L’insostenibile leggerezza del pallone, anno secondo / IL TORO SEMBRA AVERE PIU’ IDEE DEL PARMA, MA NON RIESCE A RENDERLE CONCRETE

21 Giu 2020, 23:00 2 Commenti di

kucka cornelius torino parma 20 06 2020

(Luca Tegoni) – Su Sky l’audio taroccato diventa “originale”. Emozioni fuori sincrono rispetto ad una partita sofferta anche se poco combattuta. C’era una volta il silenzio, ma poi la televisione accende l’audio; c’era una volta il vuoto, ma poi la televisione (RAI) riempie gli spalti con programmini software per replicanti, colori sociali compresi.

In questo vero non vero, la ripresa del campionato (morto, nelle mie personali considerazioni) sembra una burla di Spadafora, fischio d’inizio e pallone sgonfio.

Si ricomincia come se niente fosse stato.

Dopo un quarto d’ora di orientamento, il Toro approfitta di un calcio d’angolo per passare in vantaggio. Sistematico gioco di blocchi degli attaccanti granata che inibiscono il posizionamento dei difensori crociati e Nkulu, smarcato, s’alza, colpisce ed insacca. Poi si inchina per omaggiare la memoria di generazioni di oltraggiati.

Il Torino sembra avere più idee del Parma, ma non riesce a renderle concrete. Basta una giocata di Gervinho, anzi di Gervi e non più dell’Ivoriano in odore di tradimento, che consente al Parma di pareggiare. Gervi scende verso la linea di fondo e rimette la palla verso il centro dell’area dove arriva Kuko che di sinistro al volo incrocia la palla violentemente verso la sinistra di Sirigu.

Partita equilibrata, anche sono frequenti gli sbandamenti difensivi del Parma, soprattutto su palle alte dove si soffre troppo. Soprattutto su calci piazzati. Latita la manovra offensiva del Parma, Cornelius prende botte a ripetizione, Kulusevski non riesce a fare una giocata e Gervinho aspetta l’occasione propizia. Della fascia sotto giocano in due, Kurtic non pervenuto. Troppo poco.

Parte il secondo tempo e Sepe miracoleggia su tiro da un metro di Zaza, la palla resta nei pressi e Iacoponi arpiona un piede granata anziché la palla. Si spera che vada al dischetto quel mattacchione di Zaza invece va Belotti. Tiro forte, ma non molto angolato, Sepe intuisce la direzione si lancia e para. Miracolo numero due  in pochi minuti.

Il Parma cerca di prevalere su un avversario non di certo “in fiducia”, ma riesce solo a produrre un paio di tiri, di Cornelius e di Kulu (non ancora lo Juventino) che non creano grossi problemi a Sirigu. Poi ci si aspetta un crollo fisico, che però non si verifica. Le due squadre mantengono lo stesso passo, non certo irresistibile, per tutta la partita. Ultima occasione per il Toro con Edera. Invece di colpire di testa si spettina e per fortuna del Parma la palla esce.

I cambi non sortiscono alcun effetto se non quello di rimpiangere i sostituiti. Inutile riprovare Hernani regista. Dieci minuti buttati.

Comunque un punto in più, per la salvezza va benissimo. Comunque si può fare di più. Martedì notte a Genoa.

Torino Parma uno a uno. Luca Tegoni

News

Autore

Stadio Tardini

2 Commenti a “L’insostenibile leggerezza del pallone, anno secondo / IL TORO SEMBRA AVERE PIU’ IDEE DEL PARMA, MA NON RIESCE A RENDERLE CONCRETE”

  1. Straje' says:

    Cosí va benissimo …perche tutte le squadre in Italia sanno che Parma ė un osso duro…dificile a vincere ……

  2. Luca says:

    L’importante era non perdere. Ora battere il Genoa per chiudere definitivamente il discorso salvezza.

Commenta o rispondi (ricorda il numero di verifica)

http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_bye.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_good.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_negative.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_scratch.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wacko.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yahoo.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cool.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_heart.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_rose.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_smile.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_whistle3.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_yes.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_cry.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_mail.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_sad.gif 
http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_unsure.gif  http://www.stadiotardini.it/emoticons/wpml_wink.gif