IL COLUMNIST di Luca Russo / COMPLOTTISTI? NO GRAZIE

14 Apr 2019, 00:00 18 Commenti di

il-columnist-luca-russo.jpg(Luca Russo) – I complottisti non mi sono mai stati simpatici. Esattamente come quelli che giustificano gli insuccessi della propria squadra del cuore con gli errori arbitrali, agitando anche in questo caso lo spettro di oscure trame di Palazzo. Mentalità perdente, la loro. Non fosse altro perché nel calcio a volte si è martello, altre incudine: basterebbe avere un minimo di onestà per riconoscerlo, così non si alimenterebbero le polemiche che settimanalmente inquinano il clima attorno al mondo del pallone. Questo pomeriggio a Ferrara la Juventus, ormai prossima al traguardo dell’ottavo scudetto consecutivo, ha perso per 2-1 contro una Spal in piena lotta per conservare la categoria. Ci sta che una formazione sostanzialmente sicura di vincere il campionato possa farsele suonare da una squadra che è invece chiamata a mettersi al riparo dal fantasma della retrocessione, o no? Le motivazioni a volte fanno la differenza. E i miracoli. Soprattutto se poi i quasi campioni non scendono in campo col loro undici tipo perché spal juventusmartedì c’è una gara da cui dipenderà la buona o pessima riuscita della loro stagione, ovvero il ritorno dei quarti di Champions League contro i ragazzini terribili e temibilissimi dell’Ajax. E qui entrano in gioco i complottisti: lasciando a casa Cristiano Ronaldo, Matuidi, Pjanic, Mandzukic e Rugani, schierando titolari Gozzi e Kastanos e come subentranti Nicolussi e Mavididi, la Juventus non è stata esattamente un inno alla sportività e ha falsato la lotta salvezza. Detto che in campo i bianconeri avevano comunque elementi del calibro di Dybala, Bentancur, Cancelo, Spinazzola, Kean e Barzagli, che a me sembra assai riduttivo definire seconde linee, secondo voi con uno scudetto in ghiaccio e la battaglia contro l’Ajax all’orizzonte, Allegri doveva rischiare caviglie e ginocchia di chi invece ha giustamente lasciato a casa a riposare? Suvvia, qualsiasi squadra nei panni della Juventus avrebbe fatto uguale; e sopratutto ogni società al posto di quella bianconera avrebbe addirittura preteso dal proprio tecnico le stesse scelte compiute da Allegri. Però voglio mettermi sullo stesso piano dei complottisti – sapendo in anticipo che ne uscirò sconfitto perché loro hanno parecchia più esperienza del sottoscritto in materia – e piazzare qualche puntino sulle i. A me pare che pochi giorni fa l’Empoli abbia avuto vita facile contro un Napoli già troppo lontano dalla prima piazza ma abbastanza certo della seconda: non ricordo la stessa indignazione a proposito della regolarità della lotta per non retrocedere scatenata dal successo, meritato, della Spal sulla Juventus. Andando più indietro nel tempo, e toccando questioni a noi più vicine, mi sembra che il 2-1 col quale il Verona venne a vincere al Tardini al tramonto del campionato 2000/2001 non suscitò lo scalpore generato da quanto s’è visto oggi al Mazza, sebbene quel risultato contribuì alla retrocessione della Reggina, che scivolò in B dopo lo spareggio salvezza perso proprio contro gli scaligeri. Poi, e restiamo sempre su tonalità gialloblucrociate, c’è pure chi la corsa salvezza se la complica da solo, come il Parma che pur non avendo doppie o triple competizioni da onorare contro il Napoli non si è presentato con l’undici migliore e dunque non è riuscito a impensierirlo più di tanto, andata e ritorno. Indignazione? Idem come sopra: non pervenuta. E di esempi di formazioni che si risparmiano per questa o quella ragione ce ne sarebbero tanti altri. Capisco l’antipatia per una squadra (la Juventus nella fattispecie), ci mancherebbe. Ma prima di dare degli antisportivi agli altri, bisognerebbe dare un’occhiata al proprio “curriculum”. Luca Russo

Columnist, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

18 Commenti a “IL COLUMNIST di Luca Russo / COMPLOTTISTI? NO GRAZIE”

  1. Gaio1974 says:

    No, non concordo, perlomeno non i questi termini.
    Sul discorso rilassamento, prossima partita di Champions, non ci piove, però stiamo parlando di una squadra che ha ucciso il campionato. Ripeto: ucciso.
    E al di là del discorso che “la Juve ruba” occorre però dire che è la squadra nettamente più forte e che poco ci possono fare gli altri.
    Quello che fa incavolare è che se hai ucciso il campionato fino a 6 partite dalla fine, non esiste che le ultime 5 o quel che sono, diventino una presa in giro per chi ha già giocato con la Juve.
    Questo d’altronde è il regalo che ci fa un campionato a 20 squadre, troppe, con molte di esse che già ai primi di marzo non hanno più nulla da chiedere al campionato.

    Su una cosa invece sono in pieno accordo: noi se finiamo in B lo dobbiamo però solo a oi stessi, perchè abbiamo buttato nel cesso un campionato che per noi era terminato a Febbraio, al 15° del secondo tempo, proprio con la Spal, quando eravamo in vantaggio 2-0 e a +17 dalla zona salvezza.
    Ciò che è accaduto a Ferrara è sportivamente davvero irritante, e lo confermo, ma se si vola giù, e la probabilità è alta, stavolta sarà al 99% solo stata colpa nostra.

    • Luca Russo says:

      La Spal ha battuto anche la Lazio e la Roma, segno che è una squadra capace di tener testa alle grandi. E la Juve di punti ne aveva già persi per strada, di cui un paio proprio col Parma e col Genoa all’andata, a riprova che con le “piccole” ogni tanto va in sofferenza. Tra i calciatori lasciati a casa dai bianconeri, 4 erano infortunati: Emre Can, Chiellini, Rugani e Douglas Costa; uno era reduce da un guaio muscolare e dunque a rischio ricaduta: Cristiano Ronaldo; di fatto Allegri non è che avesse molte possibilità di combinare qualcosa di diverso rispetto a quel che s’è visto a Ferrara e in fondo ha rinunciato volontariamente, e per questioni di risparmio energetico in vista della fondamentale sfida di Champions contro l’Ajax, solo a Matuidi, Pjanic e Mandzukic. E tuttavia in campo oltre agli elementi già citati nel pezzo, c’erano anche De Sciglio e Cuadrado, due dei tanti titolari bianconeri. Sì, titolari. Perché, è bene ricordarlo, alla Juve realmente non esistono prime e seconde linee, ma lo diventano in funzione del (loro) momento. Quindi, parlare di campionato falsato perché Allegri ha schierato due “sconosciuti” come Gozzi e Kastanos, che tra l’altro a mio parere han fatto una gara da sufficienza piena, in un undici comunque imbottito di titolari, mi sembra un’esagerazione, dettata dalle nostre solite ingiustificate fisime. Ieri sera il Barcellona non è andato oltre lo 0-0 sul campo dello Huesca, fanalino di coda della Liga: andate a dare un’occhiata all’undici di partenza blaugrana…
      Oggi il Napoli, sul terreno di gioco del Chievo fanalino di coda nostrano, stando alle “probabili formazioni” mette dentro Luperto e lascia in panca Meret, Koulibaly, Hysaj, Maksimovic, Allan, Mertens e Callejon, e qui sì che si può parlare di prime e seconde linee. Accusiamo anche gli azzurri di falsare la lotta salvezza? O, molto più ragiomevolmente, condividiamo le scelte di Ancelotti perché è giusto far rifiatare i titolari in vista del match di giovedì prossimo contro l’Arsenal, nel quale il Napoli sarà chiamato a rimontare il 2-0 dell’Emirates? Rimonta che peraltro io considero molto possibile considerato che gli inglesi fuori casa danno poche garanzie.

      I grandi club, che hanno quasi due rose proprio per fronteggiare al meglio il doppio o triplo impegno, ragionano così: danno priorità a ciò che devono ancora conquistare. Accettiamolo.

    • Luca Russo says:

      La Spal ha battuto anche la Lazio e la Roma, segno che è una squadra capace di tener testa alle grandi. E la Juve di punti ne aveva già persi per strada, di cui un paio proprio col Parma e col Genoa all’andata, a riprova che con le “piccole” ogni tanto va in sofferenza. Tra i calciatori lasciati a casa dai bianconeri, 4 erano infortunati: Emre Can, Chiellini, Rugani e Douglas Costa; uno era reduce da un guaio muscolare e dunque a rischio ricaduta: Cristiano Ronaldo; di fatto Allegri non è che avesse molte possibilità di combinare qualcosa di diverso rispetto a quel che s’è visto a Ferrara e in fondo ha rinunciato volontariamente, e per questioni di risparmio energetico in vista della fondamentale sfida di Champions contro l’Ajax, solo a Matuidi, Pjanic e Mandzukic. E tuttavia in campo oltre agli elementi già citati nel pezzo, c’erano anche De Sciglio e Cuadrado, due dei tanti titolari bianconeri. Sì, titolari. Perché, è bene ricordarlo, alla Juve realmente non esistono prime e seconde linee, ma lo diventano in funzione del (loro) momento. Quindi, parlare di campionato falsato perché Allegri ha schierato due “sconosciuti” come Gozzi e Kastanos, che tra l’altro a mio parere han fatto una gara da sufficienza piena, in un undici comunque imbottito di titolari, mi sembra un’esagerazione, dettata dalle nostre solite ingiustificate fisime. Ieri sera il Barcellona non è andato oltre lo 0-0 sul campo dello Huesca, fanalino di coda della Liga: andate a dare un’occhiata all’undici di partenza blaugrana…
      Oggi il Napoli, sul terreno di gioco del Chievo fanalino di coda nostrano, stando alle “probabili formazioni” mette dentro Luperto e lascia in panca Meret, Koulibaly, Hysaj, Maksimovic, Allan, Mertens e Callejon, e qui sì che si può parlare di prime e seconde linee. Accusiamo anche gli azzurri di falsare la lotta salvezza? O, molto più ragiomevolmente, condividiamo le scelte di Ancelotti perché è giusto far rifiatare i titolari in vista del match di giovedì prossimo contro l’Arsenal, nel quale il Napoli sarà chiamato a rimontare il 2-0 dell’Emirates? Rimonta che peraltro io considero molto possibile visto che gli inglesi fuori casa danno poche garanzie.

      I grandi club, che hanno quasi due rose proprio per fronteggiare al meglio il doppio o triplo impegno, ragionano così: danno priorità a ciò che devono ancora conquistare. Accettiamolo.

    • LG says:

      Sono d’accordo con Gaio1974, oltre alle assai discutibili scelte di formazione è stato l’atteggiamento della Juve che ha dimostrato di non voler onorare sportivamente il campionato, ma d’altra parte dalla Juve non ci si può aspettare altro (resta l’orgoglio di aver guadagnato meritatamente con le unghie e con i denti il punto strappato a Torino contro una squadra che paragonata al Parma è purtroppo fuori concorso). Poi ci si chiede come mai in Europa non si tifi le italiane, ma per carità!!
      Concordo inoltre che semmai il Parma dovesse retrocedere le colpe sarebbero solo sue perché in serie A non si può mai abbassare la concentrazione e quando vinci in casa, nel secondo tempo, 2 a 0 con la Spal (un tuo avversario diretto) , devi portare a casa la partita senza se e senza ma.
      Sono altresì convinto che gli sberloni presi hanno fatto tornare la concentrazione nella squadra che ha fatto una gran partita di cuore contro il Torino (a mio modo di vedere dei segnali di risveglio ci furono anche con Atalanta e Frosinone), tenuto conto anche dei tanti infortunati che pesano parecchio purtroppo (anche la Juve senza i titolari è una squadra normale figuriamoci il Parma).
      Ora con fuori solo Inglese ed Alves (che tra poco torneranno) possiamo comunque dire la nostra contro tutti e possiamo tranquillamente arrivare a quei 39-40 punti che dovrebbero essere la salvezza. Personalmente penso che retrocederà chi perderà lo scontro diretto tra Bologna ed Empoli, quella sarà la gara decisiva e noi potremmo poi dare una mano agli amici Empolesi battendo il Bologna.
      Sempre e solo forza Parma

  2. Luca P. says:

    Lasciamo perdere il risulta della Juve: la nostra salvezza c’è la siamo compromessa da soli.
    Alleggri ha fatto ció che tutti gli allenatori di buon senso avrebbero fatto.
    Se mai dovessimo retrocedere non sarà certo per colpa della Juve.
    Purtroppo ad oggi siamo la maggior candidata…. A meno che non si faccia il colpaccio oggi con il Sassuolo.

  3. VELENOSO ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ says:

    Gaio 74 condivido. 😇 😇 😇
    Siamo onesti mav
    INCONSCIAMENTE NON VOGLIAMO RIMANERE IN A
    Quando ci siamo accorti che dopo
    Udine alla prima di campionato nel girone di ritorno.
    battendo l’udinese eravamo praticamente salvi
    e a un quarto 🌓 d’ora dal termine con la Spal
    eravamo in piena Europa abbiamo perso e cominciato
    INCONSCIAMENTE a non volere più la 🅰
    Nella partita più importante dell’anno a Empoli
    abbiamo avuto nuovamente la palla del mach point
    anzi ne abbiamo avute tre.
    Tre mach point buttati nel bidone della spazzatura
    E come aver avuto 3 rigori e averli sbagliati tutti
    Tre volte raggiunti addirittura l’ultima volta nel recupero.
    Se nel recupero fossimo stati concentrati ora
    saremmo a + 9 sull’Empoli ma come dicevo
    INCONSCIAMENTE anche se nelle interviste
    diciamo il contrario e i tifosi a questa mia
    provocazione s’imbestialiranno dicendomene
    di tutti i colori
    La 🅰 non la vogliamo.
    Non so perché ma è così.
    Ammettiamo che lunedì perda l’Empoli e noi oggi
    perdiamo col Sassuolo, saremmo sempre a +6
    😇 😇 ma il prossimo turno noi avremmo il Milan
    in casa e l’Empoli avrebbe la Spal già salva e il
    distacco si dimezzerebbe e saremmo a + 3 visto che in casa
    con.le grandi squadre a differenza dell’Empoli
    ci CAGHIAMO ADDOSSO e poi negli
    ultimi 15 minuti se il risultato è ancora in bilico
    facciamo quello che di solito facciamo.
    PERDIAMO avendo nella nostra testa una
    TEMPESTA EMOTIVA. ⚡ ⚡ ⚡ ⚡
    Tutti vanno in confusione.
    Forse in quel momento sono presenti
    solo con la carcassa, la concentrazione è andata
    a farsi benedire.
    Anche a Frosinone a tempo scaduto Gobbi forse
    pensava ad altro forse al suo cane e a cosa avrebbe
    dovuto dargli da mangiare buttando nella spazzatura
    un punto d’oro 😈 😈 😈 😈 😈 😈
    Ecco perché oggi è decisiva.
    Nel bene 😇
    e
    nel male 😈
    Se si vince si rimane in 🅰 quasi
    matematicamente ma il Parma
    vuole INCONSCIAMENTE
    rimanere in 🅰?
    Questo è il problema ➕ ➕
    Un pareggio serve solo ad avere nel prossimo
    turno 4 punti sull’Empoli che è in
    FORMISSIMA e le grandi, con le palle 🍒 🍒 che ha l’Empoli
    SEMPRE in tutte le partite
    le fanno un baffo.
    Più sono forti e più gareggia alla pari
    L’opposto di quello che facciamo noi.
    Più sono forti e più
    mettiamo il pannolone e ci
    CAGHIAMO addosso dalla paura come
    se invece della squadra avversaria
    dovessimo combattere contro un 🐉
    UN DRAGO SPUTAFUOCO. 🔥 🔥 🔥 🔥 🔥
    LO DICO E LO RIPETO
    OGGI È DECISIVA
    😈 o 😇

  4. Pencroff says:

    Complottari va’

  5. VELENOSO ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ says:

    Questo Parma ci ha tolto anche la voglia di esultare
    quando segna un gol.
    Qualcuno giustamente dirà
    ” Perché? 😈 ”
    Ve lo spiego in due parole.
    Se segnamo nel 95% dei casi
    subiamo subito il
    pareggio dopo pochi minuti 🕒
    Basta controllare le statistiche.
    Da Cagliari in poi, ditemi una partita
    in cui abbiamo rimontato il gol preso
    o una partita in cui dopo aver segnato, non
    siamo stati rimontati.
    Non solo, dopo il pareggio la squadra
    avversaria chepareggia si “gasa”
    e a noi viene la
    SINDROME DEL PANNOLONE
    e……perdiamo.
    Ecco perché bisogna segnare solo negli
    ultimi minuti
    Vai beh che poi prendiamo gol
    come da prassi consolidata nel tempo
    nel recupero…… 😈 😈 😈 😁 😁 😁

  6. VELENOSO ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ says:

    Unica eccezione a quello da
    me sopra esposto
    Il Genoa.
    Sigh

  7. VELENOSO ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ says:

    Anche in casa con l’Empoli la. Juventus aveva fatto una partita oscena. 😈 😈
    Meritava di vincere largamente l’Empoli poi un gol di culo….
    Quando ha le coppe, in campionato la Juventus non esiste.
    Speriamo veng eliminata dall’Ajax . 😈 😈

  8. marco says:

    Ma si sa quanti tifosi ci saranno ?

  9. il cinese says:

    COMPLOTTISTI SI !!!!!!! caroo russo a essere complottisti ci si azzecca sempre in italia si ricordera’ che il suo napoli retrocesse pèerche’ il parma perse con il verona e guarda caso anni dopo si scopri che erano societa’ con stesso propietario !! oppure si ricordera le intercettazioni di moggi che comandava anche chi doveva retrocedere in base a chi gli dava o giocatori e chi no !!! ilo compoeramneto dell arbitro a lecce con 8 ammonizioni non lo ricordo eravamo complottisti mi pare che e stato radiato quell aarbitro …………………se non le bastasse c’e REGOLAMENTO CHE DICE CHE BISOGNA METTERE IN CAMPO LA MIGLIOR FORMAZIONE POSSIBILE ora caoisco mettere a riposo 3 -4 giocatori ma 11 come ha aftto allegri no e pii perde che fa mette su 3 primavera messaggio chiaro a tutti ………e cosa dice con prepotenza a si avremmo vinto sicuro con i titolari !!! ammissione di aver calpestato le regole e fair play con arroganza lo ammette …………se non fosse la juve l avrebbero gia inquisita acnhe perche chi ha scommesso chi li ripaga ? e stato falsato molte cose non mi stupirei che venga indagata la juve o che qualche associaazione di consumatori gli faccia causda ci scomewtto che l ajax ha giocato con tutti i titolari ……………

    • Luca Russo says:

      Detto che il Napoli non è la squadra per cui faccio il tifo, quella vittoria del Verona al Tardini danneggiò solo ed esclusivamente la Reggina, che proprio per via di quel risultato fu costretta allo spareggio perso proprio contro il Verona, cosa che peraltro ho già specificato nel pezzo. Quanto al resto, la Juventus ieri ha schierato: Perin, De Sciglio (titolare fino a qualche tempo fa), Barzagli (vogliamo metterlo in discussione?), Cancelo (titolare), Spinazzola (nel ritorno con l’Atletico ha fatto cose eccelse), Bentancur (altro titolare della prima parte di stagione e in gran forma ad Amsterdam), Dybala (se non titolare, talento che non si discute e primo cambio di lusso), Kean (al momento il centravanti più in forma dei bianconeri), Cuadrado (che insomma come seconda linea mi pare proprio uno spreco) più i tanti (2 su 11 sono realmente tanti?) primavera di cui tutti parlano, ahime anche alcuni colleghi, ma mi sa senza aver visto nemmeno un minuto del match. Se questa è una formazione meritevole di finire in qualche inchiesta della Procura (e dato l’andazzo delle ultime stagioni, non ne sarei sorpreso), allora il calcio può chiudere anche oggi stesso. Poi che la Juventus avesse in infermeria Chiellini, Emre Can, Rugani e Douglas Costa e una partita all’orizzonte (Ajax) da cui dipenderà tutta la stagione, soprattutto se dovesse andare male, no questo non fa testo. Ripeto ciò che ho scritto nell’articolo: capisco che la Juve vi stia sugli zebedei, ma scordarsi del proprio curriculum e avere le fette di prosciutto davanti agli occhi non è da sportivi.

  10. Pencroff says:

    Vengo continuamente censurato dal moderatore quando esprimo opinioni su Velenoso Varicoso. Va bene, ogni sito si impronta alla policy che crede, se non piace si puó evitare di frequentarlo. Peró io faccio una domanda che non credo sia volgare o insultante. Chiedo cioè al Direktor ed ai vari autori se tutto questa esondazione del Vanitoso Velenoso porti beneficio al sito, sul quale da tempo non si affaccia qualche nuovo partecipante.

  11. Luca says:

    Il fatto è che ogni anno puntualmente accadono risultati “strani” a fine campionato che alzano di molto la quota salvezza. Complotto? Rilassamento di alcune squadre senza più obiettivi? Resta il fatto che il problema c’è e magari riformare i campionati introducendo playoffs e playout aiuterebbe.

  12. Pencroff says:

    Credo di fare il bene del sito, che ho amato in passato, segnalando ciò che non penso solo io.
    Pagliaccio se lo dá da solo, credo sia evidente, istericamente evidente. Non ho detto che lo sia come persona, non lo conosco nè lo vorrei conoscere, ma lo fa come risulta abbastanza evidente. Mi dica lei, cortesemente, cosa ne pensa di vedere il sito tutto sbrodolato.

  13. Pencroff says:

    Ancora censurato, vabbè. Non mi permetto di definire pagliaccio quel signore in quanto persona, non lo conosco. Su questo sito lui fa il pagliaccio col beneplacito anche di altri autori. Questo non fa bene al sito, purtroppo. Ed io voglio bene a questo sito sin dalla prima ora, checchè se ne dica

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif