LA CO.VI.SO.C. AMMETTE IL PARMA IN SERIE A: “RISPETTATI I CRITERI ECONOMICO-FINANZIARI PER OTTENIMENTO LICENZA”

12 Lug 2018, 18:00 7 Commenti di

(www.parmacalcio1913.com) – Il Parma Calcio 1913 comunica di aver ricevuto in data odierna comunicazione da parte della Co.Vi.So.C., che ha esaminato la “documentazione prodotta da codesta società e tenuto conto di quanto certificato dalla Lega Nazionale Professionisti Serie A“, e successivamente ha “riscontrato il rispetto dei criteri legali ed economico-finanziari previsti per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini dell’ammissione al Campionato di Serie A 2018/19“.

Il Parma Calcio 1913 comunica altresì di aver ricevuto, sempre in data odierna, comunicazione da parte della Commissione Criteri Infrastrutturali e Sportivi-Organizzativi, che ha esaminato “la documentazione prodotta relativa allo Stadio Ennio Tardini di Parma“, ha “tenuto conto della certificazione favorevole della Lega Nazionale Professionisti di Serie A” e successivamente ha riscontrato il rispetto dei criteri infrastrutturali previsti per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini dell’ammissione al Campionato di Serie A 2018/19. La medesima commissione ha riscontrato anche il rispetto dei criteri sportivi ed organizzativi previsti per l’ottenimento della Licenza Nazionale ai fini dell’ammissione al Campionato di Serie A 2018/19“.

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

7 Commenti a “LA CO.VI.SO.C. AMMETTE IL PARMA IN SERIE A: “RISPETTATI I CRITERI ECONOMICO-FINANZIARI PER OTTENIMENTO LICENZA””

  1. Luca says:

    Pensa te che il Palermo, che ha una situazione finanziaria disastrosa, vuole la A al posto nostro.
    Comunque un’altra conferma di serietà e solidità da parte della società.

  2. LucaB says:

    -4 al D-Day

  3. jdm says:

    va be dai che notizia sarebbe ,ag mancris etor

  4. Davide says:

    Come diceva mia nonna saremo quelli più ricchi del cimitero.

  5. jdm says:

    la morte e’ na livella (cit antonio de curtis)

  6. Davide says:

    Ma il “bagget” di Faggiano forse lo hanno fatto confondendo l’estate 2016 con quella 2018.

  7. pencroff says:

    vag tì che at sì al pu bo’