IL MONDO NON SI E’FERMATO MAI UN MOMENTO, il ricordo di Emiliano Mondonico di Luca Savarese

29 Mar 2018, 14:00 4 Commenti di

emiliano mondonico(Luca Savarese) – Emiliano solo di nome, ma lombardo puro sangue. Di Rivolta d’Adda e la sua rivolta, nel calcio della fissità e dei luoghi comuni, lui, l’ha fatta. Non semplicemente pensata o iniziata, ma realizzata, compiuta. Da piccolo mentre la sua famiglia mette in tavola piatti e specialità lumbard nella trattoria in riva al fiume Adda, lui cucina sogni e fa scorrere progetti: gli piace giocare a calcio, ama farlo, da ala, vicino alla porta. L’oratorio, il suo settore giovanile, forma l’anima, affina gli scatti, è pronto per scendere in campo. Dopo la Rivoltana ecco la Cremonese, ma è il Toro a prendergli il cuore: prima lo fa esordire in A nel 1968-69, poi nel 1990 lo fa suo allenatore. Con lui, i granata non solo rivedono antichi fasti ma accarezzano, vivono, respirano lo spirito Toro, mai arrendevole, sempre creativo, alternativo per scelta, non per faciloneria. Nel 1992 porta il Torino in cima all’Europa, poi in finale contro l’Ajax l’arbitro non vede un fallo da rigore su Cravero e lui non alza solo la voce ma la sedia. Hasta la sedia siempre, Emiliano! Lui non ci stava. in un mondo patinato dove si fa presto a starci, a passarci sopra. Sfumata la Uefa si rimbocca le maniche ed ecco la Coppa Italia vinta col Toro nel 1993 ai danni della Roma e la finale di Coppa Italia raggiunta nel 1996 e poi persa contro la Fiorentina, squadra per la quale faceva un gran tifo. Con il Novara in A si prende la briga di battere l’Inter a San Siro. Cose dell’altro Mondo, del suo mondo. Si rimbocca le maniche anche quando la vita inizia ad entrargli in gamba tesa: vince un brutto male, lotta, combatte e commenta calcio, non salendo mai su cattedre prestabilite da altri santoni, ma dando una lezione: quella di rimanere sé stesso, fino alla fine. No, il Mondo, non si è fermato mai un momento… Luca Savarese

In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

4 Commenti a “IL MONDO NON SI E’FERMATO MAI UN MOMENTO, il ricordo di Emiliano Mondonico di Luca Savarese”

  1. Gabriele says:

    Non sono stato un fan del tecnico ma ho ammirato molto la persona, mi spiace molto, rip

  2. Gian Marco says:

    Persona credo sincera e umile , un’altro dispiacere che si aggiunge ad altri in questo periodo davvero brutto.

  3. Parmaletale says:

    Dio in questo periodo ha bisogno di brava gente nel suo Team….. Astori – Frizzi -Mondonico….. speriamo voglia giocare un torneo di calcetto a 5 … veramente un brutto periodo !!!

  4. Luca says:

    Il suo gioco non mi piaceva, però come uomo era garbato, ironico e alla mano (almeno a vederlo in tv). R.I.P.