IL COLUMNIST di Luca Russo / AL FRANCHI IL PARMA RITROVA CONTINUITA’ E CONVINZIONE

26 Dic 2018, 18:00 2 Commenti di

russo 1(Luca Russo) – Continuità e convinzione: ciò che gli è mancato durante l’ultimo mese il Parma lo ha ritrovato al Franchi, nella giornata che lo vede ritornare al successo (1-0) e rilanciarsi nella corsa ad un insperato e non preventivato piazzamento europeo. I Crociati sbancano Firenze e riassaporano il dolce gusto della vittoria dopo una lunga e anch’essa inaspettata astinenza: col Sassuolo, il 25 novembre scorso, la gioia più recente. Poi solo pareggi (ChievoVerona e Bologna) e sconfitte (Milan e Sampdoria). Continuità di rendimento nei 90 minuti e convinzione di poter centrare l’impresa su un terreno non certo agevole come quello gigliato, dicevo in apertura. Così i gialloblu hanno superato i ragazzi di Pioli, che ce l’hanno messa tutta pur di bissare la splendida prestazione, con annessi tre punti, esibita nel San Siro milanista, ma che nulla hanno potuto contro un Parma sornione ed estremamente concreto. Un Parma che nel primo tempo è riuscito a non naufragare sotto i colpi a ripetizione di una Fiorentina più furiosa che mai e capace nei 25′ iniziali di sfiorare il vantaggio per ben 4 volte: con Benassi, Chiesa, Pezzella e infine Simeone. Bravi i ragazzi di D’Aversa a tenere botta e soprattutto a trovare il gol – con Inglese su liscio clamoroso di Vitor Hugo – al primo tentativo. Praticità allo stato puro, requisito fondamentale sia per coronare il sogno di salvarsi senza troppi patemi che per concedersi qualcosina in più del solito campionato tranquillo. Nella ripresa prevedibile il tentativo di riequilibrare il risultato da parte dei padroni di casa, ma i loro attacchi imprecisi e male orchestrati non han prodotto che confusione. L’espulsione, sacrosanta, di Vitor Hugo ha peggiorato ancor di più la giornata comunque complicata dei toscani, ha aggiunto ulteriore tranquillità al già abbastanza sereno secondo tempo vissuto da Sepe – di fatto quasi inoperoso al di là dell’intervallo – e compagni e ha mfiorentina parma 0 1 finaleesso in ghiaccio la vittoria del Parma. Che grazie a questo successo si toglie un bel po’ di soddisfazioni in termini di classifica: tocca quota 25 punti; aggancia Fiorentina, Atalanta e Sassuolo; resta a 6 lunghezze dalla musichetta della Champions e riduce la distanza dai giovedì di Europa League (da -4 a -3); ma soprattutto mette altri 3 mattoncini tra sé e l’incubo retrocessione, col Bologna, attualmente terz’ultimo e oggi sconfitto in casa per 2-0 dalla Lazio nel derby tra i fratelli Inzaghi, che sprofonda a -12 dai Ducali. In alto i calici e brindiamo al Parma che “non abbiam visto mai”. Un magico Parma che lancia un messaggio abbastanza chiaro al campionato: non succede, ma se succedeLuca Russo

Columnist, In Evidenza

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

2 Commenti a “IL COLUMNIST di Luca Russo / AL FRANCHI IL PARMA RITROVA CONTINUITA’ E CONVINZIONE”

  1. Luca says:

    Guardiamo solo al +12 sul Bologna e basta. è un vantaggio che ci fa stare tranquilli per almeno un 2 mesi.

    • Lele says:

      Certo Luca, loro fanno una media punti da Champions League e noi le perdiamo tutte. Ma dai….pessimismo a go go…. Se fossimo nella loro posizione avresti già sentenziato la serie B, ora siamo a +12; guardando gli ultimi anni, e quest’anno penso saremo sullo stesso livello, la salvezza sarà fissata a 36-38. Ciò vuol dire che nel girone di ritorno (se non facciamo punti con la Roma ma penso ne faremo) dobbiamo fare 11-13 punti come le squadre peggiori del girone di andata. E’ vero essere prudenti ma guardiamo in faccia la realtà. Con la vittoria di ieri abbiamo messo un bel mattone sulla salvezza grazie al Bologna e non dico che dobbiamo gestire troppo il vantaggio ma giocare sereni. Anche con qualche pareggio in più. Bene così…