MONTELLA: “ABBIAMO CREATO TANTO, NON HO CAPITO IL METRO DELL’ARBITRO. IL DESTINO E’ ANCORA NELLE NOSTRE MANI”

19 Mag 2019, 17:15 2 Commenti di

(Ilaria Mazzoni) – Nonostante la Fiorentina oggi non sia riuscita a raccogliere, sull’erba del Tardini, un risultato positivo per Montella la sua squadra è riuscita a creare tante occasioni, potenzialmente anche pericolose. Una montellasconfitta che obbliga la viola a restare con il fiato sospeso per un’altra settimana, infatti non è ancora raggiunta la salvezza matematica. Una partita, prosegue il tecnico, in cui l’arbitro ha utilizzato il proprio fischietto di rado, certo, sicuramente non hanno perso la gara per la condotta arbitrale ma, conclude, oggi non ha capito quale metro sia stato utilizzato. Anzi, forse, afferma, lo capisce ma non lo condivide. Nel finale, poi, dichiara di aver perso la testa e, per questa ragione, è stato espulso.  Una partita, quella di questa Domenica pomeriggio emiliana, persa per ingenuità anche se questo non deve rappresentare un alibi o una scusa. Il destino, prosegue, rimane, in ogni modo, nelle loro mani anche se tutto, ora, sta girando male. I giochi non sono ancora fatti per questo bisogna affrontare di petto le difficoltà anche se ci sono momenti negativi, come quello che di certo la viola sta affrontando ora, bisogna continuare a lottare. Un momento grigio che il tecnico, comunque, vive come una prova, come un’occasione di crescita, anche sul piano personale. Fondamentale, per la Fiorentina, lasciarsi alle spalle la paura della classifica per poter affrontare con determinazione la partita di Domenica prossima. L’ultima, contro il Genoa. Una sfida da ultima spiaggia in cui l’avversaria sarà ugualmente alla ricerca disperata di punti salvezza. Per Montella c’è un’unica soluzione possibile: quella di scrollarsi di dosso l’ansia, come è stato fatto oggi per affrontare i crociati, e migliorare quell’agitazione che hanno evidenziato negli ultimi trenta metri. Ilaria Mazzoni

 

News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

2 Commenti a “MONTELLA: “ABBIAMO CREATO TANTO, NON HO CAPITO IL METRO DELL’ARBITRO. IL DESTINO E’ ANCORA NELLE NOSTRE MANI””

  1. Gabriele says:

    Impara ad allenare Montella, altro che arbitro

  2. Luca says:

    Ma quale arbitro, dai! Paura di dire che Chiesa non dovrebbe tuffarsi?