IL COLUMNIST di Luca Russo / SE SILIGARDI E’ STATO TENUTO ANCHE SE NON LO SI VOLEVA TENERE…

22
38

russo 1(Luca Russo) – Se il cronometro di Bologna-Parma e Parma-Milan si fosse fermato in anticipo di qualche minuto, a questo punto felsinei e rossoneri avrebbero rispettivamente uno e due punti in meno in graduatoria, noi tre in più e al San Paolo ci saremmo andati nelle vesti di squadra favorita, almeno classifica alla mano, perché per qualità e profondità della rosa il Napoli ci è indubbiamente superiore e sabato prossimo se tutto va bene, siamo rovinati. Il calcio, però, è galantuomo alla stregua del tempo: toglie e restituisce. Ha ragione Faggiano quando a fine partita, nella mixed zone dello stadio genovese, archivia i tre punti strappati a Ranieri come risarcimento di quelli persi al Dall’Ara e in casa contro la truppa di Stefano Pioli. Di ragione, faggiano tesserinosecondo la mia opinione, ce ne ha invece un po’ meno quando, un paio di risposte dopo ritorna a parlare di calciomercato. Ecco: la cosa meno bella del match tra Sampdoria e Parma, che ci ha consegnato una vittoria importantissima, pesantissima e chi più ne ha di superlativi più ne metta, non è stato il Kulusevski in tono minore che sembra essersi perso tra i giochi di prestigio esibiti a Bologna (e qualcuno tira a mano le Sirene di mercato); o il Gervinho impalpabile nel primo tempo e sprecone nel secondo; e nemmeno un Parma che ultimamente fa una fatica grossa così a chiudere le partite e a gestire i finali di gara. La cosa meno bella non si è vista in campo, ma nel post partita, ai microfoni dei giornalisti presenti al Ferraris e porta la firma di Faggiano. Non se ne abbia a male il nostro diesse se, a titolo strettamente personale, considero sconveniente una delle sue considerazioni a proposito dello scorso mercato estivo e della prossima campagna invernale: “Non tocchiamo nessuno, se dovesse succedere qualcosa la valuteremo ma i giocatori che abbiamo li vogliamo tenere e li teniamo: teniamo anche qluca siligardi parma forsinone coppa italia 05 12 2019ualcuno che non volevamo tenere, per cui va bene”. Chiaro, pure se non esplicitato con cognomi e nomi, il riferimento al caso Siligardi, mandato in campo da D’Aversa, ripagato con un bel gol e una prestazione da grande professionista. Se la parte iniziale del ragionamento è da uomo che le dinamiche di mercato le conosce come le sue tasche, quella conclusiva, con destinatario appunto l’ex centravanti di Livorno e Verona, mi pare un tantinello inelegante. Inelegante è il continuare ad accanirsi contro un ragazzo che, fosse pure per ragioni esclusivamente economiche, ha preferito restare a Parma, al Parma, col Parma, invece che partire per altre destinazioni  (ad iniziare da qluca siligardi dopo parma forsinone coppa italia 05 12 2019uelle esotiche di due stagioni fa) e casacche, e che alla nostra causa il suo contributo lo sta dando: senza la punta di Correggio, col Frosinone, in Coppa, forse non l’avremmo fatta franca e l’Ottavo di Finale con la Roma probabilmente se lo sarebbero giocato i Ciociari. Non succede, ma se succede… che in Coppa Italia si faccia un po’ di strada (e mi fermo qui…), lo dovremo anche a Siligardi. Per come ha giocato al cospetto dei ragazzi di Nesta, mi chiedo se un attaccante così completo e generoso, così connesso alla partita e così partecipe alla manovra manco fosse un regista avanzato sulla falsariga di Dzeko veramente non possa tornare utile a siligardi parma frosinoneD’Aversa per avere più assi nella manica da calare anche nell’estenuante lotta per non retrocedere. Indipendentemente dagli infortuni che hanno decimato il nostro reparto avanzato, che senso ha tenere fuori dalla lista campionato (con tre posti vuoti)  un giocatore con queste caratteristiche, che a dispetto delle esclusioni in serie non ha comunque minato la serenità e la compattezza dello spogliatoio e che dunque avrebbe le carte in regola per darci una mano significativa e determinante nel tentativo di centrare la salvezza? Ammesso e non concesso che la mancata partenza di Siligardi possa aver bloccato il mercato in entrata –  perché oggi, per preservare gli equilibri contabili, prima si dà via, poi si acquista – per preservarne o aumentarne il valore in caso di cessione, non è uno spreco che sia reietto ai margini?  Luca Russo

22 Commenti

  1. Io su questo continuo a dissentire. A Siligardi è stato prolungato il contratto garantendogli quindi una sicurezza anche economica sicuramente ben oltre il contributo (nullo a parte un Ascoli Parma in serie B e Genoa Parma dello scorso anno) dato alla causa. Era stato preso nell’estate della B per fare la differenza e ha fatto schifo per 8 mesi tanto da finire in panca in B. Nel caso di specie l’accordo sarà stato noi ti allunghiamo, però tu in caso di offerte non rompi le balle e vai perchè così mi liberi un posto. Lui avrà detto si e poi avrà puntato i piedi. Di qui l’incazzatura di Faggiano e Pizzarotti. E ne hanno ben ragione. Se sta fuori Mandzukic può star fuori anche SIligardi con rispetto parlando.

  2. Sprocati non vale Siligardi.
    Io sono un fan di Siligardi.
    In giocatore così me lo terrei stretto
    e venderei a gennaio Sprocati che ha mercato.
    Siligardi come professionista è perfetto.
    È stato messo fuori rosa perché quest’estate aveva rifiutato un
    trasferimento in serie B è la società da quello che si sente dire in giro gli ha detto

    ” Se tu vuoi rimanere rimani ma non giocherà mai una partita in campionato”

    Lui avendo un contratto per altri anni ha preferito rimanere nel gruppo in serie A che giocare in serie B titolare.
    Spero che D’Aversa lo reintegri altrimenti si fa karakiri
    Se io fossi Siligardi mi sarei comportato tale e quale ha fatto lui ma se fossi stato uno dei componenti della Società avrei convinto gli altri a tenerlo perché se fossi Siligardi anche per ripicca avendo ancora due o tre,anni di contratto rimarrei prendendo un lauto stipendio.
    Società D’Aversa Faggiano su Siligardi datevi UNA SVEGLIATA.
    Siligardi deve rimanere
    Lo merita è bravo.
    D’Aversa non lo vede SILIGARDI?
    e,allora
    REGALATEGLI UN PAIO DI OCCHIALI.

  3. Amico mio magari dissentissi. Ho problemi di stipsi ultimamente, a forza di passare davanti al Ponte Caprazucca sono diventato stitico come il borsellino dell’UPI.

  4. Se avessimo in rosa,SILIGARDI visto che è in formissima potremmo far accomodare in panchina KULUVESKY che in forma proprio non lo è è far giocare lui.
    Certo Siligardi non è KULUSEVSKY che se è in forma e devastante e questo lo sa pure Siligardi ma,quando non c’è come ora con la testa è nullo ma io sono dell’idea che è sempre meglio in campo
    UN GATTO ( Siligardi) CHE UN PUMA MORTO.e attualmente Kuluvesky è un PUMA morto.
    Attualmente con lui giochiamo in 10
    Irriconoscibile.
    Ma siete sicuri che sia lui e non un altro con la sua maschera o truccato dal trucco e parrucco di TALE E QUALE SHIWO?
    Io approfondire la cosa…E NON STO SCHERZANDO.
    REINTEGRATE SILIGARDI
    BOIA D’UN MOND LEDAR ( Boia di un mondo ladro)

  5. Nel mercato di gennaio spero che la rosa verrà rimpinguata
    Kucka anche lui infortunato …..probabilmente fuori.sigh
    Quello che urlo ⚡ ⚡ ⚡ ⚡ è di non fare l’errore di gennaio
    dello scorso anno quando per superficialità pensando a una salvezza già raggiunta comperarmmo solo mezze seghe che già si sapeva che mai avrebbero giocato in squadra salvandoci solo…..sul filo di lana.
    Quest’anno dobbiamo vincere il nostro scudetto che è arrivare nella parte sinistra della classifica e cioè nelle prime 10

    solo….sul filo di.lana.
    Siamo contati

  6. Concordo in pieno. Ma temo andremo a pan e spùd (pane e sputo). E temo anche che Kucka si sia fermato per l n volta.

  7. Siligardi ritengo discreto giocatore da B, non più che sufficiente per rincalzo da A. Non è uno che fa la differenza nemmeno per l’ ultima in classifica di A. La società non ha di certo comportamenti squadristi e pertanto anche se non piace le indicazioni o inviti vanno seguiti. Quoto questa volta Davide (di cui solitamente sono in disaccordo).
    Anche Sprocati a me non appassiona ma sempre non svenandoci gli addetti ai lavori dovranno vedere se c’ è di meglio in giro. altrimenti si deve puntare nei recuperi degli infortunati e a qualche spazio ad Adorante in più. in attacco non vedo problemi anche senza Siligardi pertanto.
    il centrocampo necessità invece di linfa nuova di sicuro. ed infine un innesto in difesa in ottica Alves ormai anziano anche se ci farà ancora 1 anno fra campo e panchina.
    quindi ritengo un mercato invernale senza grandi pretese.
    se poi pare Kulu bisogna come lasciapassare portarsi Barrow anche sempre in prestito intanto con qualche diretto poi.

  8. Barrow lo lascerei dov’è perchè è spesso infortunato e non è un tuttocampista come lo svedesino. Kulu non penso partirà, si sono espressi tutti in senso contrario (Faggiano, D’Aversa, Lucarelli) e anche perchè gli strisciati cinesi sembra abbiano preso De Paul (che a me fa schifo per altro). Per giugno invece dai nostri padri padroni cercherei di farmi dare Politano e Gagliardini. Ora serve come il pane un centrale e un centrocampista che sia un upgrade di Brugman (inutile) e Scozzarella. Pezzella ha confermato quello che dicevo in estate. Inseguito tre mesi un mediocrone che ne trovi un sacco e una sporta in Lega Pro così. Infatti gioca Gagliolo. Darmian se resta sarebbe ora che però si desse una svegliata fin ora sta galleggiando nella mediocrità più assoluta.

    • Caro Davide si è accorto che sta parlando di una squadra all’ottavo posto in classifica e a pari merito col Napoli? Guardiamo le stesse partite, lo stesso campionato e la stessa classifica o no?

  9. queste sono le cose che mi fanno andare in bestia:
    vuole restare a parma? ok, è al parma e viene regolarmente pagato, poi gioca se e quando lo decidono gli altri. punto, fine della fola che già quella di dezi aveva fiaccato

  10. Le parole di D’Aversa hanno confermato che l’esclusione di Siligardi dalla rosa per il campionato non ha alcuna motivazione tecnica. La ricostruzione di Davide parte da un presupposto sbagliato. Posto per altri giocatori over c’era in ogni caso perché attualmente la lista ne comprende 18. Un calciatore ha tutto il diritto di rifiutare un trasferimento, il fatto che appartenga ad una categoria privilegiata a livello economico non sposta il punto della questione. I contratti vanno rispettati. A Parma un calciatore è sicuro di essere retribuito a tutte le scadenze dovute, in serie B siamo certi che sia così dappertutto ?
    Pagare lo stipendio ad un giocatore che non si utilizza malgrado l’allenatore lo ritenga utile alla squadra, e che di fatto è in una sorta di limbo per forzare la sua volontà e fare in modo che accetti di essere ceduto, è una scelta controproducente e dannosa per l’immagine della società.

  11. Sì Damian deve darsi una mossa.
    Non sta facendo un gran campionato.
    Veleggia nella mediocrità e nell’anonimato
    più assoluto.
    Diciamo che dei 4 titolari che giocano
    in difesa, lui è il peggiore.
    Kulusesky diverrà nuovamente un PUMA
    quando arriverà gennaio e capirà che è inutile
    giocar male per essere ceduto.
    A mercato finito quando capirà che
    la società non è caduta nella trappola
    preparata dal suo procuratore
    capirà che deve rimanere e
    allora giocherà da Dio altrimenti a
    fine campionato non sarà così richiesto.
    come ci ha abituato

Comments are closed.