Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Carpi-e diem: solo un attimo…

20 Apr 2018, 15:00 3 Commenti di

carpi e diem

(Mauro “Morosky” Moroni) –  Il percorso globale del Carpi parla di 36 gare, 49 punti, 12 vittorie, 13 pareggi e 11 sconfitte per un totale di 30 gol fatti e 40 gol subiti mentre in trasferta il  ruolino di marcia dei modenesi è il seguente: 18 gare giocate, 19 punti, 4 vinte, 7 pareggiate e 7 perse con 8 gol siglati e 22 subiti: decisamente un cammino esterno molto modesto con una media di mezzo gol/gara siglato e oltre 1 gol/gara subito: la lettura dei numeri dice di una squadra che fatica a segnare ma che, d’altro canto, subisce anche poche reti.
L’allenatore è Antonio Calabro, adotta il sistema di gioco 3.5.2 e, tra i giocatori in rosa, spiccano i seguenti elementi: il portiere Colombi, i difensori Capela, Sabbione, Poli, Ligi, Brosco e Pachonik, i centrocampisti Verna, Concas, Giorico (ex regista Modena),Pasciuti, M’Baye e Saber, gli attaccanti Malcore, Mbakogu, Melchiorri, Garritano e Nzola; due saranno gli ex in campo per i Crociati, Antonio Di Gaudio (confidenzialmente “Pistapocci”) e Riccardo Gagliolo (Thor, ti spiezza in due ma, in realta, è buono come il pane!): attualmente, in classifica, si trovano tra le prime dieci, in piena corsa play off, ben vengano a cercare punti utili per il loro obiettivo.

count down pre carpi

Per quanto riguarda le altre gare della giornata (quelle che ci interessano da molto vicino) , direi che, dopo aver battuto il Carpi, bisognerà attendere anche buone notizie da Foggia, Palermo, Perugia e, come sempre, dulcis in fundo, da Frosinone dove la capolista Empoli non penso che andrà a fare la scampagnata del lunedì sera bensì a suggellare il suo meritato primato,  quindi, per la par condicio nei confronti di noi tutti, “sgambetto” sia!

sgambetto empoli frosinone

 Ritornando a quella che sarà la nostra gara, alla luce dell’infortunio di Dezi, aumenta il numero degli indisponibili ( Scozzarella, Ceravolo, Da Cruz, Scavone, Di Cesare e, appunto, Jacopo Dezi),  pertanto, la probabile formazione potrebbe essere questa ( potrebbe ma, chissà cosa ci proporrà il Mister, alle prese con le molte assenze):

Frattali

Gazzola  Iacoponi  Lucarelli  Gagliolo

Munari  Vacca  Barillà

Siligardi  Calaiò  Di Gaudio

Tutto dipenderà dalle condizioni di Munari e Vacca: nel caso in cui uno dei due non ce la facesse, a mio avviso ci potrebbe stare l’inserimento di Mazzocchi (terzino dx) con l’avanzamento di Gazzola come mediano a destra; in alternativa l’inserimento di Anastasio, stessa funzione, però sulla sinistra: diciamo che non tutto il male viene per nuocere, avremo comunque una squadra competitiva, in forma, in buona salute fisica, con gente giovane, fresca e pure molto motivAtA.

Il settore più falcidiato è sicuramente il centrocampo, in difesa scalpitano Sierralta e, appunto, i due esterni citati (“ turbo Mazzo” e Anastasio che ho scoperto essere il figlio “illegittimo” di Pietruzzu Anastasi), mentre, davanti, avremo tutta la batteria degli esterni (“clan-pistapocci”, Insigne, Ciciretti, Frediani e Baraye)  pronta a dare il cambio a coloro che partiranno dal primo minuto.
marcatori

Situazione ammoniti * (febbre gialla a rischio squalifica)

  • 4 Scozzarella, Calaiò, Iacoponi, Gagliolo, Gazzola, Insigne, Frattali, Lucarelli
  • 3 Munari, Di Cesare, Barillà (*), Scavone (*)
  • 2 Mazzocchi, Baraye, Dezi    
  • 1 Di Gaudio, Da Cruz, Siligardi, Vacca (*)

 Stringiamoci all ENNIO
siam pronti alla FESTA
Siam pronti alla FESTA
LA SERIE A ci chiamò»

(Mauro “Goffredo” Morosky)

* Serie B in pillole*  Di seguito alcuni numeri della serie cadetta:

  • Maggior numero di vittorie: Empoli (21)
  • Minor numero di sconfitte: Empoli (5)
  • Miglior attacco: Empoli (78 gol fatti)
  • Miglior difesa: Palermo e Parma (33 gol subiti)
  • Miglior differenza reti: Empoli (+34)
  • Maggior numero di pareggi: Cremonese (19)
  • Minor numero di pareggi: Foggia (8)
  • Maggior numero di sconfitte: Ascoli (18)
  • Minor numero di vittorie: Ternana (6)
  • Peggior attacco: Carpi (30 gol fatti)
  • Peggior difesa: Ternana (63 gol subiti)
  • Peggior differenza reti: Ascoli (−22)

* fAntasticAndo* Mi sono proiettato col pensiero al 01/07 p.v.: la squadra viene iscritta al Campionato 2018-19, inizia la fase di mercato durante la quale si dovrà “rivoltare” e forgiare la rosa, setacciare molto e bene e, terminate le scelte su chi confermare, si dovranno gettare le basi (ma pure le altezze) per il futuro a breve-medio termine. Da una prima analisi personale, considerando tutti i parametri in merito a categoria, età, contratti in essere, giocatori di proprietà, prestiti, ecce cc, direi che si potrebbe fare una prima scrematura come segue:

Portieri:

nuovo acquisto, Frattali, Nardi, giovane

Difensori:

nuovo terzino destro

Gazzola

Mazzocchi

Iacoponi

Sierralta (rinnovare il prestito)

nuovo centrale ambidestro

Di Cesare

Gagliolo

nuovo terzino sinistro

Anastasio (rinnovare il prestito)

Centrocampisti

nuovo interno destro

Dezi

nuovo play centrale

Munari

Scozzarella

nuovo interno sinistro

Scavone

Barillà

Attaccanti

nuovo esterno destro

Siligardi

nuovo attaccante centrale

Ceravolo

Calaiò

nuovo esterno sinistro

Di Gaudio

Baraye

Come vedete, avrei già le idee molto chiare sulla composizione del mosaico: un ringraziamento a tutti coloro che hanno partecipato a questo cammino, chi da quest’anno, chi dalla Lega Pro e, qualcuno pure, dalla Serie D (forse un paio potrebbero rimanere, se si accontentano buoni buoni, vero Mazzocchi e Baraye?), un grazie a tutti quanti e poi, sotto con acquisti e rinforzi: 1 portiere, 3 difensori, 3 centrocampisti e 3 attaccanti.

I suddetti, tutti potenziali titolari, andrebbero a formare la nuova ossatura della squadra base e, tutti coloro confermati, sulla carta, sarebbero seconde linee, certamente non meno preziose ma utili alla causa, diciamo salvezza? O volete subito l’Europa League? Andiamocela a riprendere? No dai, fa male quella roba la, salviamoci, consolidiamoci, un anno di assestamento per capire come butta ai piani alti, giusto per non fare figure da cioccolatini e pigliare delle “panere” di gol su parecchi campi importanti, giusto?

Tra i possibili confermati ed i necessari nuovi acquisti si andrebbe a formare un gruppo di 30 persone in tutto (probabilmente scenderà di un paio di unità mantenendo sempre il doppio uomo per ogni ruolo).

Ho visto un mister che soffriva in panchina
ne ho visto un altro che più punte non ha.
Nessun acquisto mai
ti può ferir di più
di un grande bomber che non segna più

Dieci acquisti per me
posson bastare
dieci acquisti per me
voglio dimenticare
difensori da allevare
e campi verdi sui quali giocare
Dieci aquisti per me
solo per me.

Uno lo voglio perché
sa bene giocare
Uno lo voglio perché
ancor non sa cosa vuol dir rigore
Uno soltanto perché
ha segnato a tutti tranne me.
Dieci acquisti così
che dicon solo di sì.

Vorrei sapere chi ha detto
che non gioco più senza te.
Matto
quello è proprio matto perché
forse non sa
che posso averne uno per il giorno,
uno per la sera
però quel matto mi conosce
perché ha detto una cosa vera.

Dieci acquisti per me
posson bastare
dieci acquisti per me
voglio dimenticare
difensori da allevare
e campi verdi sui quali giocare
Dieci acquisti così
che dicon solo di sì.

Dieci ragazzi per me
dieci ragazzi per me
dieci ragazzi per me
però io segno per te…
(di Mogol-Morosky-Faggiano-Battisti)

* No Morosky no ! *  Si ritorna all’Ennio per quella che sarà la terz’ultima gara casalinga, gara nella quale ci sarà da soffrire e penare, ma, alla fin fine, vedo che, a noi Crociati, non piace vincere facile e, qualche volta di troppo, ci siamo incasinati da soli, incartandoci e tirandoci la zappa nei piedi: stema concentrè, marcmand gionuot (in ferie, se sarete bravi e giudiziosi, andrete da fine maggio, ma solo se bypasserete direttamente i play off, a ne srà miga un lavor acsì dificil no ?)

Tutti all’Ennio per tifare, dentro alle 14.00 come da recente convenzione Boys, Petitot, Centro di Coordinamento, tola su dolsa, Baccanale, Stradone con relativi bus Tep piazzati di traverso: va mo’ la !!!

Un cordiale saluto ai lettori, con simpatia,

Mauro “Moroski” Moroni

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

3 Commenti a “Parmaland 1913 di Mauro “Morosky” Moroni / Carpi-e diem: solo un attimo…”

  1. Luca il lucano says:

    Quanto è difficile/importante la partita di domani, a centrocampo non solo siamo contati ma l’unico al 100% è Barillà, io a sto punto opterei per un 4-2-3-1 iniziale e poi se si mette bene l’ultima mezz’ora inserisco il centrocampista. Il carpi è una squadra rignosa. Comunque si deve vincere e nel frattempo recuperare gli infortunati visto pure il rischio diffida per 4-5 .
    La mia formazione
    Frattali
    Gazzola Iacoponi Gagliolo Anastasio(dente avvelenato)
    Munari (Vacca) Barillà
    Baraye Siligardi Di Gaudio
    Calaiò
    Nel secondo tempo i cambi Lucarelli , Vacca , Ciciretti

  2. lukfur says:

    Di cesare l’anno prossimo avrà 36 anni, così come Calaiò, non credo riescano a fare una stagione in a, anche se partendo dalla panchina.
    Scozzarella è troppo debole e macchinoso, insieme a Barillà non sono proprio da serie A.
    Meglio investire sui giovani, la squadra ha troppi “vecchietti”

  3. Luca says:

    Non stiamo correndo troppo? Già a pensare al mercato in A? Dall’entusiasmo rischiamo di passare all’arroganza. Calma e gesso. Una gara alla volta.