PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / INTER.mina.bile gioia finale…

18 Set 2018, 00:00 23 Commenti di

bisantis interviene da san siroScusa Majo, scusa Majo, linea a Morosky, al 79°, din don, din don, din don, vi interrompo dal Meazza perché Dimarco ha fatto gol: doppietta per Federico, prossimo neo-papà, dopo il gol decisivo con l’Under 21 (in settimana), ha bissato con i Crociati la prodezza precedente con un gran tiro dai 25 metri, pallone finito all’incrocio alla sinistra di Handanovic e, come ex in prestito, ha proseguito la sua corsa sotto la Curva, ha lanciato la maglietta ed esultato alla grande: gioia irrefrenabile ed ammonizione alla faccia di coloro che, in queste circostanze, chiedono scusa ai tifosi della propria ex squadra. Considero questo un gran gol, inter-planetario (anche aiutato dal leggerissimo rimbalzo del pallone prima che venisse calciato, così come effettuano i mancini brasiliani, di collo esterno  e “cannella” sinistro comandata!!!).

Mauro-Moroni.jpg(Mauro “Morosky” Moroni) – Buona prova del Parma, anche fortunata in alcune occasioni, specialmente quando, nel secondo tempo, gli interisti hanno accentuato ritmo e pressione dalle parti dell’area gialloblu: interisti sotto tono, Parma ben disposto in campo, buone chiusure e, tutto sommato, partita equilibrata, da pareggio: il rammarico per alcune azioni imbastite in contropiede, fallite, da segnalare due o tre disguidi difensivi, personali e di reparto, tecnica e padronanza di palla inferiore rispetto ai nerazzurri, ma, alla fine, ciò che conta, come sempre, è metterla dentro, in bottega e, oggi, nella bottega avversaria è entrato un gol stratosferico, da Champions League, da far rivedere nei filmati del manuale Abc del calcio, slide, video, traiettorie e geometrie compresi nel kit del giovane calciatore.

DI MARCO INTER PARMALa gara*: 0-1, mi sento di affermare che non abbiamo rubato nulla, abbiamo tenuto bene il campo, abbiamo difeso con le unghie, i denti, piedi e mani (a tal proposito è stato chiesto un rigore dopo un cross di Perisic col pallone sfiorato tra coscia e braccio destro da parte proprio del subentrato Dimarco: la traiettoria della palla avrebbe comunque proseguito andando sul fondo quindi non avrebbe provocato nessuna complicazione alla nostra porta, tra l’altro, nessuno della Var ha segnalato irregolarità). Questa vittoria ha portato 3 punti, per me inaspettati ma, certamente non mi lamento, prendo il bel regalo da parte della squadra, annoto e vado in pari con la mia media prevista: 4 punti dopo le prime 4 gare ma questo lo vedrete qui sotto con i progressivi, sia “previsti che realmente effettuati”.

0-1 Inter -Parma (sabato 15 ore 15.00)

1-0 Napoli-Fiorentina (ore 18.00)

0-5 Frosinone-Sampdoria (ore 20.30)

2-2 Roma-Chievo (domenica 16 ore 12.30)

1-0 Genoa-Bologna (ore 15.00)

2-1 Juventus-Sassuolo

1-1 Udinese-Torino

0-1 Empoli-Lazio (ore 18.00)

1-1 Cagliari-Milan (ore 20.30)

0-0 Spal-Atalanta (lunedì 17 ore 20.30)

Gare da recuperare *: Sampdoria-Fiorentina (19/09), Milan-Genoa (31/10 )

borsino dopo inter parma

inter parma undici giallobluCome dicono spesso gli addetti ai lavori, anch’io sono in linea sul fatto di giocare gara per gara, step by step, pensando sempre, in primis, all’indomani, alla prossima gara, ma, in parallelo, pure ai punti e classifica corrispondenti; ribadisco i miei concetti relativi a come dovrebbe sempre giocare questo Parma: concentrato, aggressivo, grintoso, operaio, andando ad inserire corsa, pressione ed intensità per tutta la gara e in tutte le zone del campo, questo per sopperire alle carenze tecniche che dobbiamo concedere a parecchie compagini avversarie.
Di fatto, sulla base di quanto sopra,  è stata sbagliata solo la gara contro la Spal e mezzora finale contro l’Udinese: c’è da sottolineare, nuovamente, che, in Serie A, le poche o tante occasioni che ti capitano ( iri in porta, scelta di giocata, ultimo passaggio pulito) vogliono sfruttate e capitalizzate al massimo, anche perché, come tutti abbiamo visto, al primo mezzo errore o indecisione, si prendono gol che, col senno di poi, sarebbero stati evitabili con un pizzico di malizia, esperienza e concentrazione massimale in più.

La prestazione dei singoli *

Sepe: 3/4 palloni (non difficili) respinti con difficoltà e non trattenuti, una parata aerea errata: non ha dato delle grandi sicurezze ma più d’una incertezza

Iacoponi: anche per lui parecchie incertezze ed errori (anche  in disimpegno), ma c’è da dire che Perisic è un cliente complicato per tutti

(Sierralta): ha sostituito per pochi minuti Simone facendo sentire centimetri e fisicità

Bruno Alves:  il solito baluardo difensivo, attento e preciso, Capitano vero

Gagliolo: fase difensiva eccellente sia in fase aerea sia in anticipo, appena esce dall’area aprendo il piattone sinistro la palla ha i “brividi

Gobbi: non ha sofferto più di tanto Candreva anche se ha concesso parecchi cross dal fondo, prova sufficiente

(Dimarco): è in un momento psico fisico straripante, difende, avanza, si propone e si è pure messo a fare il Roberto Carlos (o Marcelo), match winner: benvenuto ragazzo, mi sembra che se ne siamo accorti pure a Coverciano (oltre che a Milano) che hai talento e gamba!

Rigoni: nelle apparenze non è mai apparso molto, ma dalle sue parti giravano Brozovic, Perisic e si inseriva pure Naiggolan, tutti clienti scomodi: io dico gara sufficiente e di contenimento, senza luci ne grandi bagliori ma, di sostanza anche se condita da molti errori

Stulac:  nel primo tempo pareva che non ci fosse, Naiggolan, quando era al centro, ha un altro fisico e ritmo, oltre che passo: una bella punizione delle sue ed un gran tiro che sarebbe andato all’incrocio (nella seconda frazione con Handanovic che ha detto di no) lo confermano un grande tiratore

Barillà: gara pregevole, di corsa, gamba, raccordo e legna: da lui non si può però pretendere che faccia anche l’assist man

Gervinho: “la freccia nera” è il nostro crak pesante, arma letale 1, quando parte (se non si incarta da solo) porta scompiglio, veloce, guizzante, ficcante e sempre pericoloso per le difese avversarie.

Inglese:  di lui si potrebbero dire molte cose, secondo me è il classico centravanti moderno, prima punta, boa, forte fisicamente e di testa, protegge palla, fa salire la squadra e ha pure buona tecnica: ottimi margini di miglioramento ma, ogni tanto facciamogli anche qualche bel cross dal fondo, forte, teso e tagliato che poi ci pensa lui.

Di Gaudio: anche lui, per un tempo, porta scompiglio con velocità e incursioni dalla sinistra, corre molto, copre e agisce bene nelle due fasi , oserei dire meglio in Serie A che in Cadetteria, voi cosa ne pensate?

(Deiola): il Mister ha effettuato una mossa saggia inserendo lui al posto di “Pistapocci” Di Gaudio, calato alla distanza: si è coperto con un centrocampista in più nella nostra zona destra, anche per lui sufficienza, corsa e lotta al servizio della “pagnotta”.

* Marcatori Paerma * 1 gol –  Inglese, Barillà, Gervinho, Dimarco

Situazione cart. gialli *

  • 2 Stulac,
  • 1 Gobbi, Iacoponi, Barillà, Rigoni, Dimarco

chievo solo -3Con la speciale ed iperconveniente formula prendi 15 e paghi 3, il Chievo se la cava con un numero irrisorio di punti di penalizzazione dopo le vicende delle plusvalenze taroccate (solo da un triennio, mica poi tanto): bene bene, due pesi, due misure, due leghe, due figc (rigorosamente minuscole), due giustizie, due ingiustizie, giudici, tribunali, procure, ma io mi chiedo: in che mondo viviamo? Cosa è diventato il calcio? Dov’è la retta via? Chi sono i buoni e chi i cattivi? Cosa si deve fare per avere regolamenti, regole, obblighi, partite e campionati puliti? A kilometro zero, senza veleni, “tossine-droghe”, doping amministrativi, sofisticazioni e taroccamenti di tutto un po’? Prima o poi il sistema imploderà, esploderà e si ritroveranno in tanti con le pezze dietro: tira avanti così? tTrema avanti alora!

Nel frattempo la Lega Calcio, in luogo di occuparsi di queste tematiche, serie, cosa fa?  Si inventa la fascia da capitano “univoca”, standardizzata ed omologata per tutte le squadre: queste mi sembrano situazioni assurde, grottesche e ridicole al cospetto delle innumerevoli criticità del sistema calcio nazionale: non mi piace!

SiligardiListino errati tecnicismi, lista dei disponibili e “black hospital list” * Non so, oppure so? Cosa sia successo, se ”kappella” o errata valutazione in precedenza (19 agosto, pre gara Udinese, gara dopo la quale si sono infortunati, a catena, Sprocati, Biabiany e, successivamente, Grassi) non saprei dire. ma prima della gara con l’Inter è stato reintegrato in squadra, operativo 100%, Luca Siligardi al posto di Jacopo Dezi (settore lungodegenza critica): suppongo che, a seguito della prima lista depositata, in questo mese si siano protratti i tempi di recupero per il centrocampista ex Napoli e quindi, come in tanti avevano sottolineato questa scelta anomala, forse è stata riparata una criticità e reintegrato un giocatore, per ora, almeno sano fisicamente e che la Serie A l’ha già conosciuta: ricapitolando, dopo questa seconda scelta da me condivisa rimangono fuori lista i seguenti calciatori: Dezi, Baraye, Munari, Calaiò e Pinto (ne riparleremo a Gennaio 2019, entro il giorno 18, magari anche una settimana prima, as soon is possible, minchia!).

Il sottoscritto, “Morosky”, non ha la presunzione di avere la ricetta del calcio in tasca, ha solo come primo obiettivo il Parma Calcio 1913, la sua esistenza, continuità, capacità di ben figurare, giorno dopo giorno, campionato dopo campionato, ora ancor più difficile perché siamo nella top class: un paio, tre Ferrari da Formula Uno, 10, 11 vetture importanti, ma non da podio e, infine, le altre “macchine” da pista secondaria (Formula 3, Formula povret, ex manipolatori di plusvalenze, ex dopolavoristi e, di tutto un po’).

jacopo dezi visita medicaReparto “lungodegenza critica”: Dezi e Munari (già citati nei fuori lista), ScozzarellaBiabiany, Grassi ***** Al telefono con la Dott.ssa Sabrina: Pronto? Cosa mi dice degli infortunati? Quali speranze ci sono entro Natale? Per il panettone si, ma pure per il cenone: a proposito di panettone, ci si arriva tutti a mangiarlo? O facciamo fino al tempo delle caldarroste? Verso i primi di novembre dice che si potrà fare un control check? Beh guardi le faccio il riepilogo delle gare: CAGLIARI, Napoli, EMPOLI, Genoa, LAZIO, Atalanta e saremo al 28 ottobre, speriamo bene (nel senso che le castagne siano buone, magari andiamo su a Scurano o Campora  e raccogliamo dei bei “marroni”).

Continua imperiosa la marcia della Juve (che, pur non essendo Ronaldo-dipendente, domenica ha beneficiato della doppietta del portoghese, ai suoi primi gol juventini , con buona pace per tifosi zebrati e bookmakers), 4 gare, 12 punti, en plein, ma questo non fa più notizia: seguono , già distaccate, le sue avversarie, così come sono distaccate le squadre dei bassifondi (Bologna e Frosinone sono ancora a zero gol).

barberVolevo qui riprendere un concetto espresso dal lettore Davide (ex inviante dal barber ed inventore del logo “ we are piocions” per la serie UPI, Unione Piocioni Industriali): quando si citava il Presidente Lizhang in merito all’acquisizione del 60% (spendendo 15 milioni) di una società che ne vale 25: tutto questo è vero, ma l’operazione fu partorita a Luglio 2017, con tutto un campionato di Serie B davanti, da giocare e da vincere (questo per arrivare all’obiettivo Serie A), beneficiare dei diritti Tv con tutto il seguito addivenire; non era così certo né facile arrivarci, quindi non credo che quel rischio di investimento “presunto calcolato” fosse tale allo scopo di investire in borsa (possibilmente al rialzo): le cose poi sono andate come da speranze auspicate e bene così; ora però, bisognerà darsi una mossa, sia in campo sia nei vertici societari e, entro gennaio, serviranno le idee più chiare circa cosa si vorrà “fare da grandi”, dico bene Parma.Calcio?

La colpa è vostra, squadra e Società, ci avete abituati male (bene, bene, era un modo di dire), avete fatto i passi da gigante, veloci proprio come nel salto triplo ed eccoci qui, catapultati in serie A senza nemmeno avere fatto gavetta, apprendistato, stage, corsi di formazione e perfezionamento (sia al cross che ai corner sui quali continuiamo ad andare in due sul pallone e, già tre, quattro volte, abbiamo preso contropiede, sia dal Pisa che dal Livorno ma, forse, pure dalla Spal).

d'aversa provercelli parmaContinuo a credere ed affermare che i dogmi troppo schematici e rigidi non sono obbligatori (anche se consegniamo la lista con su scritto 4-3-3, nessuno ci vieta né ci impone di cambiare sistema di gioco dopo soli 5 minuti), tutto si può e deve migliorare in funzione dei giocatori che si hanno a disposizione, delle squadre che si vanno ad incontrare e pure da come si mettono le partite, ognuno diversa dall’altra: questa è una squadra che si deve solo salvare, non deve giocare nelle competizioni europee, non deve sciorinare gioco da manuale del calcio, ma deve solo fare punti, correndo, “menando” e sfruttando al 100% le caratteristiche dei singoli e non il contrario, mettere i singoli a disposizione del proprio credo tattico!

Biabiany, Gervinho e Di Gaudio sono ali e non terzini: devono essere sfruttati da centrocampo in avanti per la loro grande velocità, cavolo, ricordiamoci sempre che si gioca a zona ma, ancora 11 contro 11 e se gli avversari hanno più densità in certe zone del campo i motivi sono due:
* corrono in modo migliore e più dei nostri
* in altre zone, laddove in quel momento non c’è il pallone, ci sarà superiorità numerica a nostro favore Per ovviare a queste difficoltà bisogna sempre giocare corti al massimo, poca distanza tra i reparti e pure tra i singoli giocatori che si devono muovere insieme e non creare spazi vuoti andando a sfilacciare ed allungare la squadra.
previsioni morosky dopo inter parma

Lo ripeto, e pure con grande soddisfazione, sono felice del fatto che ci siamo riallineati alle mie previsioni, ergo, 4 punti dopo 4 gare, non arrivati come da copione ma, chi se ne frega, i punti fatti vanno sempre bene, contro chi non importa, l’importante e farne 42-43 poi chissà, il campionato è lungo e va proseguendo, pregate ora con me:

Roberto nostro che sei in panchina,

trova presto la forma migliore

  conduci la squadra alla salvezza come la Nord invoca tifando

Dacci oggi il nostro calcio quotidiano ( si ma, non di dietro )

e rimetti a noi i nostri contropiedi

come noi li rimettiamo alle nostre avversarie

e non ci indurre in tentazione di andare in zona Europa

ma liberaci dalla retrocessione

Triplice fischio,

Amen.

sabrina sciarpa*l’angolo di Sabrina* Dopo essere “ritornata in Italia” (pure lei ha fatto una settimana di ferie.home, all’estero, in quel di Trapani), aver sbrigato le formalità doganali, verifica del passaporto e burocrazie similari, è rientrata a tempo pieno nella sua duplice veste di studentessa-stagista nonché nel ruolo di mascotte della rubrica Parmaland.2015-2018; di sua spontanea iniziativa è stata al campo di allenamento della squadra locale ed ha trovato tutti i ragazzi in forma, mare, sole, femmine mediterranee, passionali e calienti : si prospetta un grande campionato per una delle candidate alla promozione, Forza Parma, cioè Trapani!
Ci porta pure i saluti di Francesco “Ciccio” Corap.inho, “piccolo” ma grande calciatore che per la sua tempra, tenacia ed agonismo è sempre nei miei cari ricordi.

Dall’angolo Tv Sky di “casa.morosky” un saluto e Buon Campionato a tutti,

cordialmente,

Mauro “Morosky” Moroni

In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

23 Commenti a “PARMALAND di Mauro “Morosky” Moroni / INTER.mina.bile gioia finale…”

  1. Il Linguista says:

    Per me i tre punti di penalizzazione al Chievo sono fin troppi e spero che glieli tolgano tutti. Io alle inchieste di Pecoraro non ci credo e francamente non capisco tutti quelli che dopo la nostra esperienza invocano la mano pesante su di loro. Facendo così vi mettete sullo stesso piano di chi giudicava la nostra vicenda senza sapere nulla in realtà.

  2. Luca says:

    7 punti nelle prossime 3 partite sono alla nostra portata, dato che il Napoli non è proprio in formissima. Ovviamente contro Cagliari ed Empoli 6 punti obbligatori.

  3. morosky says:

    sms del piffero contro PLUSVALENZE FALOPPA ?
    ….per affibbiare 15 punti di penalizzazione qualcosa avranno letto e messo a verbale o no ???
    gli sms INCRIMINATI sono stati pubblicati …le carte del Chievo no quindi vale tanto il mio di pensiero quanto quello dei buonisti garantisti …
    o sbaglio ?
    comunque è un affare loro …..
    noi dovremo pensare alle nostre beghe MA I PIATTI DELLA BILANCIA DEVONO ESSERE CONTROLLATI ANCHE SE, NEI TRIBUNALI, C’E’ SCRITTO CHE LA LEGGE E’ UGUALE PER TUTTI….
    ….
    qualcuno, visto che trattasi di una grande ( inter ) ha detto che è stato violato il protocollo del VAR ….volevano il rigore nell’intervento effettuato da DIMARCO ?
    LA PALLA STAVA USCENDO , PARLO DI TRAIETTORIA….E MAI SAREBBE ENTRATA IN PORTA…
    noi abbiamo preso un rigore contro ( che c’era ) proprio per l’addetto Var che lo ha segnalato al direttore di gara …
    se Rocchi nulla ha segnalato ….RIGORE NON ERA …
    come diceva Boskov
    ..

    • Il Linguista says:

      Ti ricordo che i giornali per i nostri sms del cazzein aveano sparato titoli a nove colonne con riferimento a tentati illeciti e retrocessione quasi sicura, titoli seguiti da articoli di una superificialità e disinformazione sconvolgenti. Chi mi dice che anche il Chievo non sia vittima di questa guerra santa? Il tribunale federale ha fortunatamente agito secondo giustizia ( almeno in secondo grado) con noi e pertanto sono portato a credere che abbia agitoaltrettanto giustamente nei confronti del Chievo in una vicenda che noi non conosciamo in una maniera approfondita. E vista la nostra esperienza mi fa strano che proprio da Parma partano invocazioni a giustizia sommaria Pecoraro style. Vuol dire che questa vicenda non ci ha insegnato nulla.

      • Il Linguista says:

        “Se hanno affibbiato 15 punti qualcosa avranno fatto”… a parte che 15 punti non sono mai stati affibbiati ma era la richiesta della procura, questo era il tipico ragionamento che si sentiva sul Parma e che ci mandava in bestia… Mi spiace ma da un articolista di Stadiotardini, portale che fa della coerenza e della precisione il proprio marchio, mi aspetto qualcosa di meglio.

        • morosky says:

          Il tuo concetto è ragionevole ma, ti ripeto….gli SMS sono stati pubblicati e tutta Italia li ha visti…

          se tu ritieni che il Chievo non abbia fatto nulla bene così …non sto certo a litigare per questo….

          io ho chiesto solo UGUALE LEGGI E GIUSTIZIA x tutti ……

          cerco sempre di vederla in modo corretto …da ambo le parti…
          quando ho criticato chi lanciava i palloni dalla panchina del Frosinone ..
          qui posso anche dire che IL LANCIO DEL PALLONE DI SEPE ….è un gesto antisportivo e passibile di AMMONIZIONE ….
          …quando c’è da criticare l’operato del Parma ( società, dirigenza, allenatore o addetti ) non mi tiro certo indietro….
          ..
          ben vengano i commenti come il tuo tali da sottolineare eventuali sbavature anche da chi scrive articoli ( me compreso e nessuno esente , ci mancherebbe ) …ho pure scritto NON PENSO DI AVERE LA VERITA’ IN TASCA…
          ciao Linguista
          moro

          • Siberianhusky says:

            Per me Sepe era da rosso diretto. E’ corso apposta a prendere un pallone per buttarlo in campo.
            A memoria non ricordo un simile comportamento ad opera di un nostro giocatore. Comunque Sepe ha le capacita’ per rendere assai di piu’ di quel che ha mostrato sino ad ora e speriamo lo faccia a partire dalla prossima partita.

        • Gabriele Majo says:

          I 15 punti di penalizzazione erano stati comminati, in primo grado dal TFN, al co-imputato Cesena, nel processo-1 che vide i “Mussi” non giudicati per un errore procedurale.
          Sulla scorta della decisione presa allora, per par condicio, essendo le accuse uguali, era lecito attendersi una forte penalizzazione anche nel processo-2, ma, evidentemente, il TFN ha smentito se stesso, ma la richiesta della Procura Federale era appiattita (per usare un verbo caro in quegli ambienti) appunto sul primo verdetto.
          Non sono nella possibilità di giudicare la colpevolezza o meno del Chievo – squadra che mi è simpatica e che mi ricorda i bei tempi quando furono oggetto della mia prova scritta nell’esame di stato per diventare Giornalista Professionista – per la questione plusvalenze, epperò che questo sia un problema (mi riferisco a quelle fittizie) è sotto gli occhi di tutti. Se il Chievo fosse stato giudicato completamente estraneo alla vicenda, il TFN avrebbe dovuto assolvere con formula piena, i 3 punti, considerata l’accusa, sono in effetti un verdetto particolarmente soft: aveva ragione l’editorialista Biasin su Libero che in sostanza diceva, se son colpevoli (e voi giustizia sportiva avete gli strumenti per farlo) irrogate una pena congrua (che non sono certo i 3 unti), se sono innocenti perché dargli uan pena, sia pure lieve, di tre punti? A parte che quando sei innocente nessuna pena è lieve. E poi tutto è relativo, giacché 3 punti in meno in serie A sono un bel fardello.

          Prendiamo atto della tiratina d’orecchie a Morosky, ma nello stesso tempo replichiamo dicendo che, comunque, è errato fare di tutta l’erba un fascio. Cioè: non è detto che perché Pecoraro avesse proceduto nel caso WhatsApp Gate, allora tutto quello che fa è sbagliato. Dio, in effetti anche nel Caso Chievo tra audizioni non fatte o fatte parzialmente, spifferate all’amico Catapano etc etc, di corbellerie ce ne sono, così come di vistosi errori di calcolo, però questo non deve significare che tutto quello che fa è sbagliato. Magari solo gran parte… Così come non è che la Corte Federale d’Appello debba esser fatta santa subito perché aveva rimesso a posto le cose nel nostro caso dopo una sentenza in primo grado che chiamava vendetta…

          Purtroppo viviamo in un’epoca in cui si è condannati mediaticamente prima ancora che dai tribunali. Anzi, quando poi i Tribunali emettono sentenze per la stampa non c’è più appeal…

          Cordialmente

          Gmajo

          • Il Linguista says:

            Lasciamo stare Biasin che è un altro che dalle colonne di Libero ne ha sparate di cotte e di crude sul caso Parma…e poi è mio parere, che quello del Chievo, per quel poco che ne so, possa essere (a differenza del caso Parma) proprio un caso per il quale la via di mezzo possa esserci, perché un conto è falsificare plusvalenze per trenta milioni, un conto per tre. Nel giudicare Pecoraro inoltre non mi limito solo del caso Parma, ma prendo in considerazione che, come lei stesso ammette, questo è uno del quale non ricordo un impianto accusatorio che non sia stato respinto almeno dell’80% dai tribunali federali tra il primo e il secondo grado. Allora delle due l’una: o Pecoraro è nella migliore delle ipotesi un incompetente da arginare o è il grande santificatore del calcio italiano e i diabolici tribunali federali sono i reazionari e omertosi conservatori di un sistema pseudomafioso (ma dal caso Parma non mi sembra). E ancora: se fosse vera la seconda, perché, anche se fosse colpevole, essere giustizialisti con il povero Chievo quando, come pare di capire, quello delle plusvalenze ritoccate è una consuetudine del sistema calcio in Italia? Perché è la seconda squadra di Verona e tanto fa pochi abbonati a Sky e quindi può rappresentare una vittima sacrificale per spaventare i pesci grossi? E intanto, per dirne una la vecchia e nobile signora (s minuscola) può ammorbidire l’impatto economico Ronaldo cedendo n prestito all’Udinese Mandragora per 20 milioni fissando il controriscatto a 22 per l’anno successivo? E il Milan del signor Li?E i bilanci di Inter e Roma? ……. Quella a Morosky (uno dei più simpatici e goliardici commentatori del sito e col quale non volevo certo litigare) era una critica (per altro con gran classe da lui accettata) che mi sono sentito di fare perché noi del Parma, tifosi di una squadra “strana”, (qualcuno con un po’ di spavalderia l’ha definita la più nobile delle provinciali) dovremmo aver maturato grazie alle nostre esperienze e vicissitudini (70 anni di anonimato, improvvisa grandeur, fallimenti, rinascite, processi e chi più ne ha più ne metta) una visione del sistema calcio peculiare e superiore rispetto al tifoso italiano medio il quale, vittima di perenne disinformazione è spesso portato a ragionare un po’ a spanne.

            saluti

            Il Linguista

          • massari says:

            Il primo processo del -15 al Cesena era stato annullato dalla CFA lo stesso giorno in cui è stato tolto il -5 al Parma. Probabilmente il TFN per non vedersi ancora sconfessato ha “sparato” più basso.

  4. Screanzato says:

    Con Cagliari ed Empoli ci sarà il vero banco di prova…
    Non so perché, ma ho questo grande dubbio che con squadre alla nostra portata che non devono per forza imporre gioco faremo molta fatica, L abbiamo già visto lo scorso anno….
    Gervinho negli spazi chiusi rischia di diventare fumoso, dipenderà molto dai vari Stulac Grassi rigoni.
    Purtroppo i punti per salvarsi si fanno non lasciandoli a squadre come la nostra (i 3 pt a s siro comunque sono oro colato 😅)
    Spero di essere sbugiardato immediatamente sabato pomeriggio.

  5. Gabriele says:

    Io non sono solito augurare disgrazie a nessuno ma delle strane compravendite cesena – chievo se ne parlava da 2-3 anni (vedi tifosobilanciato). probabilmente la cosa è uscita solo perchè il cesena è fallito, per l idea che mi ero fatto io credevo che la penalizzazione fosse piu pesante e in questo caso la procura potrebbe fare appello.
    speriamo di recuperare qualche giocatore in vista delle 3 partite in una settimana, previsioni non ne faccio diciamo che mi aspetto conferme di crescita

  6. LucaB says:

    Non sarà cosi facile ne con il Cagliari che stava vincendo in casa col Milan, ne con l’Empoli che ha fatto molto bene con la Lazio.
    Io sarei già contento se portiamo a casa 3 punti sabato poi ce le potremo giocare tutte con più spensieratezza…

  7. SavoMilosevic says:

    bell’articolo Morosky, concordo con le pagelle.
    puntualizzo:

    1) GERVINHO deve dialogare con i compagni nelle ripartenze.

    2) INGLESE mi sembra un centravanti all’antica, posizione centrale-boa in un 4-3-3 gli esterni o le mezzale devono avvicinarsi a lui altrimenti il suo lavoro sporco diverrà vano. questo il bandolo della matassa più complicato da sciogliere per il Mister..
    la nostra stagione ruota attorno a questo ragazzo qua.. che può lanciarci verso traguardi insperati se anche contro le medio-piccole sapremo essere costanti come atteggiamento e spirito di sacrificio.

    3) Rigoni è una certezza e verrà fuori alla distanza, siamo pazienti, pensiamo a Barillà che doveva essere ceduto.. non dimentichiamoci anche di Grassi, altro pilastro..

    4) Sepe deve trasmettere sicurezza al reparto difensivo e negli interventi trattenere e bloccare la palla altrimenti prima o poi qualcuno gli fa la “foto”…

    5) 6) 7) 8) 9) 10) riguardano il Mister…
    ormai conoscete il mio pensiero..
    ma non sono prevenuto!!!

    http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif

  8. LG says:

    Voliamo basso, il nostro obiettivo da non perdere di vista è la salvezza che in primis la si ottiene con la solidità difensiva x cui nelle gare con Cagliari ed Empoli giocherei accorto più che allo sbaraglio.
    Il target è almeno 8 punti all’ottava giornata dopo il Genoa. Oggi ne abbiamo 4 e siamo in media.
    Sempre e solo forza Parma

  9. Gabriele says:

    Inglese è forte per cui ben venga in lavoro sporco necessario soprattutto in quelle partite dove bisogna cercare di arginare squadre con molta più qualità ma cerchiamo di metterlo a suo agio anche nel lavoro pulito perchè la porta la vede eccome

  10. Siberianhusky says:

    Il Chievo ha fatto troppi affari con Il Cesena e lo hanno passato ai raggi x solo per questo. Avesse strategicamente variato interlocutori non sarebbe mai stato deferito. Comunque la perizia di parte, condotta da un professionista di chiara fama, aveva evidenziato diverse falle nella ricostruzione della procura federale.
    Le plusvalenze potenzialmente possono nascondere di tutto, a pensar male anche accordi sottobanco per aggiustare partite. La regolamentazione dovrebbe essere strettissima e le valutazioni rigidamente controllate affinche’ risultino realistiche e non pompate.
    Sarebbe interessante poter vedere nel dettaglio operazioni di mercato compiute anche dai clubs che vanno per la maggiore…

  11. marco says:

    Salve Mauro quando parla che la società deve darsi una scossa può spiegarmi cosa intende?ci sono altre novità all’orizzonte?grazie

  12. Pencroff says:

    È del tutto evidente, e lo so pure io che sono ignorante come una scarpa, che giocare contro squadre chiuse è ben altra cosa rispetto al gioco contro squadre che attaccano. Vogliamo proprio credere che D’Aversa non lo sappia? Intanto incameriamo tre punti e zitti, stema miga a fer ed la confusiò con accelerate da 4 G e frenate da 5

  13. morosky says:

    Semplicemente lo status dei giocatori tra PRESTITI e GIOCATORI DI PROPRIETA’:
    se a gennaio si riuscisse a modificare, migliorandolo, lo status di qualcuno, vorrei che si arrivasse ad avere almeno un 65/70 % dei calciatori ( validi per la Serie A ) in proprietà esclusiva!!

    ………………………PRESTITI ATTUALI ( 9 )
    Sepe
    Sierralta
    Bastoni
    Dimarco
    Grassi
    Deiola
    Ciciretti
    Inglese
    Sprocati

    …………………………..CONTRATTULIZZATI…………………….

    IDONEI serie A ……………. ..1) ANZIANITA’ 2) non da serie A

    Frattali
    ………………………………………………Bagheria
    Gazzola
    Iacoponi
    Bruno Alves ( 37 )
    Gagliolo
    ………………………………………………..Gobbi (38)
    ………………………………………………..Dezi ( sempre rotto )
    Rigoni (34)
    Stulac
    ……………………………………………….Scozzarella
    Barillà
    Munari ( 35 )
    …………………………………………… Carriero
    Gervinho
    …………………….Ceravolo ??
    …………………………………………….. Da Cruz
    Siligardi
    Biabiany

    Riepilogo:

    12 di proprietà tra i quali uno di 34, uno di 35 e uno 37
    9 prestiti tutti di buon valore per la caategoria
    6 altri giocatori ( uno di 38 e gli altri , forse, non idonei …

    a questo elenco manca Calaiò che, per la massima serie andrebbe pure bene ma, ha già 36 anni adesso

    ecco a cosa mi riferivo

  14. Screanzato says:

    Pencroff
    Certo che d Aversa lo sa…però in lega pro e Serie B dove eravamo “obbligati” a fare i tre punti con squadre che si chiudono sono sempre emerse le nostre lacune…in parole povere gioco orizzontale e speriamo che uno dei tre la davanti faccia la giocata…
    Con questo non voglio passare da pessimista o da gufo però è un dato di fatto che ad oggi in queste situazioni fatichiamo non poco…ripeto:sarei il primo ad essere super contento di vedere un Parma propositivo contro il Cagliari, ad oggi di d Aversa si può dire di tutto (è fortunato ecc ecc) però mi interessa poco…L importante sono i risultati/prestazioni poi che sia bravura che sia fortuna o quello che volete chissenefrega 😅
    parma-Cagliari 2-1💪

  15. Morosky says:

    Accetto il risultato e confermo

  16. Douglas says:

    Mi piacerebbe un bel 3 a 0 …
    Gol e assist Gervinho …
    Gol e Assist Ciciretti …
    Gol Inglese …
    El ” Straje “