IL COLUMNIST di Luca Russo / IL PARMA GOVERNA L’INCONTRO, SOVRASTA GLI OSPITI, LI METTE ALLE CORDE, MA NON AL TAPPETO…

22 Dic 2018, 21:00 3 Commenti di

russo 1(Luca Russo) – Al Parma avevo chiesto una prestazione e un risultato che lo rilanciassero nella corsa ad un piazzamento europeo. La classifica e il gioco espresso fin qui, tanto intelligente quanto pratico, mi lasciavano pensare che i Crociati avessero i requisiti necessari per provare a lanciare l’assalto alla zona Europa League. E lo credo possibile anche in questo preciso momento, sebbene contro il Bologna non si siano spinti al di là di un pareggio (0-0) che comunque smuove la classifica e la mantiene in linea con quello che per stessa ammissione dei vertici societari è l’obiettivo stagionale, ovvero la salvezza. Tuttavia proprio il pari raccolto al cospetto dei più quotati, navigati ed equipaggiati felsinei può essere incassato dai ragazzi di D’Aversa come una corposa ricarica in termini di autostima, non fosse altro perché da neopromossi hanno tenuto sotto scacco una formazione che invece la A la frequenta da un bel po’. Nel primo tempo si è capito perché il Bologna in campionato non vince fuori casa da un anno esatto; e perché nel corso di questa stagione ha raccolto appena 4 punti lontano dal Dall’Ara. Ma si è capita anche la ragione per cui i Crociati realisticamente dovranno preoccuparsi di quel che accade alle loro spalle piuttosto che ingolosirsi per ciò che succede nelle prime file: al Parma manca la qualità necessaria per innescare i suoi elementi di punta, Gervinho su tutti. Non stupisce, dunque, che il dominio gialloblu della prima frazione produca soltanto il palo stampato da Siligardi su invito dell’ivoriano. Il Parma governa l’incontro, sovrasta gli ospiti, li mette alle corde, ma non al tappeto, perché sul destro non gli piove mai il gancio giusto. La ripresa non propone variazioni sul tema. Ducali all’assalto, rossoblu arroccati in difesa. gervinho parma bolognaInglese ci prova concretamente in una sola circostanza, però del gol nemmeno l’ombra. Gli avvicendamenti ordinati da D’Aversa (Sprocati per Siligardi, Stulac per Scozzarella e Ciciretti per Gervinho) non sortiscono l’effetto desiderato. Le truppe di Inzaghi resistono, i Crociati non sfondano sebbene le provino proprio tutte per ritornare a quel successo casalingo che non si materializza dal 25 novembre scorso (2-1 al Sassuolo). Il Bologna si prende la scena solo nel quarto d’ora finale, quando i gialloblu calano e iniziano a masticare l’idea per cui anche un punticino può andar bene. E in effetti per quel che si è visto al Tardini, il pari è giusto. E accontenta tutti. Luca Russo

Columnist, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

3 Commenti a “IL COLUMNIST di Luca Russo / IL PARMA GOVERNA L’INCONTRO, SOVRASTA GLI OSPITI, LI METTE ALLE CORDE, MA NON AL TAPPETO…”

  1. Luca says:

    Mah…non facciamo passare il Bologna per una bella squadra e quindi parliamo di punto guadagnato perchè loro sono veramente veramente scarsi. Poi in generale è stata una partita orrenda tra 2 squadre senza qualità.

  2. Gabriele says:

    Vedo che sta rinsavendo

  3. Ale says:

    Non si sono create occasioni un o due tiri in porta in una partita mi sembrano davvero poca cosa. Manca qualcosa ma inutile parlare di qualcosa che manca da un po’ e che se arriva una vittoria va nel dimenticatoio.