RUSSIA 2018 OGGI AL VIA / STORIE MONDIALI di Luca Savarese: DA DENTISTA A DENTISTA…

14 Giu 2018, 10:00 4 Commenti di

Luca Savarese(Luca Savarese) – Correva l’anno 1966, il ’68 sarebbe scoppiato dopo due anni, ma la rivoluzione calcistica, era appena cominciata. L’Italia del calcio è alle prese col mondiale inglese, l’ultimo che assegnerà la Coppa Rimet. In panca siede “Mondino” Fabbri, quello che aveva fatto grande il Mantova, portando i virgiliani dalla serie D alla serie A in soli quattro anni (antesignano dell’impresa scritta e vissuta dall’ultimo Parma). Tutti ne parlano, molti lo vogliono. Intanto, riceve il premio Seminatore d’oro: lui, alla tattica, aggiunge anche qualcosa di più. Finisce in azzurro. La Nazionale deve riscattare il cammino, non proprio incoraggiante, vissuto in Cile nel ’62. Mondino, che molti chiamano Topolino, imbastisce una squadra che sulla carta appare lineare: Albertosi in porta, Burgnich e Facchetti dietro, Lodetti gregario dai mille polmoni in mezzo. Poi Perani, ala tornante che fu poi anche allenatore del Parma nelle stagioni 1983-85, Barison, instancabile corridore e quel tris d’assi quasi fatto apposta per accendere le fantasie pallonare degli italiani: Bulgarelli, Rivera, Mazzola. Proprio Sandrino, assieme a Barison, danno la vittoria nel primo match contro il Cile. Gli azzurri vincono, ma non convincono e già la stpak doo ikampa inizia a chiedere sostanziali mutamenti per il proseguo. Cislenko, con un bolide, nella seconda gara, mette al tappeto la baracca e fa godere i russi. Ora, a Middlesbrough, bisogna battere la Corea. E’ questa la Corea del Nord, al suo primo gettone a un Mondiale. Gli orientali hanno mezzi atletici sviluppatissimi, sanno riprodursi in salti che sembrano mortali. La federazione decide di mandare a spiarne trucchi e amenità. Ci va Ferruccio Valcareggi, che quattro anni più tardi sarà il C.t. di Messico ’70. Ferruccio è lapidario: “Quei coreani non sono altro che dei Ridolini!”. Saranno pure dei Ridolini, ma sanno fare male. Come? Con il colpo ferale di un dentista, che nel tempo libero, faceva anche il calciatore: Pak Doo-Ik, nato a Pyongyang nel 1942. Molare levato e morale a terra. Povera Italia. Passano gli anni, le riunioni tattiche passano dalle lavagnette ai dvd fino a diventare tach, eppure i dentisti hallgrimssoncontinuano qua e la ad intersecare le storie mondiali. La Corea del Nord e l’Islanda sono lontane. Non per i dentisti. Heimir Hallgrimsson fino al 2016 faceva il dentista a Vestmannaeyar, dove è nato nel 1967. Certo aveva giochicchiato da giovane, però poi si sa ad un certo punto tocca scegliere. O essere scelto. L’Islanda lo vuole come commissario tecnico. Dal trapano al fischietto il passo è breve. Lui inizia a far sul serio, i pregiudizi, piano piano, sono gengive che non sanguinano più. Prima fa un signor europeo, nel 2016, venendo eliminato solo dalla Francia ai quarti, poi da domani proverà a spaventare l’Argentina di Messi e a sgambettare la Croazia di Modric. Magari, senza anestesia. Da Pak a Heimir, per un mondiale a denti stretti… Luca Savarese

 

Carmina Parma, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

4 Commenti a “RUSSIA 2018 OGGI AL VIA / STORIE MONDIALI di Luca Savarese: DA DENTISTA A DENTISTA…”

  1. Luca says:

    Tiferò Croazia. è un outsider con giocatori di livello Mondiale arrivati nel pieno della loro maturità.

  2. Douglas says:

    Tifero’ Argentina …. per due ragione …
    1. Per Messi
    2. Perche un Argentino e’ un Italiano che parla Spagnolo http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif

  3. VELENOSO says:

    Un mondiale senza Italia è come una,squadra senza portiere.
    Io non tifo per nessuno è le partite che vedrò saranno poche poche.

  4. morosky says:

    In ordine alfabetico, tra le ultime 4 squadre semifinaliste, se non si incrociano prima :

    ARGENTINA
    BRASILE
    FRANCIA
    GERMANIA
    SPAGNA

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif