CARMINA PARMA, di Luca Savarese / DI NECESSITA’ VIRTU’ E VITTORIA

08 Ott 2018, 00:00 8 Commenti di

Luca Savarese Inter Parma(Luca Savarese) – Il Parma, pirata che non t’aspetti, torna dalla repubblica marinara di Genova con il tesoro dei tre punti, fortino tutto suo dopo che alla vigilia si pensava che la nave rossoblù potesse aver la meglio anche perché, i predoni Crociati, erano arrivati nel mar ligure stra colmi di infortuni: non c’era su tutti la vela spianata Gervinho. Ma si sa, la difficoltà aguzza l’ingegno, così D’Aversa fa come raccomandava Platone in caso di mancanza di vento favorevole: impugna e fa impugnare i remi di una seconda navigazione collettiva, strenua, certosina. Se non hai il meglio, non è detto che tu non possa giocare ugualmente bene: questo lo slogan, che esce fuori da questa prova emiliana in quel di Marassi. Senza dubbio la più bella prova di mister D’Aversa da quando siede sulla panchina ducale. Il Parma è stato amico delle difficoltà senza subirle, senza lasciare che diventassero alibi, le ha luca rigoni genoa parmaribaltate in opportunità. E la partita si era aperta con una grandissima difficoltà: il Genoa infatti, caldo e senza alcun fronzolo, si era portato in vantaggio. Il pistolero Piatek, trovando una conclusione al volo ingarbugliata tra la testa e un pizzico di spalla, aveva sparato a salve. 9 marcature personali per il polacco neofita della A in 8 partite (chapeau). Un botto che avrebbe potuto spaventare qualsiasi squadra, non questo Parma. Non c’è Gervinho? Bè, perché non provare a fare come lui, cioè correre, avanzare il baricentro, creare scompigli e spaventi dalla trequarti in su? Allora inconsapevolmente ma non troppo si sono dati appuntamento, senza Gervinho, 10 Gervinho, come se per sostituire l’asso ivoriano ognuno, in qualche modo e con le proprie caratteristiche, avesse cercato di rimpiazzarlo, di fare come lui in campo: strappare, andare, provare a sorprendere. Su un angolo, siligardi festeggiato dai compagni dopo il gol in genoa parmabattuto con tutti i sacri crismi, Rigoni dopo l’assistenza volante di Bruno Alves ristabilisce la parità. Qui inizia un quarto d’ora di puro tremendismo crociato: palla sempre nei piedi, facilità disarmante di andare via ed avversari che cominciano ad arretrare: altro che pistolero, qui ci sono delle rivoltelle, che da un momento all’altro, possono freddarti. Siligardi furoreggia sulla destra, poi giù un sinistro che ricorda Robben. Il Parma mica si ferma, è una molla impazzita. Ceravolo vuole imitare Piatek e di cabeza cala il tris. Il Parma ha fatto scacco matto ricordando quell’eroico furore che proprio il Genoa mostrò contro madama sempre al Ferraris nel novembre del 2016. I tre gol sono state carezze per i crociati e schiaffi per le maglie rossoblù, che in un primo momento hanno provato a reagire. Vedi palo di Piatek, vedi gol di Criscito fabio ceravolo genoa parmaannullato, poi progressivamente si sono indeboliti e nel secondo tempo non hanno avuto energie per rimettere in piedi la gara. La D’Aversa band ha avuto un sacco di meriti, due su tutti: è riuscita a sverginare la linea maginot imbastita dal sacchiano Ballardini che in casa aveva preso solo un gol, dall’Empoli. Ha centrato, dopo l’indolente ed assente prova di Napoli, la seconda trasferta della stagione che adesso fa il paio con quel miracolo nella Milano nerazzurra dello scorso 15 settembre. Di solito, specie per una neopromossa, le vittorie esterne si contano col lanternino e se arrivano lo fanno a fatica e quasi mai se ne registrano due nelle prime otto uscite del campionato. Il Parma ha solo la maschera della neopromossa, e guai se se la leva, ma sotto, ci sono gli occhi della tigre di una squadra la cui voglia di rivalsa è dirompente. Pirata Parma, com’è dolce questa razzia nel mare rossoblu di Zena. Luca Savarese (foto estratte  dallla gallery del sito ufficiale www.parmacalcio1913.com)

Carmina Parma, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

8 Commenti a “CARMINA PARMA, di Luca Savarese / DI NECESSITA’ VIRTU’ E VITTORIA”

  1. Gaio1974 says:

    Dissento su una cosa: la partita più bella è stata Reggiana – Parma 0-2, 19/12/2016.

    Nota 2: ecco lo sapevo… abbiamo fatto una gran partita, verissimo, ma mi tocca già leggere il titolo della Gazzetta “Parma in zona Europa League”, che lavor che lavor… come rovinare subito tutto.
    DOBBIAMO SALVARCI, punto e basta, e siamo a + 8 dalla terz’ultima, ottimo. Ma siamo solo a inizio campionato. E’ lunga ancora.

  2. VELENOSOl says:

    Il segreto di questo Parma è
    il GRUPPO.
    Se Avessimo avuto in
    squadra gente come
    BALOTELLI o CASSANO
    sfasciagruppo
    ora saremmo negli ultimi.
    posti della classifica.
    Prendiamo Siligardi
    Volevamo addirittura
    udite udite, darlo via.
    Dai, ci sta pure un
    COLPO DI PAZZIA
    di questa società.
    Siligardi è uno dei
    punti di forza
    di questa squadra.
    Barilla’ lo stesso.
    Scadenti riservaccie
    in B
    ed ora sontuosi
    punti di forza
    di questo Parma
    operaio e velenoso.
    FAGGIANESCO
    e
    DAVERSESCO.

  3. VELENOSOl says:

    Chi parla ora non più di
    SALVEZZA ma di
    EUROPA LEAGLE
    se è anziano è
    DEMENZA SENILE
    GALOPPANTE
    e chi è giovane
    è invece un
    CUCU’

  4. albano says:

    altra giornata che ha regalato soddisfazioni. bravi ragazzi.
    davvero un grande gruppo.
    mi fa inoltre piacere che ha segnato Ceravolo (anche perché lo avevo annunciato).
    un plauso particolare anche a Sepe che prima dell’ inizio campionato mi ero espresso come una possibile piacevole sorpresa. gli è voluta qualche partita per sentire il “campo” che gli mancava ma mi pare in netta crescita sotto l’ aspetto emotivo / concentrazione.
    D’ Aversa non avendo la pressione di vincere il campionato in questa serie sta facendo davvero bene.
    per il Faggianone The Best sapete da sempre come la penso e finalmente anche i più scettici si stanno ricredendo.
    Bravi!

  5. Mr.Rom. says:

    Si scrive D’AVERSA si legge:
    DUE DERBY VINTI.
    DUE PROMOZIONI.
    DUE VITTORIE FUORI CASA.

    Grande Mister, Grande Parma Calcio 1913 srl. società solida e moderna. Saluti ai Reggiani disfattisti.

  6. filippo 1968 says:

    arriveranno momenti grami dove la fortuna magari ci girerà le spalle nonostane le prestazioni quindi …bene raccoglier punti subito come stiamo facendo in questo momento giocando discretamente, con concentrazione ,umiltà,e ordine tattico ………..una cosa però…ma perché tutti questi infortuni? questa si che è una cosa che potremmo pagare a caro prezzo sulla distanza…….anche i tempi di recupero sono sempre lunghissimi……non capisco

  7. Luca says:

    Siamo proprio tornati alla grande! 13 punti in 8 partite sono una cosa pazzesca. Bravi tuti!

  8. tommasone says:

    Domenica non avrei scommesso un euro sulla vittoria. Veramente una favola. Almeno quattro giocatori che non siamo riusciti a vendere nemmeno con la promessa di pagare parte dell’ingaggio ad oggi sono protagonisti assoluti. L’unico che pensavo potesse fare senza problemi la serie A era Gagliolo. Poi i nuovi acquisti veramente grandi. Il capitano poi fantastico…

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif