PIAZZI A ‘PALLA IN TRIBUNA’: “IL SETTORE GIOVANILE DEL PARMA E’ TORNATO COMPETITIVO: IL TRAGUARDO E’ FAR ESORDIRE QUALCUNO IN PRIMA SQUADRA. E NON MANCA TANTO…” (CLIP)

20 Nov 2019, 21:00 3 Commenti di

piazzi_radio parma(www.parmacalcio1913.com) – Il direttore sportivo del Settore Giovanile del Parma Calcio 1913 Luca Piazzi, Mercoledì 20 Novembre 2019, è stato ospite in diretta telefonica della trasmissione radiofonica “Palla in Tribuna” in onda sui 102 e 104 megacicli di Radio Parma, intervistato dal conduttore Alberto Rugolotto.

Queste le sue parole:

“A noi sinceramente dispiace per le tante assenze che hanno in prima squadra, perché riteniamo che abbiano un roster assolutamente affidabile e competitivo per la Serie A: è chiaro, tuttavia, che tutti questi infortuni possano aprire degli spiragli a qualche nostro ragazzo magari anche subito, anche se io penso sia più naturale che possano diventare delle liete sorprese tra qualche anno. il primo obiettivo che ci eravamo posti con la rifondazione, cioè quello di tornare ad essere competitivi, possiamo dire di averlo raggiunto, perché lo vediamo nelle partite di ogni domenica che possiamo essere competitivi, ma io credo che adesso nel nostro Settore Giovanile ci siano 10-15 ragazzi assolutamente di prospettiva: ne avevamo tre ai Mondiali Under 17, altri ragazzi sono stati convocati in Nazionale, quindi stiamo tornando ad essere un Settore Giovanile non dico di prima fascia, ma almeno di media fascia. Ora il prossimo step è quello di rientrare in prima fascia, dove il Parma c’era prima del fallimento. Sappiamo che dobbiamo lavorare ancora, ma siamo sulla buona squadra.
Camara? C’è ancora qualche interrogativo su di lui, perché è un ragazzo molto giovane al rientro da un infortunio e quindi ancora va testato, anche se a livello di potenziale è un giocatore che assolutamente può ambire ad avere apparizioni anche immediate in prima squadra. Adorante non lo ritengo più un giocatore di Settore Giovanile ma assolutamente pronto per la Prima Squadra: ha fatto qualche apparizione con noi in Primavera perché era al rientro da infortunio, però dal punto di vista fisico, strutturale e tecnico è un giocatore che ci può stare benissimo in una rosa di Serie A e se esordirà non sarà sicuramente un giocatore buttato in campo per caso. Al Mondiale Under 17 avevamo tre giocatori nostri, due stranieri, gli ungheresi Botond Balogh, difensore centrale e Mark Kosznovszky, centrocampista interno destro, che noi pensiamo possano essere due calciatori che completano il percorso, nel senso che potranno arrivare in prima squadra: in Brasile hanno fatto bene, soprattutto Balogh che è anche il Capitano della nazionale magiara: tra quei 10-15 giocatori cui accennavo di prima fascia che potranno avere un futuro loro ci sono sicuramente. I due nostri portieri della Primavera sono stati chiamato in azzurro; Filippo Rinaldi arrivato fino ai Quarti del Mondiale brasiliano con l’Italia Under 17 ed Edoardo Corvi che ha partecipato a uno stage dell’Italia Under 18: siamo cresciuti tanto negli ultimi due o tre anni e questi ragazzi hanno fatto veramente dei passi da gigante e sono contento che abbiano conquistato la Nazionale, per noi è un orgoglio perché sono anche dei ragazzi locali, del territorio, e quindi portare dei ragazzi locali da un fallimento a delle Nazionali penso che sia un bel percorso: per noi è molto importante, perché certificano il nostro lavoro. Abbiamo anche altri ragazzi con l’Italia, Vincenzo Farucci che a Coverciano farà il Torneo dei Gironi Under 17 Giacomo Marconi (classe 2005) che è al Torneo Uefa Under 15 in Portogallo. La Primavera? Sta abbastanza bene, anche se effettivamente l’ultima partita l’abbiamo sbagliata, però bisogna tenere in considerazione anche il fatto che spesso abbiamo avuto dei nostri ragazzi in Prima Squadra e che durante i Mondiali non avevamo a disposizione Balogh, Kosznovszky e Rinaldi, insomma tutta una serie di problemi che un po’ ci hanno penalizzato. Oltretutto la nostra è una squadra molto giovane, perché per la maggior parte è composta da dei 2002: fino a questo momento, poi, non ha mai fatto giocare un fuori-quota, mentre spesso le avversarie ne schierano qualcuno e hanno come ossatura soprattutto dei 2001. Questa è una squadra che stiamo cercando di coltivare, con l’obiettivo di renderla performante per il prossimo anno, quando potrà giocare pari età. Io penso che sia una squadra che vada vista in prospettiva più che nell’immediato, però già nell’immediato può fare delle buone prestazioni, cosa che aveva fatto nel recente passato vincendo con l’Udinese o con altre squadre di prima fascia del Campionato di Primavera 2. Per ora, comunque, siamo in crescita: il vero traguardo lo raggiungeremo quando inizieranno ad esordire in prima squadra dei giocatori del nostro Settore Giovanile, cosa fino adesso non avvenuta, ma penso che col tempo la raggiungeremo, prendendoci delle soddisfazioni riuscendo a vedere anche magari qualche ragazzo del territorio, anche se poi la cosa più importante è che ci riesca qualche ragazzo proveniente comunque dal nostro Settore Giovanile e penso davvero che non manchi tanto… L’iniziativa Allenamenti Congiunti in Tour della nostra Attività di Base? Per noi era ed è  importante consolidare il rapporto con le Società del territorio: una delle nostre nuove proposte che abbiamo è quella di non mandare uno dei nostri tecnici a lavorare sui tecnici delle Società affiliate o comunque nostre partner, ma far si che le squadre si allenino insieme, offrendo questa opportunità ai ragazzi di quelle Società di allenarsi coi nostri. Io credo che questo renda ancora più tangibile il lavoro che si sta facendo con le Società del Territorio e che riavvicini e faccia sentire il legame non soltanto ai club e ai tecnici, ma anche agli stessi giocatori delle Società del territorio. Quindi credo che sia una bella esperienza per un giocatore di una Academy, piuttosto che di una società dilettantistica potersi allenare coi nostri, giocando con loro.”

VIDEO DAL CANALE UFFICIALE YOUTUBE DEL PARMA CALCIO 1913 SETTORE GIOVANILE

ISCRIVITI (CLICCA QUI) AL CANALE UFFICIALE YOU TUBE PARMA CALCIO SETTORE GIOVANILE E CLICCA SULLA CAMPANELLINA PER RICEVERE IN TEMPO REALE LE NOTIFICHE DEI VIDEO CARICATI DI TUTTE LE SQUADRE DEL VIVAIO CROCIATO

IL DS DELLE GIOVANILI DEL PARMA LUCA PIAZZI OSPITE IN DIRETTA A “PALLA IN TRIBUNA” (RADIO PARMA)

Intervista di Alberto Rugolotto

In Evidenza, News, Videogallery Amatoriale

Autore

Stadio Tardini

3 Commenti a “PIAZZI A ‘PALLA IN TRIBUNA’: “IL SETTORE GIOVANILE DEL PARMA E’ TORNATO COMPETITIVO: IL TRAGUARDO E’ FAR ESORDIRE QUALCUNO IN PRIMA SQUADRA. E NON MANCA TANTO…” (CLIP)”

  1. Luca says:

    Visti l’attacco praticamente ridotto all’osso, tra pochissimo potrebbe toccare ad Adorante http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif

  2. Davide says:

    Qualcuno mi spiega la differenza di base che dovrebbe esserci tra Palla in Tribuna e Bar Sport? Al dià dei conduttori ovviamente. Bar sport più tolc sciò e Palla in tribuna più approfondimento tecnico?Cmq Ferraguti al saris ora c’al vaga in pensiò.

    • Gabriele Majo says:

      Semplicemente Palla in Tribuna viene diffuso per radio, ed è quindi un programma radiofonico, mentre Bar Sport è un classico talk show sportivo televisivo