IL COLUMNIST di Luca Russo / ANCHE LA CHAMPIONS CONFERMA CHE QUESTA E’ LA STAGIONE DI CHI SA FAR GRUPPO E GIOCARE DA SQUADRA

19 Feb 2020, 13:00 13 Commenti di

luca russo 06 01 2020(Luca Russo) – In attesa che l’andata degli Ottavi di Finale di Champions League si completi e che il turno di ritorno esprima le grandi 8 che accederanno ai quarti, le due gare disputate ieri sera (Borussia Dortmund-Paris Saint Germain e Atletico Madrid-Liverpool) hanno confermato una volta ancora ciò che si era intuito un paio di mesi fa: questo può essere l’anno delle formazioni in grado di farsi gruppo e di giocare da squadra. Da squadra hanno vinto (2-1) i tedeschi al cospetto dei francesi; e da squadra si sono imposti (1-0) gli spagnoli sui Campioni d’Europa in carica. Il talento resta comunque indispensabile a certi livelli – e le reti a raffica del giovanissimo Haaland ne sono una dimostrazione plastica – ma può rivelarsi effimero o addirittura inconsistente in assenza di organizzazione. Dall’Europa, insomma, segnali incoraggianti a proposito della buona riuscita della stagione del Parma. Perché, limitandoci all’Italia, a Parma più che altrove succede ciò che ci hanno mostrato ventiquattro ore fa Atletico e Borussia: e cioè che gli undici titolari e i tre cambi giocano da squadra senza sfilacciarsi mai, indipendentemente dal momento più o meno favorevole del match; e che non è la squadra ad essere al servizio del singolo, ma i singoli al servizio della squadra e dei suoi meccanismi. Lo dimostra la capacità dei Crociati di esaltarsi e di moltiplicare le proprie forze pur dovendo fare i conti una domenica sì e l’altra anche con una lunga lista di indisponibili. Un’emergenza, di fatto sistematica, che non ha sottratto punti e bellezza alla classifica gialloblu, che anzi pare quasi essersi nutrita dei problemi in termini di infortuni e squalifiche via via incontrati, ma agevolmente fronteggiati e risolti, da D’Aversa. Come se i Ducali avessero bisogno di ostacoli sempre più alti e ampi per certificare l’altezza delle proprie ambizioni e l’ampiezza delle proprie doti. E allora non può spaventarli lo stop di Darmian, che si va ad aggiungere a quelli di Adorante, Barillà, Kucka, Inglese e Sepe. Il difensore ex Torino – che in granata ha collezionato 133 presenze e 3 gol tra campionato e coppe – in occasione della sfida col Sassuolo di domenica scorsa è stato sostituito alla fine del primo tempo per l’acutizzarsi di una tendinopatia achillea sinistra. Gli accertamenti cui è stato sottoposto hanno escluso lesioni muscolotendinee, ma il ragazzo non sarà utilizzabile nel prossimo turno di campionato allo stadio Grande Torino. Rischio che potrebbe essere corso da Kulusevski e Scozzarella, alle prese con noie nuscolari. Quale che sia l’elenco dei convocati da opporre agli uomini di Moreno Longo, al Parma le preoccupazioni non sono di casa perché alberga la convinzione che la squadra pure nella Torino granata si comporterà e giocherà da squadra, restando fedele alla filosofia del “tutti per uno, uno per tutti” che la ispira dall’arrivo di Roberto D’Aversa in plancia di comando. Luca Russo

Columnist, In Evidenza, News

Autore

The author didnt add any Information to his profile yet

13 Commenti a “IL COLUMNIST di Luca Russo / ANCHE LA CHAMPIONS CONFERMA CHE QUESTA E’ LA STAGIONE DI CHI SA FAR GRUPPO E GIOCARE DA SQUADRA”

  1. VELENOSO 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈😈 😈 😈 😈 says:

    Siamo sesti
    Abbiamo due maghi D’Aversa e Foggiano
    Se vinciamo domenica siamo a un.punto dalla Roma
    Abbiamo un presidente tifoso AL BACIO
    Siamo un gruppo coeso

    Eppure

    Cornacchie svolazzano sul sito
    col.pelo sul cuore e con tanta
    tanta ignoranza.

  2. VELENOSO 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈 😈😈 😈 😈 😈 says:

    Ho scoperto chi è Iacoponi e il perché non viene
    convocato in Nazionale ma dopo quello che vi dirò
    capirete che non può ASSOLUTAMENTE essere
    convocato in Nazionale pena squalifica della squadra.
    Non vi siete mai chiesti come mai nonostante
    il preparatore atletico che abbiamo,. JACOPONI.non si
    è mai infortunato nemmeno una volta?
    Una cosa questa che ha dell’incredibile visto che nel Parma
    i giocatori chi prima, chi poi si sono sempre infortunati chi
    una chi due chi tre chi quattro e più volte.
    Lui invece MAI SI È INFORTUNATO E MAIINFORTUNERA’
    e questo fatto dovrebbe.mettervi sulla giusta,strada.
    Dovete sapere che Iacoponiè un alieno e gli alieni
    non s’infortunano mai e anche la per questo essendo
    IACOPONI di un altro pianeta.non può ovviamente
    gareggiare nell’Italia…..purtroppo.

  3. Luca says:

    Sarà contento Barone della vittoria del “cholismo”.

  4. Davide says:

    Perché noi non possiamo giocare la Cempions?Siamo la capitale della cultura, si mangia bene, parsùt, formai e tomachi, c’è la autoriti e la fud vallei.

  5. Luca Russo says:

    Mi assumo la completa responsabilità di quel che sto per scrivere: se una a caso tra Inter, Milan e Juventus corresse con la stessa intensità e la stessa continuità dell’Atalanta, che tolte un paio di domeniche sta andando a mille dall’inizio della stagione, l’italiano medio darebbe sfogo alle peggiori dietrologie possibili. Ma si tratta dell’Atalanta e allora deve essere per forza una favola. Nel calcio c’è ancora tanto da fare sotto certi aspetti, come insegnano altre discipline.

    • Reizer84 says:

      Ma dici questo perchè il preparatore atletico della Dea è quel Danese che collaborava con Agricola al tempo della Juve?

      • Luca Russo says:

        No, queste cose le lascio dire a Pistocchi. Mi son limitato a dire che se ci fosse stata l’Inter al posto dell’Atalanta, il tifosotto medio avrebbe dato sfogo alle peggiori dietrologie possibili. È lo stesso meccanismo per cui su una Lazio scudettata non aleggerebbe l’ombra di una classifica senza errori arbitrali, sebbene di favori ne abbia incassati a ripetizione, cosa che non accadrebbe in caso di Juventus o Inter campione d’Italia. È il doppiopesismo tipico di questo paesuncolo pieno di omuncoli.

        • Reizer84 says:

          io ti posso assicurare che l’associazione per la quale la Dea corra così tanto e il preparatore di Agricola qui a Milano si senta da un pezzo, poi non so se sia stato Pistocchi o chi altro ma io ho sentito diversi tifosi far riferimento a questa situazione.

  6. Gabriele says:

    dipende anche da come corri, se sei organizzato e corri “bene”

  7. FORZA PARMA says:

    Luca Russo
    Le statistiche dicono che nel ns campionato la classifica di chi corre di piú vede prima l’Inter e 2a il Parma.
    Quindi?? Fammi capire dove vanno a finire le tue allusioni

  8. morosky says:

    Quante cacate di colombi ..
    ci sono sul balcone..
    quante parole nel vuoto …

    …quante illazioni …

    …se vi sta sulle palle l’Atalanta …LO AVETE DETTO …punto, adesso pensate alle vostre squadre …e fatevi i ..c…avolacci vostri …


    ATALANTA…. da un paio d’anni è la squadra che gioca meglio a calcio, fa divertire, non solo il proprio tifoso ma pure gli appassionati di calcio …che se ne fregano di colorazioni, strisciate e robe GEO POLITICHE ….

    NON RIESCO A CAPIRE QUESTO LIVORE ACCESO ED ACCANITO..

    a me, ad esempio, della Reggiana, NON ME NE STRAFOTTE UNA MINCHIA DI NIENTE …
    ..
    dei derby, men che meno…
    A ME STA SUL CAPPERO COLEI CHE …SONO 50 ANNI CHE RUBA, CHE USA IL POTERE….CHE COMPRA, CHE PAGA, CHE FA PASTICCI, BROGLI ED INTRALLAZZI …

    la storia ha lasciato la traccia …

    ma che vi ha fatto l’Atalanta …
    Percassi, per caso, oppure Gasperini ….hanno rigato qualche macchina …o forse è stato il PAPU GOMES ? ILICIC ?
    ZAPATA ??
    PALOMINO ????

  9. Davide says:

    Balla balla Gasperini. Per me Gasperini potrebbe anche vincere la Cempions con il Pordenone che resterebbe un uomo di quella materia organica anfibia comunemente chiamata….
    Chi avesse voglia di andare oltre le chiacchere dei salotti tv e dei giornalistoni sempre pronti a cavalcare le mode, si vada a fare una piccola ricerca sulle testimonienze (oggi ovviamente censurate) che girano sul conto dell’ex strisiciato bianconero ballerino. Basta anche fare una telefonata a qualche amico doriano.