Colossi Crociati, spazio che aveva trovato vita durante la lunga pausa della Cadetteria, a cavallo tra la fine dicembre e la prima metà di gennaio. In giorni sanremesi, la canzone cantata da Marco Ballotta sul palco del teatro Parma, non solo piace ma risulta anche molto più interessante di certe canzonette che si sentono oggi, dove basta una parata e via con l’epiteto di grande portiere. Lui, grande lo è stato perché forse, tale, non si è mai considerato, anche se di miracoli, come amano dire oggi i telecronisti scontati, ne ha fatti moltissimi tra i pali: tre su tutti, alzare, da titolare, la Coppa Italia, la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea con gli stessi guanti, quelli crociati e con la stessa maglia, quella del Parma. La storia del Parma che divertiva l’Italia e faceva tremar l’Europa non sarebbe stata la stessa senza l’apporto di quello che in Argentina chiamano l’arquero, il portiere. Come ci ha rivelato ieri quando ho avuto il piacere di sentirlo, gli anni d’oro di Parma gli marco ballottahanno dato la spinta per andare a volare anche tra altri pali, per conquistarsi pomeriggi unici e per scrivere due record eccezionali: entrambi vissuti con la maglia della Lazio: il giocatore più anziano ad essere sceso in campo in A (primato tolto ad un certo Dino Zoff) ed in Champions (primato tolto al belga Verlinden), così, con la normalità del vicino di casa, quello che se hai bisogno ti presta il sale e mette caso mai i guanti e gli scarpini e viene con te a giocare. Dopo una vita con le spalle alla porta, infatti negli ultimi anni Marco, dopo il ritiro in veste da portiere, ha cambiato la prospettiva e la porta ha deciso di vederla da davanti, facendo, nelle categorie minori, la punta. Insomma robe da artisti, cose che solo i portieri, versatili per natura, sanno fare.

Marco quando hai indossato i tuoi primi guanti capivi che sarebbero diventati il tuo abito per tutta una vita?

All’inizio fai fatica, non riesci ad intuire, parti per divertirti, poi se hai la fortuna di fare il settore giovanile in una squadra professionistica, qualche ambizione la puoi anche avere. Ma quando ho mosso i primi passi io, non era come oggi che partono con quell’idea e ci pensano un po’ di più. Io pensavo a divertirmi, avevo passione e poi anche qualche qualità, altrimenti non sarei arrivavo da nessuna parte. Pian piano sono diventato portiere, non subito”.

Estate 1991, avevi già fatto benone al Modena qualche anno prima e dopo una parentesi al Cesena arrivi nel ducato. Le tue prime impressioni?

Sinceramente non ero sulle prime tanto contento e ti spiego il perchè. Ero a Cesena, avevo giocato poco, sai, venire a Parma con Taffarel presumibilmente titolare magari sarei stato condannato alla panchina però sin da subito pensai : -Vado e mi gioco le mie carte -E’ stata la scelta giusta E così, con questo approccio, mi sono tolte molte soddisfazioni”.

Altro che carte…Finale di Coppa Italia 92, titolare e vincente, Ultimi atti di Coppa Coppe 93 e Supercoppa 94, idem. Insomma, le triplette mica le fanno solo gli attaccanti…

Eh no! Ma poi in un Parma che stava nascendo e, vincere certe competizioni con una squadra che stava crescendo non avendo la tipica attrezzatura ed il blasone di una grande squadra, valeva doppio. Era una squadra simpatica, giocava molto bene a calcio e non è stato un caso se abbiamo vinto tanto”

George Valdano dice che i portieri servono ad evitare gol ma chi li evita con semplicità arriva ad essere un artista. Tu non solo sei stato un artista ma anche un recordman. Quanto hanno influito, nel tuo percorso anche a livello di spirito e di esperienza, gli anni vissuti in quel Parma?

Sono stati tre anni importanti, anzi determinanti per la mia carriera, che è partita davvero da quei tre anni, perché prima non avevo mai giocato a certi livelli. Sarei rimasto volentieri ma sono nate delle incomprensioni con l’arrivo di Bucci e quindi, ho preferito andare a giocare e continuare il mio viaggio purtroppo lontano da Parma. Da lì però, è decollata la mia carriera e tra alti e bassi, mi son tolto grandi soddisfazioni”.

Sappiamo che fai anche l’attaccante. Il tuo attacco ideale dei tuoi anni in gialloblù crociato?

Certo faccio anche l’attaccante! Melli, Brolin, successivamente c’era Zola, poi Tino, ma tutti erano ideali, avendo caratteristiche diverse, tutti hanno fatto il loro dovere, ma guarda i primi anni di questo Parma, non solo in attacco, hanno fatto divertire veramente tanto”.

Oggi come vedi la squadra, che idea ti sei fatto, può essere protagonista nella seconda parte di stagione in B?

Il campionato di serie B è davvero lungo e intenso e non puoi mai dare niente per scontato. Il Parma può giocarsi le sue carte fino alla fine, se le giocherà ragionevolmente ai play offComunque dallquasi scomparsa del Parma a rivederlo dopo tre anni in serie B e con la consapevolezza di giocarsi le carte per la A, credo sia questo già di per sé una cosa grandissima e di più non si potesse chiedere”.

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “COLOSSI CROCIATI”

COLOSSI CROCIATI di Luca Savarese / 1^ Puntata: Tomas Brolin (quando la Svezia non ci era antipatica…)

COLOSSI CROCIATI di Luca Savarese / 2^ Puntata: A TU PER TU CON… STEFANO FIORE: “PARMA, LA MIA SECONDA FAMIGLIA”

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

FEDERICO ADORNI (PRIMAVERA) AL BRINDISI CON LE COPPE DEL PARMA CLUB MEDIOLANUM. OSPITE D’ONORE MARCO BALLOTTA (VIDEO)

News

Autore

Stadio Tardini

23 Commenti a “COLOSSI CROCIATI di Luca Savarese / 3^ Puntata: A TU PER TU CON… MARCO BALLOTTA: “Il MIO PARMA ERA UNA SQUADRA SIMPATICA, MA GIOCAVA MOLTO BENE A CALCIO: PER QUESTO ABBIAMO VINTO TANTO””

  1. artemio says:

    guerda che brunel lè pu pramzan di te

    ciò non toglie che sarebbe meglio se ne stesse fora dal bali

  2. Davide says:

    Lo so che è parmigiano (ma se per quello anche SCHIANCHI lo è). E proprio da parmigiano dovrebbe vergognarsi. Però finchè l’informazione la fa Piovani come minimo lo chiameranno a Bar Sport a parlare della FGCI.

  3. artemio says:

    co vot che faga danni anche alla federazione giovanile comunista?

  4. Luca says:

    Non sapevo che ad oltre 40 anni si fosse reinventato attaccante. Davvero una persona per cui il calcio è tutto, una grande passione http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  5. morosky says:

    FUORI TEMA ma, sempre del Parma si scrive: * PERUGIA*

    24 gare
    30 punti
    08 vittorie
    06 pareggi
    10 sconfitte
    40 fatti – 39 subiti

    Ruolino in trasferta:

    12 gare
    09 punti
    02 vittorie
    05 pareggi
    05 sconfitte
    18 fatti – 18 subiti

    Diciamo che i numeri ( in trasferta ) non sono a loro favore:

    effettuano e subiscono 1,5 media gol / gara,
    media punti/gara: 0,75

    Nella partita di domenica prossima ( oltre alle cessioni di Brighi e Han ) mancheranno Dellafiore infortunato ed i difensori Belmonte e Gonzalez squalificati.

    Allenati da Roberto Breda, annoverano tra i loro punti di forza:
    il portiere ROSATI, i difensori DEL PRETE, VOLTA, ZANON, i centrocampisti COLOMBATTO, BIANCO, BANDINELLI, gli attaccanti DI CARMINE ( 13 GOL ), BUONAIUTO ( all’andata ci massacrò con 1 assit e 2 gol, uno fotocopia dell’altro ), TERRRANI e quell’ALBERTO CERRI che tutti conosciamo.

    le loro ultime 5 gare:

    1-3 PERUGIA-Cittadella ( 3° turno ritorno )
    0-2 Pescara-PERUGIA (2°)
    2-0 PERUGIA-Virtus Entella ( 1° )

    2-4 PERUGIA-Empoli ( 21° andata )
    1-1 Novara-PERUGIA (20°)

    buona partita, a domenica prox
    moro

  6. albano says:

    da una parte mi auguro che si perda così forse arriva qualche altro a dirigere l’ orchestra, dall’ altra spero ancora che ci sia una svolta.
    forza ragazzi!

  7. lukfur says:

    Vinceremo di fortuna, con una qualche giocata individuale…. ma di nuovo nulla si vedrà…. ed allora partiranno gli elogi per la reazione e per I lcarattere di DAversa, che conserverà ancora la panchina prolungando l’agonia per alter 5 o 6 partite.
    Dopo la partita col Pescara, ci troveremo in zona play out….

  8. morosky says:

    an son propria miga d’acordi …a nin parlarema prest

  9. tommasone says:

    Mi tocca.
    D’Aversa non va via così facile facile.
    Ha un contratto sino al 2020. Inoltre avvalla, in genere gli acquisti del capo.
    Chi lo caccia e poi lo paga DUE ANNI?
    Se poi va via occorre prenderne uno migliore. Va pagato e bene.
    D’Aversa non sarà un genio ma non è l’ultimo della classe. chi li tira fuori i soldi?
    Chi va a licenziarlo contro il voler del capo?
    Io rimarcherei che abbiamo preso una sequela incredibile di bidoni. Mi riferisco agli acquisti estivi.
    In pratica quando si vinceva era quasi la formazione dell’anno passato più Insigne.

  10. Lukfur says:

    A me risulta che abbia prorogato fino al 2019. Comunque rimango dell’opinione che con questo qua non si va da nessuna parte…. la A rimarrà solo un miraggio…. pagare un buon mister come Guidolin è l’unica via per arrivare in A…. Le maggiori spese verrebbero compensate abbondantemente dai maggiori introiti …. Ho letto che con i nuovi regolamenti una piccola squadra di serie A arriverebbe a incassare anche 50 milioni in 2 anni…. Fai un po tu i conti se ti conviene DAversa e la serie B o Guidolin e la serie A.

    • Nicola.V says:

      Ma siete sicuri che Guidolin abbia voglia ancora di allenare?
      A me D’Aversa non piace ma ditemi voi chi può allenare il Parma?
      Seconfo me dei gran geni in giro non ce ne son, si faceva il nome di MANDORLINI!!!!! Ma per l’amor di dio è no è….

  11. Lukfur says:

    https://www.transfermarkt.it/serie-b/startseite/wettbewerb/IT2

    Questo sito riporta il monte ingaggi della serie B

  12. Lukfur says:

    Palermo 27.6 milioni
    Frosinone 24.5
    Parma 20.2
    Bari 19.8
    Pescara 19.1
    Empoli 17.8

    Abbiamo il terzo monte ingaggi…. un investimento molto importante… È chiaro che l’obiettivo era la promozione quest’anno. …. Altro che la doppia neopromossa…. un investimento così importante dato in mano ad un tecnico cosi scarso…
    Guardate cosa ha fatto il Venezia con meno della metà del nostro investimento…. E la cremonese con solo 14 milioni? Ed il cittadella con 13? Il vero investimento sta nel manico…. Da chi è in grado di guidare la squadra a risultati importanti….

    • Jdm says:

      Ma dai che per ilgranada ne han spesi 40 e sono retrocessi a sasso ,ma per piacere

    • morosky says:

      Immaginando che i valori numerici da te esposti siano veritieri…faccio solo presente che..

      1) il campionato finisce, comunque, per tutti quanti il 18 maggio pv

      2) PALERMO PESCARA ed EMPOLI hanno percepito il famoso e redditizio paracadute in quanto discesi dalla Serie A…

      3) le citate Cittadella e Cremonese arriveranno si nei primi 8 posti ma, non sicuramente nei primi 4 …
      i quali saranno occupati, in ordine del tutto e solo alfabetico da

      EMPOLI
      FROSINONE
      PALERMO
      PARMA …..

      magari, forse, pure con quest ordine ma …queste saranno le prime 4 ….e ..presto ..arriverà il PESCARA a rompere le uova nel paniere a tanti

      moro

      • Lukfur says:

        Per quanto riguarda le cifre ho copiato il link dal sito transfemarkt per chi volesse verificare.
        Riguardo al Parma 4o la vedo assai difficile con questo mister qui. … considerato pure il fatto che l’anno scorso in primavera siamo crollati. Ritengo i primi 4 posti impossibili da raggiungete. Il 5o o 6o molto difficili. Al massimo possiamo aspirare al 7o oppure 8o posto…. dietro di noi ci sono squadre ben organizzate ed agguerrite che stanno recuperando. .. Non vincere oggi è pareggiare la prossima significherebbe ritrovarsi all’ 11o posto. Ricorda caro Mauro che adesso cominciano gli scontri diretti…. Empoli Palermo Pescara. …

  13. Pencroff says:

    Azz…. speso abbiam speso….

  14. Pencroff says:

    Etor che pioció…. spendació col man busi…

  15. Lukfur says:

    Calcolando che il Palermo ha usufruito del paracadute ed il Frosinone ne ha usufruito l’anno scorso (magari in cassa gli poteva essere rimasto ancora qualcosa) siamo quelli che di tasca propria hanno più investito…. È chiaro che si è puntato sulla promozione, ed anche diretta, aggiungerei io.
    Tutto questo investimento adesso è in mano a questo tecnico mediocre…. ma quale società investe molto e poi fa gestire a dirigenti mediocri?????? Svegliaaaaa…. Via DAversa SUBITOOOOOO

  16. Pencroff says:

    Scusa Jdm, posso fare gli spaghi con la ciccia anzichè alla tomacca?
    Com’è buono Lei, mia maestà busonica

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif