AL PARMA LA SPORTITALIA CUP: BATTUTO 2-1 IL SASSUOLO, 0-0 CON LA FOLGORE CARATESE CHE POI VINCE I RIGORI / LE PAROLE DI LUCARELLI E IACOPONI

04 Ago 2018, 23:00 22 Commenti di
(da ParmaPress24) – E’ calcio d’estate, e conta il giusto. Ma dice che il Parma si mette in bacheca la Sportitalia Cup battendo il Sassuolo nei tempi regolamentari ed uscendo sconfitto ai rigori contro i padroni di casa della Folgore Caratese che, sempre ai penalty, erano usciti sconfitti dal Sassuolo.

Sassuolo – Folgore Caratese – Il primo match del triangolare della Sportitalia Cup va al Sassuolo ai rigori contro la Folgore Caratese, squadra di cui è presidente il “re” del calciomercato in tv, Fabio Criscitiello, gialloblù in campo dal secondo.

Parma – Sassuolo – Proprio nella sfida da Serie A contro i neroverdi i crociati si impongono 2-1. Gara con tre gol in quarantacinque minuti dunque: Sassuolo subito in vantaggio con Babacar su una papera di Sepe, quasi immediato il pareggio di Di Gaudio da due passi. Il Sassuolo prova poi a spingere ma il Parma resiste e reagisce ribaltando il risultato con una grande punizione di Stulac.

PARMA-SASSUOLO 2-1  – IL TABELLINO

Marcatori: 3′ Babacar, 6′ Di Gaudio, 39′ Stulac.

PARMA CALCIO 1913: Sepe, Iacoponi (cap.), Stulac, Ceravolo, Rigoni, Frediani, Gagliolo, Barillà, Gobbi, Di Gaudio, Siligardi.

A disposizione: Frattali, Dini, Dimarco, Vacca, Da Cruz, Scavone, Baraye, Golfo, Carriero, Galano, Scaglia, Nocciolini, Di Maggio, Botturi.

All.: D’Aversa

SASSUOLO CALCIO: Consigli (17′ Pegolo), Magnanelli (cap.) (17′ Missiroli), Rogerio (17′ Sernicola), Berardi (17′ Odgaard), Babacar (17′ Matri), Ferrari, Duncan (17′ Cassata), Di Francesco, Dell’Orco, Bourabia, Adjapong.

A disposizione: Satalino, Sensi, Raspadori, Boga, Lirola.

All.: De Zerbi.

Arbitro: Sig. Luca Lacertosa di Sesto S. Giovanni. Assistenti: Sigg. Jordi Casati di Treviglio e Pietro Tinelli di Treviglio.

Le parole di Stulac – Intervenuto subito dopo la vittoria contro il Sassuolo ai microfoni di Sportitalia, il centrocampista sloveno del Parma Leo Stulac ha commentato così la sua rete che ha deciso l’incontro: “Abbiamo fatto una bella azione, poi c’è stato quel fallo di mano che ha decretato la punizione e ho fatto gol. Sono felice di essere qui a Parma, spero di giocare il più possibile e di migliorarmi giocando in Serie A. Sono molto contento, perché i compagni e il mister mi hanno accolto molto bene. Adesso sono in attesa dell’inizio del campionato. Il mio gol? Spero di abituarvi ad altre punizioni così”.

Le parole di Lucarelli – A pochi istanti dall’inizio di Parma-Sassuolo, gara valida per la Sportitalia Cup, ha parlato ai microfoni di Sportitalia il nuovo club manager dei crociati, Alessandro Lucarelli. Queste le sue parole: “Nel mio nuovo ruolo c’è un mondo da scoprire, ero abituato al campo ma ora ci sono dinamiche diverse. Comincio questa nuova esperienza con entusiasmo e voglia. Un po’ di malinconia c’è per aver lasciato il campo, ma pian piano ci si fa l’abitudine. E’ un pezzo della mia vita che viene a mancare, ma bisogna voltare pagina e fare al meglio il mio lavoro. Che Parma sta nascendo? La squadra va ancora completata, speriamo che la penalizzazione sia azzerata ma dobbiamo avere un organico di livello: il nostro obiettivo è la salvezza. Balotelli? Non ha bisogno di presentazioni, bisogna vedere se possiamo permettercelo, ma il direttore sa fare il suo lavoro: se ci sarà la possibilità non se lo farà scappare. Ceravolo, Siligardi e Di Gaudio? Son giocatori importanti, mi auguro che riescano a far vedere le loro qualità anche in Serie A”.

FOLGORE CARATESE-PARMA 5-4 (d.c.r) – IL TABELLINO
(0-0 dopo tempo regolamentare)

SEQUENZA RIGORI: Scaglia (P) parato; Moretti (F) gol; Galano (P) gol; Bianco (F) gol; Dimarco (P) gol; Poesio (F) gol; Carriero (P) gol; Penna (F) gol; Da Cruz (P) gol; Dayne (F) gol.

FOLGORE CARATESE: Asnaghi, Monticone, Cacciatore, Poesio, Bianco, Penna, Dayne, Moretti, Vingiano (41′ Marchio), Derosa, Zacchi.

A disposizione: Rainero, Marconi, Carrara, Ciko, Gioè, Valotti, Ngom, Febbrasio, Cattaneo, Pertica, Gerevini.

All.: Siciliano.

PARMA CALCIO 1913: Frattali, Iacoponi (cap.) (41′ Botturi), Dimarco, Vacca, Da Cruz, Scavone, Baraye, Frediani, Carriero, Galano, Scaglia.

A disposizione: Dini, Sepe, Stulac, Ceravolo, Rigoni, Golfo, Gagliolo, Barillà, Gobbi, Di Gaudio, Nocciolini, Di Maggio, Siligardi.

All.: D’Aversa

Note – Calci d’angolo: 0-1. Al 19′ traversa di Scaglia.

Le parole di Iacoponi – Dopo il successo nel triangolare con Caratese e Sassuolo, il difensore del Parma Simone Iacoponi è stato intervistato ai microfoni di Sportitalia. Queste le sue parole: “Sarà una stagione importante, l’obiettivo è quello di mantenere la categoria anche se non sarà facile. Stiamo cercando di costruire un grande gruppo. Noi siamo fiduciosi, anche perché si sta creando un bel gruppo per fare un’ottima stagione. Arriveranno altri giocatori per darci una mano. Io fisicamente sto molto bene, abbiamo messo benzina nelle gambe e questo triangolare ci è servito per completare la preparazione in vista delle partite ufficiali”.

Si chiude così il circuito di amichevoli dei ducali: da domenica prossima si farà sul serio. Al Tardini sarà Coppa Italia.

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

22 Commenti a “AL PARMA LA SPORTITALIA CUP: BATTUTO 2-1 IL SASSUOLO, 0-0 CON LA FOLGORE CARATESE CHE POI VINCE I RIGORI / LE PAROLE DI LUCARELLI E IACOPONI”

  1. VELENOSO says:

    Ma siamo sicuri che Sepe sia migiore di Frattali ?
    IO HO I MIEI DUBBI.

  2. Luca says:

    Incoraggiante aver battuto una formazione di A. Ora bisogna assolutamente completare la rosa prima del 19.

  3. Davide says:

    Bel giocatore Sepe. Infatti costava poco…forse sul portiere come sul centravanti piocionare non vale tanto la pena.

  4. Davide says:

    Dopo money for nothing.
    No money…nothing. Senza soldi abbiamo un portiere fra i peggiori della serie A. Un attacco con Ceravolo e Da Cruz. Un centrocampo affidato a un ragazzo sloveno che ha giocato mezzo campionato da titolare in serie B. Poi va bene così ci salveremo perché ci chiamiamo Parma. Ma a questo punto teniamo Scaglia, Vacca e Frediani e puntiamo su Da Cruz (sinceramente i soldi pochi peggio spesi della storia).

  5. Gaio1974 says:

    Donca: dimentichiamoci della boiata di oggi di Sepe.
    Detto questo a prescindere io non ho mai capito sta fretta di cambiare portiere, forse sarò eccessivamente ottimista ma per me in serie A Frattali ci può stare.
    Intendiamoci, mica è Buffon, le papere le ha fatte anche lui ma ha una caratteristica che nei portieri è sempre più rara: sa fare le uscite alte. E non è poco.
    Perlomeno gli avrei dato una possibilità, ben sapendo che un secondo di esperienza ci voleva.
    Sui vari Scaglia, Da Cruz ecc. li considero solo di passaggio.

  6. Davide says:

    Speriamo siano solo di passaggio. O di passaggio in serie A ci saremo noi

  7. jdm says:

    ecco considerare da cruz un ventenne su cui c’era l’arsenal (cit) uno di passaggio stride un po con le supercazzole di quando lo han preso per tre milioni ,dopodiche’ in porta lo vedo meglio di sepe

  8. Ale says:

    Le amichevoli le sto seguendo, visto che ero curiosa di vedere come si presentava Luigi Sepe ho prestato attenzione più a quel ruolo rispetto al resto. Onestamente non è tanto per l’ultima papera, forse neppure al fatto che si allena con il gruppo da poco, comunque non riesco a vederlo inserito in difesa. Frattali rende il ruolo, la difesa è più sicura, in A lo vedrei davvero meglio. Ovvio anche lui ha ampi margini di miglioramento ma darei a lui una possibilità di vederlo come titolare.

  9. Pencroff says:

    Davide e Jdm: dischi ormai rigati i vostri, cambiate almeno la puntina, mica si pretende che arriviate al digitale

  10. Pencroff says:

    Poi dai, ha vinto la Folgore…

  11. Reizer84 says:

    Ma davvero ieri sera siamo andati a fare a botte con i temibilissimi ultras del caratese? Wow che dimostrazione di forza, giusto per ricordare a tutti che in D eravamo i più forti.

    • Il Linguista says:

      Bravo, continua a leggere le notizie ansa che ti fai una cultura

      • Reizer84 says:

        Non credo sia una questione di notizie ansa o altro, dico solo che anche se fosse vero in parte sarebbe cmq una brutta cosa. I tifosi del Parma si sono sempre contraddistinti per la loro educazione ovunque siano andata, questo è sempre stato un vanto per la nostra società.

        • Il Linguista says:

          Morosky qua sotto ti ha descritto bene il quadro. Evitiamo di riempirci la bocca emulando giornalai vari che non vedono l’ora di parlare di scontri tra ultras. Uno juventino brianzolo, educato dalla Gazzetta dello Sport avrà detto qualcosa di provocatorio e sbagliato e un parmigiano non particolarmente furbo gli avrà dato due pattone. Due nadari.

    • morosky says:

      Beh, credo che per LITIGARE, chi lo vuol fare intendo, non abbia bisogno di essere 5 contro 5 a SAN SIRO, A NAPOLI, TORINO O ROMA…
      può succedere pure a Fidenza, Pastorello, Carate Brianza….
      chi vuol fare il COLLEONE lo fa indipendentemente dalla categoria …
      qualcuno avrà iniziato, da una parte o dall’altra e …da cosa nasce cosa, dapprima le parole, poi qualche plata…
      sono robe che accadono ….ai meno ..
      e, a seconda dei casi, dei fatti e da ciò che avranno compiuto, GLI UNI E GLI ALTRI…..avranno le conseguenze
      ECCO, IN QUESTO CASO, CON IL CODICE DI COMPORTAMENTO MI CHIEDO, COME PUO’ LA SOCIETA’….TENERE SOTTO CONTROLLO LA PROPRIA GENTE ? TIFOSERIA, GRUPPI, CANI SCIOLTI ???

      cosa è cambiato ?
      c’erano biglietti nominativi ?
      sono identificabili sia

      • morosky says:

        SONO IDENTIFICABILI SIA GLI UNI CHE GLI ALTRI ?

        chi compie delle azioni NE DEVE RISPONDERE IN PRIMA PERSONA….punto ..
        sia che abiti a Carate sia che abiti a Tortiano..
        sia che venga da Sassuolo oppure da Bergamo…

        erano identificabili se tifosi del Parma ?
        se tifosi del Sassuolo ?
        se tifosi della Caratese ?
        o magari se erano persone che volevano fare a botte con qualcuno a caso ?

  12. Davide says:

    Anche D’Aversa ha evidenziato il budget piocionesco giustificando Faggiano il quale poveretto deve evidentemente fare le nozze senza nemmeno i fichi. Silvestre inseguito da maggio si è accasato non nelle plutotocatriche compagini milanesi o romane ma al modesto Empoli che come l’anno scorso ha evidentemente piocionato meno di noi e soffiato Caputo.

  13. Simone T. says:

    Ormai abbiamo capito tutto che ognuno in questo Parma pensa ai propri interessi purtroppo… Inutile continuare a smesdarla…

  14. Douglas says:

    let us never forget ” We are Parma “

  15. Giacomo says:

    Abbiamo vinto la coppa dei bar.
    Se poi a queste feste patronali ci si mette a fare i “coglioni”..
    Presuntuosi e ignoranti….