Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / BELLA O BRUTTA LA PRESTAZIONE C’E’ STATA

11 Mar 2018, 20:00 6 Commenti di

YVES BARAYE PESCARA PARMA(Luca Tegoni) – Bella o brutta l’interpretazione è stata quella giusta. Ipse dixit, il Mister. Torniamo da Pescara con tre punti e quattro goals fatti. I numeri tornano e anche la continuità di gioco comincia ad essere apprezzabile. Grazie anche alla rete segnata dopo meno di dieci minuti, l’impostazione tattica della partita ci ha favorito dovendo il Pescara rimontare e potendo noi contropiedare.

Ritornano gli schemi vincenti da palla ferma, questa volta su rimessa laterale. Baraye con un doppio movimento scompare dalla vista del difensore e, alle sue spalle, sulla linea di fondo, seppur in pessimo equilibrio, aggancia la palla ricevuta dal compagno e al volo riesce a toccare in mezzo per Calaiò che anticipa il suo marcatore con il piede sinistro, implacabile e abile nel far percepire al portiere solo il vento della palla mossa e in porta deposta.

Il Parma costruisce un’altra occasione su punizione battuta dalla trequarti di destra, sulla parabola arriva il Capitano con tempismo e, con potenza, capoccia la palla che però sbatte sulla traversa. Poco prima, dopo un batti e ribatti in area, la palla capita tra i piedi di Calaiò appena fuori area sulla sinistra che calibra un lancio sul lato opposto dove, invece di arrivare prima la testa di Dezi, arriva il piedone di un pescarese e l’opportunità si vanifica.

Il Pescara non si manifesta e così la partita scivola senza scosse verso l’intervallo. Buona per volontà soprattutto in copertura la prova di Baraye, oggi al rientro, peccato che non riesca ancora a trovare il guizzo per saltare l’uomo e spesso inciampa o cincischia lasciando la palla all’avversario. Sembra gli manchi forza nelle gambe che però trova nella ripresa quando salta d’abilità e forza due avversari per poi lanciare Ceravolo negli spazi della difesa avversaria. Il centravanti, subentrato a Calaiò da pochi secondi, parte in netta posizione di fuorigioco e, incurante dell’errore arbitrale (matita blu!), affronta il portiere in uscita senza lasciargli scampo, Parma in vantaggio per due a zero. Contrassegnata da buona volontà anche la partita di Dezi che però difficilmente riesce a farne una giusta, tranne che in occasione dell’ultimo goal crociato allorquando, dopo uno scambio in area con Insigne (scelta di fraseggio discutibile nonostante il risultato ineccepibile) mette Scavone nella condizione migliore per segnare praticamente a porta vuota.

Dieci minuti prima, con bella prontezza, Frattali, dopo aver parato la palla calciata dall’angolo, lancia Gagliolo con le mani sorprendendo il Pescara ancora sbilanciato in avanti. Gagliolo passa la metà campo e serve Dezi sempre sulla sinistra, intanto Baraye si sposta sul centro poco prima dell’area di rigore e, sempre libero da marcature, riceve palla. La tocca e sposta il gioco a destra dove, sempre libero, si trova Insigne che vede il movimento di Ceravolo in profondità e lo serve dentro l’area. Guadagna sullo scatto due metri al difensore ma per controllare il pallone e andare al tiro di sinistro fa una frenata brusca che lo mette fuori equilibrio. Il tiro che esce non è granché. Il portiere non è piazzatissimo e ne devia appena la traiettoria rimettendo la palla in gioco in mezzo all’area dove Gagliolo, che, avendo continuato a seguire lo sviluppo dell’azione da lui iniziata si fa trovare pronto e, di contro balzo calcia la palla in porta con un gesto quasi acrobatico.

Tra il tre a zero e il quarto goal del Parma ance il Pescara riesce a segnare.

Si segnala una sostituzione poco goduta dal Capitano che a quindici minuti dal termine viene sostituito da Di Cesare e l’ingresso in campo di Frediani che sostituisce Insigne sulla destra.

Si riaprono prospettive positive per la classifica anche per i pareggi che hanno fermato Cremonese, Cittadella e Bari. Speriamo che alla continuità espressa nei novanta minuti faccia seguito una continuità di risultati per tutte le prossime gare. Scendere in campo con la convinzione di poter vincere sarà determinante anche per compensare tutti quei piccoli errori di misura che di volta in volta, da Baraye a Calaiò passando per Dezi e Insigne ci impediscono di concretizzare quelle che potrebbero diventare ottime opportunità di andare a rete.

I goal portano ottimismo. Parma vince quattro a uno a Pescara con merito.

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

6 Commenti a “Viaggio di sola Andata, di Luca Tegoni / BELLA O BRUTTA LA PRESTAZIONE C’E’ STATA”

  1. Luca says:

    Non ne parla quasi mai nessuno, ma quanto è importante Scavone per questa squadra? Copre e si inserisce sempre alla perfezione.

  2. VELENOSO says:

    Baraye in questa squadra si deve sentire importante.
    Solo in questo modo riesce a dare tutto.
    Se lo si critica anche quando gioca bene lo si perde.
    È un ragazzo caratteralmente fragilissimo, va capito
    e D’Aversa deve entrare umilmente nella sua psiche e capire come fare per farlo rendere al massimo.
    Per me “Barayen” è meglio molto meglio attualmente di
    Da Cruz Di Gaudio e Insigne.
    Giocando poi con continuità può divenire devastante.
    Può essere la sorpresa dei play off.
    Anche Frediani va tenuto in seria considerazione

  3. VELENOSO says:

    Col Palermo sarà una partita fondamentale.
    Ci dira’ di che morte dobbiamo morire o se a morire ai play off
    saranno altri.
    Dirò una bestialità e per questo vi prego tutti di compatirmi ma per me dopo l’Empoli la squadra più forte siamo noi.

  4. albano says:

    premesso che allenatore e schemi non giudico più, si conferma in questo turno che il valore dei giocatori ci porterà pian piano ad avanzare in classifica in questa ultima fase.
    con l’ organico che si ha e la ruota che gira i play off ci saranno. e forse visto appunto la qualità dei singoli porteranno gioie ulteriori a giugno.
    incontriamo l’ entella che non sta bene, quindi mi aspetto altri 3 punti almeno.
    il gioco spumeggiante non ci interessa e comunque non siamo in grado di farlo per tanti motivi, quindi badiamo al sodo con altri 3 punti.
    poi se si vince con Palermo e Frosinone, e facendo da ora in poi 2 punti e qualche decimo di media a partita state a vedere che già a maggio ci saranno grandi gioie…..
    forza ragazzi.

  5. Douglas says:

    lets think big Guys …. lets think win,, win,, win …. si o si ….
    with the big and with the small ….I said before one of the two top places in Classifica when the season ends … remember my words ..
    We are Parma …nothing less ….. not so much doom and gloom
    Forza Parma

  6. Manuel parma says:

    Ma che cavolo ha ciciretti ??? È sempre rotto..non è possibile! Invece sarebbe possibile sapere quanto paghiamo questo ragazzo? Così…x farsi l’idea. Incredibile, ha giocato mezz’ ora da quando è arrivato.