IL COLUMNIST / FARE AFFARI CON RAIOLA

19 Giu 2019, 15:00 6 Commenti di

sportparma raiola

russo 1(Luca Russo) – Non solo la suggestione estiva (o pietra miliare del programma triennale del Parm?) Mario Balotelli. Gli ottimi rapporti tra Daniele Faggiano e Mino Raiola potrebbero regalare a D’Aversa altri 3 calciatori assistiti dal procuratore di SuperMario. Lo riporta SportParma in un articolo di ieri a firma di Antonio Boellis. Pinamonti, Ciano e Abate: questi i nomi di cui il DS Crociato e il Mino nazionale hanno parlato in un incontro a Milano consumatosi qualche giorno fa. Tre profili che – chi perché provvisto di un significativo bagaglio esperienzale, chi perché in possesso di buona tecnica, chi perché con una gran voglia di emergere – a mio parere ben si coniugano con le esigenze del Parma: la prossima stagione, che ci vedrà per la seconda volta consecutiva ai nastri di partenza della A dopo il fallimento del 2015, sotto certi aspetti sarà più complessa di quella terminata il mese scorso, per il semplice motivo che dovrà essere l’annata del consolidamento, in cui saremo chiamati a ribadire la nostra presenza in massima serie, se possibile migliorando il piazzamento dell’anno passato. Vincere è difficile, confermarsi lo è di più. E allora ben vengano, semmai dovessero realmente raggiungerci, i tre di cui sopra. Sinonimi, appunto, di cifra tecnica, esperienza e voglia di imporsi. Pinamonti arriverebbe in prestito dall’Inter e ci garantirebbe quella sfrontatezza tipica dei talenti in rampa di lancio e indispensabile per le formazioni attese da un campionato di lotta più che di governo. Sulle sue doti credo che nessuno possa nutrire dubbi e, del resto, ce ne ha fornito un ampio saggio ai recenti mondiali under 20, durante i quali ha messo a segno la bellezza di 4 reti. Ma anche col Frosinone, al suo primo vero campionato da grande, tra i grandi e senza l’atmosfera protettiva della casa madre nerazzurra, ci ha fatto capire di quale pasta sia fatto: realizzare 5 marcature in 27 presenze con una squadra retrocessa velocemente in B, è tanta roba. Soprattutto se sei giovane e ancora accompagnato dalla fama di prospetto promettente. Proprio da Frosinone giungerebbe il secondo nome della lista di Faggiano. Se con Pinamonti risolveremmo i nostri problemi in fase realizzativa, con Camillo Ciano troveremmo chi lo manda in gol. L’esterno attualmente alle dipendenze del club ciociaro, oltre che dotato di un gran bel tiro, di una discreta abilità nel saltare l’avversario e nell’esecuzione dei calci piazzati, è un eccellente assistman col vizio del cross al bacio, merce rara nel calcio di oggi, specialmente tra le squadre della parte destra della classifica. Lo sarebbe pure un terzino come Ignazio Abate, ultimo nome dell’elenco oggetto delle conversazioni tra Raiola e Faggiano. Dopo una militanza lunga 10 anni, il difensore non ha rinnovato col Milan, obbligato a sfoltire la rosa, a ringiovanirla e a ridurne il monte ingaggi nel rispetto dei paletti imposti dal fair play finanziario. Come per Pinamonti, anche a proposito delle qualità di Abate è praticamente impossibile opporre riserve o perplessità. Ma sarebbe un affare se e solo se fisicamente è a posto. Ammesso e non concesso che lo sia e che abbia nelle gambe una stagione intera, l’esperienza che ha maturato in rossonero farebbe solo che bene ad un Parma che vorrebbe vivere un secondo anno di A più tranquillo del primo. Luca Russo

Columnist, In Evidenza, News

Autore

Stadio Tardini

6 Commenti a “IL COLUMNIST / FARE AFFARI CON RAIOLA”

  1. Davide says:

    Condivido tutto, ma non Pinamonti. Valorizzare per 12 mesi la roba d’altri per trovarci poi l’anno prossimco com l’attacco ancora da rifare non ha senso. Senza sottovalutare i rischi di richieste a gennaio che l’Inter potrebbe fare se uno va particolarmente bene con conseguenza disastrose. I prestiti a mo di elemosine secchi sono devastanti e da evitare come la peste secca.

  2. Stefano says:

    Passiamo da balotelli a mancuso, da rog a kanoutè poi abbiamo in animo di comprare tutta la serie A dell’anno scorso. Ma ad oggi zero arrivi e zero partenze.
    E il giorno 8 luglio si avvicina.
    Credo che anche quest’anno il mercato del Parma si farà negli ultimi giorni del mese di agosto e come si potrà ovvero prestiti , parametri e scambietti.

  3. VELENOSO 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈😈 😈 😈 😈 says:

    Date fiducia a San Faggiano.
    Non fatelo diventare San Faggiano martire
    Sa quello che vuole
    Sa quello che fa.
    E non vi deluderà.
    Una cosa però.
    Non fategli prendere dei giovani.
    Su questi non ne capisce una mazza.

  4. VELENOSO 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈😈 😈 😈 😈 says:

    Non riesco a capire come certi giocatori non ragionano
    Prendiamo Cassano, un fuoriclasse stratosferico.
    È stato al Real, poteva divenire come Messi ma il
    carattere lo ha soggiogato vinto umiliato
    e poi distrutto
    Aveva in mano il mondo.
    Ci ha sputato su.
    Ora nessuno sa più chi e ‘
    Ha fatto figure da Pinguino e da Cioccolatino
    con quasi tutti in modo industriale.
    Prendiamo Balotelli, un fuoriclasse
    ormai sulla via del tramonto
    dimenticato da tutti per la sua testaccia
    Poteva divenire un fenomeno
    Poteva divenire il re della Nazionale.
    La sua testa gliel’ha proibito e…impedito
    Sulla tavola del Casino di Parma
    ha buttato una carta.
    Sarà l’asso o uno scartino?
    Lui dice che è un asso pigliatutto.
    E se bleffa?
    È questo il problema.
    Non vorrei essere nei panni della società.
    A proposito quando partono
    GLI ABBONAMENTI?

  5. Luca says:

    Pinamonti ok. Tanta roba. Abate? Ce la fa a giocare 5 partite a campionato? Ciano invece http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif

  6. Pencroff says:

    Raiola fa paura, gli affari li fa lui. È il migliore ma è come giocare con un cobra