D’AVERSA: “IN QUESTI 3 ANNI SIAMO STATI ABITUATI A VINCERE, ORA CI ASPETTA UN CAMPIONATO DI SOFFERENZA PERCHE’ CI SONO SQUADRE SULLA CARTA PIU’ FORTI DI NOI”

10 Lug 2018, 12:00 22 Commenti di

roberto d'aversa ritiro(www.parmacalcio1913.com) – L’inizio di una nuova stagione, che vedrà i crociati affrontare il campionato di Serie A; il lavoro, fin dai primi giorni di ritiro, per farsi trovare pronti; le emozioni e le sensazioni di un nuovo capitolo di questo viaggio che il Parma Calcio sta affrontando dal giorno della rinascita… Questi, e molti altri, gli argomenti toccati da Mister Roberto D’Aversa al microfono di Rai Sport, che nella giornata di ieri ha fatto visita alla squadra nel ritiro in Trentino.

Ecco uno stralcio dell’intervista:

Arriviamo da un percorso importante ed abbiamo la fortuna di misurarci in una categoria importante come la Serie A e quindi si deve iniziare nel migliore dei modi e dunque con entusiasmo. Questo è un periodo importante per iniziare a conoscerci, lavorare sia sull’aspetto fisico che sull’amalgama del gruppo. Siamo fortunati perché siamo in un posto bellissimo che ci permette di lavorare in maniera dura soffrendo meno. Le differenze tra la Lega Pro e la Serie B non sono tante. Tra Serie B e la Serie A invece credo ce ne siano molte. In A oltre alle qualità tecniche penso sia importante la struttura fisica e quindi bisogna essere bravi ad allestire una squadra anche sotto quell’aspetto“.

In questi tre anni siamo stati abituati a vincere, quest’anno invece sarà un campionato di sofferenza perché ci sono squadre sulla carta più forti di noi. La nostra voglia, la nostra volontà deve essere quella di misurarci con le realtà più grandi di noi per toglierci delle belle soddisfazioni e raggiungere la salvezza, obiettivo fondamentale. Il mercato? Se si va ad analizzare tutte le situazioni delle varie squadre, non ci sono state tantissime operazioni di mercato. Noi dobbiamo affrontare anche un processo che ha rallentato un po’ il tutto. Per quanto mi riguarda, in questi anni sia la Società che il Direttore Sportivo mi hanno sempre dimostrato di allestire squadre competitive quindi sotto quell’aspetto sono fiducioso. Siamo una neopromossa, nell’allestire la squadra il Direttore deve anche ragionare su un budget che la Società gli dà a disposizione con le difficoltà che ci sono state quest’estate. Da un lato è bene che non ci sia fretta perché le scelte devono essere quelle giuste”.

“Spezia-Parma? La nostra Serie A è stata strameritata. Se vado a ragionare sulla partita di La Spezia, perché tutte le problematiche le stiamo avendo su quella partita per dei messaggi inviati da un calciatore, nessuno può metterla in dubbio perché negli ultimi 25 anni di carriera che ho fatto non c’è stata partita più viva e più accesa. Era molto sentita anche dai tifosi. E’ inverosimile per me parlare di questa situazione. Delle problematiche ci sono state altrove però siamo noi a dover subire questa situazione ma nessuno potrà toglierci quello che abbiamo fatto col sudore e con il sacrificio“.

E’ stato inverosimile già da quest’estate sporcare tutta la promozione ed il nostro percorso per dei messaggi che le persone preposte dovranno giudicare. Leggendo il testo dei messaggi però mi sembra assurdo tutta questa storia, e il voler mettere in dubbio una categoria. A me ha dato fastidio che sia stata macchiata la promozione, so cosa abbiamo fatto a livello di fatica e sudore e tutto ciò che ci ha permesso di conquistare il secondo posto. Noi lo abbiamo conquistato sul campo, poi se altri vogliono conquistare questa Serie A tramite processi non mi riguarda. A me piace guardare in casa mia, poi se un giorno il verdetto sarà diverso da quello che ci aspettiamo, magari mi toglierò io qualche sassolino“.

News

Autore

Stadio Tardini

22 Commenti a “D’AVERSA: “IN QUESTI 3 ANNI SIAMO STATI ABITUATI A VINCERE, ORA CI ASPETTA UN CAMPIONATO DI SOFFERENZA PERCHE’ CI SONO SQUADRE SULLA CARTA PIU’ FORTI DI NOI””

  1. Giancarlo says:

    Saremo penalizzati di 2 in serie a

    • Luca says:

      Anche solo -1 punto sarebbe troppo in base entità del “danno”.

    • Stefano says:

      Può essere. I watsup di calaiò presi e letti in senso “serio” possono far pensare a un tentativo di ammorbidire un avversario e comporterebbe una penalizzazione di un punto per ogni capo di imputazione (quindi -1 che diventa -2 perchè il Parma ha vinto con lo Spezia). La penalizzazione, per essere equa e scontabile, sarà data nel campionato 2018/19, in quanto farla scontare nel campionato appena concluso potrebbe generare dei ricorsi da parte di molte società con conseguente paralisi dei campionati.

  2. artemio says:

    E ti chi sit? Mastrocoda o Nostradamus?

  3. artemio says:

    quidi parma partecipazione calcistiche sa già che al parma danno -2 in serie A?

    o lo si sa solo sul lago maggiore?

    • Alessio says:

      Forse sarebbe il caso che dei soci PPC – sempre ammesso che il sedicente Sig. Giancalro dal Lago Maggiore lo sia effettivamente – si astenessero dal diffondere voci incontrollate su un processo il cui esito sarà noto solo dopo la relativa sentenza
      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

      • Giancarlo says:

        Sono solo mie supposizioni non ho nessuna informazione saluti a tutti forza parma

        • Alessio says:

          Allora se ragioniamo per supposizioni personalmente trovo molto ragionate quelle proposte settimane fa da stadiotardini che, confortato da vari pareri di legali esperti di diritto sportivo, “prevede” l’assoluzione per illecito e al massimo una condanna del giocatore per slealtà. Dispiace per Calaiò, che potrebbe ancora avere la sua utilità in campo, ma in uno o modo o nell’altro credo vogliano fargliela pagare, anche in considerazione del fatto che se per la prima volta ci sono segnalazioni da parte di squadre e queste finiscono nel nulla sarebbero disincentivati ulteriori comportatmenti virtuosi da parte dei club. Nello stesso tempo, però, a chiunque dotato di un minimo di raziocinio i “messaggein” non possono rappresentare una prova di combine, al massimo, appunto, una slealtà nel chiedere minore impegno.
          Come ha scritto Stadio Tardini è anche difficile pensare a congiure di Palazzo per sfavorire il Parma (che ha una proprietà solida e non virtuale) per avvantaggiare il Palermo, i cui guai sono abbastanza noti.
          Confermo la mia previsione:
          6 mesi a Calaiò
          Parma assolto
          http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  4. morosky says:

    Lei Alessio quindi, vista la sua OTTIMA ARRINGA, ragionata e condivisa, non è un socio di PPC..
    vedo comunque che è sempre sul pezzo, ottimamente informato e competente in materia squisitamente GIURIDICO….LEGALE..
    sarà mica un avvocato in incognito ?
    un azzeccagarbugli di quelli saggi di una volta ?
    ..
    cmnq la si legge sempre volentieri sia per quanto sopra sia per i toni pacati conditi da un linguaggio forbito e fluente..
    ..
    ben vengano tanti Alessio ..
    abbiamo bisogno di cultura perchè, come diceva Paolo Rossi, c’è abbondanza d’ignoranza..
    moro

    • Alessio says:

      Paolo Rossi quello dei Mundial 82, no?

      Certo non l’attore che era ieri sera allo Shakespeare…

      Io commercio in fotocopiatrici, avevo iniziato coi ciclostili anni e anni fa ma ormai sono prossimo alla pensione. La mia attrazione per certi argomenti giuridico-legali non è professionale, ma semplici interessi personali

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

      • morosky says:

        Proprio Paolo Rossi il comico sinistrorso che decantò i due rigori sbagliati da Beccalossi contro lo Slavia ….non mi ricordo di dove ..

    • Douglas says:

      qui hai Cultura e Calcio ….
      https://www.youtube.com/watch?v=HhVSfCwPe8o

  5. morosky says:

    Però, 6 mesi a Calaio’ …mi sembrano TROPPI …una sanzione si ma non da fargli chiudere la bottega dai …

    • Alessio says:

      Il mio ragionamento si basa sul fatto che mi aspetto una sanzione “esemplare” per il giocatore; se gli dessero 4 giormate la punizione sarebbe poco “afflittiva”.

      http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  6. Simone Delboni says:

    Basta vedere il mercato di quelle che dovrebbero essere le nostre concorrenti per capire ciò che ci aspetta… Resto comunque “abbastanza” fiducioso”.

  7. BEL BOMBE' says:

    C’è solo da sperare che il giudice non sia juventino, perchè in tal caso temo x come potrà essere la sentenza …

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif

  8. Davide says:

    Noi abbiamo Siligardi Da Cruz e Ceravolo. Calaiò non lo voglio nemmeno considerare. Hanno fatto i primi due schifo in B. Ah si dimenticavo Biabiany e Lescano.

  9. Ludovico il Moro says:

    Basta ascoltare “i video emozionali” da Prato allo Stelvio
    del “nasone” Paolo Grossi.
    Mo mama….che tristezza…..
    “Già dalla prima giornata in evidenza i nuovi acquisti…..”
    ha ha al sa mia cu dir….ma sta ca…clè mei…

  10. LucaB says:

    -6 al d-day